Sportello mobile per la solidarietà
Novoli, Italia
Solidarietà
Obiettivi:
Sconfiggere la povertàSconfiggere la fameRidurre le disuguaglianze

Ciao,

siamo un ente del terzo settore denominato “Educandando”, formato da 5 professionisti del settore del sociale. 

Stiamo svolgendo attività di mediazione di strada presso il quartiere 5 di Firenze indirizzato al sostegno di persone senza dimora attraverso azioni di affiancamento, ascolto attivo, dialogo e orientamento ai servizi cittadini. Aspirazione del progetto é col tempo rappresentare una sorta di ponte tra l'agio e il disagio, che possa quindi attraverso la sua azione "portare l'eco" delle fasce di popolazione vulnerabile alle istituzioni competenti e alla cittadinanza, facilitandone la comunicazione e lo sviluppo di pratiche di reciproca solidarietà,


L'approccio metodologico non intende essere assistenzialista ma al contrario si basa sul lavoro di rete tra il soggetto o il gruppo in difficoltà e le sue comunità di riferimento, affinché la soddisfazione del bisogno espresso possa rivelarsi non solo sostenibile ma motore di cambiamento e crescita comunitaria.

Commenti (0)
0 €
Obiettivo 5.000 €
0
Sostenitori
0
Condivisioni
Novoli, Italia
Solidarietà
Obiettivi:
Sconfiggere la povertàSconfiggere la fameRidurre le disuguaglianze

Ciao,

siamo un ente del terzo settore denominato “Educandando”, formato da 5 professionisti del settore del sociale. 

Stiamo svolgendo attività di mediazione di strada presso il quartiere 5 di Firenze indirizzato al sostegno di persone senza dimora attraverso azioni di affiancamento, ascolto attivo, dialogo e orientamento ai servizi cittadini. Aspirazione del progetto é col tempo rappresentare una sorta di ponte tra l'agio e il disagio, che possa quindi attraverso la sua azione "portare l'eco" delle fasce di popolazione vulnerabile alle istituzioni competenti e alla cittadinanza, facilitandone la comunicazione e lo sviluppo di pratiche di reciproca solidarietà,


L'approccio metodologico non intende essere assistenzialista ma al contrario si basa sul lavoro di rete tra il soggetto o il gruppo in difficoltà e le sue comunità di riferimento, affinché la soddisfazione del bisogno espresso possa rivelarsi non solo sostenibile ma motore di cambiamento e crescita comunitaria.


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com