Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Civico, Formazione, Musica

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

International Day of Forgiveness

Il Perdono è il ponte perduto tra l'uomo e l'amore

3.595€
23% di 15.000€
27 feb 2016
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

International Day of Forgiveness

Il Perdono è il ponte perduto tra l'uomo e l'amore

3.595€
23% di 15.000€
27 feb 2016
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Di cosa si tratta

La Giornata Internazionale del Perdono è un evento che prevede progetti per l’educazione nelle scuole, nelle carceri, nelle istituzioni, iniziative ed esperienze concrete del valore del perdono applicate nelle relazioni, nella sfera personale, nel mondo del lavoro e nell’economia, per la salute e il benessere. All’evento parteciperanno personalità di primo piano del mondo della cultura, dell’educazione e della scienza. Tra questi: Gherardo Colombo, Ervin László, Yolande Mukagasana, Daniel Lumera, Sergio Rubini. Un incontro per comprendere il perdono attraverso la cultura, la musica, l’arte e la scienza.

I ragazzi di oggi sono gli uomini di domani, i semi che faranno fiorire i nuovi valori nella società del futuro. Lavoriamo insieme per creare una “Forgiveness generation” che esprima i valori della cooperazione, della responsabilità, della felicità e della pace.

Ti sei mai chiesto come cambierebbero le relazioni se nelle scuole e nella società ci fosse una vera educazione alla felicità, alla pace, alla cooperazione, al perdono?

Sai cos’è il perdono?

Il perdono è un atto di coraggio che rivoluziona la coscienza, aumenta la consapevolezza e guarisce corpo, mente, spirito e relazioni.

Il perdono fa parte di una «nuova educazione» alla consapevolezza e alla felicità; una strategia evolutiva che ha effetti positivi sulla salute, il benessere e la qualità della vita. È una delle abilità personali e sociali necessarie per tutti gli individui, e soprattutto nella formazione dei nuovi leader. Il processo del perdono è un allenamento neuronale per sviluppare capacità e attitudini fondamentali nella sfera personale, relazionale e sociale: trasformare i problemi in risorse, gestire i conflitti, sviluppare un’empatia matura, esprimere e celebrare una cultura della pace.

L’amore è sofferenza?

Perdonare la sofferenza crea spazio all'amore.

Non sono i talenti, il carisma o il potere a rivelare chi siamo intimamente, ma le nostre scelte. Le grandi anime scelgono sempre l’amore” La Cura Del Perdono di Daniel Lumera (Mondadori)

Hai mai sentito l’esigenza di liberarti dalla sofferenza, di voler trasformare il tuo passato, il tuo presente e il tuo futuro? Il perdono è il cambiamento che cerchi, un balsamo col potere di guarire e trasformare qualsiasi sofferenza personale, relazionale e sociale.

Il perdono ti insegna a trasformare la sofferenza in amore e liberarti, per questo è fondamentale per la nostra salute e guarigione, per quella dell’umanità e dell’intero pianeta.

Il progetto

Ogni anno, una giornata, una città, un seme, un’esperienza profonda, un appuntamento con il cambiamento: un momento in cui celebrare e comprendere il valore del Perdono nell’educazione, nelle relazioni e nella cultura. Una cura per noi stessi e per gli altri attraverso progetti, iniziative ed esperienze concrete applicate nelle scuole, all’economia, nelle carceri, negli ospedali, nelle università, al mondo del lavoro e nella sfera personale.

La Giornata Internazionale del Perdono è un progetto internazionale della “My Life Design Foundation” (http://www.mylifedesignfoundation.org/it)

Un evento laico, apolitico e apartitico per capire il potere del perdono: un valore universale che appartiene a ogni individuo indipendentemente dal suo credo e ruolo sociale. In genere questa parola fa pensare alla religione o alla psicoterapia, qui invece si parla del perdono come di un valore svincolato da qualsiasi appartenenza che non sia alla vita stessa.

Il perdono è un’esperienza forte. Un viaggio dentro il suo significato più autentico, attraverso le storie di chi ha cambiato davvero la propria vita, di chi ha guarito la sofferenza più profonda, ha imparato ad amare, ha ottenuto successo, ha riscoperto gli affetti.

La Giornata

L’International Day of Forgiveness 2016 si svolgerà a Roma, l’11 Marzo, in Campidoglio.

La giornata inizierà con la premiazione dei ragazzi di diversi Istituti d’Istruzione Superiore d’Italia e San Marino che partecipano al concorso legato al progetto “Dialoghi sul Perdono”; un incontro nelle scuole per comprendere e sperimentare il perdono come scienza della felicità, nella gestione dei conflitti, per la salute e la qualità della vita, il benessere e la capacità di costruire relazioni consapevoli. (Il progetto è on-line in "Roma con le Scuole: percorsi didattici per una crescita in Comune", a pagina 60 del catalogo dei progetti integrativi del P.O.F. Roma 2015/2016. http://www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/docume...)

Il percorso di apprendimento sarà seguito da una fase di elaborazione creativa che vedrà gli alunni impegnati nella realizzazione di un’opera ispirata dal tema del perdono; l’opera potrà prendere forma attraverso uno scritto letterario, un prodotto audio-video o artistico-figurativo. Gli autori delle tre opere selezionate saranno insigniti del titolo di “Ambasciatore Junior del Perdono”. A seguire l’intervento di grandi nomi della cultura che hanno contribuito a diffondere il valore del perdono: Gherardo Colombo, Ervin László, Yolande Mukagasana, Daniel Lumera, Sergio Rubini e infine un concerto.

​Perché una Giornata dedicata al Perdono?

L’evento ha lo scopo di creare un palcoscenico internazionale per stimolare e fecondare il dialogo tra personaggi del mondo della cultura, della politica, dell’arte e delle istituzioni affinché si impegnino in maniera pragmatica per la diffusione di una nuova cultura della pace e della consapevolezza.


​Bello, ma finisce tutto qui???

Certo che no!

La Giornata dell’11 è solo l’inizio! Nei giorni a seguire molto ancora:

Il 12 Marzo, al MAXXI, Museo nazionale delle arti del XXI secolo, momenti esperienziali dal metodo “La Cura del Perdono” e la presentazione in anteprima mondiale del Forgiveness Yoga.

Il 13 Marzo sarà il momento della pratica del Forgiveness Yoga, sempre al MAXXI, e del Flashmob dedicato al perdono in diverse piazze d’Italia ed estere. (http://www.per-dono.it/)

Programma del International Day of Forgiveness 2016 a Roma

  • 10:30 - 13:30 Incontro con gli alunni delle scuole e assegnazione del premio “Ambasciatore Junior del Perdono” ai 3 miglior progetti per le categorie Letteratura, Arte e Video.
  • 17:00 Monologhi sul Perdono: monologhi di 15 minuti ciascuno.
  • 18:30 Dialoghi sul Perdono: confronto sul tema in relazione a: economia, società, politica, giustizia, cultura e spiritualità.
  • 19:00 Concerto
  • 19:30 Consegna del titolo “Ambasciatore del perdono”.


​Ospiti e Relatori

  • Ervin László Filosofo e pianista ungherese. Esperto di filosofia della scienza, è considerato il fondatore della teoria dei sistemi e della teoria generale dell’evoluzione. È stato candidato due volte (2004 e 2005) al premio Nobel per la pace. "Come ha detto Einstein, non possiamo raggiungere la prossima tappa della nostra evoluzione collettiva senza dare origine a un nuovo modo di sentire e agire. La sfida consiste nel promuovere quindi l'evoluzione della coscienza."
  • Gherardo Colombo Ex magistrato italiano, divenuto famoso per aver condotto o contribuito a inchieste celebri quali la scoperta della Loggia P2, il delitto Giorgio Ambrosoli, Mani pulite. Nel suo libro "Perdono Responsabile" la riflessione di Colombo arriva alla proposta di una nuova fase per la giustizia, indirizzata a una "giustizia riparativa", unica garanzia per una convivenza civile fondata sull'aiuto reciproco e perciò sul dono.
  • Daniel Lumera Direttore della My Life Design Foundation e Presidente della International School of Forgiveness, http://www.mylifedesignfoundation.org/it/pagina/ab... autore del metodo integrato "I 7 passi del perdono" è impegnato da anni a celebrare una cultura della pace e della consapevolezza diffondendola in diversi contesti, da quelli cattedratici, business school, agli ospedali, carceri, scuole con progetti concreti di trasformazione sociale. "Il perdono è l’arte del donare. Per-donare. Ogni volta che ci attacchiamo a qualcosa generiamo sofferenza. Perdonare è un atto di coraggio perché si deve affrontare il maestro più astuto che possiamo avere: noi stessi. Accettare completamente il proprio destino è il primo passo per poterlo cambiare".
  • Yolande Mukagasana Candidata nel 2010 al Premio Nobel per la pace, è nata in Rwanda da una famiglia Tutsi. E’ una sopravvissuta al genocidio. Nei massacri del 1994 perse il marito e i figli riuscendo a salvarsi in maniera miracolosa anche attraverso l’aiuto di una donna Hutu, Jacqueline Mukansonera. Il commovente racconto di quella incredibile storia è reso fedelmente nel libro "La morte non mi ha voluta". "Non provo più odio per chi ha ucciso la mia famiglia, voglio portare la vita a chi mi ascolta e chiedo di fare altrettanto ogni giorno perché solo così si rende davvero giustizia a chi è morto senza alcuna colpa”.
  • Sergio Rubini il celebre attore, sarà sul palco per raccontare storie vere di toccante intensità, dove la scelta del perdono attraversa le fasi della vita.

​Chi siamo?

La My Life Design Foundation, è un organizzazione no profit Benefica e Culturale, costituita il 20 di Maggio 2008. La Fondazione è composta da un equipe internazionale e da un comitato tecnico scientifico di professionisti altamente qualificati nel campo della ricerca scientifica e innovazione, fra i quali: medici, psichiatri, sociologi, psicologi, ricercatori universitari etc. che condividono uno sviluppo basato sull’innovazione e l’eccellenza.

La Fondazione collabora con esponenti di prestigiose e riconosciute Istituzioni come la Global University Network for Innovation dell’UNESCO.


International School of Forgiveness

La International School of Forgiveness nasce nel 2013 per volontà di Daniel Lumera, come un progetto della Fondazione My Life Design per studiare il profondo impatto del perdono sugli individui, le relazioni e la società.

Tra le principali attività della ISF troviamo anche lo sviluppo di nuovi modelli sul perdono in relazione alla formazione delle social and life skills, all’educazione dei bambini, degli adolescenti e degli adulti, allo sviluppo di una cultura della pace e risoluzione non violenta dei conflitti, al dialogo interculturale e alla solidarietà.

La ISF, i cui pilastri fondamentali sono la responsabilità e il perdono, si propone di formare nuove generazioni di individui capaci di rendere la vita un’esperienza più consapevole, felice e autentica, per se stessi e per gli altri.

​Come utilzzeremo i fondi?

  • Per la Giornata Internazionale del Perdono.
  • Per il Flash Mob.
  • Per il progetto educativo “Dialoghi sul Perdono” nelle scuole: formazione insegnanti e studenti.

​Vuoi far parte di un nuovo modo di essere umani?

“Dona quando ti sembra di non avere più niente da dare, scoprirai la tua vera ricchezza.”

Donare non è solo un atto di generosità verso una causa in cui crediamo. Ma un atto che ha un forte potere di trasformazione nell’individuo, perché crea uno spazio interiore che permetterà a una nuova vita di essere accolta. Donare per una causa, donare per accogliere nuove possibilità nella nostra vita.

Sostieni l'International Day of Forgiveness su Eppela.

Che tu scelga di sponsorizzare questo evento o diffonderne la voce, il nostro “Grazie di Cuore!” è pronto per te!

Daniel, Annalisa, Alessandro, Ambra, Vittorio, Fabrizia, Claudio, Gabriella, Rossella, Angelica, Alessandra, Nandini.

1451557041202042 presentazione standard1jj piccola

Un progetto a cura di

MyLifeDesignFoundation

Lavoriamo per creare una forgiveness generation, quella generazione che animata da una nuova consapevolezza possa far germogliare il seme dell’amore, della cooperazione e della pace abbattendo le catene che generano sofferenza attraverso il proprio esempio di vita. Dal 2010 svolgiamo attività formative nelle università e in vari collettivi professionali, fra cui quello medico e sanitario. Tematiche:

-l’educazione alla consapevolezza

-la trasformazione della sofferenza

-la gestione dei conflitti e dello stress

-lo sviluppo di relazioni consapevoli