Tu mi hai capito?
Torino, Italia
Salute
Obiettivi:
Salute e benessere

ACMOS (Aggregazione, Coscientizzazione, MOvimentazione Sociale) è un’associazione di promozione sociale  nata a Torino nel 1999 da un gruppo di giovani provenienti da diverse esperienze di volontariato e di impegno  sociale. Il suo scopo è promuovere e sostenere l’inclusione democratica, attraverso l’educazione ai valori  della cittadinanza attiva e della legalità. L’attività prevalente dell’associazione è relativa all’educazione e all’animazione sociale all’interno delle scuole di  ogni ordine e grado e sui territori dell’area metropolitana di Torino, attraverso progettualità in cui sono  impegnati giovani animatori socio-culturali dai 19 ai 30 anni.

IL CONTESTO

Con l’arrivo della pandemia e relative restrizioni il livello di stress sia di giovani che di adulti si è esacerbato (indagine su impatto psicologico della pandemia sulle famiglie, Istituto Giannina Gaslini di Genova), tanto che anche il tasso di tentativi di suicidio è aumentato (Neuropsichiatria infantile ospedale “Regina Margherita” di Torino - dicembre 2020). 

Da settembre 2020 la richiesta di sostegno educativo da parte delle scuole è fortemente cresciuta: numerosi sono i casi di fragilità psicologica o relazionale per i quali i docenti hanno bisogno di saper far fronte in maniera adeguata.

Da un sondaggio diffuso dal servizio comunale “Aria” nelle scuole superiori del territorio torinese, emergono numerose tematiche percepite come influenti nel benessere mentale dei e delle giovani e che si rende necessario approfondire con incontri appositi, tra cui il rapporto problematico con il corpo (78,5 degli intervistati), la difficile gestione delle emozioni come ansia, rabbia, panico (75%), la depressione (68,5) e la sfiducia nel futuro (67,5%).

Il tema del disagio psicologico, nella società della performance, viene spesso vissuto come uno stigma da nascondere agli altri; in un mondo segnato dall’ipervelocità non c’è spazio per la fragilità emotiva, che costringe a prendersi tempo, rallentare, trovare le parole per descriversi.

Rivendicare il diritto alla fragilità diventa quindi necessario, un passo importante verso la costruzione di una società più inclusiva, in grado di superare la tossicità di una narrazione che costringe tutti (e sentitamente i più giovani) ad essere super - umani, infallibili e ottimisti, aprendo nel contempo spazi di risoluzione delle problematiche finalmente sollevati dal peso dello stigma sociale: una vera e propria contronarrazione, per costruire la quale urge dotarsi della parole giuste.

IL PROGETTO

Acmos intende rispondere a questo fenomeno organizzando la prima edizione di “Tu mi hai capito?”, un festival della durata di 3 giorni, da realizzarsi durante la primavera del 2023, per promuovere spazi di confronto, incontro e dialogo rispetto al tema benessere mentale.

L'evento sarà rivolto ai giovani e alle giovani di Torino, alla cittadinanza e a quegli adulti che a diverso titolo fanno parte della comunità educante.

LA CAMPAGNA

La campagna di raccolta a sostegno del Festival si svolgerà in autunno: in questo periodo infatti sono presenti nel calendario civile alcune date simboliche connesse al tema della salute mentale e del benessere psicologico:

  • 10 settembre giornata del suicidio
  • 10 ottobre, giornata del benessere mentale.

Il tuo contributo sarà fondamentale: l'iniziativa si sosterrà completamente sulle risorse che sapremo raccogliere fra le persone interessate a veder nascere la prima edizione del Festival a Torino.

Puoi davvero fare la differenza!

Utilizzeremo i fondi raccolti per sostenere i mille costi che un evento del genere porta con se: spese tecniche, affitto sale, viaggi per gli ospiti, gadget per i partecipanti, organizzazione delle attività. 

Il programma dell'iniziativa sarà reso noto nelle prossime settimane, man mano che la campagna progredisce: ci saranno incontri, workshop, spazi espositivi, concerti, attività di approfondimento.

Per questo abbiamo decido di ringraziarti dedicandoti queste cinque ricompense: un piccolo gesto, per dirti quanto sarà importante per noi il tuo aiuto.

I PARTNER

Per garantire la riuscita del Festival abbiamo pensato di non lavorare da soli; ecco l'elenco dei partner che ci aiuteranno nell'organizzazione delle attività.

Aria 

ARIA è una co-progettazione della città di Torino che si rivolge a ragazzi e  ragazze tra i 14 e i 28 anni. Offre sostegno psicologico individuale, orientamento all'autonomia (studio, lavoro, casa), laboratori, attività per il tempo libero sono solo alcuni degli strumenti che ARIA mette a disposizione. 

Link: https://arianetwork.net/

Telefono Amico

L’esperienza del TELEFONO AMICO che ormai, al passo coi tempi, si declina anche attraverso mezzi più moderni come chat, mail e messaggistica, non si limita alla realizzazione di un servizio riservato a persone che vivono un momento difficile, ma ha chiunque abbia necessità di parlare con qualcuno e sentirsi ascoltato in modo attivo. Il servizio garantisce una libertà di espressione pressoché totale, al riparo da interferenze e giudizi di sorta. 

Link: https://mxsite.altervista.org/

Tutto Annodato

Un progetto nato da un gruppo di giovani ragazzi e ragazze che ha l'obiettivo di sensibilizzare e ridurre lo stigma presente attorno ai temi della salute mentale. Il loro progetto nasce in seguito al suicidio di Andrea, un amico e compagno di classe, una tragedia che li ha toccati da vicino che ha portato alla consapevolezza di come molto spesso la salute dei mentale dei giovani sia ignorata e all'esigenza di creare uno spazio in cui i giovani possano confrontarsi e informarsi liberamente sui temi del malessere psichico. 

Link:https://www.facebook.com/Tutto-Annodato-104899198688672/?ti=as

La Tazza Blu

La Tazza Blu è nata nel gennaio 2019 in ricordo di Giulia, che si è tolta la vita poco prima di compiere 17 anni. L’associazione nasce con lo scopo di far prevenzione del suicidio in adolescenza e di dare sostegno alle/ai sopravvissute/i.

Link: https://www.latazzablu.org/

Eufemia

Eufemia è un’Associazione di Promozione Culturale che opera per l’inclusione sociale, attraverso azioni di cittadinanza attiva all’insegna del dialogo interculturale. Per lo sviluppo di una comunità attenta alla sostenibilità ambientale ed alimentare, Eufemia concepisce, progetta e coordina progetti locali ed internazionali. 

Link: https://eufemia.eu/

RadioOhm

Associazione di Promozione Sociale costituita nel 2010, i cui membri portano avanti diverse attività volte all’inclusione sociale, alla diffusione della cultura e alla promozione della web radio come strumento comunicativo di forte valenza sociale.

Link: https://storie.radioohm.it/

Percezione giovani

“Percezioni Giovani” è un progetto itinerante nato all’interno di Dipendenze da Comportamenti ASL Città di Torino sintonizzato sull’onda della cultura torinese in materia di sostanze, comportamenti, tecnologie e oggetti di consumo. Gli operatori, educatori e psicologi sono presenti per incontrare e confrontarsi su credenze e dubbi in materia, raccogliendo bisogni e stimoli. Lo spazio è rivolto a singoli, famiglie, gruppi, operator*, istituzioni.

Link: https://arianetwork.net/2021/11/03/percezioni-giovani/

Associazione Gruppo Abele Onlus e in particolare il progetto The Smiling Van

Nuovo progetto di psicologia di strada accessibile e informale, che incontra i ragazzi e le ragazze nelle piazze e nei giardini di Torino per dare vita a momenti di libera espressione, dialogo, collaborazione, gioco e confronto.

Link: https://www.gruppoabele.org/the-smiling-van-la-psicologia-di-strada-per-i-giovani-di-torino/

Irene Frigo

Giovane illustratrice di Torino; dal 2013 lavora come freelance. Ama creare gif in stop-motion e loop animati. Parallelamente, ha fondato un duo d’illustrazione con la collega Irene Carbone. 

Dal 2017 “Irene e Irene” lavorano a quattro mani per editori, aziende e studi creativi.

Ig: https://www.instagram.com/irene.fridge/

Website: https://irenefrigo.wixsite.com/portfolio

Cifa 

Organizzazione non governativa (ONG) nata a Torino nel 1980. Da oltre 40 anni lavora a fianco di bambini e ragazzi di tutto il mondo, per costruire insieme a loro una società più inclusiva, equa e sostenibile.

Seguici su:
facebook instagram site
Mostra di più
Finanziato
5.245 €
104%
+5.000 €
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Traguardo: 10.000 €
Raccolta: 5.000 €
Contributo: 5.000 €
75
Sostenitori
17
Condivisioni
Fondazione Crt
5000€ - 1 settimana fa
Cristina Vitiello
15€ - 1 settimana fa
cecilia ruffino
15€ - 2 settimane fa
Scegli una ricompensa
15€ o più

ASCOLTARSI

Il nostro GRAZIE, e in più vorremmo ricompensarti con un’illustrazione d’artista digitale + una ricca bibliografia e filmografia sul tema +  la “mappa orientativa” in digitale di tutte le opportunità di supporto presenti sul territorio. 

30€ o più

PARLARNE

Il nostro GRANDE GRAZIE, e in più vorremmo ricompensarti con una stampa dell’illustrazione d’artista + una ricca bibliografia e filmografia sul tema +  la “mappa orientativa” in digitale di tutte le opportunità di supporto presenti sul territorio. 

45€ o più

SOSPENDERE IL GIUDIZIO

Il nostro GRANDISSIMO GRAZIE, e in più vorremmo ricompensarti con una deliziosa stecca di cioccolato della legalità di Ziccat + una ricca bibliografia e filmografia sul tema +  la “mappa orientativa” in digitale di tutte le opportunità di supporto presenti sul territorio + un frasario illustrato costruito durante il Festival.

70€ o più

ACCOGLIERE

Il nostro GRAZIE DI CUORE, e in più vorremmo ricompensarti con il delizioso uovo di cioccolato della legalità + una ricca bibliografia e filmografia sul tema +  la “mappa orientativa” in digitale di tutte le opportunità di supporto presenti sul territorio + il frasario illustrato costruito durante il festival.

120€ o più

SOSTENERE

Il nostro GRAZIE DI CUORE, e in più vorremmo ricompensarti con il delizioso uovo di cioccolato della legalità + una ricca bibliografia e filmografia sul tema +  la “mappa orientativa” in digitale di tutte le opportunità di supporto presenti sul territorio + il frasario illustrato costruito durante il festival + un aperitivo offerto durante l’evento.

Torino, Italia
Salute
Obiettivi:
Salute e benessere

ACMOS (Aggregazione, Coscientizzazione, MOvimentazione Sociale) è un’associazione di promozione sociale  nata a Torino nel 1999 da un gruppo di giovani provenienti da diverse esperienze di volontariato e di impegno  sociale. Il suo scopo è promuovere e sostenere l’inclusione democratica, attraverso l’educazione ai valori  della cittadinanza attiva e della legalità. L’attività prevalente dell’associazione è relativa all’educazione e all’animazione sociale all’interno delle scuole di  ogni ordine e grado e sui territori dell’area metropolitana di Torino, attraverso progettualità in cui sono  impegnati giovani animatori socio-culturali dai 19 ai 30 anni.

IL CONTESTO

Con l’arrivo della pandemia e relative restrizioni il livello di stress sia di giovani che di adulti si è esacerbato (indagine su impatto psicologico della pandemia sulle famiglie, Istituto Giannina Gaslini di Genova), tanto che anche il tasso di tentativi di suicidio è aumentato (Neuropsichiatria infantile ospedale “Regina Margherita” di Torino - dicembre 2020). 

Da settembre 2020 la richiesta di sostegno educativo da parte delle scuole è fortemente cresciuta: numerosi sono i casi di fragilità psicologica o relazionale per i quali i docenti hanno bisogno di saper far fronte in maniera adeguata.

Da un sondaggio diffuso dal servizio comunale “Aria” nelle scuole superiori del territorio torinese, emergono numerose tematiche percepite come influenti nel benessere mentale dei e delle giovani e che si rende necessario approfondire con incontri appositi, tra cui il rapporto problematico con il corpo (78,5 degli intervistati), la difficile gestione delle emozioni come ansia, rabbia, panico (75%), la depressione (68,5) e la sfiducia nel futuro (67,5%).

Il tema del disagio psicologico, nella società della performance, viene spesso vissuto come uno stigma da nascondere agli altri; in un mondo segnato dall’ipervelocità non c’è spazio per la fragilità emotiva, che costringe a prendersi tempo, rallentare, trovare le parole per descriversi.

Rivendicare il diritto alla fragilità diventa quindi necessario, un passo importante verso la costruzione di una società più inclusiva, in grado di superare la tossicità di una narrazione che costringe tutti (e sentitamente i più giovani) ad essere super - umani, infallibili e ottimisti, aprendo nel contempo spazi di risoluzione delle problematiche finalmente sollevati dal peso dello stigma sociale: una vera e propria contronarrazione, per costruire la quale urge dotarsi della parole giuste.

IL PROGETTO

Acmos intende rispondere a questo fenomeno organizzando la prima edizione di “Tu mi hai capito?”, un festival della durata di 3 giorni, da realizzarsi durante la primavera del 2023, per promuovere spazi di confronto, incontro e dialogo rispetto al tema benessere mentale.

L'evento sarà rivolto ai giovani e alle giovani di Torino, alla cittadinanza e a quegli adulti che a diverso titolo fanno parte della comunità educante.

LA CAMPAGNA

La campagna di raccolta a sostegno del Festival si svolgerà in autunno: in questo periodo infatti sono presenti nel calendario civile alcune date simboliche connesse al tema della salute mentale e del benessere psicologico:

  • 10 settembre giornata del suicidio
  • 10 ottobre, giornata del benessere mentale.

Il tuo contributo sarà fondamentale: l'iniziativa si sosterrà completamente sulle risorse che sapremo raccogliere fra le persone interessate a veder nascere la prima edizione del Festival a Torino.

Puoi davvero fare la differenza!

Utilizzeremo i fondi raccolti per sostenere i mille costi che un evento del genere porta con se: spese tecniche, affitto sale, viaggi per gli ospiti, gadget per i partecipanti, organizzazione delle attività. 

Il programma dell'iniziativa sarà reso noto nelle prossime settimane, man mano che la campagna progredisce: ci saranno incontri, workshop, spazi espositivi, concerti, attività di approfondimento.

Per questo abbiamo decido di ringraziarti dedicandoti queste cinque ricompense: un piccolo gesto, per dirti quanto sarà importante per noi il tuo aiuto.

I PARTNER

Per garantire la riuscita del Festival abbiamo pensato di non lavorare da soli; ecco l'elenco dei partner che ci aiuteranno nell'organizzazione delle attività.

Aria 

ARIA è una co-progettazione della città di Torino che si rivolge a ragazzi e  ragazze tra i 14 e i 28 anni. Offre sostegno psicologico individuale, orientamento all'autonomia (studio, lavoro, casa), laboratori, attività per il tempo libero sono solo alcuni degli strumenti che ARIA mette a disposizione. 

Link: https://arianetwork.net/

Telefono Amico

L’esperienza del TELEFONO AMICO che ormai, al passo coi tempi, si declina anche attraverso mezzi più moderni come chat, mail e messaggistica, non si limita alla realizzazione di un servizio riservato a persone che vivono un momento difficile, ma ha chiunque abbia necessità di parlare con qualcuno e sentirsi ascoltato in modo attivo. Il servizio garantisce una libertà di espressione pressoché totale, al riparo da interferenze e giudizi di sorta. 

Link: https://mxsite.altervista.org/

Tutto Annodato

Un progetto nato da un gruppo di giovani ragazzi e ragazze che ha l'obiettivo di sensibilizzare e ridurre lo stigma presente attorno ai temi della salute mentale. Il loro progetto nasce in seguito al suicidio di Andrea, un amico e compagno di classe, una tragedia che li ha toccati da vicino che ha portato alla consapevolezza di come molto spesso la salute dei mentale dei giovani sia ignorata e all'esigenza di creare uno spazio in cui i giovani possano confrontarsi e informarsi liberamente sui temi del malessere psichico. 

Link:https://www.facebook.com/Tutto-Annodato-104899198688672/?ti=as

La Tazza Blu

La Tazza Blu è nata nel gennaio 2019 in ricordo di Giulia, che si è tolta la vita poco prima di compiere 17 anni. L’associazione nasce con lo scopo di far prevenzione del suicidio in adolescenza e di dare sostegno alle/ai sopravvissute/i.

Link: https://www.latazzablu.org/

Eufemia

Eufemia è un’Associazione di Promozione Culturale che opera per l’inclusione sociale, attraverso azioni di cittadinanza attiva all’insegna del dialogo interculturale. Per lo sviluppo di una comunità attenta alla sostenibilità ambientale ed alimentare, Eufemia concepisce, progetta e coordina progetti locali ed internazionali. 

Link: https://eufemia.eu/

RadioOhm

Associazione di Promozione Sociale costituita nel 2010, i cui membri portano avanti diverse attività volte all’inclusione sociale, alla diffusione della cultura e alla promozione della web radio come strumento comunicativo di forte valenza sociale.

Link: https://storie.radioohm.it/

Percezione giovani

“Percezioni Giovani” è un progetto itinerante nato all’interno di Dipendenze da Comportamenti ASL Città di Torino sintonizzato sull’onda della cultura torinese in materia di sostanze, comportamenti, tecnologie e oggetti di consumo. Gli operatori, educatori e psicologi sono presenti per incontrare e confrontarsi su credenze e dubbi in materia, raccogliendo bisogni e stimoli. Lo spazio è rivolto a singoli, famiglie, gruppi, operator*, istituzioni.

Link: https://arianetwork.net/2021/11/03/percezioni-giovani/

Associazione Gruppo Abele Onlus e in particolare il progetto The Smiling Van

Nuovo progetto di psicologia di strada accessibile e informale, che incontra i ragazzi e le ragazze nelle piazze e nei giardini di Torino per dare vita a momenti di libera espressione, dialogo, collaborazione, gioco e confronto.

Link: https://www.gruppoabele.org/the-smiling-van-la-psicologia-di-strada-per-i-giovani-di-torino/

Irene Frigo

Giovane illustratrice di Torino; dal 2013 lavora come freelance. Ama creare gif in stop-motion e loop animati. Parallelamente, ha fondato un duo d’illustrazione con la collega Irene Carbone. 

Dal 2017 “Irene e Irene” lavorano a quattro mani per editori, aziende e studi creativi.

Ig: https://www.instagram.com/irene.fridge/

Website: https://irenefrigo.wixsite.com/portfolio

Cifa 

Organizzazione non governativa (ONG) nata a Torino nel 1980. Da oltre 40 anni lavora a fianco di bambini e ragazzi di tutto il mondo, per costruire insieme a loro una società più inclusiva, equa e sostenibile.

Seguici su:
facebook instagram site

Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com
Esplora