Aiuto per la riabilitazione di Zeno
Biella, Italia
Salute
Obiettivi:
Salute e benessere

Sono le 15.45 del 18 Dicembre 2021 quando si stacca la valanga dal versante Sud della Roccia Nera trascinando con se Michele.  

Sono state ore difficili quelle che sono seguite. Il coma farmacologico, la prima tac e subito il primo intervento chirurgico per stabilizzare le fratture più complicate. Passano le ore e si inizia a delineare il quadro clinico di Zano, è un bollettino di guerra. Entrambi i femori presentano fratture scomposte (quello di sinistra in due punti differenti), bacino fratturato, spalla sinistra lussata, gomito rotto, 6 costole incrinate o rotte, mascella e zigomo presentano microfratture.

Sembrano scongiurate lesioni cerebrali e spinali, al momento era l'unica notizia positiva a cui ci potevamo aggrappare.

A circa 20 giorni dall'accaduto Michele ha subito l'intervento chirurgico ai femori e al gomito, le altre lesioni non richiederanno interventi ma lunghi periodi di immobilizzazione.

I femori, operati il 24 Dicembre, sono stati allineati grazie all'utilizzo di chiodi midollari. L'intervento chirurgico, eseguito in antroscopia e durato 5 ore, ha soddisfatto tutta l'equipe medica.  

L'operazione al gomito sinistro è stata eseguita il 3 Gennaio 2022, con l'inserimento di una placchetta per la stabilizzazione dei frammenti di osso interessati dalla frattura.

Ora inizia una lunghissima fase di recupero e riabilitazione che sarà impegnativa a livello fisico, mentale ed economico.

Ed è proprio per questo che siamo qua a chiedere un aiuto a tutti coloro che vorranno darlo.

Grazie.

Commenti (0)
15 €
Obiettivo 9.000 €
2
Sostenitori
0
Condivisioni
Utente Anonimo
0€ - 2 settimane fa
Utente Anonimo
15€ - 2 settimane fa
Biella, Italia
Salute
Obiettivi:
Salute e benessere

Sono le 15.45 del 18 Dicembre 2021 quando si stacca la valanga dal versante Sud della Roccia Nera trascinando con se Michele.  

Sono state ore difficili quelle che sono seguite. Il coma farmacologico, la prima tac e subito il primo intervento chirurgico per stabilizzare le fratture più complicate. Passano le ore e si inizia a delineare il quadro clinico di Zano, è un bollettino di guerra. Entrambi i femori presentano fratture scomposte (quello di sinistra in due punti differenti), bacino fratturato, spalla sinistra lussata, gomito rotto, 6 costole incrinate o rotte, mascella e zigomo presentano microfratture.

Sembrano scongiurate lesioni cerebrali e spinali, al momento era l'unica notizia positiva a cui ci potevamo aggrappare.

A circa 20 giorni dall'accaduto Michele ha subito l'intervento chirurgico ai femori e al gomito, le altre lesioni non richiederanno interventi ma lunghi periodi di immobilizzazione.

I femori, operati il 24 Dicembre, sono stati allineati grazie all'utilizzo di chiodi midollari. L'intervento chirurgico, eseguito in antroscopia e durato 5 ore, ha soddisfatto tutta l'equipe medica.  

L'operazione al gomito sinistro è stata eseguita il 3 Gennaio 2022, con l'inserimento di una placchetta per la stabilizzazione dei frammenti di osso interessati dalla frattura.

Ora inizia una lunghissima fase di recupero e riabilitazione che sarà impegnativa a livello fisico, mentale ed economico.

Ed è proprio per questo che siamo qua a chiedere un aiuto a tutti coloro che vorranno darlo.

Grazie.


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com