Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Civico, Tecnologia

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Casa Paradiso

Un progetto per arredare ed attrezzare Casa Paradiso che accoglierà e sarà luogo di cura per i bambini Saharawi nei campi profughi

5.875€
117% di 5.000€
14 dic 2014
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Casa Paradiso

Un progetto per arredare ed attrezzare Casa Paradiso che accoglierà e sarà luogo di cura per i bambini Saharawi nei campi profughi

5.875€
117% di 5.000€
14 dic 2014
Data chiusura
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Ciao, intanto mi presento. Mi chiamo Marco e sono un fisioterapista di Bologna.

Sono uno dei tantissimi volontari dell'Associazione Rio de Oro. Collaboro dal 2008, anno del mio primo viaggio nei campi profughi per valutare il livello di competenze di alcune persone locali con il progetto di formare adeguatamente ragazzi e ragazze saharawi per praticare attività di riabilitazione.

Da quel momento abbiamo organizzato 2 corsi teorico pratici particolarmente incentrati sulla riabilitazione del bambino disabile. Parallelamente l'Associazione si è battuta per avere spazi dedicati all'attività riabilitativa da affidare ai nuovi terapisti. Attualmente possiamo ritenerci soddisfatti del risultato raggiunto avendo al lavoro circa una decina di persone divise tra 3 villaggi, l'ospedale nazionale e l'ex ospedale militare.

Di seguito per chi non conoscesse la situazione Saharawi e la nostra associazione, qualche riga per capire il contesto in cui ci muoviamo e quello che facciamo.


Noi dell'associazione Rio de Oro

Rio de Oro ONLUS è un’organizzazione che si batte per i diritti del popolo profugo Saharawi, offrendo assistenza medica ai disabili, in particolare bambini.


Contesto storico

Sono quasi 100.000 i profughi che da oltre 35 anni vivono segregati in uno dei più grandi complessi di campi per rifugiati al mondo. Enormi distese di lamiera e sabbia nel bel mezzo del deserto del sahara. Li chiamano saharawi, gente del deserto.

La loro patria, il florido territorio conosciuto come Western Sahara, è stato invaso dal Marocco nel 1975, costringendoli a fuggire nel deserto. Da allora la tragedia umanitaria del popolo Saharawi è diventata una delle più lunghe e controverse di sempre.

Per approfondire il contesto storico (http://www.ansps.it/index.php/la-storia)

Per vedere dove si trovano i campi profughi (http://www.tindoufexpress.org/tep/?page_id=102)

Rio de Oro Onlus è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) che lavora per migliorare concretamente la vita dei disabili, in particolare bambini, nei campi profughi Saharawi. La nostra missione è dare voce al dramma di questo popolo profugo, promuovendo al contempo ogni iniziativa volta a trovare una soluzione di pace alla loro situazione.

Da oltre dieci anni operiamo direttamente all’interno dei campi profughi offrendo assistenza medica gratuita, costruendo strutture sanitarie, formando il personale locale, distribuendo farmaci rari e difendendo la dignità dei disabili.

In Italia Rio de Oro conta sul sostegno di associazioni e gruppi con sedi nelle maggiori città, e su una rete di volontari provenienti da tutto il mondo.


Gli ambiti di intervento su cui si concentrano i progetti dell’organizzazione riguardano:

* Formazione di personale medico/sanitario Saharawi

* Aiuti umanitari

* Approvvigionamento di farmaci

* Costruzione e gestione di centri sanitari per l’assistenza medica di base nei campi profughi

* Costruzione e gestione di centri di riabilitazione nei campi profughi

* Assistenza alle famiglie Saharawi con disabili a carico

* Percorsi sanitari in Italia

* Commissioni mediche nei campi profughi

* Adozioni a distanza di disabili


CASA PARADISO

Casa Paradiso rappresenta un ulteriore passo in avanti verso il miglioramento delle condizioni di salute dei bambini saharawi. Sarà una struttura che avrà lo scopo di ospitare i bambini dopo i loro soggiorni in Italia.

L'accoglienza estiva di bambini saharawi in Italia, permette loro di sostenere visite mediche specialistiche, esami diagnostici, interventi chirurgici, fisioterapia ed attività di riabilitazione più in generale. Tutto questo grazie al grande lavoro dell'Associazione ed alla solidarietà di strutture ed operatori sanitari italiani.

Al termine di questa fase i bambini tornano nei campi con la necessità di continuare le cure intraprese in Italia. Ci siamo accorti però che una volta nei propri villaggi ci era difficile poter garantire le stesse cure e le stesse attenzioni pur disponendo di terapisti formati. Per questo abbiamo pensato che un ambiente dedicato a loro fosse la soluzione migliore per metterli a proprio agio e permettere ai terapisti di seguirli in maniera più efficace. Non un ospedale ma un luogo accogliente, adatto a bambini, in cui possano rimanere anche per periodi lunghi fino a quando avranno bisogno di cure.

I lavori di costruzione stanno partendo in queste settimane.

Con questo progetto di crowdfunding con Eppela vorremmo raccogliere fondi per l'acquisto delle attrezzature e degli arredi per le palestre e le stanze in cui i bambini passeranno le loro giornate. In particolare dotare le palestre di tappeti morbidi, lettini da trattamento, palle "Bobath", piani inclinati, parallele, spalliere, ausili per la deambulazione (girelli, deambulatori, stampelle), archivi per documentazione, 2 scrivanie.

 

Grazie a tutti!

 

Sito

Facebook Rio de Oro

Facebook Casa Paradiso

 

 

 

 

 

1441646695460906 coseacolori

Un progetto a cura di

coseacolori

Rio de Oro opera all’interno dei campi profughi Saharawi, nel deserto del Sahara Algerino, con programmi di salute, edilizia sanitaria e miglioramento della qualità di vita. In Italia Rio de Oro conta sul sostegno di associazioni e gruppi con sedi nelle maggiori città, e su una rete di volontari provenienti da tutto il mondo.

Seguici su