Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

A sewing machine for Pretty in Mad

Con una macchina da cucire professionale la start up "Pretty in Mad" sarà pronta per spiccare il volo!

1.300€
Traguardo
2.770€
raccolti
120
Sostenitori

A sewing machine for Pretty in Mad

Con una macchina da cucire professionale la start up "Pretty in Mad" sarà pronta per spiccare il volo!

1.300€
Traguardo
2.770€
raccolti
120
Sostenitori

Storia

Tutto nasce da un blog

Erika è una ragazza veneta che, quattro anni fa, si è ritrovata senza lavoro da un giorno all’altro. “La rosa del web che non si arrende mai”, così è stata definita da alcuni blog, non è una ragazza che si perde d’animo. Anzi. Erika decide di dedicare tutta se stessa a ciò che l’appassiona di più: la fotografia e il cucito creativo. Crea un blog (www.prettyinmad.com) e diventa una vera e propria artigiana 2.0. La sua passione, la sua semplicità, la capacità di raccontare le proprie disavventure professionali o le sue nuove creazioni, sono elementi che non sono passati inosservati al popolo del web: la sua community cresceva di giorno in giorno. Di certo, a Erika le difficoltà non mancavano, la passione non poteva darle i soldi dei quali necessitava o, almeno, non ancora. Nei primi due anni di attività, per finanziare la crescita del suo piccolo business, lavorava anche in un magazzino. Nel 2015, finalmente, c’è stata la svolta: il brand Pretty in Mad comincia a funzionare, per Erika è il momento di aprire partita IVA.

Mai accontentarsi

Erika non si sentiva arrivata, le mancava ancora un piccolo passo per fare il salto di qualità e trasformare definitivamente la sua passione in lavoro, aveva bisogno di una macchina da cucire professionale. La sua community era numerosissima, la decisione da prendere era una delle più facili della sua vita: realizzare un progetto di crowdfunding. Grazie alle ricompense stabilite, poteva prevendere i suoi prodotti, dare visibilità alla sua piccola impresa e coinvolgere la propria community. Il budget prefissato era di 1300 euro, tanto occorreva per acquistare una macchina da cucire. In 40 giorni Erika raccoglie più del doppio di quanto richiesto, ad oggi la crescita della sua attività non conosce sosta.

IL BRAND PRETTY IN MAD

Pretty in Mad è un piccolo brand indipendente di accessori totalmente handmade in Italy: borse, pochette, tracolline, fasce per capelli, realizzate con tessuti ricercati quali stoffe giapponesi e cotoni americani, con rifiniture in pelle rigorosamente vegan e nasce un paio di anni fa dalla volontà reagire alla crisi economica.


ERIKA (ALIAS PRETTY IN MAD) E LA SUA STORIA


Dietro al brand Pretty in Mad ci sono io, Erika, conosciuta in rete grazie al mio blog www.prettyinmad.com, un tempo dedicato esclusivamente alla fotografia analogica (mia grande passione) ed ora diario di bordo delle mie avventure in laboratorio.

    

Quando il negozio dove lavoravo è stato chiuso, mi sono ritrovata con un sacco di tempo libero e ho deciso di sfruttare i mesi di disoccupazione per imparare a cucire.
In poco tempo è nata la passione e ho scoperto che creando accessori potevo esprimere me stessa e rendere felice chi decideva di acquistare una mia creazione.
Il mio brand ha riscosso subito successo, ho aperto uno shop on line, sono arrivati i mercatini e infine mi sono convinta che valeva la pena tentare di farne il mio lavoro a tempo pieno e ho aperto partita IVA diventando a tutti gli effetti ARTIGIANA.

    


PERCHE' ADERIRE A QUESTA RICHIESTA DI CROWDFUNDING


Adesso la mia produzione ha bisogno di fare un salto di qualità: vorrei offrire qualcosa di davvero eccellente e per farlo ho bisogno dei mezzi adatti, di attrezzature professionali. Prima su tutte una VERA macchia da cucire che mi permetta di trattare anche materiali diversi dal cotone (uso tanta vegan leather e le due macchine da cucire super economiche che ho mi danno spesso problemi perchè non adatte).
Una macchina da cucire professionale mi permetterebbe di risparmiare il tempo e il denaro delle riparazioni e mi consentirebbe di proporre articoli di qualità superiore.
Purtroppo non dispongo della somma necessaria per fare un acquisto del genere e non so nemmeno quando ne disporrò, sapete bene quante siano le spese per una start up.


Io credo molto in questo progetto, sto sognando in grande perchè il mondo dell'handmade in Italia, da un paio d'anni, è in continuo divenire, un crescendo di gente coraggiosa che si mette in gioco in prima persona per farsi beffa della crisi e urlare al mondo che FARCELA SI PUO'.
Sono convinta che in questo momento sia importante non farsi abbattere dalle circonstanze, non farsi inghiottire dalle cattive acque in cui stiamo navigando, ma rimboccarsi le maniche e FARE.

    

Mi serve questo piccolo aiuto da parte vostra, per dimostrare sia a me stessa che agli altri che non tutto è perduto e soprattutto che vivere delle proprie passioni non è solamente un'utopia.


LE RICOMPENSE

Vorrei spendere due parole anche sulle ricomperse: a parte spillette e cartoline, il resto sarà interamente prodotto da me espressamente per questa occasione!

Le coin purse di due grandezze e le tote bags saranno in stoffe dalle fantasie assortite, e tutte porteranno l'etichetta "Pretty in Mad for Eppela" che ne attesterà l'edizione limitata! Solo chi avrà contribuito a questa raccolta fondi sarà in possesso di questa edizione speciale!

Stessa cosa dicasi per le ricompense più sostanziose: potrete scegliere il modello di accessorio che più vi piace tra quelli in produzione e decidere la stoffa con cui verrà cucito! E naturalmente anche qui verrà applicata l'etichetta speciale di questa limited edition per Eppela!

In più, per tutti coloro che sceglieranno di contribuire, un buono sconto del 10% per un acquisto futuro sul mio shop on line!

 

AGGIORNAMENTO del 05/06/2015

Voglio ringraziare tutti quelli che fino ad ora hanno partecipato, condiviso, supportato, gioito e si sono emozionati con me in questa campagna crowdfunding che si è rivelata una campagna lampo!
Non vedo l'ora di avere tra le mani la nuova macchina da cucire che solo grazie a voi potrò comprarmi!!

Restano ancora 38 giorni in cui il crowdfunding può continuare, fissando altri obiettivi!
Credo sia un'occasione che non va sprecata!

Ciò che mi piacerebbe tantissimo, a questo punto, è riuscire a raccogliere la somma necessaria per registrare il marchio: è una cosa che sogno da tempo, forse più della macchina da cucire (che però mi serviva indubbiamente di più e ne ho fatta perciò la mia prima scelta!)
Registrarlo per me significherebbe, dopo la recente apertura di partita iva, dare ancora più credibilità e forza a questo mio piccolo brand che, a quanto pare, gode del supporto di tantissime persone meravigliose.

Il mio stretch goal perciò è arrivare a 1800 euro così da poter fare di PRETTY IN MAD un MARCHIO REGISTRATO!

Che ne dite? Vi piace l'idea? Vi aspetto!!!

 

AGGIORNAMENTO DEL  05/06/2015 (BIS)

RAGAZZI SIETE STRAORDINARI!

Lo stretch goal di +500 per registrare il marchio è quasi stato raggiunto!
Ma ho ancora tanti giorni disponibili per questo crowdfunding che a quanto pare darà una spinta incredibili al mio Small Business!!

Quindi vi dirò che, qualche mese fa occhieggiavo un fantastico torchio per applicare borchie (che mi permetterebbe di creare accessori veramente veramente super) ma poi ho visto il prezzo...  Ho guardato quello un po più economico,  quello ancora più economico...  Morale della favola,  non potevo permettermi nemmeno quello che costava meno!
Quindi dato che eppela mi da l'opportunità di lanciare un secondo stretch goal,  possiamo puntare ai 2.300 euro e potrò permettermi un torchio pazzesco e le mie borse saranno pazzesche e il mio laboratorio sarà super accessoriato!

Che dite? Proviamo?

Le ricompense LIMITED EDITION vi aspettano!!



Pretty in Mad

Blog - facebook - instagram - Shop

1441647939098415 pretty in mad

Un progetto a cura di

Pretty in Mad

Mi chiamo Erika alias Pretty in Mad. Vivo in Veneto con mio marito Federico e i nostri gatti Mister e Licia. Due anni fa rimango senza lavoro e mi appassiono al cucito creativo. Poco dopo apro uno shop on line, in breve arrivano i mercatini e infine la partita IVA. Sono qui perchè vorrei far fare un salto di qualità alla mia produzione e per farlo ho bisogno di una macchina da cucire professionale che al momento non posso permettermi.

Seguici su