Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Because of my body

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Because of my body

Because of my body è il primo documentario in Italia che affronta il tema dell’assistenza sessuale per le persone disabili, negata dalla Legge.

2.595€
29% di 9.000€
-28 giorni
Contribuisci

Because of my body

Because of my body è il primo documentario in Italia che affronta il tema dell’assistenza sessuale per le persone disabili, negata dalla Legge.

2.595€
29% di 9.000€
-28 giorni
Contribuisci

Di cosa si tratta

L'assistente sessuale per persone disabili è ormai una realtà in Olanda, Germania, Danimarca, Svizzera. In Italia non esiste questa figura professionale. La Legge italiana considera quest'attività un reato. Molte persone non capiscono la differenza tra assistenza sessuale e prostituzione. L'assistente sessuale italiano si pone come un professionista, uomo o donna, che dopo un percorso di formazione specifico assiste e supporta le persone disabili a riconoscere, sperimentare e vivere l'erotismo e la sessualità. "Gli uomini hanno paura di ciò che non capiscono” usava dire il poeta inglese Joseph Merrick, noto in tutto il mondo come “l’Uomo Elefante” a causa della neurofibromatosi. Basta un aspetto fisico ripugnante per oscurare agli occhi degli altri le capacità interiori ed inibire qualsiasi tentativo di socializzazione. Non è la disabilità l’ostacolo ma l’incapacità nel considerare la disabilità come una espressione della varietà umana.
Dare alle persone disabili visibilità diventa un atto politico necessario e rivoluzionario.
Occorre promuovere un cambiamento culturale e superare le barriere culturali e fisiche legate all’aspetto che possono ostacolare il diritto e l’aspirazione ad una normale vita relazionale, intima, sessuale e sentimentale da parte delle persone con disabilità che “hanno bisogno non solo di assistenza ma anche di amare e di essere amate, di tenerezza, di vicinanza e di intimità” (Papa Giovanni Paolo II).

Come verranno utilizzati i fondi

Il nostro obiettivo primario è realizzare un documentario di qualità. Di seguito vi riportiamo le principali voci di costo che speriamo di poter coprire grazie al vostro aiuto.

Strumentazione Tecnica: al fine di poter produrre documentari di qualità elevata a prezzi contenuti si è considerato il noleggio di due telecamere Sony FS7. La scelta di questa particolare telecamera non è casuale e consentirà, ad un prezzo tutto sommato contenuto, di poter ottenere immagini 4K. Lo standard 4K è oramai necessario per confrontarsi con i competitor internazionali e può risultare addirittura decisivo nel processo di vendita del prodotto ai broadcaster televisivi e per le proiezioni in sala.

Risorse Umane per la fase di pre-produzione del documentario: riguarderà innanzitutto la stesura dello script. Tale lavoro di scrittura avrà la durata di circa un mese e mezzo. Lo sceneggiatore sarà affiancato da un consulente scientifico nelle fasi di ricerca e approfondimento della tematica. Il lavoro legato allo spoglio della sceneggiatura, predisposizione del piano di lavoro relativo alle riprese e ricerca delle location sarà effettuato a titolo gratuito dai componenti del gruppo di lavoro .

Risorse umane per la fase di produzione del documentario: Il team di lavoro sarà composto da un regista, un fonico, un direttore della fotografia, un direttore di produzione e un operatore. 

Risorse umane per la fase di post produzione del documentario: questa fase comprende il montaggio audio video e la finalizzazione del documentario.

Spese viaggi e accommodation per troupe: tali spese saranno relative alle giornate di ripresa. Si prevede lo spostamento in auto (mezzo proprio) o aereo in relazione alla convenienza economica e lunghezza del viaggio e soggiorno presso albergo (Max 3 stelle).

Diritti immagini di repertorio e colonna sonora: acquisizione dei diritti di eventuali immagini di repertorio e dei diritti relativi all'utilizzo di musiche non originali.

Tutte le voci sopra citate saranno coperte dai 9.000€ della raccolta fondi.

Se i contributi ottenuti supereranno il target aggiungeremo alcuni nuove voci di costo :
10.000€ | Traduzione e sottotitolazione del documentario in lingua inglese;
11.000€ | Promozione documentario: spese per viaggi e accommodation per partecipare ed iscriversi ai mercati di vendita degli audiovisivi;
12. 000€ | Strumentazione Tecnica. Noleggio di attrezzature tecniche supplementari per accrescere la qualità visiva del documentario.

Chi c'è dietro al progetto

8 Road Film: affermatasi attraverso collaborazioni con le principali istituzioni culturali, Festival di Cinema, Network e Brand Internazionali (Ministero dei Beni Culturali, Ministero della Salute, Ministero della Pubblica Istruzione - Sicilia Film Commission - Palazzo delle Esposizioni di Roma - Rai Cinema - Tim - Lega Calcio Serie A - Taormina Film Festival - Tribeca Film Festival – San Francisco Film Institute - Istituto Italiano di Cultura Los Angeles - Centro Sperimentale Cinematografia di Roma.
L'ultimo documentario realizzato dalla 8 Road Film è "Veneranda Augusta", vincitore a Ortigia Film Festival 2017 della Menzione Speciale della Giuria e del Premio Miglior Cortometraggio Internazionale (voto del pubblico).

Recplay è una società di produzione specializzata in cortometraggi e documentari.
Le principali produzioni sono state, il cortometraggio  “AMIRA” del regista RAI Luca Lepone con la sceneggiatura di Paola Randi. Premio “MigrArti” durante la 73. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.
Il documentario “Veneranda Augusta” di Francesco Cannavà. Il cortometraggio "Acquario" di Lorenzo Puntoni, con Lumen Film e Mediterraneo Cinematografica, Apulia Film Commission, Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

LoveGiver: presieduto da Max Ulivieri, ideatore del portale www.diversamenteagibile.it e docente per corsi di formazione. Blogger su “Il Fatto Quotidiano”. Autore del libro “LoveAbility – L’assistenza sessuale per le persone con disabilità” casa editrice Erickson.

IISS: diretto da Fabrizio Quattrini, Vice Presidente del Comitato per la promozione dell’assistente sessuale in Italia. Psicologo, psicoterapeuta, sessuologo, Docente di Clinica delle Parafilie Dipartimento di Scienze Cliniche Applicate e Biotecnologiche Università degli Studi de l’Aquila e docente di Psicologia della Famiglia Università LUdeS di Lugano.





1510077129191989 oeas 0050

Un progetto a cura di

Because of my body

Il regista del documentario è Francesco Cannavà, nato a Messina nel 1981, dal 2008 ha dedicato la sua attività di documentarista ai temi dell’immigrazione, dell’accoglienza e dell’integrazione, realizzando due documentari:“ERYTROS – LE PAROLE DELL’ESILIO”, sul centro di accoglienza Baobab di Roma e “C’ERA UNA VOLTA UN CAMPO ROM”, che racconta le seconde generazioni G2, del Comune di Messina, appartenenti alla comunità Rom.