Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

Un pianoforte per L'Aquila

Il Jazz italiano dona un pianoforte al Conservatorio musicale dell'Aquila

13.560€
136% di 10.000€
17 ago 2016
Data chiusura
Finanziato

Un pianoforte per L'Aquila

Il Jazz italiano dona un pianoforte al Conservatorio musicale dell'Aquila

13.560€
136% di 10.000€
17 ago 2016
Data chiusura
Finanziato

Il jazz italiano a favore della ricostruzione

In occasione de Il Jazz Italiano per L'Aquila 2016, evento che riunisce il mondo italiano del jazz nel sostegno alla ricostruzione sociale e culturale della città abruzzese, i più grandi jazzisti italiani uniscono le energie per dare un contributo tangibile alla ricostruzione dell'Aquila e alla rivitalizzazione del sistema musicale locale e nazionale.

Con l'aiuto della community, i musicisti italiani di jazz doneranno al Conservatorio Musicale "Alfredo Casella", realtà di eccellenza artistica ospitata dal 2009 in una struttura pre-fabbricata, un pianoforte a coda, per consentire ai giovani musicisti abruzzesi di sviluppare il proprio talento e per svolgere laboratori di musica in collaborazione con le scuole, al fine di avvicinare i bambini alla musica jazz.

Un contributo piccolo ma concreto alla rivitalizzazione del tessuto culturale e creativo della città e a riportare l'attenzione dei media nazionali e del pubblico internazionale sul processo di ricostruzione ancora incompleto.

Un pianoforte con 88 tasti e 1.000 nomi

Il contributo raccolto sarà destinato a coprire parte del costo di acquisto di un pianoforte a coda a 88 tasti Yamaha G3 che sarà donato al Conservatorio Musicale "Alfredo Casella" ddell'Aquila e messo a disposizione di studenti e docenti per corsi e concerti di musica jazz e per l'organizzazione di attività laboratoriali in collaborazione con gli istituti scolastici del territorio.

Il pianoforte sarà suonato in anteprima dai musicisti Mirko Signorile, Claudio Filippini e Giovanni Guidi il 4 settembre 2016 durante il concerto inaugurale di Il Jazz Italiano per L'Aquila 2016, presso la Fontana delle 99 Cannelle, luogo-simbolo di una città ferita ma pronta a rivivere.

Il pianoforte sarà personalizzato con i nomi dei donatori, in modo da testimoniare concretamente la solidarietà di coloro che hanno contribuito al progetto.

Suonare perché non vinca il silenzio

Un Pianoforte per L’Aquila nasce sulla scia emozionale de “Il Jazz Italiano per L’Aquila 2015”: una grande maratona musicale per le strade dell’Aquila, con 12 palchi stretti attorno al centro storico ferito dal terremoto del 2009, che tocca i luoghi simbolo del centro storico, dalla fortezza cinquecentesca alla Fontana delle 99 Cannelle fino al grande palcoscenico allestito in Piazza del Duomo. 600 musicisti da tutte le regioni italiane suonano gratuitamente, facendo rivivere per un'intera giornata la città dell'Aquila e mescolando oltre 60.000 persone tra residenti e turisti in un'atmosfera di festa.

Colpiti dalla bellezza dell'evento e dalla partecipazione del pubblico, tre importanti pianisti jazz italiani, Mirko Signorile, Claudio Filippini e Giovanni Guidi decidono di testimoniare concretamente la propria solidarietà alla città realizzando un tour e un disco il cui ricavato sarà destinato all'acquisto di un pianoforte.

L'entusiasmo dei tre pianisti contagia Associazione I-Jazz, rete dei promotori dei principali festival jazz italiani - da Bolzano a Bari - e punto di riferimento per le attività di promozione e valorizzazione del sistema jazzistico italiano e MIDJ - Associazione Italiana Musicisti di Jazz, che lanciano la campagna di crowdfunding in partnership con il Conservatorio musicale "Alfredo Casella" dell'Aquila per moltiplicare le energie.

Padrino dell'iniziativa è Paolo Fresu, Direttore Artistico di Il Jazz Italiano per L'Aquila.

1467962639374452 profilo

Un progetto a cura di

Associazione I-Jazz

Il progetto nasce dalla partnership tra Associazione I-Jazz, punto di riferimento nazionale per attività e progetti di promozione del sistema jazzistico italiano, con MIDJ - Associazione Musicisti Italiani di Jazz e Conservatorio Musicale "Alfredo Casella" L'Aquila.

Sostengono l'iniziativa i tre pianisti italiani Mirko Signorile, Claudio Filippini e Giovanni Guidi, impegnati nella realizzazione di un CD i cui proventi saranno devoluti al progetto.