Recupero castagneti di famiglia
Galluccio, Italia
Ambiente
Obiettivi:
Imprese, innovazione e infrastruttureLotta contro il cambiamento climaticoVita sulla terra

 

Salve, sono Antonietta De Luca. Sin da piccola ho avuto la grande fortuna di vivere in campagna, precisamente a Galluccio, alle pendici del vulcano spento di Roccamonfina. La zona è ricca e rigogliosa; dall’età di otto anni ho iniziato a raccogliere quello che è il frutto per eccellenza di questa località: la castagna. 

Si tratta di una vera e propria passione che mi ha accompagnato fino ad oggi...e che spero possa far parte del mio futuro.

 

 

 

 

 

Dopo una laurea in Lettere e lo svolgimento di diversi lavori ho scelto uno stile di vita più lento e in grado di appagarmi giorno per giorno, cosa che la Terra ci offre attraverso il suo mutare stagionale, richiedendo sempre svariati interventi nel rispetto della natura e dei suoi cicli. Ho avviato un orto sinergico, allestito un pollaio per sole ovaiole libere, curato l’uliveto di famiglia, mi sono cimentata nella coltura dello zafferano e raccolgo di stagione in stagione tutto ciò che cresce spontaneamente, con rispetto e parsimonia.

 

 

 

 

 

 

Tornando alla castagna, l’albero da cui deriva questa prelibatezza è stato infestato dal cinipide, una piccola vespa che blocca la fase vegetativa della pianta. Il lavoro di recupero è stato duro e non è ancora ultimato, abbiamo visto anni senza lo sviluppo di un solo riccio. 

Quello che vorrei realizzare è l’ampliamento del castagneto di famiglia, abitato da piante secolari ma fortemente compromesse e ormai stanche. 

A causa del cambiamento climatico la pianta, ad oggi, necessita di abbondanti irrigazioni e di maggiori cure alle quali non riesco sempre a provvedere.

La coltivazione della castagna mi permette di far fronte ad eventuali e modiche spese, ma attraverso il suo miglioramento ed ampliamento potrei non solo fornire l’incremento di nuovi alberi, di cui noi tutti conosciamo l’importanza, ma potrei anche sperare in seguito di far nascere progetti satellitari che per ora sono soltanto sogni: apicoltura (sapete quanto è buono il miele di castagno?), attività all’aperto per i bambini, vendita del prodotto al singolo attraverso l’e-commerce, lavorazione della castagna per la marmellata della nonna  e per la farina (per ora ne beneficiamo solo tra familiari e pochi amici).

Ho sempre sperato di poter lavorare il frutto e di vederne le grandi e DOLCI soddisfazioni, ma ogni anno mi ritrovo a dover fornire lo scarso raccolto a grandi centri per poter sostenere le spese per le cure e le concimazioni di cui la pianta necessita per l’anno successivo. 

Attraverso una campagna di raccolti fondi posso quantomeno sperare di piantare quattrocento (o più) nuovi alberi, di fornir loro un adeguato sistema d’irrigazione e di organizzarmi in futuro per condividere con voi i “frutti” di questo percorso, l’albero inizierà a donare dopo tre anni dalla messa a dimora.

Vi ringrazio anche solo per l’attenzione e la curiosità, spero di potervi ringraziare anche della donazione :) ogni albero avrà il nome del donatore.  

Per ora posso offrire con piacere passeggiate nei castagneti per poterne ammirare la bellezza, ne sarete immensamente ripagati!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti (1)
Utente Anonimo ha donato 100€
Speriamo che sia "l'incipit"di un grande progetto.
23/12/2021
550 €
Obiettivo 5.000 €
8
Sostenitori
0
Condivisioni
Utente Anonimo
10€ - 2 settimane fa
Utente Anonimo
50€ - 3 settimane fa
Utente Anonimo
100€ - 1 mese fa
Scegli una ricompensa
10€ o più

Grazie per la tua offerta, ogni contributo è importante!

Uno dei Castagni porterà il tuo nome

20€ o più

Grazie del tuo contributo! Oltre a dare il tuo ad un Castagno ti verrà inviato un Gadget ricordo con l'incisione di Chestnut Tree

50€ o più

Grazie del tuo contributo! Oltre a dare il tuo nome ad un Castagno ti verranno inviati 2 kg di castagne (2022)

100€ o più

 Grazie del tuo contributo! Oltre a dare il tuo nome ad un Castagno ti verranno inviati 3kg di castagne(2022)

200€ o più

Grazie del tuo contributo! Oltre a dare il tuo nome ad un Castagno ti verranno inviati 5 kg di castagne (2022) 

In più potrò ospitarti presso il Castagneto e accoglierti con un pic-nic a base di prodotti da me coltivati e raccolti.  

Galluccio, Italia
Ambiente
Obiettivi:
Imprese, innovazione e infrastruttureLotta contro il cambiamento climaticoVita sulla terra

 

Salve, sono Antonietta De Luca. Sin da piccola ho avuto la grande fortuna di vivere in campagna, precisamente a Galluccio, alle pendici del vulcano spento di Roccamonfina. La zona è ricca e rigogliosa; dall’età di otto anni ho iniziato a raccogliere quello che è il frutto per eccellenza di questa località: la castagna. 

Si tratta di una vera e propria passione che mi ha accompagnato fino ad oggi...e che spero possa far parte del mio futuro.

 

 

 

 

 

Dopo una laurea in Lettere e lo svolgimento di diversi lavori ho scelto uno stile di vita più lento e in grado di appagarmi giorno per giorno, cosa che la Terra ci offre attraverso il suo mutare stagionale, richiedendo sempre svariati interventi nel rispetto della natura e dei suoi cicli. Ho avviato un orto sinergico, allestito un pollaio per sole ovaiole libere, curato l’uliveto di famiglia, mi sono cimentata nella coltura dello zafferano e raccolgo di stagione in stagione tutto ciò che cresce spontaneamente, con rispetto e parsimonia.

 

 

 

 

 

 

Tornando alla castagna, l’albero da cui deriva questa prelibatezza è stato infestato dal cinipide, una piccola vespa che blocca la fase vegetativa della pianta. Il lavoro di recupero è stato duro e non è ancora ultimato, abbiamo visto anni senza lo sviluppo di un solo riccio. 

Quello che vorrei realizzare è l’ampliamento del castagneto di famiglia, abitato da piante secolari ma fortemente compromesse e ormai stanche. 

A causa del cambiamento climatico la pianta, ad oggi, necessita di abbondanti irrigazioni e di maggiori cure alle quali non riesco sempre a provvedere.

La coltivazione della castagna mi permette di far fronte ad eventuali e modiche spese, ma attraverso il suo miglioramento ed ampliamento potrei non solo fornire l’incremento di nuovi alberi, di cui noi tutti conosciamo l’importanza, ma potrei anche sperare in seguito di far nascere progetti satellitari che per ora sono soltanto sogni: apicoltura (sapete quanto è buono il miele di castagno?), attività all’aperto per i bambini, vendita del prodotto al singolo attraverso l’e-commerce, lavorazione della castagna per la marmellata della nonna  e per la farina (per ora ne beneficiamo solo tra familiari e pochi amici).

Ho sempre sperato di poter lavorare il frutto e di vederne le grandi e DOLCI soddisfazioni, ma ogni anno mi ritrovo a dover fornire lo scarso raccolto a grandi centri per poter sostenere le spese per le cure e le concimazioni di cui la pianta necessita per l’anno successivo. 

Attraverso una campagna di raccolti fondi posso quantomeno sperare di piantare quattrocento (o più) nuovi alberi, di fornir loro un adeguato sistema d’irrigazione e di organizzarmi in futuro per condividere con voi i “frutti” di questo percorso, l’albero inizierà a donare dopo tre anni dalla messa a dimora.

Vi ringrazio anche solo per l’attenzione e la curiosità, spero di potervi ringraziare anche della donazione :) ogni albero avrà il nome del donatore.  

Per ora posso offrire con piacere passeggiate nei castagneti per poterne ammirare la bellezza, ne sarete immensamente ripagati!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti (1)
Utente Anonimo ha donato 100€
Speriamo che sia "l'incipit"di un grande progetto.
23/12/2021

Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com