Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Civico

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Orto Sole

Nel cuore del bellissimo centro storico perugino potrai trovare un'oasi in cui coltivare ortaggi e relazioni, contribuendo al benessere sociale

4.260€
142% di 3.000€
15 ott 2016
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Orto Sole

Nel cuore del bellissimo centro storico perugino potrai trovare un'oasi in cui coltivare ortaggi e relazioni, contribuendo al benessere sociale

4.260€
142% di 3.000€
15 ott 2016
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Grazie, grazie, grazie!

Siete grandi, e grazie a voi abbiamo quasi raggiunto il nostro primo obiettivo!
Ma perché fermarci qui?

Vi chiediamo un piccolo aiuto aggiuntivo. Se raggiungessimo i 4000 euro potremmo sviluppare al meglio il progetto per l’impianto di fitodepurazione. A questo scopo sono necessari pietre, ghiaia, argilla, sabbia lavata, cemento e le piante che servono alla depurazione come per esempio la canna palustre.

L’acqua è l’elemento più prezioso per la vita. Purtroppo la stiamo inquinando in vari modi, con le attività industriali, i nostri stili di vita, ed una pessima gestione delle nostre risorse idriche. Per questa ragione Orto Sole vorrebbe sviluppare diversi sistemi per la depurazione (Impianto di Fitodepurazione), e la gestione dell’acqua (recupero acque piovane, tettoie, swales). Questo progetto è sviluppato in modo tale da avvicinarci quanto più possibile alla gestione più giusta della risorsa idrica. Piante, fiori, piccoli anfibi e animali come la salamandra o le libellule, non mancheranno all’appello in questo piccolo angolo di verde in città.

Orto Sole: l'orto sociale di Perugia

Passeggiando per le vie del centro della tua città ti sei mai imbattuto/a in aree verdi, pubbliche o private, abbandonate? Ti sei mai soffermato/a a sognare che quei luoghi abbandonati potessero diventare belli, verdi, con tanti ortaggi buoni da mangiare e dove chiunque potesse entrare, fare una passeggiata, leggere un libro, lavorare la terra e tessere relazioni umane e sociali?

Orto Sole nasce così, dall'idea e dal sogno di quattro amici di "giocare" con la natura anche in città. Attraverso la gestione in comodato d'uso gratuito di un giardino, situato nel centro storico di Perugia, località Porta Sole, l’associazione intende: rendere fruibili spazi verdi alla comunità, promuovere una cultura del viver sano, sviluppare progetti che mirano al sostegno sociale nei confronti di cittadini e cittadine che versano in particolari condizioni di vulnerabilità socio-economica e culturale.

Lo scopo è quello di promuovere, non solo un’attività agricola nel rispetto della sostenibilità ma anche di coinvolgere, in vari progetti, persone anziane, bambini o individui vulnerabili, valorizzando le pratiche di inclusione sociale. Attraverso il lavoro di orticoltura, in uno spazio naturale, nel cuore della città, dove si possono tessere delle relazioni sociali e umane, molte persone che non hanno un lavoro, che sono emarginate dal tessuto sociale perché migranti, adolescenti con vite difficili, anziani rimasti soli, possono recuperare dignità e fiducia in loro stessi/e e negli altri/e. Orto Sole vuole investire nella città nella quale i suoi soci vivono cercando di recuperare le sue bellezze e restituirle alla collettività, ponendo al centro l’uomo, le sue relazioni umane e il suo rapporto con la natura.

Per tutte queste ragioni si vorrebbe progettare l'area interessata, di circa 1200 mq, in Permacultura. Abbiamo pensato a questa formula perché sintetizza nella maniera più completa possibile il nostro pensiero come sintesi tra ecologia, antropologia, sociologia e progettazione. Sviluppando rapporti di sostegno reciproco tra gli elementi dell'ambiente e i bisogni delle persone, la Permacultara compone uno spazio in cui mondo vegetale, animale e umano possono ritrovarsi in armonia gli uni con gli altri.

Come verranno utilizzati i fondi

Per realizzare le attività e raggiungere gli obiettivi che Orto Sole si è prefissata, le difficoltà iniziali dovute alla natura stessa del terreno scelto, ed economiche, sono numerose. Sono necessari diversi interventi partendo dalla messa in sicurezza di tutta l'area interessata.

Abbiamo bisogno di strumenti per la manutenzione e lo sviluppo dell'attività di orticoltura come per esempio: pale, guanti, sementi etc... .

Il design in Permacultura prevede la realizzazione di aree differenti come per esempio quella attrezzata per le attività dedicate ai più piccoli, una serra multifunzionale, l'impianto di fitodepurazione e lo sviluppo di un'area dedicata alle piante autoctone.

Abbiamo bisogno quindi del tuo aiuto per poter partire e realizzare il nostro sogno di un grande orto sociale!!!

Chi c'è dietro al progetto

Dietro al progetto c'è innanzitutto una bella amicizia tra quattro giovani ragazzi che vivono nel centro storico della città di Perugia e che sono fermamente convinti che più sinergie insieme possano lavorare dal basso e contribuire allo sviluppo urbano. Dietro al progetto c'è un signore che fino a poco tempo fa era senza casa, senza lavoro, privo di relazioni umane e al quale Orto Sole ha dato una speranza per il futuro e una rete sociale su cui contare. C'è un permacultore, innamorato della propria professione, ma che fino ad ora, pur combattendo, non aveva ancora trovato la situazione giusta per esprimere le proprie idee e la propria creatività. Ci sono diverse persone che fanno parte della comunità perugina e che credono moltissimo in questo progetto al punto da offrire il proprio contributo professionale nelle attività di comunicazione che l'Associazione deve affrontare.

1468594711956117 logo tagliato

Un progetto a cura di

Orto Sole

Salvatore, laureato in enologia metterà a disposizione le proprie competenze in campo agronomico. Charlène, una francese innamorata di Perugia, vorrebbe condividere le proprie idee sul cibo bio e local. Valentina, un'antropologa culturale svilupperà progetti che coinvolgeranno la comunità nel dialogo tra essere umano e natura. Eros, metterà a disposizione l'esperienza acquisita nel lavoro che svolge da anni in una casa di accoglienza, in campo sociale.

Seguici su