Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Moving TFF 2017

Il Torino Film Festival in giro per Torino: un mese di iniziative "in movimento", libere e gratuite, legate al multiforme universo del cinema.

10.133€
101% di 10.000€
12 giu 2017
Data chiusura
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Finanziato

Moving TFF 2017

Il Torino Film Festival in giro per Torino: un mese di iniziative "in movimento", libere e gratuite, legate al multiforme universo del cinema.

10.133€
101% di 10.000€
12 giu 2017
Data chiusura
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT
Finanziato

Di cosa si tratta

Il Moving TFF è la rassegna cinematografica itinerante per la città di Torino: è nato nel 2012 con l’intento di valorizzare la storia del Torino Film Festival e di portare gratuitamente i film delle precedenti edizioni in giro per Torino, con un’attenzione speciale per le periferie e facendo rete con le realtà che attivamente fanno cultura nei quartieri. Da allora ogni anno l’autunno torinese è accompagnato dal Moving TFF che allieta pubblici sempre nuovi.
Il Moving TFF propone un mese di iniziative "in movimento" attraverso la città, libere e gratuite, legate al multiforme universo del cinema, in un percorso molto diversificato che cerca di raggiungere nuovi pubblici e raccontare nuove storie e legami tra i film e il territorio. La manifestazione è ideata e coordinata da Altera e dal Centro di Cooperazione Culturale, realizzata in collaborazione con UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), Arci Torino, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival.

Il Moving TFF è un Festival innovativo perchè cerca di raggiungere nuovi spazi e nuovi pubblici utilizzando il linguaggio universale del cinema. Per la sesta edizione, quella di ottobre 2017, abbiamo grandi progetti di espansione per il Moving. Vorremmo coinvolgere dei luoghi ancora più inusuali nei quali il cinema non rappresenta l’attività principale, rifunzionalizzando delle location particolari: le Carceri Nuove, un grande supermercato urbano, una filiale bancaria e una grande officina meccanica.

Alcuni dati relativi alla manifestazione:

- 5 edizioni
- più di 120 proiezioni
- più di 50 location d’eccezione per le proiezioni che hanno coinvolto tutto il territorio di Torino e prima cintura
- 50 cinefili e operatori del settore coinvolti nello staff del festival
- più di 200 giorni di attività ed eventi.

Nelle prime cinque edizioni alcune delle realtà che ci hanno sostenuti e accolti nei loro spazi sono Arcigay Torino, Associazione Antiloco - Piccolo Cinema, Associazione Artemuda, Associazione italo-portoghese Tu cà Tu là, Bibliomediateca Mario Gromo, Ecoborgo Campidoglio, L'Alveare che dice sì, Lepalle.it

Ti piace il nostro progetto? Sostienici e aiutaci a realizzare un Moving TFF 2017 sempre più in movimento e coinvolgente!

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi che raccoglieremo con questa campagna di crowdfunding verranno utilizzati principalmente per le seguenti attività: 

A) Spese di coordinamento (marketing, fundraising, grafica, ufficio stampa e comunicazione, realizzazione video)
B) Spese vive relative all'espansione del Festival in nuove location (allestimento, service audio, videoproiezione, schermo, rewards crowdfunding, materiale promozionale, SIAE, evento di lancio del Festival)

Chi c'è dietro al progetto

Il Moving TFF è un progetto realizzato da Altera e Centro di Cooperazione Culturale, che ne sono organizzatori, e che lo realizzano in collaborazione con UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci), Arci Torino, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival. Maria Luisa Brizio (vicepresidente di Altera) e Mauro Brondi (Centro di Cooperazione Culturale) sono direttori artistici della rassegna.

L’associazione culturale Altera nasce nel 2001 dalla collaborazione di lavoratori, studenti e docenti universitari dell’area torinese. Altera si propone di comprendere e discutere criticamente i mutamenti politici, culturali, artistici e sociali della società in cui viviamo, producendo e condividendo testi, idee e riflessioni che possano essere un utile strumento per decifrare ciò che accade nel nostro paese e nel resto del mondo.
Altera fa cultura quotidianamente, nel rapporto orizzontale con partner, territorio e istituzioni, ed "alterando" i punti di vista comuni. Tutte le nostre attività si realizzano in partenariato, rendiamo protagonisti i partecipanti alle nostre attività, rifunzionalizziamo i luoghi in cui lavoriamo.
Altera promuove proiezioni e rassegne cinematografiche,  momenti redazionali di critica cinematografica, corsi di formazione legati al mondo dell'associazionismo e dell'attivismo.

Il Centro di Cooperazione Culturale ha concepito e realizzato il circuito metropolitano di produzione video San Salvario Videocommunity a Torino, e ha prodotto, o co-prodotto, numerose rassegne cinematografiche quali: Fantasmi a Occidente, Cineaiuola Donatello, Cento passi contro le mafie, Cinemilonga, Notti Bianche, Tilt, C’è un film in biblioteca, Videocrossing. Inoltre, ha creato e cura dal 2012, in collaborazione con l’associazione Altera, il progetto MOVING TFF con il Museo Nazionale del Cinema e il Torino Film Festival.
Dal 2012 il Centro sposta la sua sede presso CONTAINER, una nuova struttura a Venaria Reale (TO) con una sala spettacolo, tre sale prove, uffici, incrementando il settore legato alla scrittura di progetti culturali partecipando, con successo, a due bandi europei della Regione Piemonte (Alcotra e Fondo Sociale Europeo).

1492525610921116 logo altera

Un progetto a cura di

Associazione Altera

L’associazione culturale Altera nasce nel 2001 dalla collaborazione di lavoratori, studenti e docenti universitari dell’area torinese. Altera si propone di comprendere e discutere criticamente i mutamenti
culturali, artistici e sociali della società in cui viviamo. Negli ultimi anni diventa una vera e propria impresa culturale, attiva soprattutto negli ambiti della promozione cinematografica e della 
formazione nel campo della progettazione e organizzazione culturale.