N-Overshoot Fest
Ambiente
Obiettivi:
Energia pulita e accessibileVita sott'acquaVita sulla terra

Perché un Festival di Sostenibilità Popolare?

Secondo il Global Footprint Network l'umanità utilizza attualmente il 60% in più di quanto si possa rinnovare. In pratica è come se si consumassero le risorse di 1,6 pianeti Terra; se non si cambia rotta, le previsioni ci rimandano ad un futuro drammatico nel quale intorno al 2050 l'umanità consumerà ben il doppio di quanto la Terra riesca a produrre.

In questi anni, attraverso l’azione continuativa nelle scuole e sul territorio l’associazione Acmos ha riscontrato tra i giovani e le  loro famiglie, una generale disinformazione diffusa sul tema ambientale (della raccolta differenziata, alle  possibilità di consumo collettivo, dall’impatto del consumo di carne a quello dei prodotti tecnologici). Molte delle famiglie con cui l’associazione ha una relazione continuativa evidenziano inoltre l’impossibilità di accedere a modelli di consumo differenti, specialmente sul piano alimentare.

Partendo dunque dall’Overshoot Day, o "Giorno del Sovrasfruttamento della Terra" (ovvero la data in cui le risorse che la Terra è in grado di generare risulta insufficiente rispetto alla richiesta dell’umanità), ACMOS decide di lanciare il “N-Overshoot Fest”, per avviare un processo più strutturato e costruire sul territorio di Barriera di Milano una vera e propria comunità di pratiche, improntata su sostenibilità ambientale, maggior benessere e qualità della vita.

AMBIENTE, AGGREGAZIONE, CULTURA, SICUREZZA sono gli ingredienti che animeranno le giornate di N-Overshoot Fest, che avrà luogo il terzo fine settimana di settembre al giardino Saragat, nel quartiere Barriera di Milano. Si compone di 3 giornate, incentrate su due tematiche principali - cibo e distribuzione, abbigliamento sostenibile - declinate attraverso l’organizzazione di momenti di confronto, workshop per bambini, adolescenti e famiglie, performance. Non ci può essere infatti un festival senza musica, e vogliamo fortemente dimostrare che si può fare cultura, in sicurezza: il bisogno di socialità, di ritorno alla normalità e di cultura nei territori è diventato sempre più impellente, e vogliamo ascoltare questo bisogno proponendo performance musicali e non, nel rispetto di tutte le disposizioni vigenti atte a contrastare la diffusione del Coronavirus, con quegli artisti e artiste che diffondono cultura nei territori marginali e assicurano sostenibilità sociale.

Come verranno utilizzati i fondi?

I fondi raccolti consentiranno lo svolgimento in piena sicurezza delle attività previste per il Festival. In particolare, le donazioni verranno utilizzate per coprire: 

  • alcuni dei costi materiali necessari per la realizzazione dell’evento (allestimento area Festival) 

  • le spese relative alla grafica e alle locandine del Festival 

  • le spese necessarie a garantire la presenza di artisti, relatori e facilitatori dei workshop

L’integrazione di Fondazione CRT andrà invece a coprire: 

  • i costi di struttura del personale (segreteria organizzativa, event manager)

  • i costi per l’Ufficio Stampa e la diffusione dell’iniziativa

  • i costi del noleggio service per tutta la durata del festival

  • i costi del catering per il pranzo della domenica

  • i costi dell’acquisto dei gadget, oltre che di eventuali materiali per lo svolgimento del Festival.

PROGRAMMA “N-OVERSHOOT FEST”

GIARDINI SARAGAT - BARRIERA DI MILANO

17-18-19 SETTEMBRE 2021 - to be confirmed

17 SETTEMBRE

h 15:30 - Tavola rotonda con Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Circoscrizione 6 di Torino, ACMOS 

h 17 - Workshop con Rete Ong - Come realizzare il proprio orto in cassetta

h 18:30 - inaugurazione mostra XML (Performing Media Lab) e dj-set

18 SETTEMBRE

h 15:30 - Panel su Cibo e Distribuzione con Rete Ong, NovaCoop-ImPatto, Too Good To Go, Morsy, RAM, Punto Equo 

h 17 - Workshop Arte, Sostenibilità ed Emozioni con Fernando Cobelo

h 18:30 - secret event “tu non hai fame?”

h 20 - performance dal vivo (artisti to be announced) 

19 SETTEMBRE

h 11:30 - Inaugurazione Marketplace con Atelier Riforma, Punto Humana, BlueBit e Nanà, Libreria Spalavera

h 11:30 - Workshop per bambini con NovaCoop - spesa simulata nel punto vendita di Corso Novara

h 13 - Pranzo della domenica con Morsy

h 15 - Panel su Abbigliamento e Sostenibilità con Atelier Riforma, Humana, Patagonia.

h 16:30 - Workshop di Upcycling con Atelier Riforma

h 18 - proiezione film Patagonia 

h 19 - spettacolo teatrale crack24

Cos'è ACMOS?

ACMOS (Aggregazione, Coscientizzazione, MOvimentazione Sociale) è un’associazione di promozione sociale  nata a Torino nel 1999 da un gruppo di giovani provenienti da diverse esperienze di volontariato e di impegno  sociale. Il suo scopo è promuovere e sostenere l’inclusione democratica, attraverso l’educazione ai valori  della cittadinanza attiva e della legalità. L’attività prevalente dell’associazione è relativa all’educazione e all’animazione sociale all’interno delle scuole di  ogni ordine e grado e sui territori dell’area metropolitana di Torino, attraverso progettualità in cui sono impegnati giovani animatori socio-culturali dai 19 ai 30 anni. 

 

Nel cuore del quartiere Barriera di Milano a Torino, la sede dell’associazione è Casa ACMOS, che ospita dal 2002 una comunità abitativa di giovani, con l’obiettivo di promuovere un approccio al consumo consapevole, attento all’eticità e alla sostenibilità della filiera, rivolgendosi in particolare a giovani delle scuole superiori e del quartiere.

A partire dal 2019 Casa Acmos ha dato vita ad una forma di gruppo di acquisto solidale (GAS) che mette in contatto produttori del territorio e consumatori direttamente o indirettamente in contatto con l’associazione. L’acquisto collettivo e il lavoro volontario dei giovani coinvolti che permette di saltare alcuni passaggi della filiera rendono più accessibile il consumo di qualità e con requisiti etici e ambientali. Inoltre, l’associazione abbina al lavoro del Gas l’azione educativa e di sensibilizzazione su questi temi, grazie a iniziative educative, culturali e politiche e all’incontro con altri soggetti che studiano, lavorano e operano in questo ambito.

Mostra di più
Concluso
5.051 €
100%
+5.000 €
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Traguardo: 10.000 €
Raccolta: 5.000 €
Contributo: 5.000 €
52
Sostenitori
0
Condivisioni
Giulia Calandra
80€ - 3 mesi fa
Lorena Orru
25€ - 3 mesi fa
Arco Baleno
1500€ - 3 mesi fa
Scegli una ricompensa
6€ o più

TI VA UN CAFFE'? A TEMA!

Con 6€ ti offriremo un caffè buono ed equosolidale ad un prezzo popolare e riceverai una bibliografia sostenibile, per saperne di più sul tema.

13€ o più

VUOI SENTIRNE DELLE BELLE?

Con 13€ ti offriremo un caffè buono ed equosolidale ad un prezzo popolare, riceverai una bibliografia sostenibile ed un podcast realizzato dai Fridays For Future di Torino, per saperne di più sul tema.

25€ o più

SCEGLI TU! MAGLIA, CARTOLINA O PRANZO?

Con 25€ potrai selezionare una ricompensa a scelta tra la maglia ufficiale del Festival, la cartolina realizzata in esclusiva da Fernando Cobelo o il pranzo della domenica preparato da Morsy, da ritirare nei giorni del Festival ai Giardini Saragat.

34€ o più

CARTOLINA DALLA TERRA

Con 34€ ti offriremo un caffè buono ed equosolidale ad un prezzo popolare, riceverai una bibliografia sostenibile ed un podcast realizzato dai Fridays For Future di Torino e potrai ritirare nei giorni del Festival la cartolina realizzata in esclusiva da Fernando Cobelo.

52€ o più

CARTOLINA DALLA TERRA E MAGLIA UFFICIALE

Con 52€ ti offriremo un caffè buono ed equosolidale ad un prezzo popolare, riceverai una bibliografia sostenibile ed un podcast realizzato dai Fridays For Future di Torino e potrai ritirare nei giorni del Festival la cartolina realizzata in esclusiva da Fernando Cobelo e la maglia ufficiale di “N-Overshoot Fest”.

69€ o più

VIENI A PRANZO DA NOI?

Con 69€ ti offriremo un caffè buono ed equosolidale ad un prezzo popolare, riceverai una bibliografia sostenibile ed un podcast realizzato dai Fridays For Future di Torino e potrai ritirare nei giorni del Festival la cartolina realizzata in esclusiva da Fernando Cobelo e la maglia ufficiale di “N-Overshoot Fest”, oltre a partecipare al pranzo della domenica preparato da Morsy.

Ambiente
Obiettivi:
Energia pulita e accessibileVita sott'acquaVita sulla terra

Perché un Festival di Sostenibilità Popolare?

Secondo il Global Footprint Network l'umanità utilizza attualmente il 60% in più di quanto si possa rinnovare. In pratica è come se si consumassero le risorse di 1,6 pianeti Terra; se non si cambia rotta, le previsioni ci rimandano ad un futuro drammatico nel quale intorno al 2050 l'umanità consumerà ben il doppio di quanto la Terra riesca a produrre.

In questi anni, attraverso l’azione continuativa nelle scuole e sul territorio l’associazione Acmos ha riscontrato tra i giovani e le  loro famiglie, una generale disinformazione diffusa sul tema ambientale (della raccolta differenziata, alle  possibilità di consumo collettivo, dall’impatto del consumo di carne a quello dei prodotti tecnologici). Molte delle famiglie con cui l’associazione ha una relazione continuativa evidenziano inoltre l’impossibilità di accedere a modelli di consumo differenti, specialmente sul piano alimentare.

Partendo dunque dall’Overshoot Day, o "Giorno del Sovrasfruttamento della Terra" (ovvero la data in cui le risorse che la Terra è in grado di generare risulta insufficiente rispetto alla richiesta dell’umanità), ACMOS decide di lanciare il “N-Overshoot Fest”, per avviare un processo più strutturato e costruire sul territorio di Barriera di Milano una vera e propria comunità di pratiche, improntata su sostenibilità ambientale, maggior benessere e qualità della vita.

AMBIENTE, AGGREGAZIONE, CULTURA, SICUREZZA sono gli ingredienti che animeranno le giornate di N-Overshoot Fest, che avrà luogo il terzo fine settimana di settembre al giardino Saragat, nel quartiere Barriera di Milano. Si compone di 3 giornate, incentrate su due tematiche principali - cibo e distribuzione, abbigliamento sostenibile - declinate attraverso l’organizzazione di momenti di confronto, workshop per bambini, adolescenti e famiglie, performance. Non ci può essere infatti un festival senza musica, e vogliamo fortemente dimostrare che si può fare cultura, in sicurezza: il bisogno di socialità, di ritorno alla normalità e di cultura nei territori è diventato sempre più impellente, e vogliamo ascoltare questo bisogno proponendo performance musicali e non, nel rispetto di tutte le disposizioni vigenti atte a contrastare la diffusione del Coronavirus, con quegli artisti e artiste che diffondono cultura nei territori marginali e assicurano sostenibilità sociale.

Come verranno utilizzati i fondi?

I fondi raccolti consentiranno lo svolgimento in piena sicurezza delle attività previste per il Festival. In particolare, le donazioni verranno utilizzate per coprire: 

  • alcuni dei costi materiali necessari per la realizzazione dell’evento (allestimento area Festival) 

  • le spese relative alla grafica e alle locandine del Festival 

  • le spese necessarie a garantire la presenza di artisti, relatori e facilitatori dei workshop

L’integrazione di Fondazione CRT andrà invece a coprire: 

  • i costi di struttura del personale (segreteria organizzativa, event manager)

  • i costi per l’Ufficio Stampa e la diffusione dell’iniziativa

  • i costi del noleggio service per tutta la durata del festival

  • i costi del catering per il pranzo della domenica

  • i costi dell’acquisto dei gadget, oltre che di eventuali materiali per lo svolgimento del Festival.

PROGRAMMA “N-OVERSHOOT FEST”

GIARDINI SARAGAT - BARRIERA DI MILANO

17-18-19 SETTEMBRE 2021 - to be confirmed

17 SETTEMBRE

h 15:30 - Tavola rotonda con Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Circoscrizione 6 di Torino, ACMOS 

h 17 - Workshop con Rete Ong - Come realizzare il proprio orto in cassetta

h 18:30 - inaugurazione mostra XML (Performing Media Lab) e dj-set

18 SETTEMBRE

h 15:30 - Panel su Cibo e Distribuzione con Rete Ong, NovaCoop-ImPatto, Too Good To Go, Morsy, RAM, Punto Equo 

h 17 - Workshop Arte, Sostenibilità ed Emozioni con Fernando Cobelo

h 18:30 - secret event “tu non hai fame?”

h 20 - performance dal vivo (artisti to be announced) 

19 SETTEMBRE

h 11:30 - Inaugurazione Marketplace con Atelier Riforma, Punto Humana, BlueBit e Nanà, Libreria Spalavera

h 11:30 - Workshop per bambini con NovaCoop - spesa simulata nel punto vendita di Corso Novara

h 13 - Pranzo della domenica con Morsy

h 15 - Panel su Abbigliamento e Sostenibilità con Atelier Riforma, Humana, Patagonia.

h 16:30 - Workshop di Upcycling con Atelier Riforma

h 18 - proiezione film Patagonia 

h 19 - spettacolo teatrale crack24

Cos'è ACMOS?

ACMOS (Aggregazione, Coscientizzazione, MOvimentazione Sociale) è un’associazione di promozione sociale  nata a Torino nel 1999 da un gruppo di giovani provenienti da diverse esperienze di volontariato e di impegno  sociale. Il suo scopo è promuovere e sostenere l’inclusione democratica, attraverso l’educazione ai valori  della cittadinanza attiva e della legalità. L’attività prevalente dell’associazione è relativa all’educazione e all’animazione sociale all’interno delle scuole di  ogni ordine e grado e sui territori dell’area metropolitana di Torino, attraverso progettualità in cui sono impegnati giovani animatori socio-culturali dai 19 ai 30 anni. 

 

Nel cuore del quartiere Barriera di Milano a Torino, la sede dell’associazione è Casa ACMOS, che ospita dal 2002 una comunità abitativa di giovani, con l’obiettivo di promuovere un approccio al consumo consapevole, attento all’eticità e alla sostenibilità della filiera, rivolgendosi in particolare a giovani delle scuole superiori e del quartiere.

A partire dal 2019 Casa Acmos ha dato vita ad una forma di gruppo di acquisto solidale (GAS) che mette in contatto produttori del territorio e consumatori direttamente o indirettamente in contatto con l’associazione. L’acquisto collettivo e il lavoro volontario dei giovani coinvolti che permette di saltare alcuni passaggi della filiera rendono più accessibile il consumo di qualità e con requisiti etici e ambientali. Inoltre, l’associazione abbina al lavoro del Gas l’azione educativa e di sensibilizzazione su questi temi, grazie a iniziative educative, culturali e politiche e all’incontro con altri soggetti che studiano, lavorano e operano in questo ambito.


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com