Viaggi

Se non ti stanchi mai di scoprire nuovi mondi sali a bordo del crowdfunding e non smetterai mai di scoprirne!

Viaggi

Se non ti stanchi mai di scoprire nuovi mondi sali a bordo del crowdfunding e non smetterai mai di scoprirne!

In primo piano
Water Highway

La mia idea è quella di raccontare attraverso questo viaggio come l’acqua abbia avuto - e tutt’ora ha - una funzione fondamentale per la vita sulla terra di tutti gli esseri viventi. 

In solitaria, con la mia bici e in auto- sufficienza, partirò dall’Italia e giungerò ad uno dei ghiacciai più alti al mondo. Costeggerò fiumi e laghi in Europa e attraverserò uno dei deserti più caldi al mondo in Uzbekistan e pedalerò fino alla base del ghiacciaio sul Gasherbrum nella catena montuosa del Karakorum in Pakistan.

Il messaggio sarà quello di raccontare come l’acqua sia un bene sempre più prezioso e che, utilizzare questa risorsa in maniera consapevole, può fare la differenza.

Affronterò tutto il percorso con una bici ad energia rinnovabile per far sì che il viaggio sia meno impattante possibile basandomi sulle mie forze e su tecnologie sostenibili.

L’obiettivo è documentare attraverso il mio viaggio la fragilità di questa importante risorsa visitando luoghi estremi e impervi: ghiacciai “perenni”, laghi sotterranei, mari e deserti, laghi salati e fiumi d’acqua dolce sino ad arrivare sulla catena del Karakorum.

Lungo lo sviluppo dell’itinerario incontrerò popolazioni che per assurdo hanno migliorato la qualità della loro vita perché, dove prima c'era il ghiaccio, ora c'è la possibilità di coltivare ed irrigare con molte disponibilità idriche "temporanee" e la percezione di queste persone, dunque, è di sollievo e di sicurezza verso l’elemento fondamentale della vita: acqua = produzione di cibo = vita.

Nello stesso momento incontrerò popolazioni, come quelle del deserto uzbeko, che hanno notato un innalzamento della temperatura e hanno patito una sempre maggior assenza di acqua, ovviamente a scapito della qualità della vita.

Visiterò posti molto diversi tra loro per incontrare gli abitanti di quei luoghi e carpire il loro rapporto con il clima e l’ambiente che li circonda in relazione ai cambiamenti repentini di questi ultimi anni.

L’acqua potabile è un tesoro che sfruttiamo troppo velocemente rispetto ai tempi che la natura impiega per rinnovarlo.”

In collaborazione con i glaciologi del MUSE di Trento - che aderisce alla Rete Globale dei Water Museums - e i naturalisti del Parco Adamello Brenta, cercherò di spiegare i fenomeni naturali legati a questo elemento e il loro modificarsi negli anni a causa del surriscaldamento globale, tramite un docufilm dal titolo Water Highway, che intendo produrre e divulgare.

Per realizzare questa idea avrò necessità di reperire attrezzatura di vario tipo a partire dalla bici elettrica alimentata da pannelli fotovoltaici, a quella utile all'autosufficienza nonché quella per l'alta quota. Per questo motivo ho bisogno del sostegno di tutti voi, attraverso questo crowfounding per finalizzare questo progetto.

0%
-17 Giorni
Energia pulita e accessibileConsumo e produzione responsabiliLotta contro il cambiamento climatico
Tutti i progetti
Covo di Nord Est

Primo step raggiunto, non fermiamoci qua!

Grazie a tutti voi il primo step da 50.000 euro per la ricostruzione del bar e della consolle dj della sala "Covo" è stato raggiunto!!!!
Non fermiamoci!

Il nostro nuovo obiettivo è quello di raccogliere 80.000 euro per i nuovi impianti stereo e luci

Possiamo farcela, #RIPARTIAMOINSIEME!

NOTA BENE

Questa è una campagna di crowdfunding di tipo reward based, ovvero basata sulla filosofia del "dare qualcosa in cambio" al sostenitore.

Le persone che decideranno di sostenere la rinascita del "Covo" non faranno semplicemente delle donazioni per aiutarci a far ripartire la nostra attività, ma potranno scegliere di beneficiare dei nostri prodotti e servizi: dalla partecipazione ad un party esclusivo per i sostenitori all'open bar, dalla selezione delle nostre bottiglie al soggiorno nella nostra struttura.

Rimandiamo alla sezione "Ricompense" per valutare tutti i tagli di ricompensa ed i relativi prodotti e servizi.

#RIPARTIAMOINSIEME

Il 30 ottobre 2018 una devastante mareggiata ha colpito la nostra città e la riviera causando danni senza precedenti. È stata un’ulteriore grave ferita per un territorio già colpito pesantemente dalla tragedia di Ponte Morandi e, nonostante le Autorità abbiano cercato di fare il possibile per prestare aiuto, molte attività economiche hanno subito danni non riparabili con le loro forze.

 Il Covo di Nord Est, storico locale della nostra riviera, è stato devastato in più parti. Ricordiamo che il Covo è il locale italiano più famoso al mondo, unico sia per la propria impareggiabile posizione sulla costa del golfo di Portofino, sia per la sua storia artistica, che ha visto salire sul palco artisti di fama mondiale. I danni subiti sono stati stimati in oltre due milioni di euro.

L’affetto di migliaia di persone è stato una bellissima sorpresa e ci ha spinto a “non mollare”, dando un nuovo significato alla riapertura del Covo che adesso rappresenta una sfida che vogliamo assolutamente vincere per la nostra comunità.

Adesso siamo pronti a partire per la ricostruzione e vogliamo a tutti i costi  riaprire già a Pasqua, in modo da celebrare con tutti i nostri amici in una festa straordinaria che ricorderemo per sempre !

Abbiamo però bisogno dell’aiuto di tutti coloro che amano il Covo e le sfide impossibili

Attenzione però … come tutte queste campagne anche la nostra seguirà il modello “Tutto o Niente”. Ciò significa che se non raggiungeremo l’obiettivo minimo prefissato, nessun contributo verrà accettato e non ci sarà alcun addebito a carico di coloro che avranno aderito. Viceversa, se raggiungeremo l’obiettivo minimo, tutti i partecipanti – a fronte del loro contributo – riceveranno i riconoscimenti promessi … e siamo sicuri che le ricompense saranno tantissime.

Oltre a questo abbiamo previsto dei bellissimi ed esclusivi pacchetti di ospitalità che fungeranno da ricompensa in cambio dei contributi ricevuti.I pacchetti sono molti e per tutti i budget. Si va dal riconoscimento con il proprio nome sul wall supporters, all’invito esclusivo con open bar per la festa inaugurale, ai tavoli con bottiglia personalizzata, alle giornate nel beach club con aperitivo al tramonto, fino a trattamenti davvero esclusivi per esperienze indimenticabili.

#RIPARTIAMOINSIEME

Come verranno utilizzati i fondi

L'obiettivo è di aiutare la ricostruzione del Covo di Nord-Est nelle zone del ristorante, Garden e Covo.
Questa campagna ha lo scopo di far tornare il Covo alla sua originaria bellezza entro l'inizio della prossima stagione estiva.

Il primo step da 50.000 euro per la ricostruzione del bar e della consolle dj della sala "Covo" è stato raggiunto.
Il nostro nuovo obiettivo è quello di raccogliere 80.000 euro per i nuovi impianti stereo e luci

Gli step successivi serviranno per la ricostruzione delle parti restanti della struttura: Stabilimento Balneare, Pizzeria e Covino.

Chi c'è dietro al progetto

Stefano Rosina insieme al grande team del Covo di Nord Est, storico locale di Santa Margherita Ligure. Ci sentiamo di rappresentare anche le 120 famiglie che nella notte tra il 29 e 30 ottobre hanno provato i nostri stessi sentimenti e vissuto le nostre stesse preoccupazioni. Spinti dall'incredibile manifestazione di affetto da parte dei nostri clienti e di chi in tutti questi anni ha vissuto almeno una volta l'emozione del Covo.

Finanziato
63.765 € Raccolti
In Vespa Oltre l'Orizzonte - Ristampa

Chi è Giorgio Bettinelli

Giorgio Bettinelli è stato un Attore, Musicista e Scrittore Italiano, diventato famoso soprattutto per i suoi viaggi intorno al mondo, affrontati e portati a compimento in sella ad una Vespa.

Tutto cominciò un po' per gioco quando, in Indonesia, gli regalarono una vecchia vespa scassata, e con la scusa di dover uscire dal paese per questioni legate al visto, decise di partire. Da quel momento non si fermò più. Caricò ragazze, viaggiò con le ruote bucate e rischiò più volte la vita. Andò dall'Alaska alla Terra del Fuoco, da Melbourne a Città del Capo e poi dal Cile alla Tasmania, attraverso Americhe, Siberia, Europa, Africa, Asia e Oceania. Durante uno dei suoi viaggi Bettinelli è stato anche rapito da un gruppo di guerriglieri in Congo, e per varie volte si ammalò di Malaria. Ma questo non spense il suo spirito e la sua voglia di Viaggiare, e di raccontare le sue avventure.

Il primo viaggio fu da Roma a Saigon. Partì nel Luglio del 1992 e arrivò nel Marzo del 1993 compiendo più di 24.000 km.

Il secondo viaggio lo portò dall'Alaska alla Terra del Fuoco, dal Maggio del 1994 al Febbraio del 1995 attraversando le Americhe da Nord a Sud per 36.000 km. Percorrendo tutta la costa occidentale degli Stati Uniti, il Messico e gli stati dell’America Centrale, la Colombia, il Venezuela, l’Ecuador, il Perù, la Bolivia, il Paraguay e l’Argentina

Non stanco, partì subito per il suo terzo viaggio dall'Australia al Sud Africa. Lasciò Melbourne nel Settembre del 1995 e arrivò nel Settembre del 1996 a Città del Capo collezionando 52.000 km

Il quarto viaggio è una vera e propria avventura intorno al mondo. Partito dalla Terra del Fuoco nell'Ottobre del 1997 arriva in Tasmania tre anni dopo, a Marzo del 2001, con alle spalle 144.000 km, 5 continenti e tanto da raccontare.

Infine l'ultimo viaggio si svolge tutto in Cina, attraversando i suoi sfaccettati 33 cantoni e macinando 39.000km sempre a bordo della sua fidata Vespa, la compagna di viaggio dalla quale non si è mai separato.

Giorgio Bettinelli ha scritto 4 libri di viaggio: In Vespa, Brum Brum, Rhapsody in Black e La Cina In Vespa e ha pubblicato un libro fotografico dal titolo “In Vespa Oltre L’orizzonte”.

In Vespa Oltre l'Orizzonte

La bella sfilata di immagini di questo libro racconta i cinque continenti così come li ha visti Giorgio Bettinelli nei suoi tre viaggi – 110.000km in tutto – d’un appassionato andar per Vespa, “on the road”, attraverso il Medio Oriente, il Subcontinente Indiano, il Sudest Asiatico e l’Australia, il Nord America, il Centro America, il Sud America e l’Africa Orientale.

Le Foto, oltre 400, tutte intensamente vissute, documentano e mostrano un caleidoscopio metamorfico di paesi e popoli, dove consumano la loro esistenza, gioiscono, soffrono, muoiono milioni di persone; non solo l’occhio, ma soprattutto il cuore, ne sono colpiti, aiutando a formare una “coscienza” dei vari paesi illustrati più profonda e sottile. Le didascalie a commento delle foto sono ricche anch’esse di informazioni e annotazioni di atmosfera e completano l’umanissimo mosaico.

E’ un libro difficile da descrivere a parole e permette di viaggiare assieme a Bettinelli, di vedere i paesi e le persone che incontrava, il mondo, attraverso i suoi occhi di instancabile esploratore. Questo volume dovrebbe essere disponibile all’acquisto di tutti ed entrare a far parte della collezione di libri di appassionati vespisti e viaggiatori.

Invece, purtroppo, a causa del fallimento della casa editrice, la sua pubblicazione si è limitata alla prima tiratura, rendendo oggi “In vespa Oltre l’Orizzonte” un libro introvabile, una rarità, addirittura considerato “il libro Fantasma” di Giorgio Bettinelli.

Ma oggi, grazie al tuo sostegno, abbiamo la possibilità di ristamparlo

 

Primo Passo - La Stampa

Il primo passo del nostro progetto prevede la ristampa Anastatica del libro, (definita come la riproduzione inalterata di un libro antico o di un'opera moderna non più disponibile o di difficile reperibilità).  Il volume prodotto è, quindi, identico in tutto e per tutto, alla prima edizione, e la qualità rimane inalterata.

Questo è reso possibile grazie al ritrovamento delle pellicole fotografiche che si utilizzavano, fino a qualche anno fa, nell’editoria per la creazione delle lastre utilizzate nella “stampa offset”.

Infatti, durante la ricerca di immagini di repertorio, e di informazioni riguardanti la vita di Giorgio Bettinelli (utili per lo sviluppo del nostro Film), abbiamo avuto modo di parlare con Il fratello, Luciano Bettinelli e la moglie, Yapei Tseng Bettinelli, che ci hanno confidato la presenza di queste pellicole, e ci hanno dato il via libera per la ristampa.

Il Procedimento - Lastre e Stampa Offset

La ristampa offset del libro partendo dalle pellicole prevede alcuni passaggi:

MONTAGGIO

Il primo passo che deve essere svolto, è la realizzazione della pellicola utilizzata per esporre la lastra. Tradizionalmente l'operazione veniva svolta ritagliando i testi e le immagini già impressi su pellicole ed incollati su di una più grande pellicola trasparente, di poliestere, detto astralon grande quanto la lastra da incidere. In seguito l'astralon e la lastra da formare vengono punzonati e fissati uno all'altro.

ESPOSIZIONE

Il sistema pellicola-lastra viene quindi esposto nel bromografo per impressionare la lastra pre-sensibilizzata.

SVILUPPO

Rimossa la forma dal bromografo, tramite prodotti chimici la lastra viene sviluppata, rimuovendo dai contrografismi le sostanze polimeriche, e scoprendo in tal modo la superficie di alluminio della lastra che risulterà ricettiva nei confronti dell'acqua di bagnatura.

STAMPA OFFSET

La stampa offset si basa sul principio di repulsione tra i liquidi, in questo caso acqua, olio e inchiostri. E' chiamata indiretta perché a differenza delle altre tecniche di stampa in cui l'inchiostro passa direttamente dalla lastra di alluminio alla carta, qui l’inchiostro viene trasferito dalla lastra litografica sul caucciù e da li alla carta.

Aiutaci a Ristampare il Libro

Questo procedimento, dalla pulizia dei lucidi, montaggio, creazione lastre oltre che ad essere molto costoso e molto lungo, è ormai obsoleto, e quasi nessuna tipografia ha a disposizione i macchinari necessari per portarlo a termine. Dopo una lunga ricerca, però, siamo riusciti a trovare qualcuno che ha ancora i macchinari funzionanti ed è disponibile a portare a compimento il lavoro.

Per poter dare il via alla stampa dobbiamo raggiungere, entro il 30 Aprile, la quota di 250 copie vendute di “In Vespa Oltre l’Orizzonte” per fare in modo che questo libro esca dall’oblio e possa essere sfogliato e condiviso da sempre più persone. Ogni copia avrà un costo di 90 EURO. 

Se non riuscissimo a raggiungere l'obiettivo entro quella data, la ristampa non potrà essere avviata e a tutti quelli che hanno contribuito non verrà addebitata alcuna somma.

E’ importante quindi spargere la voce e far arrivare la notizia a chiunque sia interessato all’acquisto di una copia del libro.

Secondo Passo - Il Progetto per intero

La ristampa del libro fotografico “In Vespa Oltre l’Orizzonte” fa parte di un progetto più ampio che prevede la realizzazione di un lungometraggio low budget incentrato sulla vita di Giorgio Bettinelli.

Lo sviluppo del progetto cinematografico è già avviato, lavorano al progetto un gruppo di giovani creativi attualmente impegnati sulla prima stesura della sceneggiatura. 

Abbiamo intenzione di produrre un cortometraggio entro l’estate che ci aiuterà a presentare meglio il progetto ai principali finanziatori, fondi nazionali e internazionali dedicati alla produzione cinematografica. 

Quindi, oltre a finanziare la ristampa e ad aggiudicarti una copia del raro libro “In Vespa oltre l’orizzonte”, il tuo sostegno ci aiuterà a proseguire nelle attività di sviluppo del progetto del film biografico di Giorgio Bettinelli.

Chi c'è dietro al progetto

.

Contributi e Ricompense

Scegli la tua ricompensa:

5 Euro - Un ringraziamento sulla pagina Facebook.

10 Euro - 4 Immagini digitali delle più belle foto di Giorgio Bettinelli.

15 Euro - 4 Immagini digitali + 1 Cartolina con le più belle foto di Giorgio Bettinelli.

20 Euro - 3 Cartoline con le più belle foto di Giorgio Bettinelli.

50 Euro - 3 Cartoline + 1 foto in Cornice 23x23cm.

70 Euro -  3 Cartoline + 2 foto in Cornice 23x23cm.

90 Euro - Una Copia del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli.

100 Euro - Una Copia del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli + 3 Cartoline.

140 Euro - Una Copia del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli + 3 Cartoline + 1 foto in 23x23cm.

160 Euro - Una Copia del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli + 3 Cartoline + 2 foto in 23x23cm.

170 Euro - Due Copie del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli.

200 Euro - Una Copia del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli + 3 Cartoline + 1 foto in 23x23cm + Un Invito a partecipare al processo di Ristampa.

240 Euro - Due Copie del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli + 3 Cartoline + 2 foto in 23x23cm.

250 Euro - Tre Copie del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli.

300 Euro - Tre Copie del libro "In Vespa Oltre l'Orizzonte" di Giorgio Bettinelli + 3 Cartoline + 1 foto in 23x23cm.


*Le spese di spedizione del libro in Italia sono comprese nel prezzo indicato. Per l'estero Le spese di spedizione per il Libro sono di 10 euro, da aggiungere al prezzo proposto.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi verranno utilizzati per il montaggio delle lastre e per la stampa di 250 copie del libro. Inoltre i fondi serviranno a coprire le spese di spedizione dei volumi, la percentuale che si trattiene Eppelavarie ed eventuali. Infine, la piccola parte dei ricavi verrà reinvestita per le prime fasi di sviluppo del progetto filmico sulla vita di Giorgio Bettinelli.

Calendario

Il libro verrà spedito entro ESTATE 2017

MARZO -  APRILE : CAMPAGNA CROWDFUNDING

APRILE – MAGGIO: CHIUSURA CAMPAGNA E RICEZIONE FONDI

GIUGNO : LABORATORIO E STAMPA

ESTATE 2017: SPEDIZIONI

Finanziato
23.045 € Raccolti
Grüne Linie: Libro fotografico sulla Resistenza

Di cosa si tratta

Grüne Linie è una ricerca fotografica sulla memoria degli avvenimenti che ebbero come protagonista una piccola valle nell’Appennino Tosco-Romagnolo investita dal passaggio del fronte durante la II Guerra Mondiale.

Secondo gli indizi che la storia ha lasciato sul territorio, in bilico tra ricordi d’infanzia e memoria del conflitto, il progetto traccia una linea che incrocia la Storia e le testimonianze di chi ha combattuto e vissuto su queste montagne.

“Grüne Linie” era il nome che l’esercito tedesco aveva dato alla Linea Gotica: quella traccia di difese e fortificazioni, che correvano lungo l'Appennino, tagliando in due l’Italia, dalla costa tirrenica a quella adriatica. Una linea che si snodava fra boschi e paesi, costellata di storie di coraggio e di paura, di rivalsa e di resistenza.

Quelle storie hanno lasciato segni indelebili nel paesaggio e nella memoria dei pochi testimoni rimasti.

Per chi, come me, è cresciuto in questi boschi, la memoria del conflitto è stata dapprima l’inconsapevole sfondo dell’infanzia, quando costruivamo fortini nelle vecchie trincee ed esploravamo i ruderi delle case coloniche come castelli in rovina. Poi, con gli anni, i racconti, i residui bellici, le grotte, hanno acquisito un significato più profondo.

Questo, insieme alla consapevolezza della volatilità della memoria, custodita per lo più nel racconto orale dei pochi testimoni ancora in vita, ha generato l’urgenza di documentare ciò che si nasconde nei boschi che oggi ricoprono la montagna.


La Brigata

Nei mesi di Luglio e Agosto del 1944 la 36ª Brigata partigiana Garibaldi Bianconcini forte di quasi 1000 uomini si stabilisce nella valle del fiume Rovigo. Questa zona viene scelta pur essendo nel centro delle manovre dell’esercito Tedesco per la sua conformazione aspra e selvaggia che garantiva un nascondiglio sicuro ai combattenti. In questi due mesi gli uomini della brigata si dividono tra le case coloniche della valle, ognuna assegnata ad una compagnia diversa, vivendo spalla a spalla con contadini e boscaioli del luogo e gli sfollati dei paesi vicini.

I Partigiani

La ricerca dei partigiani appartenenti alla  36ª Brigata è stata una parte fondamentale di questo progetto. Ho avuto il piacere di conoscere gli ultimi sei superstiti della Brigata che all'epoca avevano tra i 16 e i 18 anni.

Enes, che adesso abita a Milano, è l’unico superstite dell’assedio di Ca’ di Guzzo, una delle battaglie più dure sostenuta dalla Brigata. Messo al muro dai tedeschi insieme ad altri compagni era riuscito a scappare in maniera rocambolesca. Per il resto della sua vita ha disegnato libri per bambini e quadri pieni di colori sgargianti.

Romano invece ricorda con dolore quei momenti, era salito in Brigata soltanto per scappare dalla leva obbligatoria. Di animo pacifico, alla domanda quale fosse il ricordo più bello di quei giorni mi rispose: “la consapevolezza di non aver ucciso nessuno”.

Insieme agli ex-combattenti c’è il ritratto di Ivana, nata il 2 di Agosto in una delle case occupate dalla Brigata e portata a battesimo da Guerino, uno dei comandanti di Compagnia. Le circostanze della sua nascita la rendono simbolo della condizione degli sfollati che hanno vissuto quel particolare momento storico, quando una piccola valle sperduta tra i monti si è trasformata in crocevia di piccole e grandi storie.

Estratti delle loro testimonianze accompagneranno i loro ritratti nel libro.

Il Libro

Grüne Linie è un libro fotografico di Giancarlo Barzagli, con un racconto inedito di Wu Ming 2 e una mappa con itinerari escursionistici.

Il progetto, realizzato negli ultimi 5 anni, racconta un territorio montano e i segni, a volte impercettibili, a volte più evidenti, del passaggio di avvenimenti lontani. Ruderi di case coloniche occupate dai partigiani, grotte e residui bellici, immersi in un paesaggio oramai ricoperto dai boschi.

A queste immagini si intrecciano foto e documenti d’archivio relativi alla vita in Brigata e infine i ritratti degli ultimi Partigiani rimasti in vita.

Wu Ming 2 percorrerà i sentieri che portavano i giovani combattenti da Imola fin sulle Montagne. Da questa esperienza nascerà un racconto che dialogherà con le immagini e che proseguirà la riflessione iniziata dall’autore nel libro “Il Sentiero degli Dei”.

La mappa, con diversi itinerari escursionistici suddivisi per difficoltà, vuole essere un invito a visitare questi luoghi e a scoprire di persona le storie che ancora racchiudono.

Se la campagna di raccolta fondi andrà a buon fine il libro sarà pronto per la spedizione in autunno, faremo del nostro meglio per consegnarvelo il prima possibile. Vi terremo aggiornati sull'avanzamento dei lavori!


Specifiche:

Flexi bound, 160 pag. (TBC)

Formato verticale, 225 x 165 mm (TBC)

128 pag. stampate su carta patinata opaca 150 gr (TBC)

32 pag. stampate su carta uso mano 70 gr (TBC)

Stampa 4 colori

Lingua: italiano e inglese

500 copie

Mappa, formato aperto 70 x 50 cm (TBC)

Editing: Giancarlo Barzagli e Claudia Paladini

Design: Roberta Donatini

Ideazione itinerari escursionistici: Andrea Barzagli

Chi c'è dietro al progetto

Giancarlo Barzagli: Fotografo e video-maker, da sempre interessato al racconto per immagini, affianca ai lavori commerciali progetti di ricerca nell’ambito della fotografia documentaria. Seguendo l’eco delle storie che sentiva da bambino ha percorso e fotografato le montagne dove è cresciuto alla ricerca delle tracce di avvenimenti lontani.

Wu Ming 2: Membro del collettivo di scrittori Wu Ming e autore fra gli altri de “Il sentiero degli Dei” e “Il sentiero luminoso”. Partendo dalla conoscenza della Brigata (protagonista dell’opera collettiva “Asce di guerra”) percorrerà le stesse montagne traducendo in racconto ciò che incontrerà lungo il suo cammino.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi raccolti tramite questa campagna serviranno a coprire le spese di produzione del libro e della mappa. Le vostre donazioni verranno raccolte soltanto se il traguardo che ci siamo prefissati verrà raggiunto.

Se riusciremo a raccogliere di più di quanto ci siamo prefissati ci piacerebbe impreziosire il nostro libro utilizzando carte e materiali diversi e magari concedendoci qualche pagina in più.

Costi produzione:

Editing e produzione

Design

Stampa di 500 copie del libro

Stampa di 700 copie della mappa

Traduzione dei testi in inglese

Costi di spedizione

Costi del crowdfunding


Finanziato
17.520 € Raccolti
Uovo alla Pop Street Art Festival

E' un Grow-funding. Crederci per crescere

Ciao siamo 4 ragazze, 4 uova, Valeria, un’ architetto e dj, Libera, una pittrice, Giulia, una grafica designer, Viola, una poetessa. Da anni ci occupiamo di arte urbana, ma da poco abbiamo fondato la galleria Uovo alla Pop e stiamo riaprendo con un nuovo spazio e nuove idee. Il nostro e quindi il vostro sogno è raccogliere 15 mila euro per un festival di street art. Abbiamo chiuso il vecchio spazio con la promessa di continuare a lavorare sul quartiere Garibaldi fino a renderlo il quartiere dell’arte, abbiamo iniziato con le serrande di Parete Aperta e ci allarghiamo arrivando ai muri.

Lo chiamiamo grow funding, spendere per crescere insieme e piano piano trasformare il volto di una città, in questo caso rifare il "trucco" a Livorno, la città di Mascagni, Modigliani, Piero Ciampi e della Gallina Livornese dalle uova bianche.

La nuova galleria apre tra Garibaldi e Pontino San Marco, qui gli artisti internazionali realizzeranno i muri, e per uno di questi sarà aperta una call for artists. Muri e serrande per trasformare Livorno in una città che apre le porte, le pareti, gli occhi dell’arte di strada. 

Uovo alla Pop vuole essere un contenitore  per l'arte contemporanea, un luogo dove confluire lo scenario artistico di Oggi e un mezzo per andare oltre i confini architettonici di una galleria d'arte. Il festival  prenderà vita a settembre ma abbiamo bisogno di voi ora, voi farete la differenza basta una donazione per credere in noi e scoprirete che i nostri premi sono unici e creativi. Grow funding/Spendere per crescere insieme. 

Livorno meta di mare e arte contemporanea. Sostienici, dipende tutto da te!


Come verranno utilizzati i fondi

Il festival  prenderà vita a settembre ma abbiamo bisogno di voi ora, per raccogliere i fondi che ci serviranno per organizzare il grande evento: 

_pagare gli artisti

_realizzare una residenza d'artista

_studiare insieme agli artisti opere site specific

 _organizzare ponteggi, gru e vernici

_stampare banner e flyer

_realizzare visite guidate 

_mappare le opere di street art

_raccontare con dei video il work in progress e le storie di quartiere

_coinvolgere scuole in un programma formativo

_studiare il grande evento di inaugurazione

_la comunicazione! settore nel quale investiremo molto perché vogliamo che tutti possano sapere e possano partecipare al nostro festival, sia artisti che visitatori. 

Qui il video del Festival Art-on che abbiamo realizzato nel 2015, un assaggio di ciò che siamo riusciti a realizzare investendo in tutte le voci precedenti.

4 giovani donne dietro al progetto

Uovo alla Pop si occupa d’arte contemporanea, arte pop e arte urbana, un’arte a fruizione pubblica che tiene conto dello spazio in cui è inserita e riesce a riallacciare il rapporto fra cultura locale e visione artistica. La galleria è attiva a Livorno dal 2017, nel quartiere Garibaldi, uno dei più difficili della città.  L’ associazione è formata da quattro donne che da tempo si occupano anche di eventi e festival in luoghi abbandonati o inusuali . Giulia Berniniin arte Oblo Creature è una grafica illustratrice e designer freelance che si è formata a Siviglia da Pedro Cabañas. Nel 2008 inventa il brand Oblo Creature una serie pressoché illimitata di animali e volti umani con il filtro di uno stile deformante e visionario. Nel 2017 anima a Livorno un muro di 25mt dell’Acquario.  Libera Capezzone in arte Libertà,  inizia a dipingere nel 2009 dopo un primo percorso attraverso video e fotografia. Viola Barbara da sempre completa con un contributo poetico le opere visive. Nell' Aprile 2014 si mette alla prova dipingendo la sua opera più grande: una sardina di 27 metri sul tetto del mercato del pesce. Pittrice e artista eclettica che lavora in piccola scala utilizzando insieme materiali inusuali come il ferro ossidato, muffa, gessi, acrilici e acidi, fino a muri e tetti in scala urbana. Viola Barbara, è Dello Squidy: la sua è un’estrazione filo dadaista. Da 20 anni porta avanti con tenacia altalenante progetti di micro invasioni di parole, foto, piccoli video e spettacoli teatrali stravaganti e divertenti, almeno per lei. Laureata in lingue e letterature straniere ha letto tanti libri, mai abbastanza per una vita intera. Accompagnatrice turistica e guida ufficiale di Livorno e Pisa. Pubblica ‘Il tuo profilo migliore’ 26 poesie d’amore illustrate da Libertà. Valeria Aretusi Architetto, si è formata a Roma dove ha studiato e ha iniziato parallelamente la strada da dj, con la passione per le impalcature musicali. Vanta la formazione lavorativa presso  lo studio Claudio Nardi Architects di Firenze per cui ha collaborato diversi anni. Ora porta avanti il suo lavoro con progetti privati legati alle case ecosostenibili in legno e ristrutturazioni. Con il team collabora come curatrice di installazioni e scenografie, fino ad iniziative di arte pubblica.

Finanziato
15.365 € Raccolti
Un'altra storia: il documentario di Syusy Blady

Di cosa si tratta

Ciao sono Maurizia, alias Syusy Blady, come forse sapete già, nella vita ho viaggiato molto. Mi ritengo una cittadina del mondo, anche se poi alla fine ritorno sempre.

I miei viaggi hanno significato per me e per chi li ha seguiti in TV e sul sito di Turistipercaso una grande occasione di conoscenza: ci sono tantissime cose della nostra cultura che viaggiando vengono relativizzate offrendo altre interpretazioni. Viaggiare vuol dire soprattutto questo: aprire gli occhi sulla realtà, sulla storia del mondo, quella vera, che spesso è diversa da come ce l’hanno raccontata!

I libri sono pieni di informazioni e cose che vengono date per scontate. Per me, che ho viaggio approfondendo la storia dell’umanità, guardandola con altri occhi e con il filtro di altre cultura, non sono come appaiono. Mi sento un po’ il replicante di Blade Runner, “ho visto cose che voi umani non potete neanche immaginare”! Ho capito che i classici sussidiari su cui abbiamo studiato raccontano soprattutto la storia dei Romani e un po’ quella dei Greci, ma dedicano pochissimo spazio alla nostra Preistoria, ai Sumeri, agli Egizi e a tutte le popolazioni che si sono susseguite prima di loro. Insomma, i nostri libri di storia vanno riscritti e io sono qui a chiedere la vostra collaborazione per… cambiare i sussidiari!

In parte ho già iniziato a farlo scrivendo il libro “I miei viaggi che raccontano Tutta un’Altra storia” edito da Nexus e da Verdechiaro Edizioni (2017). Un libro interattivo che contiene i collegamenti a tantissimi filmati che permettono a chi legge di vedere un po’ tutto quello che ho visto io. Ma questo libro non basta, perché non sono riuscita a raccontare fino in fondo la storia che più mi sta a cuore, che è proprio un’altra storia. A partire dagli studi di Zecharia Sitchin, uno studioso sumerologo che teorizza nei suoi 12 libri una storia completamente diversa, come neanche la immaginate: una storia che parte dalla mitologia sumera e giunge all’ipotesi che il nostro pianeta sia stato visitato in periodi lontanissimi da astronauti extraterrestri che non solo hanno dato all’uomo la civiltà, ma forse ci hanno addirittura creato per come siamo, come lavoratori primitivi al loro servizio. Una storia fra la fantascienza e la mitologia, da brividi, perché il racconto di Zecharia Sitchin ci fa venire il dubbio che questa sia una spiegazione plausibile a tanti fatti storico archeologici che del nostro pianeta non riusciamo a spiegare.

Non sono mai riuscita a raccontare fino in fondo questa interpretazione del mondo e vorrei ora realizzare col vostro contributo e appoggio un documentario che sia finalmente libero di diffondere questa verità. 

Non c’è solo Sitchin, mi vengono in mente diversi altri scrittori e ricercatori che si appassionano e ci fanno appassionare a questa diversa interpretazione della storia. Ad esempio Mauro Biglino con la sua interpretazione della Bibbia, altri che hanno fatto studi sulla genetica o su civiltà antiche come quella Indiana, che racconta in modo scoperto delle guerre degli dei nel Mahabharata e nei Purana. Insomma con il vostro contributo vorrei raccontare la storia come non mi è stato mai permesso di fare, costruendo un documentario molto documentato - scusate il gioco di parole - che finalmente renda evidente questa interpretazione.

Partirei dal Sudafrica, dove ho intervistato Michael Tellinger che ha studiato delle strutture di recente scoperta che, viste dall’alto con Google Earth fanno pensare al mito sumero chiamato Absu, il luogo della ricerca dell’oro e della creazione dell’uomo. Per poi raccontare Baalbek, il luogo in cui Gilgameš nella sua epica va a cercare l’immortalità e dove partivano i razzi per riportare nel loro luogo d’origine questi nostri progenitori (se possiamo chiamarli così!). Poi si arriveremo in Perù, per raccontare il luogo della ricerca dell’oro, il regno di Viracocha. Un giro del mondo come non l’avete mai visto, interpretando la storia come non l’avete mai sentita. 

Che ne dite? 

Partite con me per questa avventura che ci porterà a scoprire “Un’altra storia”.

Come verranno utilizzati i fondi

La raccolta fondi servirà a sostenere le spese di montaggio dei diversi video dei viaggi già realizzati per il libro e per intervistare i 3 esperti del settore sopra indicati . 

Finanziato
15.185 € Raccolti
Pepitosa in Carrozza

Di cosa si tratta

Pepitosa in Carrozza” nasce come progetto sociale itinerante, una guida turistica dedicata alla narrazione dei luoghi, valorizzando l’accessibilità per tutti. Itinerari, servizi, trasporti, esercizi commerciali, ristoranti o street food, manifestazioni sportive ed eventi culturali.

Abbiamo ideato una guida che parla la lingua del luogo, svelando qualsiasi segreto che può trasformarsi in un ostacolo per chi vive su 4 ruote.

Il progetto

Pepitosa in Carrozza è un progetto di accessibilità turistica e sociale che mira a realizzare guide turistiche per portatori d’handicap. Sarà una guida realizzata in 1° persona attraverso la realizzazione della figura professionale del “travel agent in carrozzina” viaggiando e raggiungendo in 1° persona i luoghi protagonisti. Una guida turistica step by step che racconta e mappa il territorio, l'offerta culturale nazionale e non, vissuta e raccontata da una visuale diversa: ad un metro da terra, seduta in carrozzina e in costante connessione on line.

Viaggiare, visitare, conoscere luoghi con un occhio attento alle reali necessità di chi si muove in carrozzina raggiungendo fisicamente i luoghi e saperli raccontare al pubblico mappando il territorio. Un progetto inclusivo sul tema della disabilità che parla una nuova lingua che va oltre le barriere architettoniche e mentali. Per la prima volta verrà raccontato e realizzato un intero progetto di autonomia al singolare, fattibile anche senza un accompagnatore: la vera novità per il mondo della disabilità che declina un portatore d’handicap sempre al plurale.

Io viaggio da sola!

Per realizzare questa guida, ho progettato di acquistare una vettura che mi permette di guidare, salire e scendere in totale autonomia rimanendo seduta sulla mia carrozzina e mi consente di raggiungere i luoghi che voglio raccontare e promuovere: www.auto-disabili.it

Il format della guida prevede lo spostamento in loco, per una promozione vissuta in prima persona e per ospitare a bordo utenti che hanno qualcosa da raccontare sul tema.

Sarà una vettura sempre connessa dove poter realizzare anche riprese video, come una cabina di regia per produrre informazioni utile al comparto travel, lifestyle e di approfondimento.

Le tappe del progetto

Per compiere questo progetto si susseguiranno 3 momenti:

1) il conseguimento della patente di guida B speciale;

2) l'acquisto dell’autovettura allestita per renderla accessibile alla guida stando seduta in carrozzina a motore, permettendo così la salita e la discesa totalmente in autonomia;

3) format "Guida turistica Pepitosa” e 4 viaggi in Italia nelle principali città.

Perchè è bello sostenerci!

Sostenere Pepitosa in Carrozza significa sdoganare barriere architettoniche di tipo materiale e mentale. 

L’Italia merita di essere raccontata e vissuta da tutti, in un’ottica migliorativa, creando una community interattiva e partecipe al viaggio. Inoltre l’uso di strumenti di relazione social, in tempo reale, consentirà di rendere attuale, innovativa e condivisa la nuova guida, per creare benessere per tutti. 

La guida, grazie alla struttura di eventi e partecipazione on line consentirà di sviluppare un movimento parallelo di sensibilizzazione  sui temi dell’accessibilità, sullo sviluppo integrato anche dei social nel turismo, sulla partecipazione in tempo reale delle persone.

La struttura evento darà occasione di poter vivere i temi insieme e di sviluppare soluzioni innovative per l’accessibilità.

Le guide avranno come punti di interesse:

1) Percorsi turistici con attenzione alle barriere architettoniche e pavimentazione del suolo pubblico: a piedi, con mezzi pubblici

2) Trasporti pubblici: tipologia con accessibilità e fermate

3) Attrazioni: parchi, musei, cinema, teatri e stadi/palazzetti

4) Servizi: hotel, ristoranti e negozi scelti tutti della stessa tipologia, l’intento è valutarne il servizio, l’eccellenza, esprimendo un giudizio da uno a dieci che tenga conto dell’accessibilità alla location, dei servizi, della camera e del prezzo. Valutandoli assegnando le ruote come voti.

Da molti anni porto la mia esperienza sul web, per far comprendere la normalità di una vita vissuta secondo canoni non considerati “normali”. Sono solo una donna con sogni da realizzare, che racconta la propria esistenza con il sorriso sempre sulle labbra, seduta in carrozzina.

Ti racconto di me

In questi anni tanti amici hanno creduto in me e nel mio lavoro. Il blog di Pepitosa è cresciuto affrontando temi importanti come:

  • la discriminazione di un corpo imperfetto nel tabù della sessualità/disabilità con “Boudoir Disability”

  • la figura della local manager del canale di promozione turistica mantovana su instagram dell’Associazione Igersitalia, @igersmantova

  • la realizzazione di viaggi in un’ottica disability friendly, già precursori di questo progetto, come il viaggio alla scoperta di una Venezia accessibile

Le Pepitose

La riuscita di un progetto è sempre merito di una grande squadra. Siamo un team di sole donne, ognuna col proprio bagaglio esistenziale e di vita.

Anna Ruggiero  Giulia Bezzi , Serena Favalli , Francesca Siliprandi, Francesca Borghi

Mery Greiss  Isabella Ratti Mariablu Scaringella  Daniela Patroncini Sofia Riccaboni & Andrea Chandra  Elena Rasia

Grazie ad Eppela  possiamo realizzare insieme questa “missione” che, fino a pochi mesi fa, sembrava davvero una "Impossible". Ho imparato che i limiti mi vanno sempre stretti!

Con il sostegno di tutti sono certa riusciremo anche in questa avventura e ...prometto

“Ti passo a prendere io!”

Cosa faremo con i fondi raccolti

“Pepitosa in Carrozza” è un progetto ambizioso perchè vedrà me disabile, alla guida di un’auto vera, in giro per l’Italia con la mia carrozzina. E’ più facile per me diventare astronauta ed andare sulla Luna che in auto!

Per poter realizzare il mio progetto dovrò affrontare diverse fasi:

Conseguimento della patente di guida B speciale:

iscrizione a scuola guida, esame di teoria, esame di pratica. 

Tot. 2.000€

Acquisto e allestimento di una mia autovettura  accessibile, per me,  alla guida stando seduta in carrozzina a motore, permettendo così la salita e la discesa totalmente in autonomia: http://www.auto-disabili.it 

Tot. 65.000€

                  Costo acquisto auto:              25.000€

                 Allestimento auto:                   40.000€

 Creazione Format Grafico e Pdf "Guida turistica Pepitosa” e piano visite annuo

Per realizzare la guida e poterla aggiornare sarà creato una struttura grafica che potrà poi nel tempo essere duplicata nei diversi percorsi con i seguenti costi: Elaborazione  grafica guida, testi e sviluppo una guida pdf scaricabile direttamente dal blog (www.pepitosablog.com)

Tot.1.000

Ogni anno sarà proposto dal blog un piano visite composto da 4 incontri annui, con due giorni di visita in ogni luogo e un accompagnatore: Visita da 2 gg, pernottamento 2gg soluzione economy, 4 pasti, ticket beni culturali e/o luoghi sport, incontri con la community spese accessorie

Tot 2.000

Io sogno in grande! So che insieme che la faremo. Però non temere, nel caso non raggiungessimo tutta la cifra ti invierò comunque la ricompensa che hai scelto.

#tipassoaprendereio #go

Ti è piaciuto il progetto?

Condividilo, fallo arrivare lontano.

Sostenici con eventi, presentazioni, donazioni, scrivimi tutto ciò che vuoi raccontarmi.

Puoi inviare le tue idee sulla campagna, suggerire delle soluzioni o anche solo darmi “un cinque alto” scrivendo all'indirizzo pepitosaincarrozza@gmail.com

Per te la prima tappa di Pepitosa in Carrozza Scarica qui

Vuoi Conoscermi, Contattami!

Se vuoi conoscermi e partecipare alla mia avventura.

Contattami e parleremo via Skype. Potrò raccontarti la mia storia e darti consigli sullo sviluppo dei social media.

E-mail: pepitosaincarrozza@gmail.com

Skype: pepitosa.blog

Se sei un giornalista scarica qui la cartella stampa

Finanziato
12.277 € Raccolti
Mille in Italia, il Radio Camper Tour

Con noi per raccontare la più bella storia mai raccontata: l'Italia!

Da più di dieci anni raccontiamo storie, sogni ed emozioni: i nostri microfoni hanno ascoltato le vostre voci e insieme abbiamo condiviso delle esperienze indimenticabili. Abbiamo già percorso centinaia di chilometri con il nostro camper, raggiungendo piazze e città. Ma stavolta…stavolta ne faremo mille, per raccontare un' Italia che vuole ripartire! Mille chilometri: Torino, Bologna, Grottammare, Pescara, Bari.

Sostieni “1000 in Italia”, il Radio Camper Tour di Radio Incredibile
Ti aspettiamo in viaggio con noi!

 

Di cosa si tratta?

Una Maratona in diretta live streaming per raccontare l'Italia in 1000 km

Torino - Bologna - Grottammare - Pescara - Bari, 1000 km in 5 giorni per raccontare l'Italia che riparte.

Un Tour d'Italia che per la prima volta racconta, con una diretta non-stop radio e video, le storie di realtà culturali, artistiche, sociali e produttive che vogliono tornare a far sentire la propria voce dopo tanti mesi difficili.

Realtà del Terzo Settore, Piccola Imprenditoria, Artigianato Locale, Attività Culturali e Artistiche avranno la possibilità di raccontarsi nell'ambito di una grande maratona nazionale.

Il tutto in 1000 km esatti da Torino a Bari, 5 Regioni, 5 punti d’incontro, 5 città in cui fermarsi con il Camper e incontrare ospiti, dando il benvenuto ai vecchi amici e incontrandone di nuovi.

Il Giorno 1 saremo a Torino per una sessione Live dal capoluogo Piemontese, quindi ripartiremo alla volta dell'Emilia Romagna. 
Il Giorno 2 saremo in diretta da  Bologna, per raccontare le tante realtà culturali Emiliano Romagnole.
Il Giorno 3 saremo nelle Marche, nella nostra Grottammare, per raccontare le tante piccole realtà del tessuto marchigiano.
Il Giorno 4 saremo in Abruzzo, a Pescara, incontrando le realtà abruzzesi  e i turisti che affolleranno il litorale
Il Giorno 5 gran finale, in Puglia nelle meraviglia di Bari per raccontare le realtà culturali, sociali e imprenditoriali della vivissima Puglia e non solo!

Chi ci sostiene?

Alcuni amici famosi di Radio Incredibile hanno deciso di sostenere la nostra campagna:


-Alice Cappagli,Violoncellista alla Scala e Firma Einaudi  
-Dora Esposito, Aka DoraEbasta, Autrice e Blogger
-Mauro Berruto, Allenatore di Pallavolo e Dirigente di Azienda
-Roberto Ceriotti, Aka Batroberto di BimBumBam

-Luce Caponegro, Imprenditrice e Celebrità Televisiva
-Walter Delogu, Autore e Operatore Primo Soccorso
-Cloris Brosca, Attrice e Celebrità Televisiva
-Ugo Dighero, Comico e Attore

Come verranno utilizzati i fondi

Vi raccontiamo come utilizzeremo il vostro sostegno

Una questione Logistica : vi penseremo con gratitudine ogni volta che faremo rifornimento e ogni volta che passeremo in un casello autostradale. Abbiamo stimato 600 euro per il Carburante e circa 160 euro per il pedaggio autostradale.

Il nostro Increcamper, un po' A-Team e un po' Supercar: dovremo attrezzare il nostro Increcamper affinché possa essere resistente come un mezzo dell'A-Team e tecnologico come Supercar :-) Abbiamo calcolato circa 1500 euro per allestire l'Increcamper che non vede ora di scaldare i motori.

Sopravvivenza degli Speaker: purtroppo nel camper non potremo mangiare o dormire, sarà pieno di cavi e microfoni. Avremo bisogno quindi di qualche locanda e ostello dove rifocillarci e dormire. In più alcune macchine seguiranno il camper per assicurare il supporto tecnico, artistico e tecnico. Abbiamo calcolato circa 4700 euro per far dormire tutti gli speaker a seguito e per spostare le automobili che seguiranno il camper durante la Maratona.

Materiale per rendere indimenticabile l'esperienza :  in ogni sosta distribuiremo del materiale ricordo, del materiale promozionale e dei souvenir del nostro percorso. Abbiamo stimato di spendere circa 240 euro.

Maledetta burocrazia: dovremo sostenere costi di burocrazia per poter sostare nei centri città (occupazione suolo pubblico, accesso nei centro storici ecc…). Abbiamo previsto 480 euro…

Organizzazione: promozioni sui social, tutta la comunicazione dell'iniziativa, la SIAE, tutti i costi di organizzazione… abbiamo previsto 2100 euro.

Euro più, euro meno, abbiamo stimato che ci saranno necessari almeno 10.000 euro. La cifra per cui vi stiamo chiedendo una mano! 

In realtà noi vi chiediamo una mano per raggiungere almeno la metà perché i restanti 5000€ ci verranno dati da Funder35…ma soltanto se arriviamo al traguardo! 

Rendiconteremo tutte le spese sulle pagine di www.radioincredibile.com così che possiate sapere come stiamo spendendo il budget della maratona :-)

Chi è Radio Incredibile e cosa fa?

Radio Incredibile è un’associazione non profit nata nel 2009 dall'entusiasmo di alcuni giovani studenti universitari che grazie ai loro interessi per il sociale, hanno reso concreto il desiderio di coinvolgere soggetti svantaggiati in attività di radiofonia, comunicazione e media educazione con l'intento di valorizzare il contributo dei giovani e la specificità che il territorio offre mediante lo strumento radiofonico.

L'associazione Radio Incredibile costituita nel maggio 2009 è una officina multimediale di musica e life sharing che utilizza la radio come strumento media educativo per un’ampia gamma di attività differenti. Le principali attività dell’associazione sono il racconto e l'espressione del territorio, la media-education e in primis l'inclusione sociale. 

Oggi Radio Incredibile già web radio, è una radio di comunità di respiro regionale che facilmente spazia anche oltre i confini marchigiani, sempre pronta a dare voce a tutte quelle realtà sociali, produttive e culturali di spessore del territorio.  Non siamo primi a questi esperimenti… Guardate quello che abbiamo fatto nel 2017 per raccontare la Regione Marche che era stata colpita dal terremoto
 

 

Oppure 10x10, la maratona in Giro per le Marche che abbiamo fatto per raccontare i nostri primi 10 anni. 10 tappe in 2 giorni.

 

Sostieni “1000 in Italia”, il Radio Camper Tour di Radio Incredibile. Fai una donazione e condividi il progetto con i tuoi amici e amiche e con le aziende che possono essere interessate alla nostra promozione del territorio. 

Ricorda le 5 tappe: Torino, Bologna, Grottammare, Pescara, Bari e…ti aspettiamo in viaggio con noi!

 

Il progetto “1000 in Italia” è supportato da alcune aziende marchigiane:

“Le Caniette” è l'azienda agricola della famiglia Vagnoni che da quattro generazioni coltiva la vite a Ripatransone, in provincia di Ascoli Piceno, nelle Marche. L'azienda, tramite uno dei soci Luigino Vagnoni, sostiene il progetto “1000 in Italia, il radio camper tour” fornendo bottiglie di “Nero di vite” Rosso Piceno DOC annata 2015 bariccato 3 anni in botti nuove e bottiglie del pluripremiato rosso piceno DOC superiore “Morellone” annata 2017 anch'esso bariccato 2 anni.

Sito web: www.lecaniette.it
Facebook: www.facebook.com/caniette
Instagram: www.instagram.com/lecaniette

Le modalità di ritiro dei premi sono due: 

  1. nel caso del premio “Supporter Divino”, la bottiglia di Nero di Vite può essere ritirata soltanto durante la maratona in una delle 5 tappe (Torino, Bologna, Grottammare, Pescara, Bari) oppure a partire da Marzo 2022 presso la sede di Radio Incredibile a Grottammare previo accordo tra le parti.
  2. nel caso del premio “Top record divino”, la cassa da 6 bottiglie di Morellone può essere ritirata durante la maratona in una delle 5 tappe (Torino, Bologna, Grottammare, Pescara, Bari) o presso la sede di Radio Incredibile a partire da Marzo 2022 oppure spedita all'indirizzo indicato in fase di creazione dell'account su eppela a partire da Marzo 2022 previo accordo tra le parti. 
     

Mondo Solidale: Bottega di Chiaravalle

La Cooperativa Sociale Mondo Solidale ONLUS, è una cooperativa di commercio equo radicata nelle Marche, composta da 16 Botteghe del Mondo e più di 3.800 soci, di cui circa 250 volontari e 5 lavoratori. Mondo Solidale nasce il 27 luglio 1993 sulla spinta di 12 persone rappresentanti di alcuni gruppi già operanti nelle zone di Ancona, Macerata, Fano e Fermo (Manioca a Macerata, Ujamaa ad Ancona, Il solco a Fano) per promuovere, attraverso la vendita di prodotti alimentari e di artigianato, un modello alternativo di commercio basato su relazioni paritarie tra Nord e Sud del mondo, nel pieno rispetto e nella promozione dei diritti umani fondamentali.

Pacco Km 0 Marche
Pacco Commercio Equo

La bottega di Chiaravalle sostiene il progetto “1000 in Italia, il radio camper tour” fornendo due pacchi assortiti: 

  • il pacco “Km 0 Marche” contiene:
    • Paccheri semintegrali grano duro (500g)
    • Spaghetti semola grano duro (500g)
    • Penne rigate grano duro (500g)
    • Farro perlato bio (400g)
    • Passata pomodoro 'rosso velluto' bio (700g)
    • Farina grano tenero (1000g)
    • Farina grano tenero integrale(1000g)
    • Ceci bio 'Girolomoni' (400g)
    • Riso carnaroli (1000g)
    • Sugo puttanesca 'Girolomoni' bio 300g
    • Olio extra vergine di oliva 750ml
    • Farrette casereccia di farro 500g
  • il pacco “Commercio Equo” contiene:
    • Caffè el bosque sv/moka (250g)
    • Cioccolato Mascao fondente al melograno (80g)
    • Cioccolato Mascao latte caram/sale (100g)
    • Cioccolato Mascao fondente fave cacao bio (100g)
    • Ciki di arachidi (100g)
    • Cioccolata modicana mandarino (100g)
    • Coccole pasticcini al cocco Bio
    • Te' nero frutti di bosco (20 filtri)
    • Te' nero 'lemon honey' (25 filtri)
    • Erva mate bio in foglie (100g)
    • Biscotti gocce di cioccolato (300g)
    • Fave di cacao tostate colombia (150g)

I pacchi possono essere ritirati (non spediti all'indirizzo) durante la maratona in una delle 5 tappe (Torino, Bologna, Grottammare, Pescara, Bari) o presso la sede di Radio Incredibile o in una delle sedi di Mondo Solidale delle Marche (Ancona, Chiaravalle, Civitanova Marche, Corinaldo, Fabriano, Fano, Macerata, Ostra Vetere, Pesaro, Recanati, Senigallia, Toletino, Urbino) a partire da Marzo 2022, previo accordo tra le parti.
Sito web: www.mondosolidale.it 
Facebook: www.facebook.com/ms.bottegadichiaravalle 

 

Di seguito tutte le ricompense che abbiamo pensato per voi!

DEDICA PER TE: 10€

Vuoi fare uno scherzo telefonico? Vuoi fare una dichiarazione d'amore? Vuoi sfogarti contro qualcuno di antipatico? Lo facciamo noi al posto tuo secondo le tue indicazioni.

TESSERA RADIO INCREDIBILE: 15€

Diventa membro dell'APS Radio Incredibile per l'anno associativo 2022. 
Se sei un/a nuovo/a socio/a, allora ti contatteremo in privato tramite email per completare la parte burocratica.

GRAZIE MILLE: 20€

  • Sarai chiamato durante la diretta
  • La tua foto sarà inserita, con grafica personalizzata, sui social di Radio Incredibile durante la maratona

SEI INCREDIBILE: 25€

  • Sarai chiamato durante la diretta
  • La tua foto sarà inserita, con grafica personalizzata, sui social di Radio Incredibile durante la maratona
  • Riceverai il certificato di sostenitore ufficiale incredibile!
  • Se ci raggiungerai in una delle cinque tappe, avrai la tua foto ricordo sul camper Giulio!

TESSERA RADIO INCREDIBILE Italy Edition: 30€

Diventa membro dell'APS Radio Incredibile per l'anno associativo 2022 con il certificato PDF ufficiale di sostenitore della “Mille in Itala, il radio camper tour”

RITRATTO PODCAST: 50€

Ti faremo un'intervista monografica audio e/o video personale quando vuoi e dove vuoi. La puoi usare come regalo a te a un tuo amico o amica, come CV o per raccontare un tuo progetto.

SUPPORTER INCREDIBILE: 70€

  • Sarai chiamato durante la diretta
  • La tua foto sarà inserita, con grafica personalizzata, sui social di Radio Incredibile durante la maratona
  • Riceverai il certificato di sostenitore ufficiale incredibile!
  • Se ci raggiungerai in una delle cinque tappe, avrai la tua foto ricordo sul camper Giulio!
  • Per te prodotti enogastronomici a scelta tra (1 su 3):
    • “Pacco Commercio Equo” contenente cioccolato, caffè, tisane, biscotti;
    • "Pacco KM zero Marche" contenente pasta, farina, cereali e riso a km zero delle Marche
    • “Nero di vite” una bottiglia del rinomato Rosso Piceno DOC annata 2015 cantina Le Caniette di Ripatransone (AP)

In collaborazione con Mondo Solidale - Bottega di Chiaravalle e l’azienda agricola Le Caniette di Ripatransone. 

Il ritiro dei pacchi “Commercio Equo” e “KM zero Marche” può essere fatto in una delle cinque tappe della maratona, presso la sede di Radio Incredibile a Grottammare oppure in una delle sedi di Mondo Solidale nelle Marche (vedi dettagli qui sopra nella sezione di Mondo Solidale) previo accordo tra le parti a partire da Marzo 2022.

Il ritiro della bottiglia di Nero di Vite può essere fatto in una delle cinque tappe della maratona oppure presso la sede di Radio Incredibile a Grottammare previo accordo tra le parti a partire da Marzo 2022.

TOP RECORD DIVINO: 150€

  • Sarai chiamato durante la diretta
  • La tua foto sarà inserita, con grafica personalizzata, sui social di Radio Incredibile durante la maratona
  • Riceverai il certificato di partecipazione e la tua foto ricordo sul camper Giulio
  • Per te una cassa di 6 bottiglie di “Morellone” annata 2017 cantina Le Caniette da ritirare presso la nostra sede di Grottammare o in una delle 5 tappe della maratona

TOP RECORD DIVINO (con spedizione): 165€

  • Sarai chiamato durante la diretta
  • La tua foto sarà inserita, con grafica personalizzata, sui social di Radio Incredibile durante la maratona
  • Riceverai il certificato di partecipazione e la tua foto ricordo sul camper Giulio
  • Per te una cassa di 6 bottiglie di “Morellone” annata 2017 cantina Le Caniette spedita in sicurezza presso il tuo indirizzo. (Al momento della creazione dell'account di eppela è necessario indicare l'indirizzo di residenza per effettuare la spedizione)

----------------------------

BRONZE FRIEND (riservato alle Aziende Amiche): 250€

  • Presenza sul manifesto della maratona
  • Presenza sul sito radioincredibile.com
  • Presenza sui social durante le dirette dell'evento

SILVER FRIEND (riservato alle Aziende Amiche): 750€

La tua Azienda scende in Piazza: Il tuo roll-up, il tuo materiale, il tuo gadget distribuito in tutta Italia. E prove di assaggio o unboxing 

  • Distribuzione Flyer on site
  • Roll-up on site
  • Degustazione o unboxing on site
  • Trasmissione pubblicità audio
  • Presenza sul manifesto della maratona
  • Presenza sul sito radioincredibile.com
  • Presenza sui social evento

GOLD FRIEND (riservato alle Aziende Amiche): 1000€

Il tuo logo protagonista della grande maratona: Il tuo logo sulla superficie del Camper in viaggio con noi; il tuo Brand non-stop nella diretta video, il tuo logo sulla maglietta degli speaker, il tuo spot in onda con noi.

  • Logo sul Camper
  • Presenza Overlay video diretta
  • Logo sulla Maglietta Maratona
  • Invio di spot Company durante la video diretta
  • Distribuzione Flyer on site
  • Roll-up on site
  • Degustazione o unboxing on site
  • Trasmissione pubblicità audio
  • Presenza sul manifesto della maratona
  • Presenza sul sito radioincredibile.com
  • Presenza sui social evento

PLATINUM FRIEND (riservato alle Aziende Amiche): 2000€

Realizzazione video presso la tua Azienda: verremo presso la tua sede per girare un video company e per raccontare la tua partecipazione alla maratona

  • Logo sul Camper
  • Presenza Overlay video diretta
  • Logo sulla Maglietta Maratona
  • Invio di spot Company durante la video diretta
  • Distribuzione Flyer on site
  • Roll-up on site
  • Degustazione o unboxing on site
  • Trasmissione pubblicità audio
  • Presenza sul manifesto della maratona
  • Presenza sul sito radioincredibile.com
  • Presenza sui social evento
Finanziato
6.845 € Raccolti
Mobilità Lenta in Abruzzo

Il progetto

Il progetto mira a diffondere un nuovo modello di turismo lento, con percorsi in canoa, MTB, cavallo, sci e a piedi, che collegheranno la Valle del fiume Tirino, tra Capestrano e Bussi sul Tirino, e l'area Vestina, compresa tra Penne, Farindola e Loreto Aprutino.

I percorsi sono destinati a turisti e viaggiatori che desiderano conoscere il territorio abruzzese ricco di bellezze paesaggistiche e di antiche tradizioni culturali ed enogastronomiche. L'area sarà interamente fruibile tramite mezzi di trasporto senza motore: canoa, cavallo, asino, mountain bike, bicicletta a pedalata assistita, sci da fondo e bastoncini Nordic Walking.

L'iniziativa ha come obiettivo finale la diffusione dell'etica del turismo sostenibile tra fruitori del territorio e gli operatori turistici del settore alberghiero ed extra-alberghiero: albergatori, ristoratori, produttori locali, guide ed accompagnatori turistici, punti informativi e di noleggio attrezzature, centri visita e di educazione ambientale.

Turismo integrato

Wolftour si candida quindi a promotore di una rete locale di itinerari a mobilità lenta e sostenibile, nei comuni presenti nell'area vestina (in particolare nei comuni di Penne, Loreto Aprutino, Collecorvino, Farindola, Montebello di Bertona) e del fiume Tirino (in special modo Bussi sul Tirino e Capestrano).

I turisti, ma anche i cittadini, tramite la sottoscrizione di un apposito abbonamento o l'acquisto di un voucher, potranno utilizzare tutti i mezzi messi a disposizione. Il servizio di prenotazione sarà gestito attraverso un portale dedicato, che servirà anche a promuovere attività legate al turismo sostenibile nell'area di riferimento.

Ogni spostamento con mezzi a impatto zero anziché in automobile genera economie e vantaggi considerevoli, tanto per il singolo quanto per la collettività:
- assenza totale di impatto sulla qualità della vita (né rumore, né inquinamento);
- preservazione dei monumenti e dei siti di interesse;
- minore occupazione del suolo per gli spostamenti e i parcheggi e quindi migliore sfruttamento del suolo;
- minore deterioramento della rete stradale e riduzione del programma di nuove infrastrutture stradali;
- maggiore attrattiva dei centri piccoli e grandi (negozi, cultura, ricreazione, vita sociale);
- riduzione degli ingorghi e delle relative perdite economiche;
- circolazione automobilistica più fluida guadagno di tempo e di denaro per chi si sposta;
- promozione di uno stile di vita più sano.

Wolftour è forte della propria esperienza nel "fare rete" in campo turistico, in quanto fa parte della DMC Gran Sasso d'Italia, L'Aquila e Terre Vestine, del Sistema Turistico Locale del Gran Sasso e della rete di imprese abruzzesi Travel Anywhere.

Lo scopo della raccolta fondi

Lo scopo della raccolta fondi sta nel rendere fruibile un territorio molto ricco a livello di patrimonio paesaggistico, culturale ed enogastronomico ma ancora poco attrezzato.

Ciò che manca in questo territorio, e che quindi vorremmo creare, è:
1) una buona rete sentieristica con segnaletica adeguata;
2) un'adeguata ed accurata mappatura (cartacea e digitale);
3) un parco di attrezzatura da noleggiare (in parte già in nostro possesso): canoe, bastoncini nordic walking, sci, scarponi, caschi, mountain bike, e-bike, kit riparazione, attrezzatura per bambini (seggiolini, carrellini e caschetti), punti di sosta e di ricarica per mezzi elettrici;
4) una piattaforma digitale unica dedicata, per il reperimento di informazioni e la prenotazione dei servizi, mettendo in rete i vari operatori (produttori, albergatori, guide ecc.);
5) un servizio di assistenza clienti prima, durante e dopo il viaggio;
6) un corso di formazione per operatori turistici circa l'etica del turismo responsabile ed i benefici della mobilità.

Finanziato
11.226 € Raccolti
Perché scegliere Eppela?
Abbiamo fatto la storia!

Eppela, attiva da più di 10 anni, è ormai un punto di riferimento solido nel panorama italiano e non solo.

Ti puoi fidare!

I tuoi dati personali sono più che al sicuro. Per nessun motivo verranno ceduti a terzi senza il tuo consenso. Tutti i servizi offerti sono pienamente conformi al GDPR.

Non ci sfugge nulla

Il team di Eppela è composto da esperti nel settore che sviluppano quotidianamente processi di verifica per prevenire le frodi.

Non c’è trucco e non c’è inganno.

Ogni raccolta fondi è una storia che ci teniamo a raccontare con amore, curandola fin nei minimi dettagli.

Solo 5 minuti.

Grazie ai nostri consigli e ai kit di supporto, creare un raccolta su Eppela è davvero facile e veloce

L’unione fa la forza!

Siamo fermamente convinti che insieme si possa cambiare il mondo. Il nostro obiettivo è quello di offrirvi uno strumento che ci permetta di farlo.


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com
Esplora
Cerca
Tutti i progetti
UN GOAL PER SILVIA!

Ciao,
siamo la moglie e le amiche di Silvia, una donna straordinaria che, negli anni, ci ha fatto sognare con le sue imprese sui campi di calcio e divertire con la sua irriverente simpatia.

Chi conosce in modo profondo Silvia, o anche chi l'ha incontrata solo poche volte, ha impresso nella propria memoria la sua travolgente parlata fiorentina, il suo carattere generoso e solare, la sua voglia di vivere e di stare in compagnia.

Silvia è una pietra preziosa, una presenza incisiva nelle nostre vite e in quella delle persone a lei care. Una donna speciale che tutti ricordano per il sorriso contagioso e per quelle battute sempre pronte a stupirti e a portarti lontano dai pensieri negativi.

Silvia è stata una grande giocatrice di calcio e punto fermo della nazionale italiana, una ventata d'aria fresca da respirare a pieni polmoni.

Trascinatrice e risolutrice, nessuno del mondo del calcio può dimenticare  le sue gesta sportive, oltre che la tenacia e la determinazione con le quali ha affrontato lealmente ogni impegno che l'ha vista protagonista.

È la Silvia Fiorini dei primi mondiali in Cina e poi quelli in America. 
È La Silvia vice campionessa d’Europa, la Silvia dello scudetto ad Agliana. 
La Silvia delle tante imprese.
La Silvia pioniera del calcio. 

La Silvia che ha bisogno di centrare il suo ultimo GOAL!

Purtroppo, a luglio di questo anno 2023, ha avuto un'emorragia cerebrale rimanendo in coma per diversi giorni. I medici non ci avevano dato molte speranze sul fatto che Silvia potesse superare le prime ore, ma lei ha messo in gioco tutta la sua grinta e ha superato l’ostacolo. 

Adesso ne ha molti altri davanti a sé. 
Adesso è su una sedia rotelle ed è in grado di muovere solo parte del suo corpo. 
Non è autosufficiente e quello di cui lei ha bisogno è un percorso riabilitativo all’interno di una struttura altamente specializzata.  

Quello che vogliamo fare è cercare di darle più tempo possibile per prepararsi al rientro a casa che non sarà sicuramente facile. 

Io, Camilla, che sono sua moglie, la nostra bambina nata a Luglio dello scorso anno, e tutte le amiche e gli amici che le vogliono bene, speriamo di riaverla a casa con noi al più presto! 


Ma prima ci aspetta almeno un anno in una clinica specializzata che avrà il costo di 300 euro al giorno, per un totale di oltre 110.000 euro in un anno. In clinica potrà affrontare un percorso neuroriabilitativo che la aiuterà a recuperare il maggior numero di funzioni fisiche e neurologiche possibili.

È per questo che abbiamo deciso di lanciare questa raccolta fondi, perché tutto il nostro sostegno e quello della sanità pubblica non basta. C’è bisogno di tutti voi!

Se tutti insieme riusciremo a raccogliere la soglia di 55.000 euro, potremo garantire a Silvia almeno 6 mesi in clinica. 
Ma vorremmo andare molto oltre! Se riuscissimo a raggiungere la soglia di 110.000 euro, la permanenza in clinica potrà essere di 1 anno.

È così che, tutti insieme, le permetteremo di avere tutta l’assistenza necessaria per il suo recupero, tornando ad abbracciarci tutti e a farci sorridere come solo lei sa fare.

-----------------------------------------

Come contribuire

Puoi contribuire alla campagna tramite le seguenti modalità:

  • donando direttamente su questa pagina cliccando sul pulsante “Contribuisci” oppure scegliendo una delle ricompense disponibili,
  • tramite bonifico al conto corrente dedicato - IT98D0760113900001069225256 - intestato a Silvia Fiorini.


-----------------------------------------

Grazie di cuore a tutti coloro che aiuteranno Silvia!

55%
-15 Giorni
Salute e benessere
Sosteniamo l’Archivio Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea

La memoria col tempo scompare, se non viene ravvivata e mantenuta con cura, e la storia può essere distorta: per questo ci sono importanti realtà come l’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea, che dal 1953 conserva le preziose carte del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale e della Resistenza fiorentina. 

Nel corso degli anni l’Istituto, che ha sede a Firenze, ha rinnovato la sua identità e funzione, fondendo il suo ruolo conservativo con attività culturali, didattiche e di ricerca. «Siamo nati per conservare le carte del Comitato e delle associazioni legate alla Resistenza. Ma nel tempo la nostra missione ha abbracciato una prospettiva più ampia, portando l’Istituto a trasformarsi in un centro di cultura» racconta il direttore Matteo Mazzoni.

La memoria della Resistenza

La memoria della Resistenza, una pietra miliare della missione dell’Istituto, sta però attraversando una fase critica: «Con la graduale scomparsa dei testimoni diretti, l’Istituto assume una rilevanza maggiore nel preservare e diffondere la memoria di quegli eventi», sottolinea Mazzoni. 

La pandemia ha accelerato una transizione verso il digitale e «ci ha spinti a riconsiderare le nostre modalità operative. Ci siamo riconvertiti all’online, utilizzando piattaforme come YouTube e Facebook per mantenere viva l’interazione con il pubblico».

Fondamentale è il coinvolgimento attivo delle comunità locali e delle scuole, una missione educativa che l’Istituto abbraccia con passione: «Un ruolo per noi essenziale – afferma il direttore - Svolgiamo un compito educativo, non solo nelle scuole, ma anche attraverso corsi di formazione per adulti. 

Guardando al futuro, la vera sfida è mantenere un equilibrio tra la ricerca specialistica e la divulgazione, in un contesto in cui la ricerca storica spesso soffre di carenze di finanziamenti». 

La dimensione tecnologica emerge come una componente cruciale nell’approccio dell’Istituto. «Gli strumenti come i social e i podcast – conclude Mazzoni – sono fondamentali per portare la conoscenza storica a un pubblico più vasto, ma devono essere creati da specialisti della comunicazione e curati nel contenuto»

Il progetto per la digitalizzazione dell’archivio dell’istituto storico della resistenza

L’Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea attualmente raccoglie all’interno del proprio archivio in forma cartacea oltre 10.000 documenti di enti e di persone.

Con la raccolta fondi, promossa da Unicoop Firenze e Fondazione il Cuore si scioglie, verrà acquistato un software, implementandolo con le strutture informatiche adeguate, per rendere possibile la consultazione online degli inventari e gli oltre 2.000 tra volantini e manifesti prodotti nel corso della lotta antifascista e della guerra di Liberazione.

La storia di ciò che è stato, con il trascorrere del tempo, rischia di scomparire se non viene tutelata e tramandata con cura.

Con il graduale venir meno delle testimonianze dirette di chi ha partecipato alla Resistenza, la memoria di quegli eventi è custodita nelle preziose carte redatte dal Comitato Toscano di Liberazione Nazionale, dai gruppi e dalle persone che hanno aderito al movimento partigiano.

Per questo motivo l'Istituto Storico Toscano della Resistenza e dell’Età Contemporanea ha bisogno dell'aiuto di tutti noi!

Con questa raccolta fondi sarà possibiledigitalizzare e rendere consultabili online gli inventari di tutta la documentazione relativa a quegli anni e non solo, mettendo a disposizione di tutti migliaia di pagine, lettere e immagini prodotte nel corso della lotta antifascista e della guerra di Liberazione.

102%
-10 Giorni
Istruzione di qualitàPace, giustizia e istituzioni solide
99 posti per sognare

IL TUO AIUTO ALLA GESTIONE DELLA BOMBONIERA DELLA CULTURA

A Monte Castello di Vibio in Umbria c'è un teatro magico! É il Teatro della Concordia, il teatro più piccolo del mondo con 99 posti per sognare!  Davvero un gioiellino. É stato costruito nel 1808 da nove famiglie del paese. Si tratta dell’unica testimonianza architettonica in miniatura del teatro settecentesco all’italiana di stile goldoniano.

 

"Da quattro anni il Teatro della Concordia è chiuso. Prima la pandemia e poi i lavori di ristrutturazione necessari per la valorizzazione, funzionalità e sicurezza.  Questo lungo periodo di inattività ha comportato una perdita annuale di oltre 50 mila euro per l'associazione Società del Teatro della Concordia! L'obiettivo che ci siamo posti con questa raccolta fondi è di recuperare parte delle perdite economiche indispensabili per finanziare le attività connesse alla ripresa. Solo così saremo in grado di riaccendere le luci sul palcoscenico di questa magnifica bomboniera della cultura ". (Edoardo Brenci - Presidente Associazione Società del Teatro della Concordia).

 

 

La riapertura del Teatro è imminente poiché i lavori stanno giungendo al termine. Tuttavia con questo lungo periodo di inattività la Società del Teatro della Concordia, associazione che gestisce il teatro, si trova nelle condizioni di non avere i fondi necessari alla ripartenza.

Per questo motivo la nostra associazione lancia la raccolta, per poter riprendere le attività.

Con i primi 15mila euro procediamo al riordino e all’allestimento delle sale del Teatro, potenziamo le collaborazioni di back office, procediamo con piccole azioni di promozione e riaprire per le visite. 

Con l’obiettivo successivo a 37mila euro realizziamo l’evento di riapertura e programmiamo la stagione 2024; sosteniamo i costi dei sevizi tecnici e di front office, realizziamo una più ampia comunicazione di riapertura al mondo del Teatro della Concordia. 

Aiutaci a salvaguardare il Teatro della Concordia e donargli un nuovo inizio! 

La tua donazione, piccola o grande che sia, ci aiuterà ad assicurare che il Teatro della Concordia rimanga in vita, protetto e custodito per amore della cultura e soprattutto per amore delle nuove generazioni.

Insieme a te per riaccendere i riflettori sul palco del Teatro più piccolo del mondo!

Grazie!

CHI SIAMO

Società del Teatro della Concordia è un’Associazione nata dalla passione di un gruppo di volontarie e volontari motivati dalla voglia di valorizzare, tutelare e gestire il Teatro del paese.

Si costituisce nel 1993 quando il Teatro della Concordia, dopo 42 anni di incuria del tempo, venne restaurato dalla Regione Umbria grazie ai fondi europei ridando nuova vita ad uno dei Borghi più Belli d’Italia, Monte Castello di Vibio.

La sua gente era legata al piccolo teatro perché aveva rappresentato il cuore aggregativo del paese fino al dopoguerra.

Alla passione e al senso civico si è affiancata l’operatività dell’Associazione con l’obiettivo di tutelare e far conoscere il Teatro della Concordia. L'economia del territorio, che fino a quel tempo si basava sull'attività contadina, era venuta meno e questo bene culturale poteva costituire la riconversione per lo sviluppo del turismo culturale.

 

HELP US RE-OPEN THE LOCAL CULTURAL GEM: TEATRO DELLA CONCORDIA

In Monte Castello di Vibio, Umbria, there is a magical place! It's Teatro della Concordia, the smallest theatre in the world with just 99 seats! A true gem. It was built in 1808 by nine local families. It represents the only architectural evidence of the 18th-century Italian Goldoni's theatre style on a small scale.

“The Teatro della Concordia has been closed for 4 years now. First, because of the Covid pandemic, and then for necessary renovation works to enhance its functionality and safety. Our fundraising campaign aims to recover part of the essential economic losses to fund activities related to the restart. We’d like to turn the lights back on the stage of this magnificent little gem of culture”.

(Edoardo Brenci - President of the Teatro della Concordia Society Association).

The theatre reopening is upcoming as the works are coming to an end. However, this long period of inactivity means that the Società del Teatro della Concordia, the association that manages the theatre, has run out of funds and needs your help in order to start its activities again.

The purpose of this crowdfunding is to allow us to cover the reopening costs.

We need 15,000 euros to be able to reorganise and to set up the theatre, to enhance back office activities, to do limited promotional activities and to reopen for visits.

We need to reach the target of 37,000 euros to be able to organise a reopening event and a new 2024 cultural season for plays and concerts, to support the technical staff and the logistics that are necessary for any type of events and front office activities, and to carry out wider promotional activities.

Help us preserve the Teatro della Concordia and give it a new start! Any contribution large or small will help ensure that the Teatro della Concordia stays alive, also for future generations.

Only with your help we will be able to turn the lights back on the stage of this magnificent cultural gem.

Thank you!

 

ABOUT US

The Teatro della Concordia Society is an Association born from the passion of a group of volunteers driven by the desire to enhance, protect, and manage the local theatre.

It was established in 1993 when the Teatro della Concordia, after 42 years of neglect, was restored by the Umbria Region using European funds, coming back to life in Monte Castello di Vibio, one of Italy's most beautiful villages.


 

 

26%
-94 Giorni
BANDA LIBERA TUTTI

La Filarmonica Michelangiolo Paoli è la banda di Campi Bisenzio dal 1816, una delle più vecchie associazioni musicali della Toscana e d’Italia. 
L’associazione si regge completamente sul volontariato, da sempre.
Abbiamo imparato a suonare nella scuola della banda, dove ci è stato offerto uno strumento e lezioni gratuite, aperte a tutti coloro che avessero voglia di misurarsi in questa nuova avventura, liberi di avere, di essere, di esprimersi, uniti dalla musica, collante di tanti mondi diversi.

Il 2 novembre siamo stati gravemente colpiti dall’alluvione che ha interessato il nostro territorio. Sono andati persi strumenti, parti musicali, manoscritti antichi e la sede è da ristrutturare.

Vorremmo un aiuto per poterci rialzare e continuare nel nostro intento di offrire lezioni gratuite, riacquistando tutto il materiale necessario per poterlo fare.

Alle lezioni penseremo noi, con l’aiuto di volontari che si sono presi l’impegno di curare l'insegnamento musicale.

L’idea è di una banca del tempo musicale: offrire ore di lezioni gratuite per arricchire le file dei nostri gruppi musicali.
Perché la Michelangiolo Paoli è banda musicale ma è anche la Sunrise Jazz Orchestra, un gruppo swing conosciuto in tutto il territorio regionale.

Ti chiediamo di aiutarci, invitandoti a conoscerci, sostenendo il nostro ambizioso progetto di realizzare il sogno di tante persone che non possono permettersi delle lezioni di musica a pagamento o che semplicemente vogliono entrare nella banda.

Ti chiediamo di aiutarci perché magari domani anche tu deciderai di provarci!

Ti chiediamo di aiutarci perché il volontariato oggi richiede un grande impegno e crediamo che il nostro progetto possa essere una grande risorsa per la nostra comunità!

Grazie di cuore.

 

Come aiutarci: 

Puoi contribuire al nostro progetto con queste modalità: 

  • Donando direttamente a questa pagina e cliccando su “Contribuisci”
  • Tramite bonifico con intestatario Società Musicale Michelangelo Paoli –  al c/c  IT26M0867321400000000001250 CHIANTI BANCA
183%
-9 Giorni
Istruzione di qualitàRidurre le disuguaglianze
Casa PFF: Forti insieme!

Casa PFF è la nuova sfida della società Pallacanestro Femminile Firenze per dare alle giovani atlete un luogo sicuro e accogliente in cui poter crescere non solo come giocatrici ma anche come donne. 

Dona su Eppela oppure sostienici direttamente sull’IBAN IT12Y0842502800000031138472 intestato a Pallacanestro Femminile Firenze inserendo la causale Casa PFF!

 

Immaginati di essere una ragazza di 11 anni, appassionata di pallacanestro. Ti alleni duramente da quando ne hai 6, ma a 12 anni sei costretta a cambiare squadra perché le regole impongono la separazione tra maschi e femmine.

L'unica società femminile che potresti frequentare è lontana da casa tua, dalla tua scuola, dalle zone che frequenti tutti i giorni e non possiede nemmeno una palestra fissa assegnata, come invece viene concessa alle società maschili.

La scelta diventa quindi difficile perché seguire la tua passione vorrà anche dire affrontare spostamenti continui e sacrificare tempo prezioso allo studio, alle amicizie e alla tua crescita personale, senza contare anche una necessaria spesa economica familiare.

In questa situazione di vita a volte è facile incorrere in momenti più o meno prolungati di stress e solitudine ma anche trovarsi inaspettatamente a dover affrontare problematiche alimentari, psicologiche e fisiche per le quali, molto spesso, risulta anche difficile chiedere un supporto.

Ecco, ciò che vi stiamo raccontando è quello che noi della società Pallacanestro Femminile Firenze viviamo ogni giorno, assieme alle nostre bravissime atlete.

Ragazze in gamba nella vita e speciali nello sport, che vogliono portare avanti la loro passione senza essere costrette a rinunciare alle altre possibilità della vita. 

Ci accorgiamo ogni giorno quanto impegno e sacrifici compiano (sia le atlete che le loro famiglie) per portare avanti questa passione e per non tralasciare tutti gli aspetti fondamentali tipici dell’adolescenza come la scuola, l'amicizia, i primi amori e i cambiamenti fisici, emotivi e sociali, che mettono anche spesso a rischio la loro  salute mentale

Inoltre, la nostra è una delle poche società femminili presenti in Toscana, infatti, molte delle nostre atlete provengono anche da altre province come Lucca, Arezzo e Pistoia, sostenendo ogni giorno lunghi spostamenti e spese economiche non indifferenti.

Da 8 anni, come allenatori, coach e staff, ci impegnamo per offrire un ambiente sicuro, inclusivo e stimolante dove le ragazze possano coltivare il loro talento. 
 

A volte non è facile, soprattutto in un contesto sociale e sportivo in cui, ancora troppo spesso purtroppo, essere una società femminile vuol dire anche dover lavorare sulle pari opportunità. Ma noi della PFF vogliamo lavorare e migliorare ogni giorno e continuare ad essere un faro di speranza per tutte loro.

Sulla scia di ciò che è accaduto il 20 settembre 2023 a livello costituzionale, ovvero  l’approvazione all’unanimità da parte della Camera della modifica all’art. 33 della Costituzione introducendo il nuovo comma «La Repubblica riconosce il valore educativo, sociale e di promozione del benessere psicofisico dell’attività sportiva in tutte le sue forme», ci stiamo impegnando affinché lo sport, in particolare quello femminile, possa vedere riconosciuto finalmente il valore che merita anche nelle politiche pubbliche. 

Valore che va al di là delle vittorie sportive e che si evidenzia nei diversi aspetti della vita quotidiana e del futuro di tutte le nostre atlete.

La nostra prossima sfida da vincere? Costruire insieme la Casa PF

Vogliamo costruire uno spazio pensato sulla base delle esigenze delle nostre ragazze, per fare in modo che riescano a sentirsi comprese, supportate e mai sole. 

Proprio come se fossero a casa.  

Uno spazio dove:

  • vivere e condividere spazi comuni come una vera famiglia
  • studiare e ricevere supporto da coach sportivi, tutor per i compiti, nutrizionisti, fisioterapisti e psicologi
  • riposarsi e godere dei momenti di pausa fondamentali per il loro benessere psico-fisico
  • ridurre gli spostamenti dopo la scuola, risparmiando del tempo prezioso per svolgere altre importanti attività
  • crescere in squadra e singolarmente

Insieme al Comune di Firenze abbiamo finalmente individuato lo spazio della Casa PFF in via Baldovini 1a, nel Quartiere 3, una zona vicinissima alle palestre dove la ragazze si allenano, che sarà ristrutturato e pronto ad ospitarle, grazie anche alla campagna che stiamo lanciando.

La Casa PFF sarà un punto di riferimento per le nostre atlete ma anche uno spazio di aggregazione per assecondare e rafforzare i loro legami e lo spirito di gruppo che, come sappiamo bene, restano indissolubili anche quando la loro carriera sportiva giunge al termine. 

Inoltre, grazie alla collaborazione con la Coop.21 cooperativa sociale che lavora con giovani di diverse età per la promozione dello sviluppo delle relazioni, dell’ascolto attivo e della valorizzazione delle persone (sia come individui che come gruppi) riusciremo a garantire un supporto professionale e costante alle nostre ragazze, sotto molteplici punti di vista.

Con la guida di figure adulte e di fiducia, le ragazze saranno responsabili dei propri spazi, e impareranno a gestire in autonomia le attività dentro la casa, sentendosi parte integrante di un gruppo e crescendo così come atlete, come persone e come donne.

ABBIAMO BISOGNO DI TE:

Il nostro è un gioco di squadra continuo, dentro e fuori dal campo. 

Ed è per questo che non possiamo vincere questa sfida da soli!

Come forse già immaginerai, avviare e mantenere la Casa PFF richiederà risorse economiche consistenti, soprattutto all’inizio.

La società ha scelto di farsi carico della maggior parte dei costi previsti per non gravare ulteriormente sulle famiglie ma, per rendere il progetto sostenibile nel tempo, dobbiamo rafforzare e ampliare la nostra rete.

UN PROGETTO CHE PUÒ SCALARE LE CLASSIFICHE

Sostenere una società come questa contribuisce a rompere gli stereotipi di genere e a ispirare giovani donne a perseguire i loro sogni nello sport e nella vita.

L’esperienza di vita dentro la Casa PFF permetterà alle nostre atlete di acquisire maggiore forza e sicurezza e di coltivare al tempo stesso i propri interessi nello sport e nello studio, per non dover rinunciare ad una futura carriera lavorativa.

Ma vogliamo anche andare oltre.

Il nostro augurio è quello di partire dal nostro quartiere per poi coinvolgere altre società ed essere d'esempio ad altre squadre femminili, anche di altri sport. 

Abbiamo già riscontrato un ampio interesse sia da parte delle istituzioni che da parte delle altre società, e stiamo già creando una rete per poter un giorno

Solo quando potremo dare a tutte le stesse opportunità e rendere lo sport davvero inclusivo e a portata di chiunque avremo davvero scalato la nostra classifica più importante! 

La bella notizia è che la campagna di raccolta fondi per realizzare la Casa PFF è sostenuta dalla Fondazione CR Firenze, all’interno del progetto Social Innovation Jam, promosso da Siamosolidali in collaborazione con Impact Hub Firenze e Feel Crowd.

Se riusciremo a raggiungere, infatti, almeno la metà dell’obiettivo prefissato sulla piattaforma di crowdfunding, la Fondazione CR Firenze raddoppierà la cifra raccolta, permettendoci di fare il nostro più bel canestro della stagione! 

CHI C’È DIETRO

  • La Pallacanestro Femminile Firenze: porta avanti il sogno delle atlete appassionate di basket dal 2016 con l'obiettivo di arrivare a livelli professionistici divertendosi ed esprimendo al meglio i valori etici dello sport. La nostra società accoglie atlete di tutte le fasce d'età, dalle piccolissime del mini-basket alle ragazze e donne che competono nella Serie A2. Oltre alle squadre, contiamo sul supporto imprescindibile dei genitori, dello staff, di allenatori e allenatrici e dei partner. Il loro sostegno mantiene in vita la società e alimenta la determinazione delle nostre giocatrici!

L’esperienza di Social Innovation Jam, a cui tutto il team ha partecipato nei mesi precedenti al lancio della campagna, è stata davvero preziosa. In quel contesto il gruppo ha potuto cogliere sia i punti di forza che le sfide del progetto e ha lavorato in accordo per trovare il modo migliore di presentarvi il progetto Casa PFF. É proprio vero che l’unione fa la forza.

COME DONARE?

Sostenere Casa PFF è semplicissimo!

Iscriviti a Eppela cliccando su Login in alto a destra ed inserisci i tuoi dati oppure    accedi con la tua email e password.

Puoi supportare il progetto selezionando una ricompensa fra quelle proposte oppure facendo una donazione libera.

La nostra è una campagna tutto o niente quindi dobbiamo raggiungere in tutti i modi l’obiettivo di raccolta per poter realizzare insieme questo progetto.

Per donare su Eppela avrai bisogno di una carta (Postepay, Visa Mastercard o American Express) oppure del tuo account GooglePay.

In alternativa puoi sempre fare un bonifico diretto a: 

Pallacanestro Femminile Firenze all’IBAN IT12Y0842502800000031138472 inserendo la causale Casa PFF

79%
-12 Giorni
Salute e benessereParità di generePartnership per gli obiettivi
IndiPendenza: Insieme sulla strada verso l'Autonomia

Il primo inviolabile e insindacabile diritto che compare nella Convenzione sui diritti delle persone con disabilità è proprio quello della vita indipendente e dell’autodeterminazione. 

Con il progetto “IndiPendenza: insieme verso l’autonomia” noi, dell'associazione AIDP di Arezzo vogliamo sostenere le persone con disabilità, e in particolare con Sindrome di Down, nella realizzazione di una vita autonoma e il più possibile indipendente. 

Capita spesso di chiederci come potremmo aiutare persone con disabilità e quale sia in tutto questo la nostra parte. Ecco allora che questo progetto si ripropone di combattere alcuni stereotipi e pregiudizi legati alla disabilità, primo fra tutti quello per cui le persone con disabilità sono degli eterni bambini, non hanno il desiderio di costruirsi un futuro e non sono autonomi. 

Nella crescita verso l’autonomia le difficoltà legate all’ ambiente interferiscono notevolmente con il grado di sviluppo dell’indipendenza potenziale che risulta molto difficile da raggiungere in situazioni di svantaggio. E quindi importante garantire un contesto che sia il più possibile facilitato e facilitante per la persona con disabilità che ha bisogno di lavorare sulle autonomie non solo per la conquista di nuove abilità (saper fare) ma anche per la costruzione di un’identità personale (saper essere).  

Obiettivi del progetto: 

  • Cucinare in autonomia 
  • Saper scegliere e fare la spesa 
  • Preparazione e condivisione del pasto 
  • Preparare un pasto equilibrato 
  • Conoscere i propri gusti e lavorare sulla flessibilità 

Cosa facciamo per raggiungere i nostri obiettivi: 

Seguendo le richieste dei giovani adulti con disabilità intellettiva e Sindrome di Down abbiamo notato il bisogno di soffermarci e lavorare sugli aspetti di autonomia quotidiana come cucinare, uscire da soli, fare la spesa e scegliere pasti equilibrati 

Per perseguire i suddetti obiettivi, abbiamo attivi i seguenti progetti:

  • “Pranzo al Circolo”: attività a cadenza settimanale in cui i partecipanti al progetto organizzano il pranzo a partire dalla lista della spesa, che comporta la scelta, l’organizzazione e il coordinamento interno del gruppo, passando alla preparazione effettiva del pasto fino alla sua condivisione.
  • “Club dell’Autonomia”: attività a cadenza settimanale che permette agli utenti di età compresa tra i 12 anni e i 16 anni, di apprendere e conoscere gli utensili della cucina, il funzionamento degli elettrodomestici (la loro accensione e spegnimento), prestando particolare attenzione al tema della sicurezza, responsabilizzando già da questa età i ragazzi ad essere autonomi nel quotidiano.
  • “Corso di Cucina”: a cadenza bimensile, in cui volontari dell’associazione si mettono a disposizione, seguendo le richieste dei partecipanti, per dei pomeriggi strutturati come veri e propri appuntamenti del corso di cucina. L’obiettivo è quello di lavorare con la creatività, potenziare le abilità manuali e sperimentarsi nelle novità seguendo i desideri e le scelte di ciascun partecipante.

Perchè abbiamo bisogno di voi: 

Come capirete, per noi l’ambiente in cui svolgere le attività quotidiane di cucina e sperimentazione di una vita indipendente è fondamentale. 

Al raggiungimento dei 10.000 euro sarà possibile: 

  • Rinnovare l’ambiente e in particolare ristrutturare la nostra cucina, che non è più funzionale alla realizzazione dei nostri progetti e all’accessibilità che lo spazio richiede;
  • Ampliare il nostro piano di lavoro completo di scrivanie, libreria, computer e stampanti, permettendo anche l’utilizzo di tali dispositivi a persone con disabilità, sia in ottica di competenze informatiche che per il futuro inserimento lavorativo;
  • Rinnovare l’entrata della nostra associazione con delle veneziane nuove e funzionali che permettano di rendere il più possibile l’ambiente accogliente anche dall’esterno.

Chi siamo: 

AIPD – Associazione italiana Persone Down-Sezione di Arezzo ODV è nata nell’anno 2002 per iniziativa di un gruppo di famiglie.
E’ iscritta al Registro delle Organizzazioni di Volontariato della Provincia di Arezzo con il n.213. Ha sede legale in Via Cavour, 97 (52100, Arezzo) e sede operativa in via Curtatone 77/A (52100, Arezzo). 

L'associazione si occupa principalmente di: 

  • Sostegno e consulenza
  • Inclusione scolastica, lavorativa e sociale
  • Percorsi all’autonomia
  • Vita indipendente
  • Attività ludico-ricreative e del tempo libero

Come aiutarci: 

Puoi contribuire al nostro progetto con queste modalità: 

  • Donando direttamente a questa pagina e cliccando su “Contribuisci”
  • Tramite bonifico con intestatario AIPD – Associazione Italiana Persone Down – Sezione di Arezzo ODV al c/c  IT97M0538714102000042122528 BPER BANCA – Filiale Corso Italia 179 – Arezzo

 

126%
-9 Giorni
Salute e benessereRidurre le disuguaglianzeConsumo e produzione responsabili
Con i genitori

Nessuno cresce da solo

Con i genitori nasce con l’intento di offrire ai genitori di bambini e bambine con disabilità gli strumenti necessari per poter accompagnare i propri figli ed aiutarli ad affrontare le piccole e grandi sfide quotidiane.

COME DONARE?

Sostenere Con i genitori è semplicissimo!

Puoi donare qui su Eppela facendo il LOGIN, utilizzando una carta credito o Google Pay e scegliendo una delle ricompense che abbiamo pensato per te oppure facendo una donazione libera. 

Se la campagna non avrà successo la tua donazione sarà riaccreditata entro pochi giorni, ma noi speriamo che il sostegno di tanti, come te, ci aiuti a realizzare il nostro progetto.

In alternativa puoi: 

 

SAPPIAMO DAVVERO DA CHE PARTE INIZIARE?

“A volte mi rendo conto che non so giocare con mia figlia. E non è che è una cosa che si impara. Se ci sono degli esercizi da fare è un conto, ma qui si tratta proprio di capire come stare con lei, e io da solo non riesco…soprattutto la sera, dopo il lavoro, sono stanco…e mi sento in colpa perché vorrei fare la mia parte, ma proprio non so come fare. Mi sembra di sbagliare sempre…”

Troppo spesso sentiamo testimonianze come queste.

In presenza di fragilità, difficoltà e disabilità, spesso i genitori rimangono esclusi dai percorsi di crescita dei propri figli e figlie. La famiglia, che in alcuni casi viene addirittura vista come un ostacolo anche dai professionisti stessi, rappresenta invece una risorsa fondamentale.

Per questo non si può prescindere dal restituire alle famiglie il loro ruolo, guidandole attraverso un processo di maturazione di conoscenze, competenze e consapevolezze che possano aiutare i genitori a sentirsi capaci di promuovere lo sviluppo delle autonomie personali e relazionali dei loro figlə.

RIPARTIAMO DALL’INCLUSIONE DEI GENITORI 

Negli ultimi 10 anni nella popolazione scolastica (3-19 anni) si registra un costante aumento del numero di alunni con disabilità, a fronte di una graduale diminuzione della popolazione scolastica generale, con conseguente aumento dell'incidenza percentuale che attualmente si attesta al 3,6%. 

Sesto Rapporto sulle disabilità della Regione Toscana

In un territorio in cui il bisogno di presa in carico di famiglie e bambini con disabilità è sempre molto alto e le strutture che riescono a dare una risposta adeguata sono ancora troppo poche, noi della cooperativa sociale Contesto ETS vogliamo offrire un servizio altamente professionale e in forma gratuita a chi, come i genitori di bambini e bambine con disabilità, sostiene ogni giorno fatiche e sfide non-ordinarie.
 

IN COSA CONSISTE IL PERCORSO:
Abbiamo pensato di realizzare un vero e proprio percorso di accompagnamento e consulenza dedicato alle famiglie dei bambini che seguiamo, pensato proprio sulla base delle caratteristiche e delle specificità di ogni bambino/a, nell’ottica di portare benefici sia ai genitori che ai loro figli.

Lavorare in sinergia con professionisti specializzati (terapisti della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva) avrà una ricaduta positiva anche sul percorso di sviluppo dei bambini in quanto, sostenere i genitori nei loro approcci e nelle loro azioni quotidiane significa contribuire allo sviluppo dei loro figli e aumentare l'efficacia del percorso (ri-)abilitativo di ogni bambino.

Sostenendo Con i genitori offrirai un aiuto prezioso alle famiglie di bambini che ogni giorno devono affrontare piccole e grandi sfide, e, allo stesso tempo, contribuirai a condividere principi e strumenti per costruire una società più giusta e inclusiva.

Dona alle famiglie di bambini un aiuto prezioso per sostenere la crescita e l'autonomia dei loro figli e a non sentirsi sole o “sbagliate”.

La campagna, all’interno dell'iniziativa "Social Crowdfunders” è sostenuta dalla Fondazione CR Firenze che, raggiunta la metà dell’obiettivo prefissato sulla piattaforma, raddoppierà la cifra raccolta.

In pratica, ogni euro versato a sostegno della nostra campagna potrà valere doppio se grazie al vostro sostegno riusciremo a raggiungere 7.000€!

COME VERRANNO UTILIZZATI I FONDI?

I fondi raccolti verranno utilizzati per offrire alle famiglie percorsi di consulenza e accompagnamento personalizzati a seconda delle caratteristiche e del percorso del proprio figlio/a. 

Gli incontri saranno condotti da personale altamente qualificato, a partire dai TNPEE (terapisti della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva) della cooperativa Contesto.

Le famiglie coinvolte saranno circa 80, ognuna delle quali avrà accesso ad un ciclo di 3 incontri ogni 4 mesi (condivisione iniziale, monitoraggio e verifica).

CHI SIAMO?

Siamo Contesto Ets! 

Una realtà formata da giovani professionisti e professioniste che hanno scelto di dedicare le proprie competenze e il proprio impegno nella costruzione di una nuova cultura dell’inclusione che vede protagoniste le persone.

Da 10 anni ci impegniamo ad offrire a bambini, bambine e famiglie del nostro territorio servizi di prevenzione, valutazione, terapia e inclusione, tutti accomunati da un approccio centrato sulla persona e alti standard di qualità.

Crediamo nei valori dell'inclusione, del rispetto delle diversità e nel diritto alla partecipazione di ogni persona, a partire dai più piccoli. 


Coltiviamo e portiamo avanti i nostri valori ogni giorno realizzando progetti diversi, tutti caratterizzati da un profondo rispetto per le caratteristiche individuali, perché crediamo che costruire una società più giusta e inclusiva sia possibile.

 


RICORDA CHE…

Puoi donare qui su Eppela oppure fare un bonifico intestato a Contesto ETS IBAN IT 32 M 0760 1028 00001023163213 o versare tramite bollettino postale intestato a Contesto Ets sul CC Postale 1023163213 specificando la causale “donazione liberale Con i genitori” oppure tramite Paypal QUI

86%
-4 Giorni
Ridurre le disuguaglianze
Graphic novel "Matto per i funghi"

Matto per i funghi è una biopic tragicomica che racconta quello che è veramente successo al suo autore Francesco Filippi (Filo nella storia) dal giorno in cui è diventato elettrosensibile, ovvero intollerante all'elettricità, ai computer, agli utensili elettrici, ai cellulari e alle radiofrequenze della tecnologia smart.  La sua vita è diventata improvvisamente paradossale, acrobatica e impossibile.  [Se non vedi il video sottostante, clicca qui]

Gli elettrosensibili sono come canarini in miniera, sono un campanello di allarme per l'intera umanità.

La tossicità dei campi elettromagnetici artificiali (generati soprattutto dalle antenne per la telefonia, dai wifi, dai cellulari e dagli altri dispositivi smart) è già e sarà sempre di più un drammatico problema sanitario mondiale. E' un tema difficile da comprendere, ma soprattutto da accettare, perché scomodissimo e perché riguarda ciascuno di noi.

Realizzare il fumetto richiederà almeno otto mesi di lavoro solo per i disegni. I costi di produzione sono significativi e difficili da sostenere anche per un editore di medie dimensioni. Per questo L'Associazione Italiana Elettrosensibili ha bisogno del vostro aiuto. La cultura di qualità, realizzata da professionisti, ha un costo e deve averlo, altrimenti non potrebbe essere di qualità. Abbiamo trovato entusiasmo editoriale da Edizioni Sì, specializzata in salute, ambiente e benessere.
L'obiettivo economico fissato copre i costi minimi, senza i quali il fumetto non potrà esistere. Per questo la campagna è in modalità “tutto o niente”. I vostri soldi saranno di fatto versati solo in caso di raggiungimento dell'obiettivo.

Ecco le tavole di prova del fumetto, scritto da Francesco Filippi e disegnato da Margherita Allegri. 
Le trovate in alta risoluzione a questo link.

In questo video presentiamo i protagonisti del fumetto: c'è chi è disgraziato, chi a suo agio con la tecnologia, chi è ansioso e chi è pronto a offrire un aiuto. [Se non vedi il video sottostante, clicca qui]

 

Chi siamo

Il fumetto è patrocinato dall'Associazione Italiana Elettrosensibili e realizzato da Francesco Filippi e Margherita Allegri.

 

Associazione Italiana Elettrosensibili
Dal 2005 l'associazione, presieduta da Paolo Orio, informa e aiuta persone afflitte dall'elettrosensibilità, agisce per il riconoscimento istituzionale della malattia e della conseguente disabilità, si batte per la riduzione dell'inquinamento elettromagnetico, ovvero delle “barriere elettromagnetiche” che privano gli elettrosensibili di molti diritti fondamentali. Sostiene inoltre la ricerca medica e promuove iniziative di divulgazione.

Francesco Filippi
Francesco Filippi è scrittore, animatore e regista. I suoi film animati più noti, premiati in tutto il mondo, sono Mani Rosse (2018) e Gamba Trista (2010). Tra le collaborazioni, il videogioco On Your Tail e I Cartoni dello Zecchino. Per Piemme ha pubblicato il romanzo Shinku (2023) ed ha all’attivo alcuni saggi tra cui Fare Animazione (Dino Audino, 2020). E’ diventato elettrosensibile nel maggio 2022 animando al suo PC portatile. Da allora scrive utilizzando una Olivetti M40 del 1939.

Margherita Allegri
Margherita Allegri è vignettista, fumettista e illustratrice. Da quasi 20 anni conduce laboratori di fumetto nelle scuole di ogni ordine e grado per il Centro Fumetto Andrea Pazienza di Cremona e per la sede di Milano della Fondazione Muse-Italia. Ha pubblicato fumetti e illustrazioni per diversi editori nazionali, tra cui La Revue Dessinée Italia, Slow News, Gribaudo, Pelledoca, l’Indice dei Libri del mese, Il Castoro, Mondadori Educational e collabora con La Lettura del Corriere della Sera e Il Messaggero dei Ragazzi. Ha vinto diversi concorsi nazionali e internazionali di satira e umorismo, come il prestigioso World Humor Award.

 

LE VOSTRE MERITATE RICOMPENSE

Prevediamo che Matto per i funghi sarà completato nella primavera del 2025. Per ringraziarvi della pazienza, anche se raddoppieremo il numero delle spedizioni, tutte le ricompense che non siano il fumetto, saranno inviate a partire dalla fine della campagna. 
Tutti i donatori, compresi quelli che verseranno la più piccola donazione, verranno ufficialmente ringraziati all'interno della pubblicazione.
Le ricompense si spiegano da sole. Data l'urgenza del tema e la curiosità che esso in genere suscita, abbiamo fatto di tutto per darvi subito la possibilità di saperne di più, interloquendo con l'associazione, gli autori o attraverso l'ottimo saggio Smart Smog, che supporta scientificamente quanto troverete raccontato nel romanzo a fumetti.
Non vogliamo parlare solo di disgrazie e minacce per la salute. Il lato positivo di questa situazione è la riscoperta della vita offline, che, a ben vedere, è quella che ha sempre regalato i momenti più felici della nostra vita. Per questo stiamo chiedendo a disegnatori professionisti di realizzare un disegno sul tema “Felicità OFFLINE”. Ogni disegno, in originale su carta o in stampa unica, viene messo in palio come ricompensa speciale per questa campagna. Ad oggi hanno aderito Massimiliano Frezzato, Bruno Bozzetto, Sara Colaone, Pierpaolo Rovero, Mauro Dal Bo, Ivan Cavini, Alberto Dal Lago, Marino Guarnieri e Stefania Gallo. Vi aggiorneremo man mano che riceveremo i disegni.

Qui potete vedere meglio le opere che ci stanno arrivando.

 

50%
-18 Giorni
Salute e benessereRidurre le disuguaglianze