Fermiamo la tratta di persone al confine con l'Ucraina
Torino, Italia
Uniti per l'Ucraina
Obiettivi:
Pace, giustizia e istituzioni solide

(English version below)
-------------------------------------------------------

🇮🇹

📌 Il Progetto

Sono ormai più di 3 milioni le persone che hanno varcato il confine con l’Europa per fuggire dalla guerra in Ucraina. Persone che hanno lasciato casa, lavoro e i propri affetti per cercare un posto sicuro. Per sopravvivere.

Ma questo esodo non è che all’inizio: considerando il numero di persone già fuggite e gli uomini impossibilitati a varcare il confine a causa della mobilitazione generale, restano più di 20 milioni di cittadini e cittadine ancora presenti sul territorio ucraino; molti di loro sono già in viaggio verso il confine, altri saranno costretti a partire una volta che le condizioni di vita peggioreranno o quando la guerra arriverà nelle loro vicinanze.

In questa situazione già drammatica, si aggiunge un fenomeno inquietante e attualmente poco discusso: quello del traffico di esseri umani, in particolare ai danni delle donne e delle persone più vulnerabili. Sono già tanti infatti i casi riportati dai giornali, dai volontari sul campo e da testimonianze raccolte in prima persona dai nostri collaboratori di abusi, violenze di genere e rapimenti ai danni di persone vulnerabili. Questi fatti sono resi ancora più gravi dalla consapevolezza che i criminali si nascondono nella fitta rete di solidarietà che in questo momento sta operando al confine con l’Ucraina e nei centri di accoglienza in tutta Europa, traendo profitto dalla confusione generata dall’esodo e dietro la maschera dei buoni samaritani in grado di offrire un tetto o un pasto caldo.

Sono già sorte diverse iniziative online che cercano di offrire informazione e supporto per le donne e i soggetti vulnerabili che potrebbero essere vittime della tratta, ma sono iniziative promosse da privati cittadini e cittadine che operano con strumenti limitati: per questo Sustainable Cooperation for Peace & Security ha deciso di scendere in campo e sostenere lo sforzo per contrastare questo deplorevole fenomeno.

📌 Gli Obiettivi

Le attività che verranno promosse saranno di Prevenzione, Monitoraggio e Advocacy attraverso l’utilizzo di diversi strumenti:
• comunicazione sul web, rafforzando le attività dei gruppi esistenti attraverso campagne informative in grado di raggiungere i soggetti a rischio;
• produzione di materiale informativo per i volontari sul campo, specialmente quelli impegnati nella prima accoglienza presso il confine e i centri di prima accoglienza;
• piattaforme digitali per la distribuzione di linee guida a disposizione degli esodati, fornendo informazioni utili per orientarsi correttamente sul processo di accoglienza, riconoscere le organizzazioni no-profit e cosa aspettarsi una volta varcato il confine;
• offrire supporto psicologico online e anonimo, coinvolgendo specialisti di madrelingua ucraina per offrire aiuto gratuito ai soggetti vulnerabili e alle persone vittime di violenza;
• comunicazione istituzionale, per mantenere alto il livello di attenzione sulla problematica.

La totalità dei soldi di questa campagna verrà investita per il raggiungimento degli obiettivi. A prescindere dalla quantità di fondi raccolti, noi di SC4PS proseguiremo comunque nelle nostre attività: maggiori saranno i contributi, maggiore l'impatto che potremo realizzare insieme.

Rilasceremo regolari aggiornamenti sulle attività in corso attraverso il nostro sito web e profili social.

📌 Chi Siamo

Sustainable Cooperation for Peace & Security è un'associazione che nasce nel 2021 per promuovere le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite 1325 “Donne, Pace e Sicurezza” e 2250 “Giovani, Pace e Sicurezza”. Operiamo nell’area Euromediterranea con volontari e partecipanti da tutto il mondo. Per maggiori informazioni, potete visitare il nostro sito e la nostra pagina Facebook.

 

-------------------------------------------------------

🇬🇧

📌 About the project

More than 3 million people have now crossed the border with Europe to flee the war in Ukraine. People who have left their homes, jobs and loved ones to look for a safe place. To survive.

But this exodus is only at the beginning: considering the number of people who have already fled and the men unable to cross the border due to the general mobilization, there are more than 20 million citizens still present on Ukrainian territory; many of them are already on their way to the border, others will be forced to leave once living conditions deteriorate or when war breaks out in their vicinity.

In this already dramatic situation, there is a disturbing and currently little discussed phenomenon on the rise: that of human trafficking, in particular to the detriment of women and the most vulnerable people. In fact, there are already many cases reported by newspapers, volunteers on the field and testimonies collected in first person by our collaborators of abuse, gender based violence and kidnapping against people trying to escape war. These facts are made even more serious by the awareness that criminals are hiding in the dense network of solidarity that is currently operating on the border with Ukraine and in reception centers across Europe, profiting from the confusion generated by the exodus and behind the mask of good Samaritans able to provide a roof or a hot meal.

Several online initiatives have already arisen to offer information and support for women and vulnerable subjects who could be victims of such trafficking, but these initiatives are promoted by private citizens who operate with limited tools: for this reason Sustainable Cooperation for Peace & Security has decided to step up and support the effort to counter this issue.

📌 What we want to achieve

Our goal is to promote activities for the Prevention, Monitoring and Advocacy on this issue through the use of different tools:
• communication on the web, strengthening the activities of existing groups through information campaigns capable of targeting vulnerable people at risk;
• creation of information material for volunteers in the field, especially those engaged in the first reception at the border and reception centers;
• digital platforms for the distribution of guidelines available to refugees, providing useful information to correctly orient themselves on the reception process, recognize official non-profit organizations and what to expect once they cross the border;
• offer online and anonymous psychological support, involving Ukrainian-speaking specialists to offer free help to vulnerable people and people who are victims of violence;
• institutional communication, to maintain a high level of attention on the issue.

The whole amount raised through this campaign will be invested in order to reach these goals. No matter what amount will be raised, SC4PS will continue working on this issue no matter what: the greater the contributions, the greater the impact we can achieve together.

We will release regular updates on the status of activities through our website and social accounts.

📌 About us

Sustainable Cooperation for Peace & Security is a NGO born in 2021 with the goal of promoting United Nations Security Council Resolution 1325 (“Women, Peace and Security”) and 2250 (“Youth, Peace and Security”) currently operating in the Euromed area with volunteers in many countries. We are based in Italy. For more information, please visit our website and our Facebook page.

Commenti (0)
675 €
Obiettivo 30.000 €
53
Giorni rimanenti
4
Sostenitori
1
Condivisioni
Utente Anonimo
50€ - 5 mesi fa
Utente Anonimo
25€ - 6 mesi fa
Utente Anonimo
100€ - 6 mesi fa
Torino, Italia
Uniti per l'Ucraina
Obiettivi:
Pace, giustizia e istituzioni solide

(English version below)
-------------------------------------------------------

🇮🇹

📌 Il Progetto

Sono ormai più di 3 milioni le persone che hanno varcato il confine con l’Europa per fuggire dalla guerra in Ucraina. Persone che hanno lasciato casa, lavoro e i propri affetti per cercare un posto sicuro. Per sopravvivere.

Ma questo esodo non è che all’inizio: considerando il numero di persone già fuggite e gli uomini impossibilitati a varcare il confine a causa della mobilitazione generale, restano più di 20 milioni di cittadini e cittadine ancora presenti sul territorio ucraino; molti di loro sono già in viaggio verso il confine, altri saranno costretti a partire una volta che le condizioni di vita peggioreranno o quando la guerra arriverà nelle loro vicinanze.

In questa situazione già drammatica, si aggiunge un fenomeno inquietante e attualmente poco discusso: quello del traffico di esseri umani, in particolare ai danni delle donne e delle persone più vulnerabili. Sono già tanti infatti i casi riportati dai giornali, dai volontari sul campo e da testimonianze raccolte in prima persona dai nostri collaboratori di abusi, violenze di genere e rapimenti ai danni di persone vulnerabili. Questi fatti sono resi ancora più gravi dalla consapevolezza che i criminali si nascondono nella fitta rete di solidarietà che in questo momento sta operando al confine con l’Ucraina e nei centri di accoglienza in tutta Europa, traendo profitto dalla confusione generata dall’esodo e dietro la maschera dei buoni samaritani in grado di offrire un tetto o un pasto caldo.

Sono già sorte diverse iniziative online che cercano di offrire informazione e supporto per le donne e i soggetti vulnerabili che potrebbero essere vittime della tratta, ma sono iniziative promosse da privati cittadini e cittadine che operano con strumenti limitati: per questo Sustainable Cooperation for Peace & Security ha deciso di scendere in campo e sostenere lo sforzo per contrastare questo deplorevole fenomeno.

📌 Gli Obiettivi

Le attività che verranno promosse saranno di Prevenzione, Monitoraggio e Advocacy attraverso l’utilizzo di diversi strumenti:
• comunicazione sul web, rafforzando le attività dei gruppi esistenti attraverso campagne informative in grado di raggiungere i soggetti a rischio;
• produzione di materiale informativo per i volontari sul campo, specialmente quelli impegnati nella prima accoglienza presso il confine e i centri di prima accoglienza;
• piattaforme digitali per la distribuzione di linee guida a disposizione degli esodati, fornendo informazioni utili per orientarsi correttamente sul processo di accoglienza, riconoscere le organizzazioni no-profit e cosa aspettarsi una volta varcato il confine;
• offrire supporto psicologico online e anonimo, coinvolgendo specialisti di madrelingua ucraina per offrire aiuto gratuito ai soggetti vulnerabili e alle persone vittime di violenza;
• comunicazione istituzionale, per mantenere alto il livello di attenzione sulla problematica.

La totalità dei soldi di questa campagna verrà investita per il raggiungimento degli obiettivi. A prescindere dalla quantità di fondi raccolti, noi di SC4PS proseguiremo comunque nelle nostre attività: maggiori saranno i contributi, maggiore l'impatto che potremo realizzare insieme.

Rilasceremo regolari aggiornamenti sulle attività in corso attraverso il nostro sito web e profili social.

📌 Chi Siamo

Sustainable Cooperation for Peace & Security è un'associazione che nasce nel 2021 per promuovere le risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite 1325 “Donne, Pace e Sicurezza” e 2250 “Giovani, Pace e Sicurezza”. Operiamo nell’area Euromediterranea con volontari e partecipanti da tutto il mondo. Per maggiori informazioni, potete visitare il nostro sito e la nostra pagina Facebook.

 

-------------------------------------------------------

🇬🇧

📌 About the project

More than 3 million people have now crossed the border with Europe to flee the war in Ukraine. People who have left their homes, jobs and loved ones to look for a safe place. To survive.

But this exodus is only at the beginning: considering the number of people who have already fled and the men unable to cross the border due to the general mobilization, there are more than 20 million citizens still present on Ukrainian territory; many of them are already on their way to the border, others will be forced to leave once living conditions deteriorate or when war breaks out in their vicinity.

In this already dramatic situation, there is a disturbing and currently little discussed phenomenon on the rise: that of human trafficking, in particular to the detriment of women and the most vulnerable people. In fact, there are already many cases reported by newspapers, volunteers on the field and testimonies collected in first person by our collaborators of abuse, gender based violence and kidnapping against people trying to escape war. These facts are made even more serious by the awareness that criminals are hiding in the dense network of solidarity that is currently operating on the border with Ukraine and in reception centers across Europe, profiting from the confusion generated by the exodus and behind the mask of good Samaritans able to provide a roof or a hot meal.

Several online initiatives have already arisen to offer information and support for women and vulnerable subjects who could be victims of such trafficking, but these initiatives are promoted by private citizens who operate with limited tools: for this reason Sustainable Cooperation for Peace & Security has decided to step up and support the effort to counter this issue.

📌 What we want to achieve

Our goal is to promote activities for the Prevention, Monitoring and Advocacy on this issue through the use of different tools:
• communication on the web, strengthening the activities of existing groups through information campaigns capable of targeting vulnerable people at risk;
• creation of information material for volunteers in the field, especially those engaged in the first reception at the border and reception centers;
• digital platforms for the distribution of guidelines available to refugees, providing useful information to correctly orient themselves on the reception process, recognize official non-profit organizations and what to expect once they cross the border;
• offer online and anonymous psychological support, involving Ukrainian-speaking specialists to offer free help to vulnerable people and people who are victims of violence;
• institutional communication, to maintain a high level of attention on the issue.

The whole amount raised through this campaign will be invested in order to reach these goals. No matter what amount will be raised, SC4PS will continue working on this issue no matter what: the greater the contributions, the greater the impact we can achieve together.

We will release regular updates on the status of activities through our website and social accounts.

📌 About us

Sustainable Cooperation for Peace & Security is a NGO born in 2021 with the goal of promoting United Nations Security Council Resolution 1325 (“Women, Peace and Security”) and 2250 (“Youth, Peace and Security”) currently operating in the Euromed area with volunteers in many countries. We are based in Italy. For more information, please visit our website and our Facebook page.


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com
Esplora