Portiamo Julio all'Università
Monza, Italia
Formazione
Obiettivi:
Istruzione di qualitàRidurre le disuguaglianze

Ciao a tutti,

mi chiamo Helga e sono la mamma di Julio. Vi scrivo per raccontarvi la nostra storia.

Mio figlio a settembre frequenterà la “NABA” (nuova Accademia di belle arti). A luglio ha partecipato a una settimana di work shop per la selezione. L’Università mi ha comunicato il superamento della prova, l’ammissione al corso di laurea, ma … qui la triste scoperta: con riserva. Volete sapere il perché?

La condizione per far entrare mio figlio all'Università è quella di far affiancare il ragazzo da un tutor/conoscente/educatore per circa 20/25 ore alla settimana. 

In realtà non sono richieste competenze o titoli straordinari. Si è parlato di “tutor”, ma poi è stato detto “anche un fratello maggiorenne va bene”. Ma il fratello non c’è, un partente che possa aiutarci non c'è. Io sono sola nel seguirlo e devo anche ovviamente lavorare per sostenerlo.

È necessario un affiancamento ma economicamente non potrei permettermi di pagare uno stipendio a qualcuno e, trattandosi di un'invalidità, il servizio sociale invalidi dimette il ragazzo perché l’Università non è prevista in un sistema in cui chi è invalido possa usufruire della Legge 68. 
Mi trovo (anzi, io e lui ci troviamo) davanti a un bivio: da una parte la genialità e la caparbietà di chi non si ferma dinanzi a grandi limiti, dall’altro c’è una richiesta di una condizione difficile da gestire per chi ha uno stipendio statale. 
Mio figlio è nato nel 2002. Ho contratto la rosolia al terzo mese di gravidanza. 
Scoperta la maternità e la malattia del feto,  sono rimasta sola con lui, senza papà e, insieme, ci siamo presi per mano e ci siamo incamminati verso una strada sconosciuta e per nulla semplice

Con tanta paura ma tanta fiducia. Nei suoi 19 anni di vita ha subito 13 interventi per rimediare ai danni della malattia. Tuttavia la sua determinazione gli ha permesso di condurre una vita bella, all’insegna dell’educazione, del rispetto, della cultura, dei sogni da realizzare. E lui ne ha tanti. Frequentare l’Università, realizzarsi nel mondo della moda è uno dei suoi sogni più belli. 
Mi fa soffrire l’idea che la cultura, la libertà di pensiero, la meraviglia dell’istruzione e della conoscenza possano essere ostacolati da uno stipendio che non è sufficiente.

Per questo chiedo a voi di accompagnarci, insieme, in questo sogno, portare Julio all'Università. Grazie, ve ne saremo riconoscenti!

Commenti (10)
Utente Anonimo ha donato 20€
Un abbraccio!
24/01/2022
Utente Anonimo ha donato 50€
In bocca al lupo
22/01/2022
Utente Anonimo ha donato 20€
Un piccolo aiuto anche da parte mia! Eleonora, la maestra dei rossi che accoglieva Andrea al prescuola
22/01/2022
Utente Anonimo ha donato 100€
Auguri per il vostro futuro.
19/01/2022
Utente Anonimo ha donato 100€
Con la speranza che la raccolta vada a buon fine auguro grande successo a Julio MariaPaola Save
16/01/2022
Utente Anonimo ha donato 30€
In bocca al lupo 🥰👍
31/12/2021
Utente Anonimo ha donato 15€
Ciao Helga, ti giunga il nostro sostegno per questa bellissima finalità! Auguri di un grande successo e di un magnifico 2022!
30/12/2021
Utente Anonimo ha donato 200€
mitico Julio! un abbraccio a te e a quella tipa tosta che hai come madre. marghe
29/12/2021
Utente Anonimo ha donato 30€
Grande Julio ti auguro il meglio
29/12/2021
Utente Anonimo ha donato 50€
Cari Julio ed HElgastella Vi ricordo con grande affetto ed è una soddisfazione che Julio continui gli studi. Ho sempre creduto in lui. Mi faccia sapere se posso essere d’aiuto come tutor di tanto in tanto. Con affetto Prof Cinquetti
29/12/2021
1.010 €
Obiettivo 5.000 €
20
Sostenitori
0
Condivisioni
4 persone hanno appena fatto una donazione
Utente Anonimo
50€ - 2 giorni fa
Utente Anonimo
20€ - 2 giorni fa
Utente Anonimo
100€ - 5 giorni fa
Monza, Italia
Formazione
Obiettivi:
Istruzione di qualitàRidurre le disuguaglianze

Ciao a tutti,

mi chiamo Helga e sono la mamma di Julio. Vi scrivo per raccontarvi la nostra storia.

Mio figlio a settembre frequenterà la “NABA” (nuova Accademia di belle arti). A luglio ha partecipato a una settimana di work shop per la selezione. L’Università mi ha comunicato il superamento della prova, l’ammissione al corso di laurea, ma … qui la triste scoperta: con riserva. Volete sapere il perché?

La condizione per far entrare mio figlio all'Università è quella di far affiancare il ragazzo da un tutor/conoscente/educatore per circa 20/25 ore alla settimana. 

In realtà non sono richieste competenze o titoli straordinari. Si è parlato di “tutor”, ma poi è stato detto “anche un fratello maggiorenne va bene”. Ma il fratello non c’è, un partente che possa aiutarci non c'è. Io sono sola nel seguirlo e devo anche ovviamente lavorare per sostenerlo.

È necessario un affiancamento ma economicamente non potrei permettermi di pagare uno stipendio a qualcuno e, trattandosi di un'invalidità, il servizio sociale invalidi dimette il ragazzo perché l’Università non è prevista in un sistema in cui chi è invalido possa usufruire della Legge 68. 
Mi trovo (anzi, io e lui ci troviamo) davanti a un bivio: da una parte la genialità e la caparbietà di chi non si ferma dinanzi a grandi limiti, dall’altro c’è una richiesta di una condizione difficile da gestire per chi ha uno stipendio statale. 
Mio figlio è nato nel 2002. Ho contratto la rosolia al terzo mese di gravidanza. 
Scoperta la maternità e la malattia del feto,  sono rimasta sola con lui, senza papà e, insieme, ci siamo presi per mano e ci siamo incamminati verso una strada sconosciuta e per nulla semplice

Con tanta paura ma tanta fiducia. Nei suoi 19 anni di vita ha subito 13 interventi per rimediare ai danni della malattia. Tuttavia la sua determinazione gli ha permesso di condurre una vita bella, all’insegna dell’educazione, del rispetto, della cultura, dei sogni da realizzare. E lui ne ha tanti. Frequentare l’Università, realizzarsi nel mondo della moda è uno dei suoi sogni più belli. 
Mi fa soffrire l’idea che la cultura, la libertà di pensiero, la meraviglia dell’istruzione e della conoscenza possano essere ostacolati da uno stipendio che non è sufficiente.

Per questo chiedo a voi di accompagnarci, insieme, in questo sogno, portare Julio all'Università. Grazie, ve ne saremo riconoscenti!

Commenti (10)
Utente Anonimo ha donato 50€
Cari Julio ed HElgastella Vi ricordo con grande affetto ed è una soddisfazione che Julio continui gli studi. Ho sempre creduto in lui. Mi faccia sapere se posso essere d’aiuto come tutor di tanto in tanto. Con affetto Prof Cinquetti
29/12/2021
Utente Anonimo ha donato 30€
Grande Julio ti auguro il meglio
29/12/2021
Utente Anonimo ha donato 200€
mitico Julio! un abbraccio a te e a quella tipa tosta che hai come madre. marghe
29/12/2021
Utente Anonimo ha donato 15€
Ciao Helga, ti giunga il nostro sostegno per questa bellissima finalità! Auguri di un grande successo e di un magnifico 2022!
30/12/2021
Utente Anonimo ha donato 30€
In bocca al lupo 🥰👍
31/12/2021
Utente Anonimo ha donato 100€
Con la speranza che la raccolta vada a buon fine auguro grande successo a Julio MariaPaola Save
16/01/2022
Utente Anonimo ha donato 100€
Auguri per il vostro futuro.
19/01/2022
Utente Anonimo ha donato 20€
Un piccolo aiuto anche da parte mia! Eleonora, la maestra dei rossi che accoglieva Andrea al prescuola
22/01/2022
Utente Anonimo ha donato 50€
In bocca al lupo
22/01/2022
Utente Anonimo ha donato 20€
Un abbraccio!
24/01/2022

Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com