Climate Is Not Cool
Torino, Italia
Cultura

1) Cos’è

Ciao, siamo Crack24, una giovane compagnia teatrale con sede a Torino. 

Con Climate Is Not Cool indaghiamo artisticamente il tema della crisi climatica: tra  spettacoli di varietà, azioni urbane e un continuo confronto con la cittadinanza, daremo vita ad un festival teatrale che ci porterà a riscoprire una consapevolezza attiva dell'ambente che ci circonda.

Per una settimana, useremo come palcoscenico le piazze, i caffè, i mercati e i centri di aggregazione, insomma i luoghi in cui si svolge la vita sociale di quartiere. Raccoglieremo e documenteremo storie di cittadini che diventeranno drammaturgie per la restituzione scenica finale. Così come tutti noi influenziamo il nostro ambiente, Climate Is Not Cool cambierà a seconda del posto e delle persone che incontreremo.

Al termine della settimana, il nostro desiderio è che la rete di associazioni, comitati, istituzioni con cui collaboriamo possa continuare a dialogare tra loro e con chi avremo conosciuto nel quartiere. Il nostro sguardo sarà aperto alla ricerca di una via per affrontare il cambiamento come una comunità compatta e non come individui isolati. Crediamo infatti che l’arte abbia il potere di rivolgersi al lato ludico ed emotivo di ogni individuo e di modificarne le abitudini, creando organicamente aggregazione, consapevolezza e responsabilità. 

 

2) Quando e dove

Climate Is Not Cool farà tappa nel quartiere di Spina 3 a Torino dal 28 marzo al 3 aprile 2022


3) Cosa faremo

Il nostro festival è in costante divenire e abbiamo ancora in serbo alcune sorprese. In ogni caso, le attività che abbiamo ufficializzato finora sono:

Salotto Urbano. In diversi punti del quartiere appariranno un divano e un cartello con su scritto “Acclimatiamoci”. Chiunque, abitante del quartiere o passante, è invitato a prendere posto nel nostro spazio di confronto itinerante. Non sarà una semplice chiacchierata ma un momento di condivisione e di dialogo sincero: qual è il vostro ambiente? Come lo vivete? Quando vi siete accorti che qualcosa stava cambiando? Le storie raccolte entreranno a far parte della drammaturgia del varietà che concluderà il festival.

Schiera. Si tratta di una pratica di consapevolezza che ci mette in ascolto e abbiamo la fortuna di studiarla con i suoi creatori Gabriele Vacis e Roberto Tarasco. A partire dal respiro comune, si comincia a percepire la propria relazione con lo spazio e gli altri che lo abitano, e la qualità della presenza inizia a cambiare. Questa tecnica è già uno spettacolo di per sé e applicata agli attori fa miracoli, ma portata fuori dalla sala prove, in un ambiente quotidiano, diventa un gesto veramente rivoluzionario.

Biciclettata. Basta con queste auto! Grazie alla collaborazione di Bike Pride Bici-T, sarà possibile visitare il quartiere in bicicletta, muovendoci in un gruppo compatto e nel frattempo assistendo a delle performance.

Variazioni Climatiche. Questo è il titolo del nostro varietà. Il clima cambia di giorno in giorno? E allora cambia anche in sala: tra stand-up, narrazioni, canzoni, corti teatrali, interventi di esperti e di cittadini, cerchiamo di offrirvi la possibilità di approfondire il vostro punto di vista sull’argomento. Nelle due serate conclusive potrete rivedere storie vostre e dei vostri vicini mescolate al nostro repertorio!

Azione Civica. “Un uomo solo non vale un cazzo”, scriveva Ernest Hemingway. Questa frase è stata fondamentale nello sviluppo della nostra compagnia e ha definito molte nostre scelte. Per questo, stiamo continuando ad ampliare una rete di cittadini, associazioni ed enti grazie alla quale daremo il via al processo di recupero del giardino – attualmente in stato di abbandono – dell’ex presidente della Michelin. Il giardino alla fine potrà diventare uno spazio di aggregazione dedicato soprattutto a chi il quartiere lo abita. 

 

4) I luoghi

Spina 3, con i suoi grandi viali trafficati, è un quartiere visivamente atipico rispetto alla periferia torinese. Noi siamo rimasti affascinati dalle architetture post-industriali dei capannoni che fino agli anni '90 ospitavano Fiat e Michelin.

Casa del direttore. Un tempo abitazione del direttore della Michelin, questa villa in disuso su corso Umbria è circondata da un grande giardino che può essere recuperato con facilità e destinato ad attività collettive.

Environment Park. Parco tecnologico attivo da oltre 20 anni realizzato con tecnologie di bioedilizia e architetture sostenibili, se si vuole parlare di innovazione ecologica in città si parte da loro. Abbiamo la fortuna di essere ospitati per le due serate conclusive nel loro centro congressi.

Parco Dora. Uno dei parchi più scenografici della città per il suo stile berlinese. Aspettatevi di vedere il nostro divano rosso, o magari di trovarci a fare due passi a fine giornata.

E non finisce qui. Stiamo continuando a lavorare per rendere il programma sempre più ricco e coinvolgente!

 

5) Come verranno utilizzati i fondi

Climate Is Not Cool è un format che sta crescendo e conquistando la fiducia di molte nuove realtà. Con il tuo aiuto può continuare ad espandersi e a migliorare.

In questa edizione, il progetto darà lavoro a 14 persone, e la raccolta fondi permetterà loro di sviluppare le attività nel migliore dei modi, e per il tempo necessario:

  • attività artistiche
  • attività divulgative
  • tecnica audio e video
  • organizzazione
  • affitto spazi

La buona riuscita di questo evento sarà il trampolino di lancio per estenderlo in futuro ad altri quartieri e ad altre città d’Italia

Il vostro contributo sarà determinante: stiamo tutti dando il massimo per offrire un progetto denso, profondo, e che restituisca il senso del gesto artistico, soprattutto all'uscita da un periodo così buio per il mondo dell'arte e della cultura.

Il grafico qua sotto aiuta a capire come saranno ripartiti i fondi a sostegno del festival. 


 

6) I nostri compagni di viaggio

Comitato Torino Respira: È con noi dall’inizio del viaggio, ci dà modo di orientarci attraverso consulenze specialistiche, facilitando incontri con associazioni ambientaliste e consigliandoci esperti da interpellare e coinvolgere.

Environment Park: Appena hanno sentito parlare del progetto, ci hanno dato la disponibilità dei loro spazi per ricerca e riprese. Il 2 e 3 aprile sarà la casa della nostra restituzione artistica Variazioni Climatiche

ARCI: Appena siamo nati come compagnia abbiamo deciso di aderire alla rete Arci. Non ci siamo sbagliati, perché da tre anni ci sostengono nello sviluppo dei nostri progetti dal punto di vista organizzativo e amministrativo. In Climate Is Not Cool il team Arci che ci segue sarà essenziale nello sviluppo dell’azione civica.

Comitato Spina 3: dopo averli incontrati, abbiamo scelto di attuare questa tappa di Climate Is Not Cool nel quartiere Spina 3. Si tratta di un gruppo autorganizzato di cittadini che ci guida come sherpa del quartiere, attraverso i racconti e le vicende che lo riguardano.

Bike Pride Bici-T: È una associazione di attivisti. Il loro obiettivo è che si lascino più le auto in garage in favore degli spostamenti in bici, e nella settimana di primavera ci affiancheranno nella scoperta del quartiere.

ACMOS: La collaborazione con questa realtà e nata da poco, ma prevediamo numerosi viaggi insieme in futuro. Climate Is Not Cool è stato ospite sotto forma di studio al loro N-Overshoot Fest e noi ospiteremo a nostra volta la loro comunità Filo Continuo. 

Torino Creativa: Lo sportello per i creativi del Comune di Torino, ha fornito supporto alla riflessione e anche all'organizzazione fin dai nostri primi passi. 

 

 7) Un progetto a cura di 

1615223468987147 crack logo

Siamo in 24, siamo under35 e veniamo da tutta Italia. Il nostro primo spettacolo, Sogno Americano (regia di Jurij Ferrini), è stato un successo straordinario di pubblico grazie al passaparola. Ci muove la voglia di un teatro dove le cose accadono, il bisogno di creare nuove forme di drammaturgia e la forza del gioco di squadra. 

Più che una semplice compagnia, Crack24 per noi è una zona franca, un luogo dove sperimentare tecniche e linguaggi innovativi, dove ogni artista "suona" i propri strumenti attoriali come in una jam session, spaziando dai testi classici alla drammaturgia contemporanea. Dove lo spazio teatrale può cambiare forma e disposizione, e anche il pubblico può scoprirsi parte attiva. Per tutti noi, l’arte è un processo di creazione collettiva, perché, come scrisse Hemingway, “un uomo solo non vale un cazzo”.

Non perderci di vista, seguici sui nostri social!


Facebook

Instagram


Mostra di più
Aggiornamenti (2)
20 November 2021

La raccolta fondi sta per terminare ma non è ancora detta l’ultima parola! Diamo l’ultimo colpo di reni al CIRCOLO SARDO di VIA MUSINÈ 5/7 a Torino, MERCOLEDÌ 24 NOVEMBRE. Dalle ore 18 saremo con il nostro divano nel nostro salotto urbano per intervistare e incontrare chiunque abbiamo voglia di farci un saluto (e di gustare un buon aperitivo!) Invitate i vostri amici e aiutateci a raggiungere il nostro traguardo!

Leggi tutto
12 November 2021

WOW! Siamo già a 62 sostenitori! Grazie grazie grazie a chi ci ha supportato fino ad ora! 🥰La nostra campagna di raccolta fondi, però, continua! Restano solo due settimane per raggiungere l'obiettivo. E insieme possiamo farcela! 🤝
Abbiamo bisogno del tuo preziosissimo aiuto: sostienici e aiutaci a spargere la voce! 📣

Vedi tutti gli aggiornamenti
Finanziato
5.030 €
50%
+5.000 €
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Traguardo: 10.000 €
Raccolta: 5.000 €
Contributo: 5.000 €
108
Sostenitori
0
Condivisioni
31 persone hanno appena fatto una donazione
Utente Anonimo
25€ - 18 ore fa
Utente Anonimo
120€ - 2 giorni fa
Emanuela Perciavalle
25€ - 2 giorni fa
Scegli una ricompensa
5€ o più
Grazie! Sei uno dei nostri sostenitori: il tuo nome sarà osannato sui social
10€ o più
Per te la locandina dell'evento in formato digitale ad alta definizione + i nostri ringraziamenti social
25€ o più
Per te l'ecologica borsa di tela di Crack24 + la locandina cartacea + i nostri ringraziamenti social
35€ o più
Per te la possibilità di assistere in anteprima esclusiva alle prove generali delle serate + la borsa di tela di Crack24 + la locandina cartacea + i nostri ringraziamenti social
50€ o più
Per te una super merenda offerta da Crack24 durante la settimana + la borsa di tela di Crack24 + la locandina cartacea + i nostri ringraziamenti social
80€ o più
Per te una performance dedicata su misura + la borsa di tela di Crack24 + la locandina cartacea + i nostri ringraziamenti social
100€ o più
Il tuo nome comparirà nell'albo d'oro dei mecenati sul nostro sito internet + una performance dedicata + l'anteprima esclusiva + la borsa di tela di Crack24 + la locandina cartacea + i nostri ringraziamenti social
250€ o più
Diventerai il nostro co-produttore: il tuo nome o il logo della tua azienda comparirà sempre sulla locandina dell'evento + il nome nell'albo d'oro + la performance dedicata + la borsa di tela di Crack24 + la locandina + il nostro ringraziamento social
Torino, Italia
Cultura

1) Cos’è

Ciao, siamo Crack24, una giovane compagnia teatrale con sede a Torino. 

Con Climate Is Not Cool indaghiamo artisticamente il tema della crisi climatica: tra  spettacoli di varietà, azioni urbane e un continuo confronto con la cittadinanza, daremo vita ad un festival teatrale che ci porterà a riscoprire una consapevolezza attiva dell'ambente che ci circonda.

Per una settimana, useremo come palcoscenico le piazze, i caffè, i mercati e i centri di aggregazione, insomma i luoghi in cui si svolge la vita sociale di quartiere. Raccoglieremo e documenteremo storie di cittadini che diventeranno drammaturgie per la restituzione scenica finale. Così come tutti noi influenziamo il nostro ambiente, Climate Is Not Cool cambierà a seconda del posto e delle persone che incontreremo.

Al termine della settimana, il nostro desiderio è che la rete di associazioni, comitati, istituzioni con cui collaboriamo possa continuare a dialogare tra loro e con chi avremo conosciuto nel quartiere. Il nostro sguardo sarà aperto alla ricerca di una via per affrontare il cambiamento come una comunità compatta e non come individui isolati. Crediamo infatti che l’arte abbia il potere di rivolgersi al lato ludico ed emotivo di ogni individuo e di modificarne le abitudini, creando organicamente aggregazione, consapevolezza e responsabilità. 

 

2) Quando e dove

Climate Is Not Cool farà tappa nel quartiere di Spina 3 a Torino dal 28 marzo al 3 aprile 2022


3) Cosa faremo

Il nostro festival è in costante divenire e abbiamo ancora in serbo alcune sorprese. In ogni caso, le attività che abbiamo ufficializzato finora sono:

Salotto Urbano. In diversi punti del quartiere appariranno un divano e un cartello con su scritto “Acclimatiamoci”. Chiunque, abitante del quartiere o passante, è invitato a prendere posto nel nostro spazio di confronto itinerante. Non sarà una semplice chiacchierata ma un momento di condivisione e di dialogo sincero: qual è il vostro ambiente? Come lo vivete? Quando vi siete accorti che qualcosa stava cambiando? Le storie raccolte entreranno a far parte della drammaturgia del varietà che concluderà il festival.

Schiera. Si tratta di una pratica di consapevolezza che ci mette in ascolto e abbiamo la fortuna di studiarla con i suoi creatori Gabriele Vacis e Roberto Tarasco. A partire dal respiro comune, si comincia a percepire la propria relazione con lo spazio e gli altri che lo abitano, e la qualità della presenza inizia a cambiare. Questa tecnica è già uno spettacolo di per sé e applicata agli attori fa miracoli, ma portata fuori dalla sala prove, in un ambiente quotidiano, diventa un gesto veramente rivoluzionario.

Biciclettata. Basta con queste auto! Grazie alla collaborazione di Bike Pride Bici-T, sarà possibile visitare il quartiere in bicicletta, muovendoci in un gruppo compatto e nel frattempo assistendo a delle performance.

Variazioni Climatiche. Questo è il titolo del nostro varietà. Il clima cambia di giorno in giorno? E allora cambia anche in sala: tra stand-up, narrazioni, canzoni, corti teatrali, interventi di esperti e di cittadini, cerchiamo di offrirvi la possibilità di approfondire il vostro punto di vista sull’argomento. Nelle due serate conclusive potrete rivedere storie vostre e dei vostri vicini mescolate al nostro repertorio!

Azione Civica. “Un uomo solo non vale un cazzo”, scriveva Ernest Hemingway. Questa frase è stata fondamentale nello sviluppo della nostra compagnia e ha definito molte nostre scelte. Per questo, stiamo continuando ad ampliare una rete di cittadini, associazioni ed enti grazie alla quale daremo il via al processo di recupero del giardino – attualmente in stato di abbandono – dell’ex presidente della Michelin. Il giardino alla fine potrà diventare uno spazio di aggregazione dedicato soprattutto a chi il quartiere lo abita. 

 

4) I luoghi

Spina 3, con i suoi grandi viali trafficati, è un quartiere visivamente atipico rispetto alla periferia torinese. Noi siamo rimasti affascinati dalle architetture post-industriali dei capannoni che fino agli anni '90 ospitavano Fiat e Michelin.

Casa del direttore. Un tempo abitazione del direttore della Michelin, questa villa in disuso su corso Umbria è circondata da un grande giardino che può essere recuperato con facilità e destinato ad attività collettive.

Environment Park. Parco tecnologico attivo da oltre 20 anni realizzato con tecnologie di bioedilizia e architetture sostenibili, se si vuole parlare di innovazione ecologica in città si parte da loro. Abbiamo la fortuna di essere ospitati per le due serate conclusive nel loro centro congressi.

Parco Dora. Uno dei parchi più scenografici della città per il suo stile berlinese. Aspettatevi di vedere il nostro divano rosso, o magari di trovarci a fare due passi a fine giornata.

E non finisce qui. Stiamo continuando a lavorare per rendere il programma sempre più ricco e coinvolgente!

 

5) Come verranno utilizzati i fondi

Climate Is Not Cool è un format che sta crescendo e conquistando la fiducia di molte nuove realtà. Con il tuo aiuto può continuare ad espandersi e a migliorare.

In questa edizione, il progetto darà lavoro a 14 persone, e la raccolta fondi permetterà loro di sviluppare le attività nel migliore dei modi, e per il tempo necessario:

  • attività artistiche
  • attività divulgative
  • tecnica audio e video
  • organizzazione
  • affitto spazi

La buona riuscita di questo evento sarà il trampolino di lancio per estenderlo in futuro ad altri quartieri e ad altre città d’Italia

Il vostro contributo sarà determinante: stiamo tutti dando il massimo per offrire un progetto denso, profondo, e che restituisca il senso del gesto artistico, soprattutto all'uscita da un periodo così buio per il mondo dell'arte e della cultura.

Il grafico qua sotto aiuta a capire come saranno ripartiti i fondi a sostegno del festival. 


 

6) I nostri compagni di viaggio

Comitato Torino Respira: È con noi dall’inizio del viaggio, ci dà modo di orientarci attraverso consulenze specialistiche, facilitando incontri con associazioni ambientaliste e consigliandoci esperti da interpellare e coinvolgere.

Environment Park: Appena hanno sentito parlare del progetto, ci hanno dato la disponibilità dei loro spazi per ricerca e riprese. Il 2 e 3 aprile sarà la casa della nostra restituzione artistica Variazioni Climatiche

ARCI: Appena siamo nati come compagnia abbiamo deciso di aderire alla rete Arci. Non ci siamo sbagliati, perché da tre anni ci sostengono nello sviluppo dei nostri progetti dal punto di vista organizzativo e amministrativo. In Climate Is Not Cool il team Arci che ci segue sarà essenziale nello sviluppo dell’azione civica.

Comitato Spina 3: dopo averli incontrati, abbiamo scelto di attuare questa tappa di Climate Is Not Cool nel quartiere Spina 3. Si tratta di un gruppo autorganizzato di cittadini che ci guida come sherpa del quartiere, attraverso i racconti e le vicende che lo riguardano.

Bike Pride Bici-T: È una associazione di attivisti. Il loro obiettivo è che si lascino più le auto in garage in favore degli spostamenti in bici, e nella settimana di primavera ci affiancheranno nella scoperta del quartiere.

ACMOS: La collaborazione con questa realtà e nata da poco, ma prevediamo numerosi viaggi insieme in futuro. Climate Is Not Cool è stato ospite sotto forma di studio al loro N-Overshoot Fest e noi ospiteremo a nostra volta la loro comunità Filo Continuo. 

Torino Creativa: Lo sportello per i creativi del Comune di Torino, ha fornito supporto alla riflessione e anche all'organizzazione fin dai nostri primi passi. 

 

 7) Un progetto a cura di 

1615223468987147 crack logo

Siamo in 24, siamo under35 e veniamo da tutta Italia. Il nostro primo spettacolo, Sogno Americano (regia di Jurij Ferrini), è stato un successo straordinario di pubblico grazie al passaparola. Ci muove la voglia di un teatro dove le cose accadono, il bisogno di creare nuove forme di drammaturgia e la forza del gioco di squadra. 

Più che una semplice compagnia, Crack24 per noi è una zona franca, un luogo dove sperimentare tecniche e linguaggi innovativi, dove ogni artista "suona" i propri strumenti attoriali come in una jam session, spaziando dai testi classici alla drammaturgia contemporanea. Dove lo spazio teatrale può cambiare forma e disposizione, e anche il pubblico può scoprirsi parte attiva. Per tutti noi, l’arte è un processo di creazione collettiva, perché, come scrisse Hemingway, “un uomo solo non vale un cazzo”.

Non perderci di vista, seguici sui nostri social!


Facebook

Instagram


Aggiornamenti (2)
20 November 2021

La raccolta fondi sta per terminare ma non è ancora detta l’ultima parola! Diamo l’ultimo colpo di reni al CIRCOLO SARDO di VIA MUSINÈ 5/7 a Torino, MERCOLEDÌ 24 NOVEMBRE. Dalle ore 18 saremo con il nostro divano nel nostro salotto urbano per intervistare e incontrare chiunque abbiamo voglia di farci un saluto (e di gustare un buon aperitivo!) Invitate i vostri amici e aiutateci a raggiungere il nostro traguardo!

12 November 2021

WOW! Siamo già a 62 sostenitori! Grazie grazie grazie a chi ci ha supportato fino ad ora! 🥰La nostra campagna di raccolta fondi, però, continua! Restano solo due settimane per raggiungere l'obiettivo. E insieme possiamo farcela! 🤝
Abbiamo bisogno del tuo preziosissimo aiuto: sostienici e aiutaci a spargere la voce! 📣


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com