Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

CYCLHUB - Ciclofficina Varese

Un luogo di incontro e di supporto, un punto di riferimento per gli amanti della bicicletta (e non).

 

1.768€
118% di 1.500€
10 mag 2015
Data chiusura
Finanziato

CYCLHUB - Ciclofficina Varese

Un luogo di incontro e di supporto, un punto di riferimento per gli amanti della bicicletta (e non).

 

1.768€
118% di 1.500€
10 mag 2015
Data chiusura
Finanziato

Cyclhub è un progetto politematico per l’apertura di una ciclofficina a Varese.

E’ il prodotto eterogeneo e sfaccettato dei desideri, dell’energia e delle passioni di persone diverse, e con tale spirito intende costituire un nuovo punto di riferimento per la città di Varese. Non si tratta solo di riparare biciclette: Cyclhub è una realtà attiva, che vive di vita propria, in grado di innescare nuove dinamiche cittadine e adattarsi a quelle esistenti, metabolizzandole per dare vita a servizi su misura.

Immaginiamo un punto d’incontro dove tutti coloro che sono attenti all’ambiente e al riciclo, interessati alle tecniche di autocostruzione, assetati di cultura, innamorati del cibo, entusiasti di design possono trovare terreno comune e partecipare attivamente a una serie di iniziative e servizi legati al mondo della bicicletta ma diretti a tutta la città di Varese e al suo territorio. Cyclhub si rivolge anche a chi va poco in bici, chi la usa solo la domenica, chi non ci va proprio, per pigrizia, per abitudine, perché non ci ha mai pensato: una realtà per servire chi va in bici e far venire voglia di andarci a chi non ci va, stimolando nuovi modi di vivere la città.

Il progetto continua un discorso iniziato, in questa città, da altre associazioni. Ci piace immaginarci come un mozzo di una bici (hub, in inglese) attorno al quale gravitano diverse figure che ad oggi sono FIAB/Ciclocittà, Coopuf, Legambiente, Twiggy e WGart, ma è sempre in cerca di sostegno e collaborazioni con altre realtà.

Cyclhub nasce già in volata: va infatti a riattivare l’esistente ciclofficina di FIAB/Ciclocittà, la cui attrezzatura andrà a costituire la dotazione di base del laboratorio di Cyclhub. Per custodire questi strumenti, abbiamo pensato a un chiosco su ruote, un banco da lavoro mobile in acciaio e legno saldato da Antonio (a.k.a. guru del cannello), il tutto rivestito con serramenti di recupero donati dalla Falegnameria Pagani. Con una funzione di richiamo per la cittadinanza, il chiosco Cyclhub riattiverà lo spazio sottoutilizzato del portico Coopuf in via de Cristoris 5 a Varese, dietro al Twiggy, dove stazionerà stabilmente, per servire la città da una posizione più accessibile e strategica. Da qui, si sposterà seguendo gli eventi e le iniziative organizzati sul territorio, servendo attivamente la vita cittadina.


Un ricco programma costituisce l’ossatura, il telaio di Cyclhub. L’attività annuale è divisa in tre fasi temporali, ognuna delle quali è composta da due momenti consecutivi IMPARARE e FARE: prima impareremo e poi, subito dopo, metteremo in pratica.

Grazie alla prima fase, Conosci la bici, capiremo cos’è e come è fatta una bici, ne scopriremo la storia e, soprattutto, impareremo a conoscerne i pezzi, come procurarceli e dove è meglio farlo. Durante Fatti la bici lezioni di ciclomeccanica (che ti offriamo a costo ridotto  nelle ricompense durante la campagna crowdfunding) ci insegneranno dove mettere le mani: ruote, freni, trasmissione…settimana dopo settimana grazie all’aiuto degli esperti ciclomeccanici di FIAB/Ciclocittà, con la loro pluriennale esperienza di corsi e una vita intera in sella ad una bici, costruiremo la nostra bici o rinnoveremo quella che abbiamo già. Per esempio il magnifico tandem Bianchi di Ciclocittà che vorremo mettere a posto, cambiargli vestito e metterlo a disposizione dei clienti del Twiggy. Il programma Decorati la bici si avvarrà delle competenze di alcuni esperti del settore creativo: rifare il look alla nostra bici sarà l’occasione per seguire una serie di progetti creativi inerenti a design, grafica, tecniche di stampa. Il primo è già partito, in fase sperimentale: con la stampante 3D di Danilo ci siamo costruiti il timbro Cyclhub, che usiamo per imprimere il logo del progetto su volantini riciclati, facendone i nostri flyer: una campagna pubblicitaria in pieno spirito Cyclhub, autoprodotta, sostenibile, a basso costo, ad alto impatto. Altri progetti attivi che costituiranno le future ricompense della campagna crowdfunding sono il progetto del libro pieghevole/poster e della nostra t-shirt. Grazie all’aiuto di Giorgia e dei suoi disegni produrremo un libro pieghevole che diventa all’occorrenza un poster A2 da appendere in casa o tenere nello zaino per ogni evenienza ciclistica. Il libro riassumerà in maniera illustrata e semplice tutti i moduli delle ciclolezioni che Cyclhub organizzerà durante l’anno.

Nel programma ci sarà spazio per tante attività accessorie: mini-progetti di editoria indipendente per raccogliere su carta i progressi di Cyclhub (Ettore e Giorgia i nostra illustratori); menù a tema e barrette energetiche bio (grazie al supporto dello chef Andrea e del Twiggy cafè) per scandire le pause tra le attività e così via. Le serate in ciclofficina potrebbero diventare language night a tema, per coinvolgere chi va in bici e non sa l’italiano, o chi parla inglese ma non va in bici. Il programma di Cyclhub è aperto: chiunque può prendervi parte nel momento che più corrisponde alle sue esigenze.

E prima?

Unisciti a noi e insegnaci quello che sai. La nostra ciclofficina è un hub in cui si lavora tutti insieme, conoscendosi, mettendo in circolo saperi e competenze, imparando vedendo fare e insegnando facendo. Ci piacerebbe che dopo il primo anno Cyclhub costituisse un punto di rifermento creativo e culturale per la città di Varese: una presenza amica, da cercare con lo sguardo a concerti, esposizioni, manifestazioni, il centro di una comunità attiva fatta di ciclisti e cittadini.

Il progetto per ora è come uno stock di componenti comprati con un buon affare: tante idee che funzionano, che con l’impegno di tutti e gli strumenti giusti possono essere montati insieme e diventare qualcosa di bello.

Cyclhub è fare, piuttosto che chiedere. Abbiamo fatto tanto con niente, vogliamo fare di più con poco: abbiamo bisogno di 1500 euro per costruire il chiosco/banco da lavoro, integrare l’attrezzatura di cui disponiamo e procurarci una dotazione minima di materiali di base necessari per partire con l’attività.

 

La strada è in salita, ma abbiamo buoni muscoli.

Grazie del vostro aiuto!

 

Le nostre ricompense

Per scoprire di più sulle nostre ricompense, visita il nostro blog!

N.B.: ai primi 30 sostenitori offriremo un buono omaggio per una barretta energetica bio dello chef A.Frattini da ritirare presso il Twiggy cafè a Varese.

 

La nostra pagina facebook - Il nostro blog


F.A.Q.


CYCL(H)UB COSA SIGNIFICA?

CYCLE, dall’inglese: bicicletta. vogliamo essere principalmente una ciclofficina
CLUB, dall’inglese: gruppo di persone unite da un interesse comune. Nel nostro caso, la bici.
Cyclhub vuole diventare una piattaforma di persone in cui esplorare e sviluppare le tematiche che la bici porta con sé: uno spazio di interscambio per dibattiti su viaggi e cultura, ambiente e riciclo, socialità e DIY
HUB,dall’inglese, mozzo. Cyclhub continua un discorso iniziato da altri in questa città e cerca di costruire una rete ancora più larga: il mozzo infatti permette alla bici l’avanzamento. Ci piace immaginarci come un mozzo attorno al quale gravitano alcune realtà: (per ora) Fiab ciclocittà, Coopuf, Legambiente, Twiggy, WGart.

 

CROWDFUNDING PERCHE?

Perché crediamo la ciclofficina sia di tutti e per tutti. Aiutarci anche con solo 5 euro é un modo per sentirsi attivi, fare qualcosa per questa città. Aiutateci a costruire Cyclhub. Grazie!

 

A COSA SERVONO 1500 EURO?

1 - Costruzione chiosco
La base operativa delle nostre azioni, un banco da lavoro mobile che protegge la attrezzature e costituisce una base di lavoro e organizzazione.

2 - Rinnovo attrezzatura
FIAB/Ciclocittà ci donerà una parte dell’attrezzatura della loro ciclofficina, ma non basta. Vorremmo comprare attrezzature specifiche per consentire di costruire una bici.

3 - Organizzazione eventi
Organizzare eventi, chiamare gente ecc avrà un costo nel nostro futuro bilancio. Serve una minima cassa per poter partire con alcuni eventi, lezioni, incontri, aperitivi ecc...

4 - Comprare minuteria, componenti e pezzi di bici per costruire un piccolo deposito di "ferri"
Per riparare biciclette oltre agli attrezzi servono, cavi, guarniture, viti ecc...

5 - Arredamento DIY
Arredare lo spazio del portico con sedute, porta bici, catene per appendere le nostre amate e tutto ciò che serve per vivere lo spazio, ora vuoto, del portico. Costruiremo tutto noi, cercando il più possibile di riciclare o usare materiali di recupero.

 

CYCLHUB DOVE/QUANDO?

Cyclhub sarà in via de Cristoforis 5, sotto al portico della Coopuf, dietro al Twiggy. Ogni sabato dal mattino al tardo pomeriggio saremo aperti. Magari anche qualche sera. Vi aspettiamo!

 
1441648556964497 cyclhub

Un progetto a cura di

cyclhub

Una ciclofficina ad uso gratuito, ma anche e soprattutto, una piattaforma in cui esplorare e sviluppare le tematiche che la bici porta con sé: uno spazio di interscambio per dibattiti su viaggi e cultura, ambiente e riciclo, socialità e DIY. Cycl(H)ub continua un discorso iniziato, in questa città, da altre associazioni. Ci piace immaginarci come un mozzo di una bici (hub, in inglese) attorno al quale gravitano diverse figure che ad oggi sono FIAB/Ciclocittà, Coopuf, Legambiente, Twiggy e WGart.

Seguici su