Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia
Editoria
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

1977-1987 Quando il Computer Divenne Personal

Ristampa economica del libro già grande successo in versione lusso.

615€
Chiuso il 22 giu 2016
8%
7.000€
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Tutto o niente

1977-1987 Quando il Computer Divenne Personal

Ristampa economica del libro già grande successo in versione lusso.

615€
Chiuso il 22 giu 2016
8%
7.000€
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Tutto o niente

Come è nato, quando e perché, il Personal Computer

Un bellissimo libro realizzato con la collaborazione di molti collezionisti ed esperti di storia del personal computer che fanno parte del Retrocomputer Club Italia.

I contenuti sono stati coordinati da Paolo Cognetti che ne ha curato anche la filosofia divulgativa e la semplicità di linguaggio e informazioni.

Circa 600 pagine e 1500 foto che raccontano in breve i primordi dell'informatica, il periodo della transizione avvenuta a metà degli anni '70 e analizza a fondo, con la storia delle persone e delle tecnologie, la nascita del personal computer a fine anni '70. Una carrellata dei computer più importanti di quegli anni con caratteristiche, foto e curiosità, illustra il grande fermento degli anni '80, per concludere con il tramonto del "pionierismo" e la nascita degli standard che hanno portato ai computer moderni.

Il libro è organizzato per "articoli" ognuno dei quali racconta un pezzo importante dell'evoluzione dell'informatica personale negli anni che ne hanno caratterizzato il boom, non quindi una storia continua da leggere ma un'insieme di informazioni basilari supportata da una grande quantità di foto.

Dai commenti ricevuti da illustri personaggi, che sotto riportiamo, abbiamo scoperto di aver realizzato un'opera unica nel suo genere, utile sia a chi vuole conoscere le radici di queste macchine oggi divenute indispensabili, sia a i collezionisti che vogliono saperne di più su quegli oggetti che in genere custodiscono con cura.

Un abstract del libro può essere scaricato qui [SCARICA ABSTRACT]

Come verranno utilizzati i fondi

Il libro è stato fin dall'inizio auto-finanziato, stampato e venduto in forma privata senza editore.

La versione originale è stata stampata e venduta in circa 1000 copie in una versione "lusso", formato A4 e copertina cartonata, riservata ai collezionisti.

Questo progetto si ripropone di realizzare una ristampa in una versione più accessibile e leggibile quotidianamente, con un formato 17x24, rilegatura a filo refle e stampa di qualità su carta patinata che mira ad esaltare le tante immagini.

Chi c'è dietro al progetto

Il progetto è stato coordinato da Paolo Cognetti ma è frutto della collaborazione di circa 30 esperti di storia dell'informatica che fanno parte del Retrocomputer Club Italia.

Paolo Cognetti da appassionato di storia dell’informatica e collezionista, nel 2009, ha organizzato l’evento commemorativo "Macintosh: una storia lunga 25 anni" presso il negozio InTown di Roma; ha partecipato a varie mostre tra cui nel 2011 "Comunicando", nell'Ex Carcere di Avellino nell’ambito dei 50 anni dell’Unità d’Italia, e, nel 2012, "GameZero 5885", presso il Museo MACRO Roma; ha curato la parte espositiva dell’evento "A Tribute to Steve Jobs" tenutasi il 4 ottobre 2012 presso il Museo MAXXI Roma e, nel 2013, quella dell’evento "1977-1987 Quando il computer divenne Personal" presso il palazzo dei convegni di Jesi.

Nel 2014 fonda, ed ne è tuttora il coordinatore, il Retrocomputer Club Italia con il quale, ad aprile 2016, ha organizzato a Roma il Primo Raduno Nazionale, riuscendo a radunare circa 40 tra i migliori collezionisti italiani, da Siracusa alla Svizzera, che hanno esposto, funzionanti, oltre 150 tra computer e console da gioco. L'evento è stato visitato da oltre 2500 persone.

Per conoscere i vari autori consultare questa pagina [Autori]

Commenti all'opera

“Un bel libro che fa una cronaca completa di una trasformazione tecnologica globale che per molti è passata quasi inosservata”

-- Federico Faggin, padre del microprocessore (nella foto con la copia "lusso" del libro)

"Paolo Cognetti vividly brings to life the history of personal computing through the most comprehensive collection of fascinating photos I've ever had the pleasure to see gathered together from that era."
-- Bob Lash, uno dei primi 35 membri dell'Homebrew Computer Club

"This is a wide-ranging and marvelously detailed history of the technology, machines, and people that created the personal computer revolution. The stories and photographs paint a fascinating picture of the "big bang" that moved computers out of research labs and large businesses, and into the hands of all of us."
-- Len Shustek, co-fondatore e Presidente del Computer History Museum e uno dei primi 35 membri dell'Homebrew Computer Club.

“Ho trovato quest'opera “enciclopedica”. Ho vissuto quegli anni da vicino e sono sorpreso dall’ammontare di foto e di informazioni che l'autore è riuscito a mettere insieme.”
-- Pierluigi Zappacosta, co-fondatore di Logitech

“Paolo Cognetti, a world-class retrocomputing collector and enthusiast, has assembled an impressive visual history that vividly brings to life the first decade of personal computing, and the technologies that have so richly transformed all of our lives. Paolo's book is entertaining, informative and well researched - a wonderful tribute to personal computing.”
-- Michael Tomczyk Project leader Commodore VIC-20

Altri commenti sono consultabili qui [Commenti)


Riconoscimenti

Il libro è stato utilizzato da alcune aziende come "omaggio personalizzato", questo ne conferma la qualità e la bontà dei contenuti.
Una di queste è stata la Acer che lo ha utilizzato, in una versione personalizzata, come "ricordo" dei 30 anni di attività.

1462433746684213 1380197 10202202914578957 1372503687 n

Un progetto a cura di

Paolo Cognetti

Classe 1960. Dal 1980 "anima in pena" nel mondo dell'informatica si reinventa ogni volta per nuove sfide. Programmatore, Product Manager, Progettista di CD-Rom e di Siti Internet. Giornalista per MCmicrocomputer e ora esperto di storia e collezionista. [Storia completa]

Italia