Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Cinema

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

L'assoluto Presente

Un film thriller dall'atmosfera sospesa che vi avvincerà nell'attesa di conoscere il perchè di un'aggressione.

1.480€
24% di 6.000€
18 gen 2016
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

L'assoluto Presente

Un film thriller dall'atmosfera sospesa che vi avvincerà nell'attesa di conoscere il perchè di un'aggressione.

1.480€
24% di 6.000€
18 gen 2016
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Film di fiction, di genere thriller

L’assoluto Presente è il nuovo film di Fabio Martina. Si tratta di un lavoro che vuole mostrare al pubblico una fotografia cruda e amara del mondo giovanile dell’Italia di oggi, in cui vige l’incertezza e lo stato d’ansia perenne per quello che avverrà.

Il titolo nasce dalla parole del filosofo Umberto Galimberti il quale, intervistato da Fabio Martina, sostiene che i “I giovan vivono in un l'assoluto presente e il futuro non lo vogliono vedere minimamente perché hanno paura dell’imprevedibile, del precariato, dell’insignificanza sociale”.

Prendendo spunto da fatti di cronaca, la vicenda, ambientata nella Milano dei giorni nostri, narra di tre giovani ragazzi che una notte vagando per le strade deserte della città, a bordo di un Suv, aggrediscono un passante occasionale lasciandolo inerme sull’asfalto.

Con l’intento di svelare la motivazione del gesto, il film è diviso in tre episodi che raccontano i momenti precedenti e successivi all’accadimento dal punto di vista di ognuno dei tre protagonisti: Riccardino, il più timido, riconosce nell’aggredito un amico di infanzia e decide di raggiungere quella sera stessa il pronto soccorso dove è stato ricoverato per sincerarsi delle sue condizioni di salute; Giovanni usa le fotografie scattate durante l’aggressione, con la sua reflex digitale, come portfolio per entrare in una prestigiosa scuola di fotografia e diventare un famoso fotoreporter, seguendo le orme del padre; Cosimo passa la giornata del suo compleanno a bordo del Suv che gli è stato appena regalato in attesa di ricevere l’incoronazione alla guida dell’azienda di famiglia, ma avrà una brutta sorpresa.

Di genere thriller, il film vuole ribaltare la concezione negativa di assoluto presente a favore di una positiva, il QUI ed ORA, non più visto come assenza di prospettive, ma come la possibilità di rivendicare i diritti delle giovani generazioni ad avere un futuro.

Tutto nasce dal progetto ‘Il cinema è vita’ realizzato dall’associazione Circonvalla Film, assieme al finanziamento di Fondazione Cariplo e con il patrocinio del Comune di Milano.
Questo progetto ha coinvolto centocinquanta giovani tra i 18 e i 25 anni che hanno preso parte a diversi workshop cinematografici gratuiti. Alcuni di loro sono diventati poi i protagonisti del film.

Oltre alla loro, troviamo la presenza di alcuni attori professionisti che hanno aderito al progetto, come Bebo Storti, Federica Fracassi, Pia Lanciotti, Isabella Tabarini e Marco Foschi.

Come verranno utilizzati i fondi

Il film ha terminato la fase di ripresa e sta per iniziare la fase di post-produzione.

I fondi verranno utilizzati per sostenere le spese di post-produzione video, audio e la collaborazione di un musicista professionista.

Nel caso che ottenessimo più fondi, ci servirebbero per finanziare tutta la parte di promozione e distribuzione del film.

Chi c'è dietro al progetto

L'associazione culturale Circonvalla Film ha sede in via Guerzoni 5 a Milano, attiva nel produrre documentari e film che raccontano il mondo d’oggi facendone emergere le caratteristiche e le contraddizioni morali ed etiche. Circonvalla, come il lungo anello di cemento e asfalto che percorre tutta Milano: è da qui, dai locali di una palazzina anni trenta del quartiere Bovisa, che nasce. Riunisce professionisti con esperienze diverse. Chi viene dalla regia televisiva, chi dalla sceneggiatura teatrale o ancora da una formazione nel campo della musica. L’obiettivo è far parlare la città in cui vivono, Milano, attraverso le sue storie più sommerse. Il cinema, con la sua capacità di cogliere lo straordinario nel quotidiano, è il mezzo che usano per raccontarle. Circonvalla Film ha prodotto il documentario Clochard si nasce (2003, premio Filmmaker miglior giovane autore), il film A due calci dal paradiso (2006, premio Opera prima Sport Movie & Tv, messo in onda su Mtv in prima serata), il documentario Ascolto il tuo cuore Milano (Festival Buenos Aires, 2008).

1448232052900767 fabio

Un progetto a cura di

Fabio Martina

Autore di documentari e di film di fiction, sono laureato in filosofia. Dopo una lunga collaborazione con l’azienda Rai nell’area regia, firmo e produco audiovisivi nella Milano vibrante dei primi anni del 2000. I miei lavori, che trattano di temi sociali, etici e filosofici, mettono in discussione i clichè e gli stereotipi della società moderna e trovano larga diffusione in festival internazionali, nei cinema e sulle televisioni, ottenendo successi di pubblico e di critica.