Cavalcando il Sogno di Rio 2016

In sella a splendidi cavalli, le atlete di "Cavalcando il sogno" hanno un obiettivo:
le Paralimpiadi di Rio.

Traguardo
3.000 €
Raccolti
5.022 €
Chiuso il
20 mag 2015
Sostenitori
43
Finanziato
Condividi

Gli esseri umani sognano e i sognatori non sono mai soli. È bello specchiarsi in un sogno, anche se non ci appartiene. Se lo adottiamo metterà le ali anche a noi.

Le ragazze di "Cavalcando il Sogno" non sono soltanto ottime atlete. Sono giovani donne animate da una immensa energia vitale. La loro voglia di combattere supera quella di molti altri, nonostante le diverse malattie che accompagnano la loro vita, non si sono fatte mai fatte abbattere anzi, lottano giorno dopo giorno perché è proprio la loro passione che le fa sentire sempre al massimo. La loro è la più autentica testimonianza che tutti, ma proprio tutti, con la passione, la volontà e il cuore possono raggiungere grandi traguardi. Le atlete di Cavalcando il Sogno hanno già partecipato a Olimpiadi, Mondiali ed Europei. L’obiettivo dell’associazione Cavalcando il Sogno è dimostrare a una platea mondiale fatta non solo di disabili ma anche di normodotati che ogni meta può essere raggiunta, i limiti fisici possono essere superati: l’importante è volerlo e metterci tutta l’energia possibile, senza paura di grandissimi sacrifici. Niente ci può fermare se c’è la volontà. Gli atleti delle paralimpiadi non sono esseri speciali ma ragazzi normali, molto determinati a raggiungere alti traguardi sportivi. Cosa li distingue quindi? Lottano tre, quatto volte più degli altri vuoi per i loro limiti fisici, vuoi perché non molto sostenuti. Le nostre atlete sono unite dal desiderio di far sapere a tutti che per le persone disabili è possibile praticare equitazione a livello ludico e agonistico e con risultati crescenti! L’equitazione è uno sport che permette di sentirsi più liberi, felici, uniti, integrati e realizzati. L'impegno che le ragazze hanno affrontato in tutti questi anni è stato immenso e i sacrifici inimmaginabili. Eppure loro, spinte dal desiderio di realizzare i loro sogni, non hanno mollato. Tutte lavorano o studiano e fanno i salti mortali per riuscire a trovare il modo e il tempo per montare a cavallo con la necessaria assiduità. Ora hanno un obiettivo primario: ottenere la qualifica per la partecipazione alle Paralimpiadi di Rio 2016. Le gare di qualifica iniziano già quest’anno e il periodo per ottenere i punteggi terminerà a gennaio 2016. Non c’è tempo da perdere!

Come si partecipa alle Paralimpiadi?

Nel Paradressage hanno avuto accesso diretto alle Paralimpiadi le prime tre nazioni che si sono classificate ai Mondiali del 2014 ovvero Gran Bretagna, Olanda e Germania. L’Italia purtroppo è arrivata quarta, a un soffio del podio, ma quest’anno l’opportunità è concreta: dovrà collocarsi tra le prime sette nazioni nella ranking list mondiale che durerà fino al 31 gennaio 2016. La ranking list è a squadre ed è data dalla somma dei due migliori risultati ottenuti dalle squadre in gare Internazionali Qualificanti (CPEDI 3*). Il Team di Cavalcando il Sogno contribuirà alla qualificazione partecipando a 5 gare internazionali


Scopo della raccolta

Cavalcando il Sogno ha pensato di aiutare concretamente i suoi atleti chiedendo anche il Vostro prezioso sostegno! Cavalieri e amazzoni devono, infatti, provvedere a numerose spese (trasporto cavalli, vitto alloggio cavalieri, istruttori, accompagnatori e groom, scuderizzazione, iscrizioni gare, voli aerei ecc. ecc.) non solo per stessi ma anche per i loro preziosi compagni di gara, i cavalli. Potete essere anche voi parte attiva di questo progetto! Il nostro obiettivo servirà a coprire parte delle spese.


Conosciamo il team

Antonella Cecilia, 53 anni. Ha partecipato a molte competizioni di grande prestigio: 4 Campionati del Mondo ottenendo nel 2014 in Normandia il 4° posto a squadre; 2 Campionati Europei, conquistando nel 2013 un 4° posto individuale e a squadre; le Paralimpiadi di Londra nel 2012. Partecipazione a numerosi concorsi internazionali dove ha conquistato posizioni di rilievo: oro,argento e bronzo.

"Ho iniziato a praticare questo sport da adulta, avevo, infatti 40 anni. Mi ci sono appassionata ancor di più dopo la diagnosi di sclerosi multipla. La malattia ha trasformato la mia vita, già difficile e complicata, e il cavallo e l’equitazione hanno sostituito le precedenti attività che svolgevo; così le gambe del cavallo oggi sono le mie e con lui ho potuto ricominciare a...correre. La mia vita è concentrata completamente sul mio cavallo che si chiama Ubacho, che ho da un anno. Inoltre continuo ad allenarmi ed allenare il mio "nonnetto" di nome Silvester di 20 anni con cui sono andata in America per i Weg del 2010. Mi sono trasferita a Pisa per la preparazione e vivo in scuderia occupandomi di loro a 360 gradi per quanto la malattia me lo permette. Sono tutta la mia vita e per loro e per il mio sogno sto facendo dei sacrifici grandissimi. Un passino alla volta affronteremo, spero, i prossimi campionati Europei in settembre 2015 in Normandia e poi ....speriamo Le Olimpiadi 2016 a Rio!!! Grazie a tutti coloro che si uniranno a noi e ci daranno la possibilità di realizzare il nostro sogno!"



Silvia Ciarrocchi
, 30anni. Ha già all'attivo diversi campionati italiani. Nel 2013 ha partecipato ai Campionati europei e nel 2014 ai WEG, oltre a diversi concorsi internazionali. Nel 2011,2012,2014 ha vinto i campionati italiani nel grado 4.

"È dall'età di 12 anni che monto a cavallo. Inizialmente mi sono dedicata al salto ad ostacoli, e dal 2010, mi sono appassionata al dressage. Andare a cavallo significa sentirmi libera di essere come sono, senza essere giudicata. Le emozioni che mi dà sono senso di libertà, eleganza e complicità con un altro essere vivente con un cervello pensante. Il mio sogno è riuscire a partecipare alle Paralimpiadi di Rio 2016."

 

Sara Morganti, 38 anni, membro della Nazionale Italiana dal 2009, ha partecipato a 8 Campionati Italiani Assoluti vincendo sia il Tecnico che il Freestyle, a tre Campionati Europei (bronzo Freestyle nel 2009, quarto posto tecnico nel 2011, Bronzo Freestyle e BronzoTecnico agli Europei 2013) a due campionati Mondiali (quarto posto Freestyle nel 2010, Argento Tecnico e Oro Freestyle ai Mondiali 2014) a una Paralimpiade (quarto posto Freestyle a Londra 2012).

"È dall'età di 13 anni che monto a cavallo. A 19 anni mi sono ammalata di sclerosi multipla, ma non ho mai voluto smettere di montare, nonostante l’evoluzione progressiva della malattia. Nel 2005 ho scoperto che nonostante la malattia potevo portare avanti l’attività anche a livello agonistico, visto che esisteva la disciplina del Paradressage. Per me andare a cavallo significa libertà e indipendenza. Praticare la disciplina a livello agonistico mi ha aiutato anche nella vita a essere progettuale, a pormi obiettivi positivi e soprattutto a ricercare e trovare le strade per raggiungere tali obiettivi, resistendo alla tentazione di arrendermi di fronte all’apparente impossibilità di superare un ostacolo. Il solo andare in scuderia e sentirmi chiamare dalla mia cavalla mi rende felice. Il riuscire a metterle da sola la cavezza e portarla in sedia a rotelle alla longhina mi riempie di gioia. Montare e riuscire a raggiungere un piccolo obiettivo giornaliero mi fa sentire realizzata. Partecipare alle gare mi stimola a fare il massimo possibile con quello che ho a disposizione. Essere parte di una squadra è motivo di grande orgoglio e mi stimola a lavorare con un senso di responsabilità ancora maggiore. Condividere le gioie mie e altrui è indefinibile. Il mio sogno è quello di poter contribuire con i risultati del mio lavoro all’ottenimento della Qualifica dell’Italia alle Paralimpiadi di Rio 2016. Sogno di partecipare a Rio 2016 e visto che parliamo di sogni forse in fondo spero anche di poter riuscire a ottenere una Medaglia Paralimpica! Sicuramente come sempre darò il massimo possibile e se la medaglia non arrivasse, potrò essere contenta di aver dato il meglio di me stessa."




Francesca Salvadè
, 26 anni, ha partecipato alle Paralimpiadi di Londra 2012 , ai campionati Europei di Herning 2013 ed ai WEG di Caen 2014. Diversi titoli di campionessa Italiana assoluta Grado II , ottavo posto team test Londra, quinto posto freestyle europei Herning, quarto posto a squadre Herning 2013 e quarto a squadre WEG 2014.

"È dall'età di 5 anni che monto a cavallo. Per me andare a cavallo rappresenta la mia più grande ragione di vita e grandissima passione e soddisfazioni. Le emozioni che mi dà sono gioia, orgoglio, soddisfazione, grandissime emozioni sia nelle vittorie che nelle sconfitte. Il mio sogno è crescere con il mio piccolo Muggel di ottenere sempre più risultati e medaglie importanti, con il super Comy continuare sempre cosi alla grande e coltivare ogni giorno il nostro magnifico rapporto e feeling; il sogno più grande: Rio 2016, con un grande risultato! Il mio rapporto con lo sport e il cavallo è di grande impegno e dedizione verso questo sport, sacrificio ed impegno nel lavoro quotidiano verso le grandi gare; con i miei fantastici cavallo un rapporto direi unico, di grandissimo affetto, rispetto, amore reciproco e voglia di fare sempre bene da entrambe le parti , ogni giorno con loro è una gioia, felicità, lavoro, divertimento, insegnamento ed apprendimento; ogni momento è motivo di crescita insieme: io, i miei cavalli ed il mio super tecnico Deo!"




Silvia Veratti,
53 anni, ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney 2000, Pechino 2008, Londra 2012. Ha vinto un bronzo ai Mondiali 1999 in Danimarca e un bronzo agli Europei a Budapest nel 2005.

"È dall'età di 10 anni che monto a cavallo. Per me andare a cavallo rappresenta la libertà. Le emozioni che mi dà sono gioia, serenità, indipendenza. Il mio sogno è un buon risultato a Rio de Janeiro.Il mio rapporto con lo sport e il cavallo è legato a una grande passione e amore per questo incredibile animale."

 

Le ricompense
Le ricompense sono state gentilmente offerte dall'Associazione e dalle atlete stesse fornendo oggetti a loro direttamente appartenuti e avuti durante i più importanti concorsi a cui hanno partecipato nel corso degli anni.

 

LINK

Cavalcando il sogno
web • Facebook

 

Seguici su
Condividi il progetto
Commenti