Salva un vigneto
Ambiente
Obiettivi:
Energia pulita e accessibileVita sott'acquaVita sulla terra

Di cosa si tratta

Il vigneto K2 è stato piantato nel 1973 e fino ad oggi le sue piante ci hanno donato un Pinot Grigio unico, ora a rischio di estinzione.

Mio fratello Francesco ed io siamo la quinta generazione che si prende cura delle nostre terre e delle piante storiche che abbiamo ereditato. Quelle del K2 per noi sono le “Signore”. Purtroppo gli anni passano per tutti e anche le “Signore” hanno iniziato a morire, lasciando questo vigneto sempre meno popolato.  

Oggi, il numero delle “Signore” si è ridotto di molto e se seguissimo le dinamiche di mercato dovremmo estirpare il vigneto in toto e ripartire con delle piante giovani concentrandoci sull’industrializzazione della coltivazione.

Noi invece desideriamo che le “Signore” insegnino alle nuove piante cosa vuol dire produrre poco e con grande qualità, godendosi con calma il terroir e le nostre cure. Desideriamo poter lasciare in eredità ai nostri figli il corredo genetico delle Signore in modo che anche loro possano godere della produzione di questo vino unico.

Con il tuo aiuto prevediamo di non cambiare il sesto di impianto (ovvero la larghezza tra fila e fila o tra pianta e pianta) o il tipo di allevamento del vigneto K2. Il vigneto rimarrà cosi e noi andremo a piantare le 1.200 piante rimettendole al posto di quelle morte. Il primo anno pianteremo dei piedi, ai quali poi innesteremo le gemme delle “Signore”. In questo modo avremo delle viti nuove e vigorose con il corredo genetico e l’esperienza delle “Signore”.

Come verranno utilizzati i fondi

Tecnicamente il processo che seguiremo sarà il seguente:

- autunno 2021 messa a dimora manuale di 1.200 piante all’interno del vigneto K2;

- inverno 2021/2022 si prelevano le gemme delle "Signore" e vengono mantenute in un ambiente termo regolato;

- primavera/estate 2022 innesto delle gemme sui piedi piantati nel 2021 e che avranno un apparato radicale sviluppato;

- vendemmia 2024 raccolta dei primi grappoli.


I fondi verranno cosi distribuiti:

- 2.500 euro per l’acquisto dei piedi e la loro piantumazione;

- 2.500 euro per il prelievo delle gemme e il loro innesto;

- 2.500 euro per i 3 anni in cui accudiremo le piante senza avere produzione.

Chi c'è dietro al progetto

Francesco e Letizia, la quinta generazione di una azienda agricola che esiste da oltre 130 anni.

Abbiamo ereditato queste terre e queste piante, che negli anni hanno dato molto alla nostra famiglia, e di cui ora siamo i custodi. Il nostro sogno è donare ai nostri figli questa azienda mantenendola al meglio e rispettando le generazioni che ci si sono dedicate prima di noi.

Abbiamo 35 ettari di vigneti, tutti di una certa età, e lotteremo per non cedere allo sfruttamento delle piante e al conseguente deperimento della terra.

I nostri sono sogni ambiziosi e abbiamo bisogno del vostro aiuto per farli diventare realtà.

Aggiornamenti (1)
16 July 2021

Obiettivo Raggiunto!!!

Grazie di cuore a tutti voi che ci avete sostenuto.

Abbiamo raggiunto il budget che ci permetterà di salvare il vigneto (inclusi i suoi abitanti :)) e piantare un numero importante di viti nuove. 

Vi aspettiamo qui a Buttrio per conoscerci e ringraziarvi di persona.

A presto!

Francesco & Letizia

Leggi tutto
Commenti (0)
7.650 €
Obiettivo 7.500 €
41
Sostenitori
0
Condivisioni
Marina Danieli
20€ - 1 anno fa
azienda agricola Danieli
100€ - 1 anno fa
Luca Sartoni
100€ - 1 anno fa
Scegli una ricompensa
10€ o più

Grazie per il tuo supporto!

20€ o più

Grazie per il supporto, riceverai presto un attestato di Supporter Ufficiale firmato.

35€ o più

Oltre al certificato di Supporter Ufficiale avrai uno sconto del 10% sul primo acquisto fatto sul nostro e-commerce marinadanieli.club

50€ o più

Per te 10% di sconto per acquisto dal nostro sul nostro e-commerce marinadanieli.club e 2 bottiglie dello storico Pinot Grigio in commercio.

100€ o più

Con questa donazione avrai accesso alla Vine of Fame. Una delle piante nuove avrà il tuo nome per sempre e noi ti invieremo degli aggiornamenti regolari sul suo sviluppo per i prossimi 3 anni. Anche per te non può mancare il 10% di sconto sul nostro e-commerce.

250€ o più

Con questa donazione avrai accesso al Vineyard of Fame, oltre che sulla pianta, il tuo nome sarà permanente all'ingresso della vigna e tutti sapranno che grazie a te questo vigneto non è andato perso. 

Riceverai aggiornamenti regolari per 3 anni sullo stato della tua pianta e avrai il 10% di sconto sugli acquisti fatti sul nostro e-commerce.

500€ o più

Non ci sono parole per ringraziarti! Il tuo nome sarà sulla retro etichetta della prima vintage di produzione delle nuove piante e ti invieremo 6 bottiglie personalizzate nate dal tuo aiuto. 

10% di sconto per gli acquisti fatti sul nostro e-commerce.

Ambiente
Obiettivi:
Energia pulita e accessibileVita sott'acquaVita sulla terra

Di cosa si tratta

Il vigneto K2 è stato piantato nel 1973 e fino ad oggi le sue piante ci hanno donato un Pinot Grigio unico, ora a rischio di estinzione.

Mio fratello Francesco ed io siamo la quinta generazione che si prende cura delle nostre terre e delle piante storiche che abbiamo ereditato. Quelle del K2 per noi sono le “Signore”. Purtroppo gli anni passano per tutti e anche le “Signore” hanno iniziato a morire, lasciando questo vigneto sempre meno popolato.  

Oggi, il numero delle “Signore” si è ridotto di molto e se seguissimo le dinamiche di mercato dovremmo estirpare il vigneto in toto e ripartire con delle piante giovani concentrandoci sull’industrializzazione della coltivazione.

Noi invece desideriamo che le “Signore” insegnino alle nuove piante cosa vuol dire produrre poco e con grande qualità, godendosi con calma il terroir e le nostre cure. Desideriamo poter lasciare in eredità ai nostri figli il corredo genetico delle Signore in modo che anche loro possano godere della produzione di questo vino unico.

Con il tuo aiuto prevediamo di non cambiare il sesto di impianto (ovvero la larghezza tra fila e fila o tra pianta e pianta) o il tipo di allevamento del vigneto K2. Il vigneto rimarrà cosi e noi andremo a piantare le 1.200 piante rimettendole al posto di quelle morte. Il primo anno pianteremo dei piedi, ai quali poi innesteremo le gemme delle “Signore”. In questo modo avremo delle viti nuove e vigorose con il corredo genetico e l’esperienza delle “Signore”.

Come verranno utilizzati i fondi

Tecnicamente il processo che seguiremo sarà il seguente:

- autunno 2021 messa a dimora manuale di 1.200 piante all’interno del vigneto K2;

- inverno 2021/2022 si prelevano le gemme delle "Signore" e vengono mantenute in un ambiente termo regolato;

- primavera/estate 2022 innesto delle gemme sui piedi piantati nel 2021 e che avranno un apparato radicale sviluppato;

- vendemmia 2024 raccolta dei primi grappoli.


I fondi verranno cosi distribuiti:

- 2.500 euro per l’acquisto dei piedi e la loro piantumazione;

- 2.500 euro per il prelievo delle gemme e il loro innesto;

- 2.500 euro per i 3 anni in cui accudiremo le piante senza avere produzione.

Chi c'è dietro al progetto

Francesco e Letizia, la quinta generazione di una azienda agricola che esiste da oltre 130 anni.

Abbiamo ereditato queste terre e queste piante, che negli anni hanno dato molto alla nostra famiglia, e di cui ora siamo i custodi. Il nostro sogno è donare ai nostri figli questa azienda mantenendola al meglio e rispettando le generazioni che ci si sono dedicate prima di noi.

Abbiamo 35 ettari di vigneti, tutti di una certa età, e lotteremo per non cedere allo sfruttamento delle piante e al conseguente deperimento della terra.

I nostri sono sogni ambiziosi e abbiamo bisogno del vostro aiuto per farli diventare realtà.

Aggiornamenti (1)
16 July 2021

Obiettivo Raggiunto!!!

Grazie di cuore a tutti voi che ci avete sostenuto.

Abbiamo raggiunto il budget che ci permetterà di salvare il vigneto (inclusi i suoi abitanti :)) e piantare un numero importante di viti nuove. 

Vi aspettiamo qui a Buttrio per conoscerci e ringraziarvi di persona.

A presto!

Francesco & Letizia


Per maggiori informazioni contattaci al nostro indirizzo privacy@eppela.com
Esplora