DONNA Volto del nuovo decennio
Novara, Italia
Cultura
Obiettivi:
Parità di genereRidurre le disuguaglianzeCittà e comunità sostenibili

Cosa propongono le donne per realizzare un futuro migliore?

DONNA Volto del nuovo decennio

Un progetto d'arte relazionale che propone un viaggio nel mondo femminile, per creare una rete sociale aperta e fondata sulla fiducia. 
Il “viaggio” usa l'Arte come strumento di espressione, di comunicazione e comincia con un laboratorio artistico aperto al pubblico femminile. Un indagine sociale che condurrà ad una rassegna espositiva urbana, alla realizzazione di numerosi documenti video e altrettanti eventi di restituzione.

Il progetto è nato in Germania nel 2018 grazie al sostegno del Kulturreferat München e nel corso di questi ultimi anni più di 150 donne di differenti nazionalità, hanno deciso di partecipare ai workshop dell’artista per condividere le loro istanze di cambiamento.

WORKSHOP

DONNA inizia con un workshop, un'esperienza immersiva nell'arte contemporanea attraverso la quale una fotografa e un artista aiutano le donne a ritrovare la loro personalità e quelle energie per la coscienza che servono a soddisfare i bisogni umani fondamentali. Per esempio, la scoperta e la realizzazione della propria identità o la crescita dell'autostima. 
Come esseri umani abbiamo bisogno di vivere, ma anche di “essere vivi”.

ARTE RELAZIONALE

Negli anni ’90 si comincia a parlare in campo filosofico, culturale e artistico di Estetica Relazionale. Uno tra i primi a fornire una codificazione più precisa di questo tipo di estetica è il curatore francese e critico Nicolas Bourriaud che, grazie alla sua esperienza a contatto diretto con gli artisti, teorizza una nuova definizione per le pratiche artistiche anni Novanta. Bourriaud vede la possibilità di definire un’Arte Relazionale, attraverso il lavoro di quegli artisti che propongono un mutamento radicale degli obiettivi estetici, culturali, politici e sociali dell’arte moderna. Giustifica questa evoluzione chiamando in causa la nascita di una cultura urbana mondiale e dall’estensione del modello cittadino alla quasi totalità dei fenomeni culturali, attraverso l’aumento di scambi sociali, la grande mobilità degli individui, la progressiva rottura dell’isolamento che va di pari passo con quello delle mentalità.
Per Bourriaud e per questi artisti relazionali l’arte ha una funzione particolare nella produzione collettiva e nella società, infatti il suo scopo finale è lo scambio sociale. 
Un’arte che assuma come orizzonte teorico la sfera delle interazioni umane e il suo contesto sociale, piuttosto che l’affermazione di uno spazio simbolico autonomo e privato, dell’autore, questa possiamo definire Arte Relazionale.

L'artista relazionale Antonio Spanedda da diversi anni non produce solo oggetti estetici, ma crea contesti  capaci di stimolare la creatività dei soggetti coinvolti rendendo “arte” il dialogo, il confronto, l’incontro e la stessa relazione umana

OBIETTIVO DELLA RACCOLTA FONDI

L'obiettivo con questa raccolta fondi è continuare a sostenere le iniziative che ruotano intorno al progetto DONNA anche sul territorio italiano, per raccontare il lato femminile del mondo come leva di innovazione e di crescita. 

PRENDI PARTE AL CAMBIAMENTO! 

Proteggi e difendi il valore del lato femminile del mondo, perché non c'è luogo in cui l'umanità delle donne non abbia bisogno di essere riscoperta, rivalutata, restituita.
Sostieni il progetto, contattaci e porta il Workshop nella tua città, nel tuo luogo di lavoro o in uno spazio privato nella primavera di quest'anno!

ANTONIO SPANEDDA

Antonio Spanedda nato a Novara nel 1961, è diplomato in scultura e dottorato di ricerca in Arte Sacra all'Accademia di Belle Arti Brera di Milano. Negli anni ’90, con lo pseudonimo “Lampadina”, lavora nell’entertainment in Italia e all’estero attraverso uno spettacolo di pittura con spray. Partecipa, in qualità di attore, a diverse trasmissioni televisive e in teatro. 
Nel 1996 fonda il Gruppo Argilla che riunisce numerosi artisti, con cui organizza numerose performance artistiche in diverse città italiane, collaborando con lo Stalker Teatro di Torino e con Cittadellarte di Michelangelo Pistoletto. Partecipa a numerose rassegne di video-arte, e mostre d'arte fra cui a Roma insieme a Vettor Pisani, Giosetta Fioroni, Fabio Mauri e Luca Maria Patella. Nel Biennio 2002-2004 opera sul ciclo di opere in alluminio e acciaio realizzate attraverso procedure tecnologiche innovative. Realizza l'opera "Un Uomo Giusto" per la Chiesa del Sacro Volto di Milano e nel 2005 partecipa alla Biennale di Venezia con l'opera "Ambone, Casa della Parola" in permanenza nella Chiesa di S. Lio a Venezia. Nel 2010 nasce il progetto artistico IOTIAMO incentrato sull’Amore Universale e nel 2012 insieme ai Testimonial del progetto costituisce ACC un’associazione culturale per promuovere e diffondere la cultura attraverso l’arte. Nel 2015 esordisce con il laboratorio per bambini "Capsula del Tempo” un esperimento   artistico per viaggiare nel futuro. Nel 2018 lavora a Monaco di Baviera in Germania per il progetto d’Arte Relazionale “FRAU” dedicato al lato femminile del mondo. In Italia realizza Tramedimpresa un progetto che combina gli strumenti della formazione e quelli della comunicazione. Nel 2019-21 riprende la riflessione sulla donna con il tour espositivo “FRAU-MADRE-DONNA” e il progetto “L’arte fa bene al Business” in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti Brera di Milano. Nel 2021 inizia un nuovo progetto d’amore dedicato agli oceani: “Art Vs Plastic Pollution”.
Antonio Spanedda insegna Fenomenologia delle arti contemporanee e Tecniche dei nuovi media integrati presso l’Accademia di Belle Arti ACME di Novara.

Aggiornamenti (4)
19 March 2022

Vicolungo The Style Outlets Vicolungo NO Piemonte.
Opere d’arte fisiche e NFT per la rassegna di Antonio Spanedda dedicata alle donne

Prorogata fino alla fine del mese di marzo la rassegna espositiva, DONNA Volto del nuovo decennio dell’artista novarese Antonio Spanedda. 
DONNA Volto del nuovo decennio è il progetto con cui Vicolungo The Style Outlets, outlet gestito dal leader europeo di settore NEINVER, ha deciso di celebrare la figura femminile in occasione della ricorrenza della giornata internazionale della donna.     

I lavori artistici di Spanedda, che spaziano dalle fotografie, ai video, alle opere digitali, alle pitture, fino ad arrivare a performance e installazioni urbane, sono composti sia da materiali fisici, sia da un flusso di comunicazioni che si estendono al mondo digitale. Per questo motivo, la rassegna non è soltanto “Reale” presso il centro di Vicolungo, ma è affiancata anche da una esposizione “Virtuale” di opere NFT dell’artista che sono state condivise sui profili social di un gruppo di Art Sharer, blogger e influencer specializzate in arte. L’evento “online” è curato dalla Marketing Expert Alessia Valente.

Leggi tutto
19 March 2022

DONNA Volto del nuovo decennio  Gilda in città Udine:  opere d’arte fisiche e NFT per la rassegna DONNA  di Antonio Spanedda dedicata alle donne.  L’8 marzo presso la sala cinema Visionario è stato presentato il progetto  “DONNA” e al CIVICO 87 mobili & design di Udine è in corso l’esposizione “Reale”  dell’artista novarese, mentre un’esposizione “Virtuale” di opere NFT è presente nella blogosfera.   
L’iniziativa intende raccontare e valorizzare la diversità di genere come leva per l’innovazione e la crescita.  I lavori artistici di Spanedda, che spaziano dalle fotografie, ai video, alle opere digitali, alle pitture, fino ad arrivare a performance e installazioni urbane, sono composti sia da materiali fisici, sia da un flusso di comunicazioni che si estendono al mondo digitale. Per questo motivo, la rassegna non è soltanto “Reale” presso la sala cinema VISIONARIO e altri palcoscenici di Udine, ma è affiancata anche da una esposizione “Virtuale” di opere NFT dell’artista che sono state condivise sui profili social di un gruppo di Art Sharer, blogger e influencer specializzate in arte. L’evento “online” è curato dalla Marketing Expert Alessia Valente.

06 February 2022

DONNA Volto del nuovo decennio, un lavoro sensibile e infinito, in cui l'arte diventa cura dei sentimenti e dell’anima, l’arte relazionale come mezzo di cambiamento e di riappropriazione di sé.
Da quest'anno i laboratori “workshop DONNA” saranno aperti anche agli uomini sensibili, che non hanno paura di vivere il loro lato femminile... Un integrazione necessaria per avviare un processo culturale che può cambiare il mondo.

04 February 2022

Donna non si nasce, lo si diventa.

La Donna è stata vittima di preconcetti e acritiche convinzioni sulla propria capacità intellettuale e fisica, scambiando ciò che appartiene alla natura con qualcosa che invece è un prodotto della “cultura”. 

Prendi parte al cambiamento! 
Partecipa all’attività di ricerca insieme all’artista relazionale Antonio Spanedda.

Vedi tutti gli aggiornamenti
Commenti (1)
Utente Anonimo ha donato 20€
Voglio premiare progetti capaci di emozionare, di far vivere bene le persone e soprattutto capaci di creare valore! Viva DONNA
13/02/2022
60 €
Obiettivo 5.000 €
54
Giorni rimanenti
3
Sostenitori
46
Condivisioni
Utente Anonimo
20€ - 7 mesi fa
Utente Anonimo
20€ - 7 mesi fa
Utente Anonimo
20€ - 7 mesi fa
Scegli una ricompensa
10€ o più

Magazine Arte Relazionale

formato A4 32 pagine

 

90€ o più

WORKSHOP DONNA Volto del nuovo decennio.

Il Workshop improntato al gioco, sarà un'esperienza immersiva nell'arte contemporanea che ti permetterà di far parte del progetto d'arte relazionale dedicato al lato femminile del mondo, inoltre potrai portarti a casa lo scatto di una fotografa professionista, lavorato live con smalti cosmetici, oltre ad entrare a far parte a tutti gli effetti delle future rassegne espositive.

Programma Workshop della durata di 45 minuti circa:

  • Accoglienza e preparazione al Workshop attraverso un colloquio e con la visione di un filmato introduttivo;
  • Assistenza e preparazione allo shooting fotografico coordinato da una fotografa professionista;
  • Registrazione di una video intervista (sui principi guida del progetto);
  • Analisi degli scatti fotografici e discussione, (obiettivo autostima);
  • Stampa di uno scatto su supporto cartaceo, elaborazione pittorica con smalti cosmetici e consegna dell’elaborato di partecipazione (significato del dono).
  • Congedo finale e saluti.

    Le date e i luoghi dei workshop verranno comunicate all'inizio della stagione primaverile. (Piemonte, Lombardia, Veneto e Sardegna).
    Sostenendo il workshop con questa ricompensa, se non la utilizzerai personalmente, darai accesso libero ad altre donne.
Novara, Italia
Cultura
Obiettivi:
Parità di genereRidurre le disuguaglianzeCittà e comunità sostenibili

Cosa propongono le donne per realizzare un futuro migliore?

DONNA Volto del nuovo decennio

Un progetto d'arte relazionale che propone un viaggio nel mondo femminile, per creare una rete sociale aperta e fondata sulla fiducia. 
Il “viaggio” usa l'Arte come strumento di espressione, di comunicazione e comincia con un laboratorio artistico aperto al pubblico femminile. Un indagine sociale che condurrà ad una rassegna espositiva urbana, alla realizzazione di numerosi documenti video e altrettanti eventi di restituzione.

Il progetto è nato in Germania nel 2018 grazie al sostegno del Kulturreferat München e nel corso di questi ultimi anni più di 150 donne di differenti nazionalità, hanno deciso di partecipare ai workshop dell’artista per condividere le loro istanze di cambiamento.

WORKSHOP

DONNA inizia con un workshop, un'esperienza immersiva nell'arte contemporanea attraverso la quale una fotografa e un artista aiutano le donne a ritrovare la loro personalità e quelle energie per la coscienza che servono a soddisfare i bisogni umani fondamentali. Per esempio, la scoperta e la realizzazione della propria identità o la crescita dell'autostima. 
Come esseri umani abbiamo bisogno di vivere, ma anche di “essere vivi”.

ARTE RELAZIONALE

Negli anni ’90 si comincia a parlare in campo filosofico, culturale e artistico di Estetica Relazionale. Uno tra i primi a fornire una codificazione più precisa di questo tipo di estetica è il curatore francese e critico Nicolas Bourriaud che, grazie alla sua esperienza a contatto diretto con gli artisti, teorizza una nuova definizione per le pratiche artistiche anni Novanta. Bourriaud vede la possibilità di definire un’Arte Relazionale, attraverso il lavoro di quegli artisti che propongono un mutamento radicale degli obiettivi estetici, culturali, politici e sociali dell’arte moderna. Giustifica questa evoluzione chiamando in causa la nascita di una cultura urbana mondiale e dall’estensione del modello cittadino alla quasi totalità dei fenomeni culturali, attraverso l’aumento di scambi sociali, la grande mobilità degli individui, la progressiva rottura dell’isolamento che va di pari passo con quello delle mentalità.
Per Bourriaud e per questi artisti relazionali l’arte ha una funzione particolare nella produzione collettiva e nella società, infatti il suo scopo finale è lo scambio sociale. 
Un’arte che assuma come orizzonte teorico la sfera delle interazioni umane e il suo contesto sociale, piuttosto che l’affermazione di uno spazio simbolico autonomo e privato, dell’autore, questa possiamo definire Arte Relazionale.

L'artista relazionale Antonio Spanedda da diversi anni non produce solo oggetti estetici, ma crea contesti  capaci di stimolare la creatività dei soggetti coinvolti rendendo “arte” il dialogo, il confronto, l’incontro e la stessa relazione umana

OBIETTIVO DELLA RACCOLTA FONDI

L'obiettivo con questa raccolta fondi è continuare a sostenere le iniziative che ruotano intorno al progetto DONNA anche sul territorio italiano, per raccontare il lato femminile del mondo come leva di innovazione e di crescita. 

PRENDI PARTE AL CAMBIAMENTO! 

Proteggi e difendi il valore del lato femminile del mondo, perché non c'è luogo in cui l'umanità delle donne non abbia bisogno di essere riscoperta, rivalutata, restituita.
Sostieni il progetto, contattaci e porta il Workshop nella tua città, nel tuo luogo di lavoro o in uno spazio privato nella primavera di quest'anno!

ANTONIO SPANEDDA

Antonio Spanedda nato a Novara nel 1961, è diplomato in scultura e dottorato di ricerca in Arte Sacra all'Accademia di Belle Arti Brera di Milano. Negli anni ’90, con lo pseudonimo “Lampadina”, lavora nell’entertainment in Italia e all’estero attraverso uno spettacolo di pittura con spray. Partecipa, in qualità di attore, a diverse trasmissioni televisive e in teatro. 
Nel 1996 fonda il Gruppo Argilla che riunisce numerosi artisti, con cui organizza numerose performance artistiche in diverse città italiane, collaborando con lo Stalker Teatro di Torino e con Cittadellarte di Michelangelo Pistoletto. Partecipa a numerose rassegne di video-arte, e mostre d'arte fra cui a Roma insieme a Vettor Pisani, Giosetta Fioroni, Fabio Mauri e Luca Maria Patella. Nel Biennio 2002-2004 opera sul ciclo di opere in alluminio e acciaio realizzate attraverso procedure tecnologiche innovative. Realizza l'opera "Un Uomo Giusto" per la Chiesa del Sacro Volto di Milano e nel 2005 partecipa alla Biennale di Venezia con l'opera "Ambone, Casa della Parola" in permanenza nella Chiesa di S. Lio a Venezia. Nel 2010 nasce il progetto artistico IOTIAMO incentrato sull’Amore Universale e nel 2012 insieme ai Testimonial del progetto costituisce ACC un’associazione culturale per promuovere e diffondere la cultura attraverso l’arte. Nel 2015 esordisce con il laboratorio per bambini "Capsula del Tempo” un esperimento   artistico per viaggiare nel futuro. Nel 2018 lavora a Monaco di Baviera in Germania per il progetto d’Arte Relazionale “FRAU” dedicato al lato femminile del mondo. In Italia realizza Tramedimpresa un progetto che combina gli strumenti della formazione e quelli della comunicazione. Nel 2019-21 riprende la riflessione sulla donna con il tour espositivo “FRAU-MADRE-DONNA” e il progetto “L’arte fa bene al Business” in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti Brera di Milano. Nel 2021 inizia un nuovo progetto d’amore dedicato agli oceani: “Art Vs Plastic Pollution”.
Antonio Spanedda insegna Fenomenologia delle arti contemporanee e Tecniche dei nuovi media integrati presso l’Accademia di Belle Arti ACME di Novara.

Aggiornamenti (4)
19 March 2022

Vicolungo The Style Outlets Vicolungo NO Piemonte.
Opere d’arte fisiche e NFT per la rassegna di Antonio Spanedda dedicata alle donne

Prorogata fino alla fine del mese di marzo la rassegna espositiva, DONNA Volto del nuovo decennio dell’artista novarese Antonio Spanedda. 
DONNA Volto del nuovo decennio è il progetto con cui Vicolungo The Style Outlets, outlet gestito dal leader europeo di settore NEINVER, ha deciso di celebrare la figura femminile in occasione della ricorrenza della giornata internazionale della donna.     

I lavori artistici di Spanedda, che spaziano dalle fotografie, ai video, alle opere digitali, alle pitture, fino ad arrivare a performance e installazioni urbane, sono composti sia da materiali fisici, sia da un flusso di comunicazioni che si estendono al mondo digitale. Per questo motivo, la rassegna non è soltanto “Reale” presso il centro di Vicolungo, ma è affiancata anche da una esposizione “Virtuale” di opere NFT dell’artista che sono state condivise sui profili social di un gruppo di Art Sharer, blogger e influencer specializzate in arte. L’evento “online” è curato dalla Marketing Expert Alessia Valente.

19 March 2022

DONNA Volto del nuovo decennio  Gilda in città Udine:  opere d’arte fisiche e NFT per la rassegna DONNA  di Antonio Spanedda dedicata alle donne.  L’8 marzo presso la sala cinema Visionario è stato presentato il progetto  “DONNA” e al CIVICO 87 mobili & design di Udine è in corso l’esposizione “Reale”  dell’artista novarese, mentre un’esposizione “Virtuale” di opere NFT è presente nella blogosfera.   
L’iniziativa intende raccontare e valorizzare la diversità di genere come leva per l’innovazione e la crescita.  I lavori artistici di Spanedda, che spaziano dalle fotografie, ai video, alle opere digitali, alle pitture, fino ad arrivare a performance e installazioni urbane, sono composti sia da materiali fisici, sia da un flusso di comunicazioni che si estendono al mondo digitale. Per questo motivo, la rassegna non è soltanto “Reale” presso la sala cinema VISIONARIO e altri palcoscenici di Udine, ma è affiancata anche da una esposizione “Virtuale” di opere NFT dell’artista che sono state condivise sui profili social di un gruppo di Art Sharer, blogger e influencer specializzate in arte. L’evento “online” è curato dalla Marketing Expert Alessia Valente.

06 February 2022

DONNA Volto del nuovo decennio, un lavoro sensibile e infinito, in cui l'arte diventa cura dei sentimenti e dell’anima, l’arte relazionale come mezzo di cambiamento e di riappropriazione di sé.
Da quest'anno i laboratori “workshop DONNA” saranno aperti anche agli uomini sensibili, che non hanno paura di vivere il loro lato femminile... Un integrazione necessaria per avviare un processo culturale che può cambiare il mondo.

04 February 2022

Donna non si nasce, lo si diventa.

La Donna è stata vittima di preconcetti e acritiche convinzioni sulla propria capacità intellettuale e fisica, scambiando ciò che appartiene alla natura con qualcosa che invece è un prodotto della “cultura”. 

Prendi parte al cambiamento! 
Partecipa all’attività di ricerca insieme all’artista relazionale Antonio Spanedda.

Commenti (1)
Utente Anonimo ha donato 20€
Voglio premiare progetti capaci di emozionare, di far vivere bene le persone e soprattutto capaci di creare valore! Viva DONNA
13/02/2022

Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com
Esplora