LO sai che scuola!
Creatività

Di cosa si tratta

Avete mai sentito parlare di piattaforme di elearning e di Learning Object?

Lo sai che scuola vuole ottenere questo.

LO sta per Learning Object.

Sai che scuola sta a indicare una scuola nuova , dinamica e digitale in cui una parte dei materiali digitali sono prodotti direttamente dagli studenti sotto la guida dei loro insegnanti. Storia, geografia, scienze, inglese potranno diventare una palestra per creare unità didattiche da far riutilizzare ad altri studenti.

Come pensiamo di lavorare?

In gruppi, partendo da ricerche su Internet, e soprattutto utilizzando editor di SCORM (Sharable Content Object Reference Model) per creare pacchetti digitali multimediali strutturati su un indice di navigazione. La varietà di queste unità didattiche va da testi, a gallerie di immagini, esercizi interattivi a completamento, a scelta multipla, drug and drop, feedback dei risultati, video da youtube, e molto altro.

Il caricamento dei materiali sul sito della scuola e i link dal registro elettronico permetteranno un uso consapevole e ricco della rete nella didattica. Studenti di tutta Italia potranno visionare e utilizzare i materiali.

Il modello di lavoro è assolutamente replicabile.

Come saranno utilizzati i fondi

1. Una Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)

2. 6 laptop da poter spostare da una classe all'altra

3. Carrello armadio trasportabile

4. Dispositivo portatile hotspot e abbonamento di connessione Internet per i laptop da utilizzare nelle classi spostando il laboratorio mobile di volta in volta

5. Spese di pubblicità e di dimostrazione dell'iniziativa

6. Eventuali spese per la formazione

Chi c'è dietro al progetto

L'Istituto Comprensivo Perugia 11 conta più di 1000 studenti e comprende scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado. È diffuso su vari plessi facilmente raggiungibili anche tramite il minimetro.

Il progetto è pensato dagli insegnanti dei ragazzi più grandi della secondaria ed è sostenuto anche dai genitori che hanno manifestato subito entusiasmo per l'iniziativa di crowdfunding.

Tutti insieme, docenti e genitori, puntano sull'innovazione digitale nella scuola e sulla possibilità di sfruttare ampiamente le potenzialità della rete e l'uso dei dispositivi mobili. I ragazzi infatti, sono ormai nativi digitali e raccolgono con molto entusiasmo tutte le proposte legate alla tecnologia in ambito didattico. Con questo progetto i docenti intendono guidarli nella creazione di unità didattiche da caricare in cloud come pagine Internet o su piattaforme di e-learning.

I materiali potranno essere riutilizzati e condivisi, caricati sul registro elettronico e aperti da qualsiasi dispositivo.

Per vedere un esempio di learning object guarda qui: rivoluzione industriale.

Commenti (0)
5.255 €
Obiettivo 5.000 €
40
Sostenitori
0
Condivisioni
Fast Up
2500€ - 6 anni fa
Paolo Pauselli
60€ - 6 anni fa
Franco Cavallucci
20€ - 6 anni fa
Scegli una ricompensa
10€ o più

Ringraziamento sul gruppo Facebook

20€ o più

Ringraziamento sul gruppo Facebook + Menzione su targa o pannello esposto a scuola

30€ o più

Ringraziamento sul gruppo Facebook + Menzione su targa o pannello esposto a scuola + Portachiavi o segnalibri fatti a mano realizzati dai ragazzi

50€ o più

Ringraziamento sul gruppo Facebook + Menzione su targa o pannello esposto a scuola + Portachiavi o segnalibri fatti a mano realizzati dai ragazzi + Biglietto ingresso concerto / evento di fine anno

500€ o più

Ringraziamento sul gruppo Facebook + Menzione su targa o pannello esposto a scuola + Portachiavi o segnalibri fatti a mano realizzati dai ragazzi + Biglietto ingresso concerto / evento di fine anno + Visita guidata di Perugia

Creatività

Di cosa si tratta

Avete mai sentito parlare di piattaforme di elearning e di Learning Object?

Lo sai che scuola vuole ottenere questo.

LO sta per Learning Object.

Sai che scuola sta a indicare una scuola nuova , dinamica e digitale in cui una parte dei materiali digitali sono prodotti direttamente dagli studenti sotto la guida dei loro insegnanti. Storia, geografia, scienze, inglese potranno diventare una palestra per creare unità didattiche da far riutilizzare ad altri studenti.

Come pensiamo di lavorare?

In gruppi, partendo da ricerche su Internet, e soprattutto utilizzando editor di SCORM (Sharable Content Object Reference Model) per creare pacchetti digitali multimediali strutturati su un indice di navigazione. La varietà di queste unità didattiche va da testi, a gallerie di immagini, esercizi interattivi a completamento, a scelta multipla, drug and drop, feedback dei risultati, video da youtube, e molto altro.

Il caricamento dei materiali sul sito della scuola e i link dal registro elettronico permetteranno un uso consapevole e ricco della rete nella didattica. Studenti di tutta Italia potranno visionare e utilizzare i materiali.

Il modello di lavoro è assolutamente replicabile.

Come saranno utilizzati i fondi

1. Una Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)

2. 6 laptop da poter spostare da una classe all'altra

3. Carrello armadio trasportabile

4. Dispositivo portatile hotspot e abbonamento di connessione Internet per i laptop da utilizzare nelle classi spostando il laboratorio mobile di volta in volta

5. Spese di pubblicità e di dimostrazione dell'iniziativa

6. Eventuali spese per la formazione

Chi c'è dietro al progetto

L'Istituto Comprensivo Perugia 11 conta più di 1000 studenti e comprende scuola dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado. È diffuso su vari plessi facilmente raggiungibili anche tramite il minimetro.

Il progetto è pensato dagli insegnanti dei ragazzi più grandi della secondaria ed è sostenuto anche dai genitori che hanno manifestato subito entusiasmo per l'iniziativa di crowdfunding.

Tutti insieme, docenti e genitori, puntano sull'innovazione digitale nella scuola e sulla possibilità di sfruttare ampiamente le potenzialità della rete e l'uso dei dispositivi mobili. I ragazzi infatti, sono ormai nativi digitali e raccolgono con molto entusiasmo tutte le proposte legate alla tecnologia in ambito didattico. Con questo progetto i docenti intendono guidarli nella creazione di unità didattiche da caricare in cloud come pagine Internet o su piattaforme di e-learning.

I materiali potranno essere riutilizzati e condivisi, caricati sul registro elettronico e aperti da qualsiasi dispositivo.

Per vedere un esempio di learning object guarda qui: rivoluzione industriale.


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com