L'orto di Tutti
Pescia, Italia
Solidarietà
Obiettivi:
Sconfiggere la fameSalute e benessere

Chi sono

Ciao, sono Dado Martino, di professione faccio il regista e l'attore. Vorrei raccontarti perché ho deciso di avviare questo progetto e perché ho voluto chiamarlo "l'orto di tutti".

 

 


 

Ecco perchè ho deciso di realizzare questo progetto

La mia storia

Mi sento molto fortunato perché fin da bambino volevo fare il regista e dopo anni di sacrifici, studio e gavetta, oggi riesco a vivere e mantenere la mia famiglia con il lavoro che ho sempre sognato fare. In questi anni di duro lavoro ho passato dei momenti molto difficili, mentre studiavo a 18 anni sono diventato padre, facevo alcuni lavori per mantenermi gli studi e nello stesso tempo stavo diventando grande, avendo la responsabilità di crescere mia figlia Sofia. La vita ci mette davanti tante difficoltà, ci sono stati dei momenti davvero duri dove avrei voluto gettare la spugna. Altri ancora più difficili dove ho dovuto chiedere l'aiuto per poter andare avanti. 

 

Mi sono ritrovato senza casa e senza cibo e non mi vergogno a dirlo anche se questa parte della mia vita non l'ho mai raccontata in nessuna intervista. Di solito si tende a raccontare fieramente le nostre vittorie e mai i momenti imbarazzanti. Però tutto questo mi ha insegnato che ognuno di noi ha bisogno sempre dell'altro. Siamo tutti sulla stessa barca e l'egoismo non ci salverà da nessun male. Ho cercato di spiegare quello che avevo imparato nei miei film, in 8 minuti, in I Wanna be the testimonial e nei miei vari spettacoli. Vivere la povertà, aver bisogno anche solo di un pezzo di pane è un esperienza che mi ha segnato tanto e ho sempre promesso a me stesso che un giorno avrei fatto qualcosa di concreto per aiutare gli altri. Per questo motivo ho ideato il progetto "L'orto di tutti". Gesù diceva " non date loro dei pesci da mangiare, ma insegnate loro a pescare", da queste poche parole possiamo trarne un grande insegnamento ed io vorrei metterlo in pratica aiutando chi veramente vuole aiutare se stesso, perché è solo così che si può uscire da questo tunnel difficilissimo. Quando dormivo sulle sedie della stazione, ho conosciuto tante persone che come me non avevano una casa, alcuni chiedevano l'elemosina, altri bevevano vino per riscaldarsi e placare la fame ma nessuno faceva niente per cambiare le cose. 

Qualche volta un ristorante della zona ci regalava un pasto caldo avanzato e proprio guardando quel contenitore fumante che pensavo a come sarebbe finita la mia vita, se tra quei freddi binari, o in un letto caldo. Mi resi conto che scappare da quella situazione era difficilissimo, dal niente non nasce niente e se non potevo nemmeno lavarmi e riposare adeguatamente non avrei mai potuto trovare un lavoro e cambiare vita. Nella mia stessa situazione c'erano molte persone ormai rassegnate, persone che il mondo disprezza, per colpa del loro odore nauseante. Ma dietro quei vestiti sporchi, ho conosciuto madri di famiglia, ex imprenditori andati in rovina dopo un divorzio, artisti. 

Dietro ognuno di loro c'era una persona da rispettare in quanto tale. Promisi a me stesso di scappare da quel tunnel e un giorno avrei fatto qualcosa per gli altri, per non vederli star male. Non potrò mai cambiare il mondo, ma aiutare un mio compagno di viaggio in difficoltà quello si avrei potuto farlo. Fu quel sogno che mi dette la forza di alzarmi da quella sedia e di andare a cercare un modo per ripartire.
 

Il Mio obbiettivo

Oggi vivo in una casa con 9 stanze, ho una bella famiglia, due figlie e come ho detto prima, faccio il lavoro dei miei sogni. Sai di essere ricco quando ti rendi conto che al mondo non esiste niente di cui hai bisogno.
L'anno scorso durante la pandemia, moltissime famiglie sono finite a vivere per strada. Molte persone normali, con una casa, un lavoro, hanno dovuto chiedere l'aiuto delle istituzioni per poter far la spesa. Famiglie italiane, non parlo delle povere persone che vivono in Africa. I nostri vicini di casa, i nostri amici, persone molto vicine a noi. Quanta di questa gente oggi stesso, dopo aver perso il lavoro non sanno cosa dare da mangiare ai propri figli, le stesse che magari qualche anno fa venivano con noi in vacanza.

 

 

Un sogno che sta per diventare realtà


Ho pensato per anni di comprare un pezzo di terra e donare i frutti a chi ne aveva bisogno, poi durante la pandemia ho realizzato che avrei dovuto fare concretamente qualcosa. La terra dona i suoi frutti gratuitamente ma molte persone non hanno la possibilità di allestire un proprio orto ed è qui che nasce il mio progetto. Un progetto semplice, senza pretese, un progetto che vuole solo dare un aiuto a chi ne ha bisogno. Un progetto sincero, senza scopo di lucro, nessuna speculazione, nessuna vendita. Non potrò mai cambiare il mondo, ne salvare tutti ma posso dare la possibilità a chi lo vorrà di darmi una mano a credere che se si vuole si può. L'orto di tutti per il momento è a Pescia in provincia di Pistoia, vicino casa mia ma un giorno potremo replicare questo sogno in altre città e forse chi sa, magari in tutto il mondo, dando la possibilità a molte più persone.


Credo fortemente a questa idea, sto investendo tanti soldi e tanto tempo ma da solo non riuscirò mai ad arrivare lontano. Con il vostro aiuto potremo fare tanto di più. Chi vive lontano potrà aiutarci inviandoci una piccola donazione, le spese serviranno per comprare le attrezzature, i semi, e tutto quello che serve per realizzarlo. Chi è vicino potrebbe dare una mano direttamente nel campo, ci sono e ci saranno tante cose da fare.


Non diventeremo mai nessuno se prima non aiutiamo gli altri perché gli altri sono lo specchio della nostra anima. Il sorriso dei volontari è la dimostrazione che fare del bene, fa bene agli altri ma sopratutto a noi. Scusami se sono stato un po' lungo ma avevo bisogno di farti sapere come stanno le cose, così che se vorrai potrai condividere questo post e farlo conoscere ai tuoi amici oppure potrai passare oltre, come facevano molte persone alla stazione. Aiutami ad aiutare e ti renderai conto da solo che starai facendo l'investimento più importante della tua vita.



 Ecco come puoi aiutarci

Con la tua donazione prenderai parte al mio progetto e il tuo nome sarà inciso insieme ai nomi di tutti quelli che hanno creduto a questo piccolo miracolo e affisso proprio all'ingresso della fattoria.

 

Se non puoi aiutarci economicamente ma vuoi dare una mano fisicamente alla realizzazione del progetto, sarai nostro ospite e lavorerai con noi per la gioia di molti, oppure puoi semplicemente condividere questa iniziativa con amici e parenti o su i social così che in molti potranno conoscere questa piccola grande realtà.

Grazie.

Seguici su Facebook e se vuoi, condividi il nostro progetto con amici e parenti o chi come te vuole fare qualcosa per gli altri:

Facebook

Dado

Aggiornamenti (2)
03 November 2021

Abbiamo già il terreno, si trova a Pescia in provincia di Pistoia.

Abbiamo iniziato i primi lavori di recinzione e presto cominceremo a piantare i primi semi. 

Leggi tutto
03 November 2021

Abbiamo bisogno anche di forza lavoro, se non vuoi aiutarci economicamente per far fronte alle spese da sostenere puoi darci una mano nei lavori di semina, raccolto e distribuzione del cibo.

serve manovalanza anche per recintare, pulire e tenere tutto in ordine e con cura.

Vedi tutti gli aggiornamenti
Commenti (1)
Qui Trasporti e Servizi srl Società Benefit SB ha donato 25€
Restiamo con quello che doniamo!
24/11/2021
1.155 €
Obiettivo 15.000 €
5
Sostenitori
0
Condivisioni
1 persone hanno appena fatto una donazione
Qui Trasporti e Servizi srl Società Benefit SB
25€ - 3 giorni fa
Utente Anonimo
100€ - 3 settimane fa
Utente Anonimo
15€ - 3 settimane fa
Scegli una ricompensa
15€ o più

Socio Sostenitore

TI invieremo una tessera digitale che attesterà che sei un sostenitore del progetto, potrai venire a farci visita nell'orto di tutti ed inoltre ti invieremo foto e video dalla realizzazione iniziale fino a fine lavori e sarai aggiornato sullo svolgimento delle donazioni, quando ci sarà il raccolto.

25€ o più

Socio Gold

Il tuo nome sarà inciso tra i nomi di coloro che hanno permesso di realizzare il progetto. Una targa con i nomi dei sostenitori sarà affissa all'entrata dell'orto e sarà visibile a tutti per sempre. 

Sarai aggiornato sullo svolgimento delle donazioni, quando ci sarà il raccolto.

199/200 Disponibili
50€ o più

Socio Party

Il raccolto per decenni è sempre stato un momento di festa ed è per questo che abbiamo deciso di organizzare delle feste proprio nei giorni del raccolto, tu che sarai un nostro socio party potrai prendere parte a queste feste, farci visita e degustare sul posto i nostri prodotti

150€ o più

Socio Platinum

Anche se tutto il raccolto sarà destinato alle famiglie bisognose, abbiamo pensato di dare una ricompensa a te che hai donato 150 euro per la realizzazione di questo piccolo grande sogno.

Ad ogni raccolto, ti invieremo a casa per sempre (ovvero a vita) una cassetta con una varietà di prodotti, un piccolo assaggio per ricordarti e ricordarci del tuo gesto.

250€ o più

Socio Vip

Diventerai uno dei testimonial dell'ORTO di Tutti.  Prenderai parte attivamente alla campagna mediatica, Tv, Giornali, riviste, spot. Il tuo volto lo assoceremo al nostro progetto e TU sarai uno dei nostri Testimonial.

 

10/10 Disponibili
Pescia, Italia
Solidarietà
Obiettivi:
Sconfiggere la fameSalute e benessere

Chi sono

Ciao, sono Dado Martino, di professione faccio il regista e l'attore. Vorrei raccontarti perché ho deciso di avviare questo progetto e perché ho voluto chiamarlo "l'orto di tutti".

 

 


 

Ecco perchè ho deciso di realizzare questo progetto

La mia storia

Mi sento molto fortunato perché fin da bambino volevo fare il regista e dopo anni di sacrifici, studio e gavetta, oggi riesco a vivere e mantenere la mia famiglia con il lavoro che ho sempre sognato fare. In questi anni di duro lavoro ho passato dei momenti molto difficili, mentre studiavo a 18 anni sono diventato padre, facevo alcuni lavori per mantenermi gli studi e nello stesso tempo stavo diventando grande, avendo la responsabilità di crescere mia figlia Sofia. La vita ci mette davanti tante difficoltà, ci sono stati dei momenti davvero duri dove avrei voluto gettare la spugna. Altri ancora più difficili dove ho dovuto chiedere l'aiuto per poter andare avanti. 

 

Mi sono ritrovato senza casa e senza cibo e non mi vergogno a dirlo anche se questa parte della mia vita non l'ho mai raccontata in nessuna intervista. Di solito si tende a raccontare fieramente le nostre vittorie e mai i momenti imbarazzanti. Però tutto questo mi ha insegnato che ognuno di noi ha bisogno sempre dell'altro. Siamo tutti sulla stessa barca e l'egoismo non ci salverà da nessun male. Ho cercato di spiegare quello che avevo imparato nei miei film, in 8 minuti, in I Wanna be the testimonial e nei miei vari spettacoli. Vivere la povertà, aver bisogno anche solo di un pezzo di pane è un esperienza che mi ha segnato tanto e ho sempre promesso a me stesso che un giorno avrei fatto qualcosa di concreto per aiutare gli altri. Per questo motivo ho ideato il progetto "L'orto di tutti". Gesù diceva " non date loro dei pesci da mangiare, ma insegnate loro a pescare", da queste poche parole possiamo trarne un grande insegnamento ed io vorrei metterlo in pratica aiutando chi veramente vuole aiutare se stesso, perché è solo così che si può uscire da questo tunnel difficilissimo. Quando dormivo sulle sedie della stazione, ho conosciuto tante persone che come me non avevano una casa, alcuni chiedevano l'elemosina, altri bevevano vino per riscaldarsi e placare la fame ma nessuno faceva niente per cambiare le cose. 

Qualche volta un ristorante della zona ci regalava un pasto caldo avanzato e proprio guardando quel contenitore fumante che pensavo a come sarebbe finita la mia vita, se tra quei freddi binari, o in un letto caldo. Mi resi conto che scappare da quella situazione era difficilissimo, dal niente non nasce niente e se non potevo nemmeno lavarmi e riposare adeguatamente non avrei mai potuto trovare un lavoro e cambiare vita. Nella mia stessa situazione c'erano molte persone ormai rassegnate, persone che il mondo disprezza, per colpa del loro odore nauseante. Ma dietro quei vestiti sporchi, ho conosciuto madri di famiglia, ex imprenditori andati in rovina dopo un divorzio, artisti. 

Dietro ognuno di loro c'era una persona da rispettare in quanto tale. Promisi a me stesso di scappare da quel tunnel e un giorno avrei fatto qualcosa per gli altri, per non vederli star male. Non potrò mai cambiare il mondo, ma aiutare un mio compagno di viaggio in difficoltà quello si avrei potuto farlo. Fu quel sogno che mi dette la forza di alzarmi da quella sedia e di andare a cercare un modo per ripartire.
 

Il Mio obbiettivo

Oggi vivo in una casa con 9 stanze, ho una bella famiglia, due figlie e come ho detto prima, faccio il lavoro dei miei sogni. Sai di essere ricco quando ti rendi conto che al mondo non esiste niente di cui hai bisogno.
L'anno scorso durante la pandemia, moltissime famiglie sono finite a vivere per strada. Molte persone normali, con una casa, un lavoro, hanno dovuto chiedere l'aiuto delle istituzioni per poter far la spesa. Famiglie italiane, non parlo delle povere persone che vivono in Africa. I nostri vicini di casa, i nostri amici, persone molto vicine a noi. Quanta di questa gente oggi stesso, dopo aver perso il lavoro non sanno cosa dare da mangiare ai propri figli, le stesse che magari qualche anno fa venivano con noi in vacanza.

 

 

Un sogno che sta per diventare realtà


Ho pensato per anni di comprare un pezzo di terra e donare i frutti a chi ne aveva bisogno, poi durante la pandemia ho realizzato che avrei dovuto fare concretamente qualcosa. La terra dona i suoi frutti gratuitamente ma molte persone non hanno la possibilità di allestire un proprio orto ed è qui che nasce il mio progetto. Un progetto semplice, senza pretese, un progetto che vuole solo dare un aiuto a chi ne ha bisogno. Un progetto sincero, senza scopo di lucro, nessuna speculazione, nessuna vendita. Non potrò mai cambiare il mondo, ne salvare tutti ma posso dare la possibilità a chi lo vorrà di darmi una mano a credere che se si vuole si può. L'orto di tutti per il momento è a Pescia in provincia di Pistoia, vicino casa mia ma un giorno potremo replicare questo sogno in altre città e forse chi sa, magari in tutto il mondo, dando la possibilità a molte più persone.


Credo fortemente a questa idea, sto investendo tanti soldi e tanto tempo ma da solo non riuscirò mai ad arrivare lontano. Con il vostro aiuto potremo fare tanto di più. Chi vive lontano potrà aiutarci inviandoci una piccola donazione, le spese serviranno per comprare le attrezzature, i semi, e tutto quello che serve per realizzarlo. Chi è vicino potrebbe dare una mano direttamente nel campo, ci sono e ci saranno tante cose da fare.


Non diventeremo mai nessuno se prima non aiutiamo gli altri perché gli altri sono lo specchio della nostra anima. Il sorriso dei volontari è la dimostrazione che fare del bene, fa bene agli altri ma sopratutto a noi. Scusami se sono stato un po' lungo ma avevo bisogno di farti sapere come stanno le cose, così che se vorrai potrai condividere questo post e farlo conoscere ai tuoi amici oppure potrai passare oltre, come facevano molte persone alla stazione. Aiutami ad aiutare e ti renderai conto da solo che starai facendo l'investimento più importante della tua vita.



 Ecco come puoi aiutarci

Con la tua donazione prenderai parte al mio progetto e il tuo nome sarà inciso insieme ai nomi di tutti quelli che hanno creduto a questo piccolo miracolo e affisso proprio all'ingresso della fattoria.

 

Se non puoi aiutarci economicamente ma vuoi dare una mano fisicamente alla realizzazione del progetto, sarai nostro ospite e lavorerai con noi per la gioia di molti, oppure puoi semplicemente condividere questa iniziativa con amici e parenti o su i social così che in molti potranno conoscere questa piccola grande realtà.

Grazie.

Seguici su Facebook e se vuoi, condividi il nostro progetto con amici e parenti o chi come te vuole fare qualcosa per gli altri:

Facebook

Dado

Aggiornamenti (2)
03 November 2021

Abbiamo già il terreno, si trova a Pescia in provincia di Pistoia.

Abbiamo iniziato i primi lavori di recinzione e presto cominceremo a piantare i primi semi. 

03 November 2021

Abbiamo bisogno anche di forza lavoro, se non vuoi aiutarci economicamente per far fronte alle spese da sostenere puoi darci una mano nei lavori di semina, raccolto e distribuzione del cibo.

serve manovalanza anche per recintare, pulire e tenere tutto in ordine e con cura.

Commenti (1)
Qui Trasporti e Servizi srl Società Benefit SB ha donato 25€
Restiamo con quello che doniamo!
24/11/2021

Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com