Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Reggia Ducale di Colorno (PR)
Musica, Food, Arte
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Festival della Lentezza

Un festival per ragionare sulla cosa più preziosa che abbiamo, il tempo, e che ci stiamo facendo scivolare dalle mani

5.630€
112% di 5.000€
10 apr 2016
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Festival della Lentezza

Un festival per ragionare sulla cosa più preziosa che abbiamo, il tempo, e che ci stiamo facendo scivolare dalle mani

5.630€
112% di 5.000€
10 apr 2016
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Serenata di mezzanotte - Alla Dea Luna

Per ringraziare tutti quelli che ci hanno fin qui sostenuto, per invogliare altri a fare una sottoscrizione per il nostro festival ad azionariato diffuso, abbiamo pensato di ampliare il programma con un appuntamento unico nel suo genere: il concerto di mezzanotte.

In un atmosfera da sogno (il parterre della Reggia Ducale), accompagnati dall’arpa celtica e dall’arpa bardica dal Maestro Vincenzo Zitello, un concerto suggestivo che si svilupperà in un crescendo fatto di lirismi, evocazioni, allusioni, ritmi, variazioni e virtuosismi, dal vastissimo repertorio musicale dell’artista.

Un concerto dedicato alla donna, idea poetica di questa seconda edizione.

Anche questo spettacolo, come tutti gli appuntamenti in programma al Festival della lentezza, sarà rigorosamente aperto a tutti, gratuito.
Per questo ti chiediamo di sostenere la nostra campagna, in due modi: facendo una donazione (e aggiudicandoti le ricompense previste) e diffondendo la notizia tramite i tuoi canali social.

GRAZIE!

Le donne aspettano. Si fermano. E poi corrono.

Scrive Stefano Benni ne “Le beatrici”: “Le ore in cui si aspetta non hanno la durata del tempo quotidiano. La loro misura non è quella di un pendolo che oscilla regolare, ma quella di un cuore che batte, a spasmi e inciampi.”

Le donne aspettano. Si fermano. E poi corrono. Hanno l’animo lento delle passioni che coltivano goccia a goccia. E il corpo veloce, di chi risponde a mille incombenze quotidiane. Sanno fare di conto, e volare alto fino a lambire la troposfera dei sogni, l’orizzonte dei desideri.

Corrono, a volte costrette. Si mettono al riparo dei sentimenti, quando necessario. A volte resistono, le donne. Altre soccombono, schiacciate da un tempo maschile superficiale e violento.

Quest’anno, questa seconda edizione, appoggiamo lo sguardo a questa fetta di mondo. Perché alle donne è chiesto uno sforzo doppio, rispetto al già complesso rapporto con il nostro tempo. Costrette a rincorrerlo continuamente, pur essendo di animo lento, istintivamente. Nella cura materna. Nel sentire. Nello stare nello spazio in cui si muovono, ogni giorno.

Il programma culturale

Il Festival della Lentezza, musica, immagini, parole. Contaminazioni. Per giungere infine, con un po’ di fortuna, dove dovremmo stare tutti quanti, insieme. Dentro di noi.

Una tre giorni, dal 17 al 19 giugno 2016, di incontri, spettacoli teatrali, presentazioni di libri, concerti, laboratori creativi, mostre, letture animate, attività ricreative per bambini e famiglie, street food, e molto altro ancora.

Venerdì 17 avremo ospiti i "Musica Nuda" con il loro Little Wonder Tour. Sabato 18 sarà la volta dello spettacolo teatrale scritto da Serena Dandini, che interpreta sul palco insieme a Lella Costa. E domenica 19 un doppio appuntamento imperdibile con il reading di Stefano Benni e le parole con la chitarra di Paola Turci.

Dove e chi

Promosso dall'Associazione Comuni Virtuosi, gode del patrocinio e della collaborazione di Slow Food, Borghi Autentici d'Italia, Banca Popolare Etica, Comune di Colorno.

Il Festival va in scena nella Reggia Ducale di Colorno (PR), dal 17 al 19 giugno 2016. Il programma e tutte le informazioni logistiche per partecipare le trovate qui: www.lentezza.org.

Perché abbiamo bisogno del tuo contributo

Quest'anno abbiamo deciso di eliminare tutti i biglietti di ingresso, consentendo un accesso libero al Festival (anche per gli spettacoli e i concerti serali). Insomma, non si viene al festival per consumare/acquistare un prodotto, ma per vivere insieme un'esperienza unica nel suo genere. Il Festival, quindi, vive dell'azionariato popolare che sarà in grado di attirare su di sé. Ecco perché ci serve anche il tuo contributo. Non vi racconteremo una bugia: questo è un Festival dipendente, dipende da tutti noi!

1456139315186382 logo comuni virtuosi 2

Un progetto a cura di

Associazione Comuni Virtuosi

L'Associazione Comuni Virtuosi è una rete di enti locali impegnata dal 2005 nella promozione di buone pratiche sperimentate con successo in campo ambientale: gestione del territorio, energia, rifiuti, mobilità, nuovi stili di vita, politiche partecipative e di inclusione sociale. Esperienze concrete che dimostrano che un nuovo modello di sviluppo non solo è possibile, ma conviene! www.comunivirtuosi.org

Reggia Ducale di Colorno (PR)