Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
La Morra, CN, Italia
Arte, Formazione, Tecnologia
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Mitici - Io coNprendo!

La fortuna di avere un dislessico in classe! Quando le difficoltà di alcuni diventano opportunità per tutti.

9.457€
118% di 8.000€
21 lug 2015
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Mitici - Io coNprendo!

La fortuna di avere un dislessico in classe! Quando le difficoltà di alcuni diventano opportunità per tutti.

9.457€
118% di 8.000€
21 lug 2015
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Equità non è dare a ognuno la stessa cosa, ma dare a ognuno ciò di cui ha bisogno.

L'obiettivo di MITICI nasce dal desiderio di sperimentare l’utilizzo delle nuove tecnologie a supporto di una didattica inclusiva che permetta di migliorare l’accesso al sistema educativo dei ragazzi con disabilità ed in particolare per facilitare l’apprendimento ai ragazzi con un Disturbo Specifico di Apprendimento o con Bisogni Educativi Speciali.

Siamo un gruppo formato da alcuni genitori, alcuni insegnanti e il dirigente scolastico della scuola I.S.C La Morra di Cuneo, che vuole provare a realizzare, anche con il vostro aiuto, un progetto per valorizzare le diversità di ogni allievo e, sfruttando le nuove tecnologie, portare le nostre classi verso un apprendimento più coinvolgente, inclusivo e stimolante. Il nostro istituto abbraccia un ampio territorio che si snoda sulle colline delle Langhe e raccoglie alunni residenti in numerosi piccoli e piccolissimi comuni.



Attraverso lezioni più coinvolgenti, flessibili e maggiormente personalizzata ci prefiggiamo di sostenere e motivare ogni singolo studente, trasformando le difficoltà in opportunità.

Gli alunni con BES e DSA diventano lo stimolo per attivare nuovi contesti di apprendimento e una leva di cambiamento della didattica verso scenari più idonei alle caratteristiche delle nuove generazioni di nativi digitali.


I ragazzi con DSA non riescono ad adattarsi :

- la didattica che va bene per tutti non va bene per gli studenti con DSA
- la didattica che va bene per gli studenti con DSA va bene per tutti

E' necessario che la scuola potenzi l’uso degli strumenti informatici, hardware e software per tutti gli allievi e che si costituiscano ambienti accoglienti sotto il profilo dell’insegnamento, soprattutto per gli alunni con DSA che diventano fruitori dello strumento al pari di tutti gli altri senza una diversità che sottolinei la loro difficoltà. E’ assurdo infatti che fuori dal contesto classe (negli uffici, nelle case) chi non usa il computer è ormai considerato un diverso,“a-normale”, mentre chi lo usa in classe rischi di essere percepito diversamente e magari nel suo immaginario, quando non anche realmente, deriso dai compagni o accusato di essere facilitato.

Una scuola è INCLUSIVA quando:

- è in grado di accogliere le diversità/differenze e valorizzarle
- è capace di costruire percorsi individualizzati capaci di portare ciascun allievo al massimo livello possibile di formazione
- è in grado di attivarsi per far apprendere ciascun allievo

Crescendo, gli alunni con dislessia trovano strategie di compensazione più o meno adeguate e commettono pochi errori, ma non raggiungono un profitto scolastico commisurato alle loro potenzialità, sia per la lentezza e l’affaticamento che caratterizzano le loro prestazioni, sia per la scarsa fiducia in sé e le basse aspettative dovute agli insuccessi e alle frustrazioni accumulati nella loro carriera scolastica.


Senza strategie educative e didattiche idonee, si sviluppano ansie da fallimento e blocchi di apprendimento anche irreversibili. La motivazione, infatti, è legata alla previsione di successo: quando lavorare non porta a risultati positivi, ma a costanti delusioni, prevale il senso di vergogna, l’inattività , si manifestano atteggiamenti rinunciatari e aggressività contro gli altri o contro se stessi.


Il progetto MITICI prevede tre step fondamentali:

la sperimentazione di Unità di Apprendimento Personalizzato

La sperimentazione di Unità di Apprendimento (U.A.) implica l’utilizzo delle lavagne multimediali in ogni classe. Questi strumenti permettono all’insegnante di stimolare l’apprendimento attraverso piu canali sensoriali (visivo, immaginale, uditivo, musicale, motorio (touch screen)) per coinvolgere attivamente i ragazzi alle lezioni.

l'utilizzo della piattaforma web SOCIAL CLASSROOM

Attivazione dell’utilizzo della piattaforma SOCIALCLASSROOM, che per il progetto MITICI abbiamo rinominato “conprendo.socialclassroom.it” – Mitici OnLine, come strumento di condivisione tra scuola e famiglia, creando un collegamento diretto e continuo tra i due mondi che hanno a fattor comune la formazione e l'educazione dei ragazzi.

Sulla piattaforma i genitori, i ragazzi e i docenti condividono materiale di approfondimento, spunti di riflessione e notizie utili su nuovi strumenti didattici che favoriscono l'apprendimento dei ragazzi con DSA e BES in particolar modo, ma che avvantaggiano tutti. Le lezioni svolte in classe con l'uso della LIM vengono salvate e caricate in automatico sulla piattaforma a cui accedono i ragazzi e lì possono rivedere la lezione fino a quando sono sicuri di averla imparata. In questo modo tutti possono raggiungere con soddisfazione i risultati migliori per le loro potenzialità senza sentirsi in colpa con i ritmi della classe o intimoriti dalla vergogna di chiedere più volte la stessa spiegazione.

Attraverso la piattaforma il rapporto tra docente e studente diventa un rapporto strettamente personalizzato e individualizzato senza che nessun altro lo veda o lo percepisca, diventando oggetto di scherno sia nel potenziamento di ragazzi fortemente motivati all'apprendimento (bonariamente i secchioni...) sia nel potenziamento di ragazzi scarsamente motivati per difficoltà di vario livello e genere.

Per poter accedere alla piattaforma lo studente deve possedere uno strumento digitale che ne permetta la navigazione (un computer o un tablet), il progetto con la raccolta fondi cerca di poter fornire anche questo strumento in prestito d'uso a chi realmente non è in grado di possederne uno.

Inoltre nei periodi di assenza per malattia la piattaforma permette ai ragazzi di poter rimanere in contatto con il mondo scuola e il gruppo classe, reperendo il materiale scolastico e le consegne da svolgere, e fino ad arrivare a vedere, volendo, la lezione fatta in classe sulla LIM e caricata sulla piattaforma.


I fondi raccolti ci permetteranno di acquistare le licenze annue per i ragazzi, 6 lavagne multimediali, 10 tablet da fornire in prestito d'uso ai ragazzi che non potranno acquistarli e potranno permettere la sperimentazione di questo progetto di didattica inclusiva nella nostra scuola, che comprende 840 ragazzi. In questo modo l'esperienza potrà essere trasmessa alle altre scuole che vorranno condividere questo processo attingendo dalla nostra esperienza e dalle risorse che man mano verranno condivise sulla nostra piattaforma web : conprendo.socialclassroom.it

L'utilizzo di strumenti a scuola e della piattaforma a casa, che permette un recupero delle lezioni fruite a scuola e del materiale di approfondimento suggerito ed indicato dal docente per ogni studente in base alle proprie potenzialità e nel formato più idoneo al proprio apprendimento, può dare ai ragazzi con DSA/BES la possibilità di ottenere i medesimi risultati dei compagni senza innescare frustrazioni in loro e disappunti negli altri.

Con questa metodologia didattica si attiverà in particolare l'aspetto della solidarietà tra i ragazzi e un apprendimento basato sul peer tutoring nelle attività pomeridiane di esecuzione dei compiti. La ricerca sull’apprendimento dei pari (peer tutoring), dimostra che sia gli studenti impegnati in prima persona nella spiegazione sia coloro che ricevono le spiegazioni dai compagni, apprendono molto di più degli studenti che lavorano da soli.

Mitici-CoNprendo può permettere, infine, di superare la difficoltà nel caso di scuole sparse su un territorio ampio e distanti fra loro, come nelle nostre colline, cosi' come l'attività pomeridiana a casa potrà diventare una attività in parte condivisa per uno scambio di competenze: valorizzando le capacità di ognuno a disposizione degli altri.

La nostra piattaforma è visibile a questo indirizzo: conprendo.socialclassroom.it


"Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido. " Albert Einstein

 

Pagina facebook progetto Mitici - Sito web I.C. La Morra

 

1441648523653738 gchiesa66 gmail.com

Un progetto a cura di

gchiesa66@gmail.com

Mi chiamo Giuliana Chiesa e sono mamma di un ragazzino con DSA. Il progetto nasce dal desiderio di permettere a mio figlio di poter apprendere con la medesima facilità degli altri ragazzi senza disturbi di apprendimento. I DSA hanno una neurodiversità che rende estremamente faticoso imparare con i metodi tradizionali e nonostante la fatica il risultato è comunque scarso, provocando frustazione e desiderio di smettere di studiare.

Seguici su

La Morra, CN, Italia