Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Tecnologia, Civico

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Driver2Home

Have fun, I'll drive you! Driver2Home è un autista che ti riporta a casa con la tua auto quando non sei in condizione di guidare.

11.100€
100% di 11.000€
20 ott 2014
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Driver2Home

Have fun, I'll drive you! Driver2Home è un autista che ti riporta a casa con la tua auto quando non sei in condizione di guidare.

11.100€
100% di 11.000€
20 ott 2014
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Cos'è Driver2home

Quante volte ti è successo di uscire con la macchina e pronunciare la solita frase: “Tanto questa sera non bevo!”? Quante volte la serata è andata davvero come ti aspettavi? Fino ad ora, ragazzi ed adulti, dopo aver consumato bevande alcoliche, si mettono alla guida della propria auto, rischiando di causare incidenti, incappare in sanzioni dalle forze dell’ordine o nel ritiro della patente.Non è necessario essere ubriachi per non poter guidare. Basta poco più di una birra media o di un bicchiere di vino perché la serata possa terminare con i vari spiacevoli imprevisti.

Driver2Home è la nuova soluzione al problema. Si tratta di un servizio di autista sostitutivo: basterà, finita la serata, contattare l’autista tramite l’utilizzo dell’applicazione mobile, per potervi serenamente accomodare sul sedile del passeggero e tornare in totale tranquillità a casa.

Il servizio ti pone nella condizione di non dover più scegliere tra la comodità di spostarti durante la serata con la tua auto e il piacere di brindare in compagnia, senza doverti più preoccupare del rientro.

Come è nata l'idea

L’idea nasce da un business presente in molti paesi del mondo, primo tra tutti la Corea del Sud, in cui il servizio ha avuto un successo tale da occupare più di 100.000 persone nel ruolo di autista.

Una volta inviata la richiesta di servizio, l’utente potrà visualizzare l’autista più vicino. Verranno mostrate le sue credenziali, il rating dato dalle votazione degli utenti, il tempo di arrivo dell’autista e il costo stimato per il servizio. Il cliente potrà scegliere se procedere con la richiesta oppure interromperla.

Il pagamento avverrà in modo telematico alla fine della corsa. Il numero della carta associata all’utente verrà richiesto al momento della registrazione iniziale.

Inoltre sarà possibile sfruttare una serie di ulteriori servizi che faciliteranno la gestione da parte del cliente: egli potrà infatti impostare un indirizzo di destinazione finale preferita sul proprio account, in modo da non doverlo più inserire ad ogni richiesta. O ancora sarà possibile salvare la posizione dell’auto una volta parcheggiata, in modo da poter comunicare all’autista la posizione esatta del punto di ritrovo, anche senza trovarsi già sul posto. In questo modo non ti dimenticherai più di dove hai parcheggiato la macchina!

Ti starai chiedendo: ma come torna poi l’autista? Da ormai più di un anno, nelle principali città italiane, è presente il servizio di car sharing. L’autista avrà inoltre con se un monopattino pieghevole in modo da raggiungere la vettura con maggiore facilità.

La campagna di crowdfunding

Grazie anche al tuo aiuto, il servizio sarà attivo a partire dal 2015, anno in cui la città di Milano ospiterà l’evento mondiale dell’Expo, per offrire un’ulteriore alternativa di mobilità notturna e per garantire maggiore sicurezza nel trasporto.

Il contributo che ti chiediamo servirà per lo sviluppo dell’applicazione mobile e per le attività di promozione e pubblicità.

Se sei arrivato a leggere fino a qui significa che ti sei già appassionato alla nostra storia. Aiutaci ad implementare il nostro servizio!

Sicuri di avere il tuo supporto, ti ringraziamo di cuore!

Alessandro, Francesca e Matteo

1441646730271135 alessandro zaccaria

Un progetto a cura di

Alessandro Zaccaria

Aprile 2013. Alessandro si trova in Sud Corea. Esce con amici e la serata prende una piega movimentata e ad alto tasso alcolico, non si scherza con il Soju da quelle parti. Nessuno si preoccupa della situazione, tranne lui. La serata verte al termine e il proprietario dell’unica auto chiama qualcuno al telefono. Poco dopo, si presenta un nuovo ragazzo coreano che saluta il suo amico e si mette al volante pronto a guidare. All’arrivo a destinazione, il ragazzo si fa pagare 16 $ e si dilegua...