Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Europa
Cinema, Sport
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Epic Travel Ciao Edition: Torino - Londra in Ciao

Prendi due Ciao sgangherati, traccia un itinerario impossibile da Torino a Londra, condisci il tutto con due individui bizzarri ed ottieni l' ETCE

170€
5% di 3.300€
14 mag 2016
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Epic Travel Ciao Edition: Torino - Londra in Ciao

Prendi due Ciao sgangherati, traccia un itinerario impossibile da Torino a Londra, condisci il tutto con due individui bizzarri ed ottieni l' ETCE

170€
5% di 3.300€
14 mag 2016
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Di cosa si tratta?

L’Epic Travel Ciao Edition è un viaggio di oltre 1350 Km che porta a spasso per meravigliose città europee due mitici Piaggio Ciao degli anni 70/80, un itinerario esageratamente scenico che si snoda attraverso 3 Nazioni: Italia, Francia e Regno Unito, attraversando alcune delle più belle città d' Europa.

L’ obiettivo è quello di riuscire a percorrere una lunga distanza a bordo di mezzi concepiti per andare a prendere il pane, creando nel frattempo un video reportage interessante e divertente che riesca a coinvolgervi e a portarvi con noi in tutte le fasi della nostra impresa, ogni giorno visiteremo una città, che vi racconteremo a modo nostro, ci saranno poi delle tappe come Parigi e Londra dove ci fermeremo un’ intera giornata e scorrazzeremo liberi e felici come delle farfalle a bordo dei nostri rombanti mezzi, non mancheranno certo colpi di scena, disastri, danni e scene imbarazzanti…sapete, da due soggetti stravaganti ed imprevedibili come noi ci si puo' aspettare di tutto.

Durante il nostro viaggio cercheremo di arrangiarci, dormiremo in tenda, ostelli e pessimi motel, mangeremo dove e cosa capita, ma sono anche sicuro che ci toglieremo qualche lussuoso sfizio.

Siamo ormai troppo abituati a correre, vittime della frenesia dei giorni moderni, vogliamo dimostrare quanto sia bello spostarsi in "andamento lento" e godersi ogni minimo dettaglio e sfumatura che questo bellissimo mondo offre.

L' itinerario

L'itinerario che abbiamo scelto è favoloso, partiremo il 16/07/2016 da Torino, per la precisione da Ingria, piccolo paese della provincia, che ci ha concesso l'ambito patrocinio, attraverseremo tutta la Francia percorrendo strade secondarie: saliremo fino allo spettacolare lago del Moncenisio, per poi scendere fino alla splendida Modane, visiteremo luoghi molto particolari come il castello di Rochetaillè Sur Saone che accoglie un' esposizione di auto, moto e biciclette d'epoca, il cafè de la gare, l'Hotel Dieu (ospedale di inizio secolo) di Beaune, proseguiremo poi sulla splendida strada della Borgogna, incrociando l'Abbazia di Fontenay e una fitta foresta molto suggestiva, poi la romantica Parigi, ci regaleremo anche un po' di mare deviando su un tratto costiero fino all'imbarco per Dover con le sue bianche scogliere, poi Canterbury e, se Dio vuole, Londra il 27/07/2016, ma non vi sveliamo altro...

Qui sotto il dettaglio dell' Itinerario

GIORNO 1: Ingria - Torino - Moncenisio - Modane (178 Km)

GIORNO 2: Modane - Aiguebelle - Chambery - Aix Les bains (123 km)

GIORNO 3: Aix Les bains - Culoz - Virieu le Grand - Amberieu en Bugey - Rochetaillè sur Saone (132 Km)

GIORNO 4: Rochetaillè sur Saone - Macon - Tournus - Chalon Sur Saone (122 km)

GIORNO 5: Chalon Sur Saone - Beaune - Dijon - Montbard (146 km)

GIORNO 6: Montbard - Tonnerre - Saint Florentin - Joigny (99 km)

GIORNO 7: Joigny - Fontainbleau - Parigi (146 Km)

GIORNO 8: Parigi - Chantilly - Clermont - Amiens (131 Km)

GIORNO 9: Amiens - Abbeville - Boulogne sur Mer (126 Km)

GIORNO 10: Boulogne sur Mer - Calais - Dover - Canterbury (114 Km)

GIORNO 11: Canterbury - Londra (97 Km)

Chi c'è dietro il progetto

Siamo due ragazzi sulla trentina, con tante idee ma poco tempo e denaro per svilupparle, ma non facciamo i maleducati, presentiamoci:

IL BRUSA: All’anagrafe Andrea Brusasca, classe 1983, lavora come impiegato presso un’azienda informatica, introverso, timido, pessimista, polemico ma creativo, riesce a fare sempre la scelta sbagliata, frequenta un istituto tecnico per diventare grafico pubblicitario, ma terminati gli studi si è poi dedicato a tutt’ altro, di recente scopre Youtube e il videomaking, appassionato di tecnologie, ma ancor più di motori, adora smanettarci, prima con i motorini e un ape, poi con le auto, passione pompata all’estremo con l’uscita nelle sale cinematografiche del primo fast & fourious, buonanima di suo nonno, tristemente inconsapevole di quello che girava per la testa del nipote, gli regalò una saxò VTS nuova fiammante, bianca, bellissima ma quell'auto fece una brutta fine, placando gli entusiasmi del giovane, in ogni caso la passione per i motori rimase forte. Chiuso (in parte) il capitolo motoristico, parallelamente, il Brusa si appassiona ad altri sport e li pratica con scarsissimi risultati, si citano sci, snowboard, downhill, in line aggressive skate, judo… ma ad uno si appassiono più che agli altri: il drift trike (triciclo da drifting) ambito in cui conosce Sgrips, ma nel 2015 entra nel suo garage un Piaggio Ciao e la mente inizia a viaggiare...

SGRIPS: All’anagrafe Giorgio Gagliardi, classe 1984, ottimista, super energico, lavora come manutentore presso un Hotel di Monte Carlo, appassionato di sport, donne e motori, intorno al 2011 si appassiona al drift trike (triciclo da drifting) partecipando a gare ed eventi, ad uno di questi eventi conosce il Brusa, subito si instaura un’intesa e insieme creano D-Trike Italia: il primo, unico ed ultimo forum italiano dedicato al mondo del drift trike, che ebbe anche un discreto successo fino al 2014, quando venne abbandonato per svariati motivi. Terminata questa esperienza Sgrips si chiude nel suo garage dove restaura biciclette e costruisce pessimi prototipi, tra questi si cita la gravity bike ottenuta dal capovolgimento di un telaio bmx e dall'assemblaggio di pezzi di varia provenienza e natura, fino al momento in cui (spinto dalle folli idee dell'amico Brusa) entra in possesso di un piaggio Ciao, da li, dopo svariate conversazioni senza senso su whatsapp e ipotesi assurde, si concretizza e si definisce l' Epic Travel Ciao Edition.

I Mezzi che utilizzeremo

I protagonisti del viaggio sono due Piaggio Ciao, rispettivamente un Ciao PV del 1980 e un Ciao Arcobaleno del 1974.

Erano li, abbandonati e dimenticati da chissà quanto tempo in un buio garage, li abbiamo acquistati per pochi euro, un po’ per gioco un po’ per noia, sinceramente non avevamo aspettative di nessun genere, volevamo solo divertirci un po’ a smanettarci su, ma molto presto, lavorando al restauro (che si rivelerà costosissimo) di quelle arrugginite biciclette a motore, ce ne siamo innamorati, chissà poi per quale motivo… forse per la geniale semplicità, o forse per quello stile d’altri tempi, o per quella scomodità a cui l’uomo moderno ormai non è più abituato, fatto sta che ci siamo detti: Perché non organizzare un lungo e stremante viaggio?

Come verranno utilizzati i fondi

Il denaro che raccoglieremo servirà per:

1. allestire un auto di supporto (con gancio traino e carrello) che trasporti l'attrezzatura video e funga da officina mobile, questo veicolo interverrà solo ed esclusivamente in caso di guasto o estrema emergenza, diversamente ci precederà nelle varie tappe, e riporterà i mezzi e i piloti a casa una volta ultimato il viaggio.

2. allestire e predisporre i Ciao ad un lungo viaggio (portapacchi, taniche aggiuntive per il carburante, borse ed una discreta quantità di ricambi).

3. acquistare l'attrezzatura tecnica (caschi, tute antipioggia, guanti, ecc.).

4. pagare carburante, pedaggi e traghetti per un' auto e due Ciao

5. nutrirci, e pernottare

6. aquistare batterie e schede SD per la nostra attrezzatura video composta da 1 reflex, 1 gopro e 1 drone

7. acquistare attrezzatura da campeggio (tende, sacchi a pelo, fornellino, ecc.).

Inoltre, abbiamo deciso che tutto il denaro extra che eventualmente riusciremo a raccogliere con questa campagna o quello che eventualmente risparmieremo e racimoleremo durante il viaggio, verrà devoluto alla ONLUS "A.I. Pro Sa. B." di Sammy Basso, un ragazzo fantastico, affetto da una rarissima malattia: la progeria, ci piacerebbe aiutarlo nei suoi progetti e soprattutto contribuire alla ricerca su questa malattia genetica.

Per saperne di più: http://www.progeriaitalia.org/ita/index.php

1457729187444332 epicavatar2

Un progetto a cura di

Andrea e Giorgio

Siamo Andrea e Giorgio, due ragazzi sulla trentina con tante idee, ma poco tempo e denaro per realizzarle, l'Epic Travel Ciao Edition è una di queste, una missione, un viaggio, un' impresa che abbiamo molto a cuore e siamo decisi e determinati a renderla realtà.

Europa