Give water, bloom life
Ambiente
Obiettivi:
Energia pulita e accessibileVita sott'acquaVita sulla terra

Di cosa si tratta

Il Giardino si trova a Cernobbio, Lago di Como.

Fino al 1980, il territorio in parte comunale e in parte demaniale su cui sorge, era una discarica abusiva. Poi un giorno, la signora Pupa Frati, chiamata affettuosamente Nonna Pupa, ha deciso di trasformare questo luogo abbandonato in un giardino per tutti. Dopo diversi anni, e tanto lavoro, è riuscita a creare questa oasi di pace unica e speciale. Adesso il giardino è ricco di piante provenienti da diverse parti del mondo, di statue scolpite nel legno e di luoghi dove sedersi e riposarsi. Il giardino è accessibile gratuitamente a tutti, riceve un piccolo contributo annuale dal Comune di Cernobbio e vive principalmente di donazioni, di quote associative e del lavoro di volontari appassionati. 

L'associazione il Giardino della Valle, creata da Nonna Pupa nel 2001, ha lo scopo di portare avanti il suo sogno, conservare il giardino, curare le piante, organizzare eventi culturali e didattici per il bene della comunità e di chi la visita. 

Nonna Pupa ha continuato a dirigere i lavori in giardino fino all’ultimo ed è stata una grande ispirazione per tutti quelli che l’hanno conosciuta. È mancata nel 2019.

Come verranno utilizzati i fondi

Il Giardino della Valle si estende per circa 3000 mq, su terreni sassosi e poveri, lungo il torrente Garrovo e sul confine sud del parco di Villa d'Este. 

Attualmente circa un terzo della superficie ha un sistema di irrigazione automatico goccia a goccia. Il resto del giardino deve essere irrigato a mano, un lavoro impegnativo per i pochi volontari attivi che non sempre riescono a irrigare tutto il giardino regolarmente. Con il caldo dell’estate che aumenta ogni anno, anche a causa del riscaldamento climatico, le piante soffrono e rischiano di morire. Per quanto si stia tentando di introdurre e sperimentare piante più resistenti alla siccità e a condizioni estreme, irrigare in modo puntuale e senza sprechi diventa una necessità urgente. 

Per il bene del giardino e per il bene di tutti quelli che lo visitano (turisti e locali) risulta fondamentale integrare la rete irrigua attualmente carente. 

Questa campagna ha lo scopo di raccogliere 5000 euro per ampliare il sistema di irrigazione automatico goccia a goccia, azione importantissima per garantire la sopravvivenza del giardino. 

Chi c'è dietro al progetto

Una Finestra Sul Lago e Il Giardino della Valle

Commenti (0)
2.476 €
Obiettivo 2.476 €
33
Sostenitori
0
Condivisioni
ANITA LONGO
100€ - 2 mesi fa
Erik Senesi
51€ - 3 mesi fa
jin frati
100€ - 3 mesi fa
Scegli una ricompensa
5€ o più
Donazione
11€ o più
Tessera */"Amici Il Giardino della Valle"/*
21€ o più
Tessera */"Amici Il Giardino della Valle"/* Link del *film* documentario */“Il giardino di Nonna Pupa” /*
31€ o più
Tessera */"Amici Il Giardino della Valle"/* *Link *del *film* documentario */“Il giardino di Nonna Pupa” /* *DVD* film documentario /*“Il giardino di Nonna Pupa”*/
51€ o più
Tessera */"Amici Il Giardino della Valle"/* *Link *del *film* documentario */“Il giardino di Nonna Pupa” /* *DVD* film documentario /*“Il giardino di Nonna Pupa”*/ *Nome del contributore* al Giardino della Valle e sull'apposita sezione del sito web  www.ilgiardinodellavalle.it [1] [1] http://www.ilgiardinodellavalle.it
Ambiente
Obiettivi:
Energia pulita e accessibileVita sott'acquaVita sulla terra

Di cosa si tratta

Il Giardino si trova a Cernobbio, Lago di Como.

Fino al 1980, il territorio in parte comunale e in parte demaniale su cui sorge, era una discarica abusiva. Poi un giorno, la signora Pupa Frati, chiamata affettuosamente Nonna Pupa, ha deciso di trasformare questo luogo abbandonato in un giardino per tutti. Dopo diversi anni, e tanto lavoro, è riuscita a creare questa oasi di pace unica e speciale. Adesso il giardino è ricco di piante provenienti da diverse parti del mondo, di statue scolpite nel legno e di luoghi dove sedersi e riposarsi. Il giardino è accessibile gratuitamente a tutti, riceve un piccolo contributo annuale dal Comune di Cernobbio e vive principalmente di donazioni, di quote associative e del lavoro di volontari appassionati. 

L'associazione il Giardino della Valle, creata da Nonna Pupa nel 2001, ha lo scopo di portare avanti il suo sogno, conservare il giardino, curare le piante, organizzare eventi culturali e didattici per il bene della comunità e di chi la visita. 

Nonna Pupa ha continuato a dirigere i lavori in giardino fino all’ultimo ed è stata una grande ispirazione per tutti quelli che l’hanno conosciuta. È mancata nel 2019.

Come verranno utilizzati i fondi

Il Giardino della Valle si estende per circa 3000 mq, su terreni sassosi e poveri, lungo il torrente Garrovo e sul confine sud del parco di Villa d'Este. 

Attualmente circa un terzo della superficie ha un sistema di irrigazione automatico goccia a goccia. Il resto del giardino deve essere irrigato a mano, un lavoro impegnativo per i pochi volontari attivi che non sempre riescono a irrigare tutto il giardino regolarmente. Con il caldo dell’estate che aumenta ogni anno, anche a causa del riscaldamento climatico, le piante soffrono e rischiano di morire. Per quanto si stia tentando di introdurre e sperimentare piante più resistenti alla siccità e a condizioni estreme, irrigare in modo puntuale e senza sprechi diventa una necessità urgente. 

Per il bene del giardino e per il bene di tutti quelli che lo visitano (turisti e locali) risulta fondamentale integrare la rete irrigua attualmente carente. 

Questa campagna ha lo scopo di raccogliere 5000 euro per ampliare il sistema di irrigazione automatico goccia a goccia, azione importantissima per garantire la sopravvivenza del giardino. 

Chi c'è dietro al progetto

Una Finestra Sul Lago e Il Giardino della Valle


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com