ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE - FILM
Camaiore, Italia
Cinema

  ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE è un film sociale, politico, filosofico, d'azione, un film sulla settima arte, il CINEMA, ma soprattutto è un film d'Amore, l'Amore incondizionato, che ci cambia dentro e ci migliora, verso un'evoluzione spirituale per cui ogni essere è venuto al mondo. L'Amore l'unica vera Rivoluzione.

“Il vero Rivoluzionario è guidato da grandi sentimenti d'Amore”

L'idea di partenza nasce qualche anno fa dal regista Nicola Raffaetà che, partendo dal titolo stesso ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE, scrive un film socio-politico e di azione che però rimane nel cassetto della sua scrivania. Durante gli anni rimette mano al testo, ma la svolta definitiva avviene nel Settembre 2022, esattamente il 3 settembre muore il CINEMA, come scrive in più post Raffaetà, ossia muore il grande regista JEAN LUC GODARD. Così Raffaetà riprende in mano il testo e nel giro di una settimana riscrive totalmente la sceneggiatura lasciando come traccia da seguire solamente la storia d'azione (che è molto lieve nella narrazione ma le da  il ritmo), ossia due gangsters su ordine del loro capo, mister x, devono uccidere Anna, la protagonista, perché pericolosa, in quanto simbolo di un amore che ha il potere di cambiare le persone, il mondo. Anna incontra Jean Luc, il protagonista, nel bar dove lavora e fugge con lui. I due si rifugiano in un B&B dove trascorrono un paio di giorni ad amarsi e a parlare dell'amore, ma non solo, anche dell'esistenza che ognuno di noi vive, di quanto sia simile all'arte e in questo caso particolare al cinema, in cui ognuno interpreta un ruolo ben preciso e dove ovviamente una volta morti si ricomincia con un nuovo film. Insomma, la realtà in cui viviamo è vera o illusione, come ci indicano gli antichi Veda indiani. Chi siamo noi realmente? Ciò che crediamo di essere o altro? Come si domandava Socrate. I due innamorati infine si rifugiano presso la casa di un amico regista dove però vengono rintracciati da due gangster e… la fine è da vedere sullo schermo.

Ovviamente se dal punto di vista poetico e filosofico l'opera esprime il pensiero di Raffaetà, dal punto di vista formale e strutturale è una dedica al grande regista scomparso, Jean Luc Godard, quindi i cinefili potranno divertirsi a trovare il film di riferimento del maestro francese che si trova in una scena o in un'altra; oppure troviamo la struttura frammentata della storia, con flasback e flashforward. Citazioni letterarie e letture poetiche. Ma anche la videoarte a cui Raffaetà è molto legato.

Così nel mese di Ottobre 2022 Raffaetà organizza le riprese, mette su una troupe di 6 elementi, Marco Rosati (D.O.P.), Giulia Martini (Segretaria di edizione), Michele Leoni (Aiuto regia-Fonico), Daniele Raffaetà ( Assistente regia e factotum ), Stefano Pelleriti ( Backstage e altro ), e Raffaetà stesso alla regia.

Attore protagonista Simone Tessa, con cui Raffaetà collabora da qualche anno e con cui divide anticipando le spese di produzione (catering, benzina ecc….), mentre la sorpresa di Andrea Cavozza, giovane attrice dalle grandi capacità, arriva a una settimana precisa dall'inizio delle riprese, quando, dopo una lunga ricerca, Raffaetà e Tessa stavano per mollare tutto.

Il film è stato girato nel mese di Novembre e tutta la troupe, tecnici e attori (oltre ai due protagonisti ci sono un'altra decina di personaggi che gli ruotano attorno) hanno lavorato gratis ma con una passione incredibile, per il piacere dell'arte, della creatività e perché no, del piacere di divertirsi come bambini, girando anche in esterno proprio quando iniziava il freddo. Ecco il principale motivo per la raccolta fondi, prima di tutto dare un contributo spese a tutti coloro che vi hanno partecipato, che non sarà mai una paga, ma una piccola gratifica e anche un vero e proprio rimborso (c'è chi veniva anche da lontano), e dopo aver terminato il film (resta sempre il lungo lavoro del montaggio, mixaggio e post produzione), trovare una distribuzione (speriamo) e iscrivere il film ai Festival per lungometraggi.

Se vi piace questo progetto, aiutateci a sostenere le spese di produzione, grazie grazie grazie.

Aggiornamenti (3)
05 January 2023

Una fuga verso l'Amore!!!

Leggi tutto
10 December 2022

I due gangsters si presentano minacciosi da Grimaldi cercando Anna… ma Grimaldi, a quanto potete vedere, non si fa intimidire!!!

07 December 2022

Bio-Filmografia Nicola Raffaetà

Nicola Raffaetà nasce a Camaiore il 17-01-1980.

Nel 2001 gira il primo cortometraggio LADRI: COME RAPINARE LA MAFIA e insieme a un gruppo di amici fonda l'associazione culturale Baita Film Group di cui ne è presidente.

Tra le opere più importanti che gira con la Baita Film si possono nominare LE MONETE DEL TRADIMENTO (2005), un noir ispirato ai grandi film hollywoodiani degli anni '40; CRONACA (2006) lungometraggio di un'ora incentrato sulla mafia in concorso al Video Festival di Imperia 2008; C'ERA UNA VOLTA... (2007) lungometraggio anche questo di un'ora, distopico e surreale che ha partecipato al festival Corto.it di Roma; AB-FONTE DI VITA (2010), un documentario incentrato sulla problematica della privatizzazione dell'acqua nel mondo, con il quale ha partecipato a molti festival spesso classificandosi nelle prime posizioni e vincitore come miglior documentario del Video Festival Imperia 2011; LE OMBRE DELLA VALLE (2013), serie web noir ispirata dalla mitica serie tv Twin Peaks; fino all'ultimo lavoro prodotto dall'associazione prima dello scioglimento, IO SONO (2016), corto esistenziale e d'introspezione spirituale.

Nel frattempo dal 2007 ha cominciato a collaborare con Tv locali, come ad esempio la Tv provinciale NOITV, CANALE 39, RETE VERSILIA; o aziende come ALFEA CINEMATOGRAFICA di Pisa, con cui ha anche collaborato per la realizzazione di alcuni documentari destinati alla trasmissione Rai GEO&GEO.

Oltre alla realizzazione di sceneggiati/fiction Raffaetà nel 2006 si è dato alla videoarte con la sua prima opera C'ERA UNA VOLTA IN NEPAL a cui hanno seguito molti altri negli anni, come ad esempio IL RESPIRO DEL TEMPO (2013), MEMORIE DI UNA TESTA TAGLIATA (2013), IL GRANDE ALBERO (2013), LE NOUVEAU ASSISTANT-HOMMAGE A' ROBERT CAHEN (2015), la serie del TAO TE CHING (2015-2016), TRA CIELO E TERRA (2017), INDIA (2019), IL BAMBINO E IL MARE (2018), MAYA (2018), la serie di CITY EXPERIENCE (2019) composta da tre videoarte, FIRENZE EXPERIENCE, LUCCA EXPERIENCE, PISA EXPERIENCE; NIGREDO (2019), la serie dedicata a Charlers Baudalaire tratta da LE FLEURS DU MAL con lo stesso nome (2019), EQUILIBRIO (2019), con il quale ha vinto il premio come miglior videoarte al Firenze Film Corti Festival 2019.

Interessanti sono la serie di video ritratti che l'artista porta avanti dal 2013, in cui il suo intento è immortalare "l'istante sacro".

Dopo lo scioglimento della Baita Film nel 2017 fonda la Poiana Video Produzioni assieme a Alessandro Romboni e gira il cortometraggio IL ROSSO IL NERO (2018) con il quale partecipa a diversi festival e vince il premio come miglior mediometraggio al Festival Intercomunale del Cinema Amatoriale di Brescia nel 2019 e il premio Fedic al Festival La Lanterna di Genova sempre nel 2019. Sempre nello stesso anno realizza altri lavori tra cui 10 che partecipa al Firenze Film Corti Festival e all'Edimburgh Film Festival come ospite, nonché in concorso all'Italia Film Fedic 2020 e Festival Intercomunale del Cinema Amatoriale di Brescia 2020 e il Mediterraneo Festival Corto 2021 di Diamante in Calabria.

Nello stesso anno realizza PROIEZIONI (2019), lungometraggio senza sceneggiatura che si realizza attraverso il montaggio seguendo i dettami del maestro Jean Luc Godard e nel 2020, durante il lockdown, un lavoro identico ma a puntate, la serie web DIARIO DI UNA QUARANTENA (2020)

Nel 2020 ha realizzato un dittico di cortometraggi dal titolo LOOP ( In concorso al F.I.C.A. 2021 e al Festival del cinema di Cefalù 2021Premio Speciale al Firenze Film Corti Festival 2021) e SHADOW.

Al momento lavora come libero professionista realizzando video promozionali per aziende e producendo grazie a finanziatori alcune opere, tra cui LA COMMEDIA, una video installazione in memoria dei 700 anni della morte del Sommo Poeta Dante Alighieri. Nell'estate 2022 ha realizzato l'installazione video ECHOES LIFE in piazza del Centauro a Pietrasanta (Lucca) .

La maggiorparte dei suoi lavori sono visibili su Youtube.com sul canale Poiana Channel.

Vedi tutti gli aggiornamenti
Commenti (8)
Utente Anonimo ha donato 90€
Buon Compleanno Nicola! Buona fortuna
18/01/2023
Utente Anonimo ha donato 20€
A ritmo di musica! Dai... F.
22/12/2022
Utente Anonimo ha donato 30€
Piccolo dono dalla vecchia guardia della Baita Film
22/12/2022
Utente Anonimo ha donato 10€
Un piccolo contributo per una grande opera. Eva
21/12/2022
Utente Anonimo ha donato 50€
Daje eh! 😊 Bea
20/12/2022
Utente Anonimo ha donato 12€
Aspettando la Rivoluzione :)
18/12/2022
Utente Anonimo ha donato 10€
I migliori auguri per una rosea primavera!
09/12/2022
Utente Anonimo ha donato 20€
In bocca al lupo.
04/12/2022
306 €
Obiettivo 6.000 €
25
Giorni rimanenti
10
Sostenitori
71
Condivisioni
Utente Anonimo
90€ - 1 settimana fa
Utente Anonimo
45€ - 2 settimane fa
Utente Anonimo
20€ - 1 mese fa
Scegli una ricompensa
20€ o più

Ringraziamento nei titoli di coda

Camaiore, Italia
Cinema

  ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE è un film sociale, politico, filosofico, d'azione, un film sulla settima arte, il CINEMA, ma soprattutto è un film d'Amore, l'Amore incondizionato, che ci cambia dentro e ci migliora, verso un'evoluzione spirituale per cui ogni essere è venuto al mondo. L'Amore l'unica vera Rivoluzione.

“Il vero Rivoluzionario è guidato da grandi sentimenti d'Amore”

L'idea di partenza nasce qualche anno fa dal regista Nicola Raffaetà che, partendo dal titolo stesso ASPETTANDO LA RIVOLUZIONE, scrive un film socio-politico e di azione che però rimane nel cassetto della sua scrivania. Durante gli anni rimette mano al testo, ma la svolta definitiva avviene nel Settembre 2022, esattamente il 3 settembre muore il CINEMA, come scrive in più post Raffaetà, ossia muore il grande regista JEAN LUC GODARD. Così Raffaetà riprende in mano il testo e nel giro di una settimana riscrive totalmente la sceneggiatura lasciando come traccia da seguire solamente la storia d'azione (che è molto lieve nella narrazione ma le da  il ritmo), ossia due gangsters su ordine del loro capo, mister x, devono uccidere Anna, la protagonista, perché pericolosa, in quanto simbolo di un amore che ha il potere di cambiare le persone, il mondo. Anna incontra Jean Luc, il protagonista, nel bar dove lavora e fugge con lui. I due si rifugiano in un B&B dove trascorrono un paio di giorni ad amarsi e a parlare dell'amore, ma non solo, anche dell'esistenza che ognuno di noi vive, di quanto sia simile all'arte e in questo caso particolare al cinema, in cui ognuno interpreta un ruolo ben preciso e dove ovviamente una volta morti si ricomincia con un nuovo film. Insomma, la realtà in cui viviamo è vera o illusione, come ci indicano gli antichi Veda indiani. Chi siamo noi realmente? Ciò che crediamo di essere o altro? Come si domandava Socrate. I due innamorati infine si rifugiano presso la casa di un amico regista dove però vengono rintracciati da due gangster e… la fine è da vedere sullo schermo.

Ovviamente se dal punto di vista poetico e filosofico l'opera esprime il pensiero di Raffaetà, dal punto di vista formale e strutturale è una dedica al grande regista scomparso, Jean Luc Godard, quindi i cinefili potranno divertirsi a trovare il film di riferimento del maestro francese che si trova in una scena o in un'altra; oppure troviamo la struttura frammentata della storia, con flasback e flashforward. Citazioni letterarie e letture poetiche. Ma anche la videoarte a cui Raffaetà è molto legato.

Così nel mese di Ottobre 2022 Raffaetà organizza le riprese, mette su una troupe di 6 elementi, Marco Rosati (D.O.P.), Giulia Martini (Segretaria di edizione), Michele Leoni (Aiuto regia-Fonico), Daniele Raffaetà ( Assistente regia e factotum ), Stefano Pelleriti ( Backstage e altro ), e Raffaetà stesso alla regia.

Attore protagonista Simone Tessa, con cui Raffaetà collabora da qualche anno e con cui divide anticipando le spese di produzione (catering, benzina ecc….), mentre la sorpresa di Andrea Cavozza, giovane attrice dalle grandi capacità, arriva a una settimana precisa dall'inizio delle riprese, quando, dopo una lunga ricerca, Raffaetà e Tessa stavano per mollare tutto.

Il film è stato girato nel mese di Novembre e tutta la troupe, tecnici e attori (oltre ai due protagonisti ci sono un'altra decina di personaggi che gli ruotano attorno) hanno lavorato gratis ma con una passione incredibile, per il piacere dell'arte, della creatività e perché no, del piacere di divertirsi come bambini, girando anche in esterno proprio quando iniziava il freddo. Ecco il principale motivo per la raccolta fondi, prima di tutto dare un contributo spese a tutti coloro che vi hanno partecipato, che non sarà mai una paga, ma una piccola gratifica e anche un vero e proprio rimborso (c'è chi veniva anche da lontano), e dopo aver terminato il film (resta sempre il lungo lavoro del montaggio, mixaggio e post produzione), trovare una distribuzione (speriamo) e iscrivere il film ai Festival per lungometraggi.

Se vi piace questo progetto, aiutateci a sostenere le spese di produzione, grazie grazie grazie.

Aggiornamenti (3)
05 January 2023

Una fuga verso l'Amore!!!

10 December 2022

I due gangsters si presentano minacciosi da Grimaldi cercando Anna… ma Grimaldi, a quanto potete vedere, non si fa intimidire!!!

07 December 2022

Bio-Filmografia Nicola Raffaetà

Nicola Raffaetà nasce a Camaiore il 17-01-1980.

Nel 2001 gira il primo cortometraggio LADRI: COME RAPINARE LA MAFIA e insieme a un gruppo di amici fonda l'associazione culturale Baita Film Group di cui ne è presidente.

Tra le opere più importanti che gira con la Baita Film si possono nominare LE MONETE DEL TRADIMENTO (2005), un noir ispirato ai grandi film hollywoodiani degli anni '40; CRONACA (2006) lungometraggio di un'ora incentrato sulla mafia in concorso al Video Festival di Imperia 2008; C'ERA UNA VOLTA... (2007) lungometraggio anche questo di un'ora, distopico e surreale che ha partecipato al festival Corto.it di Roma; AB-FONTE DI VITA (2010), un documentario incentrato sulla problematica della privatizzazione dell'acqua nel mondo, con il quale ha partecipato a molti festival spesso classificandosi nelle prime posizioni e vincitore come miglior documentario del Video Festival Imperia 2011; LE OMBRE DELLA VALLE (2013), serie web noir ispirata dalla mitica serie tv Twin Peaks; fino all'ultimo lavoro prodotto dall'associazione prima dello scioglimento, IO SONO (2016), corto esistenziale e d'introspezione spirituale.

Nel frattempo dal 2007 ha cominciato a collaborare con Tv locali, come ad esempio la Tv provinciale NOITV, CANALE 39, RETE VERSILIA; o aziende come ALFEA CINEMATOGRAFICA di Pisa, con cui ha anche collaborato per la realizzazione di alcuni documentari destinati alla trasmissione Rai GEO&GEO.

Oltre alla realizzazione di sceneggiati/fiction Raffaetà nel 2006 si è dato alla videoarte con la sua prima opera C'ERA UNA VOLTA IN NEPAL a cui hanno seguito molti altri negli anni, come ad esempio IL RESPIRO DEL TEMPO (2013), MEMORIE DI UNA TESTA TAGLIATA (2013), IL GRANDE ALBERO (2013), LE NOUVEAU ASSISTANT-HOMMAGE A' ROBERT CAHEN (2015), la serie del TAO TE CHING (2015-2016), TRA CIELO E TERRA (2017), INDIA (2019), IL BAMBINO E IL MARE (2018), MAYA (2018), la serie di CITY EXPERIENCE (2019) composta da tre videoarte, FIRENZE EXPERIENCE, LUCCA EXPERIENCE, PISA EXPERIENCE; NIGREDO (2019), la serie dedicata a Charlers Baudalaire tratta da LE FLEURS DU MAL con lo stesso nome (2019), EQUILIBRIO (2019), con il quale ha vinto il premio come miglior videoarte al Firenze Film Corti Festival 2019.

Interessanti sono la serie di video ritratti che l'artista porta avanti dal 2013, in cui il suo intento è immortalare "l'istante sacro".

Dopo lo scioglimento della Baita Film nel 2017 fonda la Poiana Video Produzioni assieme a Alessandro Romboni e gira il cortometraggio IL ROSSO IL NERO (2018) con il quale partecipa a diversi festival e vince il premio come miglior mediometraggio al Festival Intercomunale del Cinema Amatoriale di Brescia nel 2019 e il premio Fedic al Festival La Lanterna di Genova sempre nel 2019. Sempre nello stesso anno realizza altri lavori tra cui 10 che partecipa al Firenze Film Corti Festival e all'Edimburgh Film Festival come ospite, nonché in concorso all'Italia Film Fedic 2020 e Festival Intercomunale del Cinema Amatoriale di Brescia 2020 e il Mediterraneo Festival Corto 2021 di Diamante in Calabria.

Nello stesso anno realizza PROIEZIONI (2019), lungometraggio senza sceneggiatura che si realizza attraverso il montaggio seguendo i dettami del maestro Jean Luc Godard e nel 2020, durante il lockdown, un lavoro identico ma a puntate, la serie web DIARIO DI UNA QUARANTENA (2020)

Nel 2020 ha realizzato un dittico di cortometraggi dal titolo LOOP ( In concorso al F.I.C.A. 2021 e al Festival del cinema di Cefalù 2021Premio Speciale al Firenze Film Corti Festival 2021) e SHADOW.

Al momento lavora come libero professionista realizzando video promozionali per aziende e producendo grazie a finanziatori alcune opere, tra cui LA COMMEDIA, una video installazione in memoria dei 700 anni della morte del Sommo Poeta Dante Alighieri. Nell'estate 2022 ha realizzato l'installazione video ECHOES LIFE in piazza del Centauro a Pietrasanta (Lucca) .

La maggiorparte dei suoi lavori sono visibili su Youtube.com sul canale Poiana Channel.

Commenti (8)
Utente Anonimo ha donato 20€
In bocca al lupo.
04/12/2022
Utente Anonimo ha donato 10€
I migliori auguri per una rosea primavera!
09/12/2022
Utente Anonimo ha donato 12€
Aspettando la Rivoluzione :)
18/12/2022
Utente Anonimo ha donato 50€
Daje eh! 😊 Bea
20/12/2022
Utente Anonimo ha donato 10€
Un piccolo contributo per una grande opera. Eva
21/12/2022
Utente Anonimo ha donato 30€
Piccolo dono dalla vecchia guardia della Baita Film
22/12/2022
Utente Anonimo ha donato 20€
A ritmo di musica! Dai... F.
22/12/2022
Utente Anonimo ha donato 90€
Buon Compleanno Nicola! Buona fortuna
18/01/2023

Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com
Esplora