Esplosione Ravanusa - Uniti per Ricominciare
Ravanusa, Italia
Solidarietà
Obiettivi:
Città e comunità sostenibiliPace, giustizia e istituzioni solide

Campagna ufficiale, promossa da Conflavoro Sicilia per il Comune di Ravanusa.

Erano le 20:30 di sabato 11 dicembre, gli abitanti di una palazzina di 4 piani del piccolo centro di Ravanusa erano tutti seduti sul divano quando all’improvviso è esploso il mondo tutto intorno a loro.
Una fuga di gas ha fatto esplodere l’intero edificio.

Sette le vittime accertate.
Tre di queste sono state recuperate il giorno successivo.
Le altre quattro dopo circa 30 ore di ricerche senza sosta.
Ricerche che non sono ancora terminate perché ci sono ancora persone disperse che devono essere trovate.

Il silenzio è caduto sul paese, gli abitanti pregano, si stringono.
Niente sarà più come prima.
Ogni volta che la tromba dei vigili del fuoco suona, tutti rimangono immobili: potrebbe essere il segnale che è stato trovato qualcosa, qualcuno.

Mentre si affollano le domande sul perché di una simile tragedia, i vigili del fuoco non si fermano.

Il Sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo, ha immediatamente lanciato un video appello in rete per chiedere il contributo di tutti.

Adesso, con questa raccolta fondi lanciata da Conflavoro Sicilia, l’appello si apre a tutti i cittadini, non solo di Ravanusa ma dell’Italia intera, per unirsi e dare supporto a tutte le famiglie colpite dalla tragedia e per aiutare i soccorsi.

È il momento di fare tutti la nostra parte, facciamo sentire il nostro supporto e vicinanza a Ravanusa!

Commenti (1)
Utente Anonimo ha donato 20€
Non esiste Nord o sud, l’Italia e gli Italiani sono tutti uguali e vi siamo vicini in questo momento così drammatico.
15/12/2021
190 €
Obiettivo 10.000 €
6
Sostenitori
0
Condivisioni
Utente Anonimo
10€ - 1 mese fa
Utente Anonimo
50€ - 1 mese fa
Utente Anonimo
5€ - 1 mese fa
Ravanusa, Italia
Solidarietà
Obiettivi:
Città e comunità sostenibiliPace, giustizia e istituzioni solide

Campagna ufficiale, promossa da Conflavoro Sicilia per il Comune di Ravanusa.

Erano le 20:30 di sabato 11 dicembre, gli abitanti di una palazzina di 4 piani del piccolo centro di Ravanusa erano tutti seduti sul divano quando all’improvviso è esploso il mondo tutto intorno a loro.
Una fuga di gas ha fatto esplodere l’intero edificio.

Sette le vittime accertate.
Tre di queste sono state recuperate il giorno successivo.
Le altre quattro dopo circa 30 ore di ricerche senza sosta.
Ricerche che non sono ancora terminate perché ci sono ancora persone disperse che devono essere trovate.

Il silenzio è caduto sul paese, gli abitanti pregano, si stringono.
Niente sarà più come prima.
Ogni volta che la tromba dei vigili del fuoco suona, tutti rimangono immobili: potrebbe essere il segnale che è stato trovato qualcosa, qualcuno.

Mentre si affollano le domande sul perché di una simile tragedia, i vigili del fuoco non si fermano.

Il Sindaco di Ravanusa, Carmelo D’Angelo, ha immediatamente lanciato un video appello in rete per chiedere il contributo di tutti.

Adesso, con questa raccolta fondi lanciata da Conflavoro Sicilia, l’appello si apre a tutti i cittadini, non solo di Ravanusa ma dell’Italia intera, per unirsi e dare supporto a tutte le famiglie colpite dalla tragedia e per aiutare i soccorsi.

È il momento di fare tutti la nostra parte, facciamo sentire il nostro supporto e vicinanza a Ravanusa!

Commenti (1)
Utente Anonimo ha donato 20€
Non esiste Nord o sud, l’Italia e gli Italiani sono tutti uguali e vi siamo vicini in questo momento così drammatico.
15/12/2021

Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com