Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Arte, Formazione, Tecnologia
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Amalart - Italian Passion

Il progetto permetterà di creare un’esperienza virtuale, digitale ed interattiva legata al mondo dell’arte.

657€
18% di 3.500€
14 dic 2014
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Amalart - Italian Passion

Il progetto permetterà di creare un’esperienza virtuale, digitale ed interattiva legata al mondo dell’arte.

657€
18% di 3.500€
14 dic 2014
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

L’arte vive se trasmette emozioni.

O, meglio, vive se chi la sostiene comunica in modo efficace l’insieme delle conoscenze che ne arricchiscono la sua visione, relativamente alle testimonianze storiche ed artistiche che compongono le sue collezioni.

La comunicazione, dunque, si pone quale azione strumentale alle attività di generazione e diffusione delle conoscenze svolte a favore del proprio pubblico, davanti all’opera d’arte o in rete. Le tecnologie informatiche, sotto questo profilo, hanno fornito un grande impulso alle attività di comunicazione dell’arte, offrendo un’ampia varietà di canali attraverso cui veicolare i propri flussi informativi, sia all’interno di spazi espositivi (musei, gallerie, mostre) sia attraverso i social network grazie ai quali l’utente in rete, diventa esso stesso un potenziale protagonista della comunicazione dell’arte, offrendo il proprio contributo non solo alla diffusione delle conoscenze ma anche alla loro creazione. Peraltro, grazie a smartphone e tablet viene ulteriormente amplificato questo fenomeno.

In questo ambito, Amalart rappresenta progetto innovativo nato con l’idea di valorizzare l’arte italiana nel mondo attraverso l’utilizzo di nuove tecnologie e social network, portando istantanee del nostro paese attraverso le pitture, sculture, fotografie ed ogni altra forma d’arte contemporanea.


AMALART
punterà tutto sul digitale, come chiave di successo per esportare bellezza e arte italiana. Grazie a questo progetto, quindi, si potranno:
- Proporre format 2.0 di eventi artistici legati alle opere d’arte
- Creare una nuova “esperienza Cliente” d’opere d’arte
- Far interagire l’artista e acquirente
- Approfondire ed interagire attraverso ogni tipo di device
- Permettere un dialogare aperto con gli artisti attraverso tutti i social network
- Sviluppare innovativi percorsi di educational legati all’arte
- Combattere le la contraffazione di opere d’arte

Avvicinando lo smartphone, tablet o palmare al pannello di presentazione dell'opera, l’utente avrà una descrizione dettagliata della stessa tramite fotografie, animazioni, audio. E' possibile creare versioni delle descrizioni in grado di adattarsi alle specificità del cliente, comprese limitazioni cognitive (ipovedenza, sordità, ecc.).

Da questo momento in poi, l’acquirente potrà interagire con l’artista autore dell’opera, utilizzando sia i canali tradizionali (mail) sia quelli sociali (social network) ed altresì essere informato delle nuove realizzazioni da parte dell’artista. Con un click potrà quindi acquistare la nuova opera, oppure richiedere che l’opera sia immessa nuovamente nel mercato (internazionale). Parallelamente potrà essere informato dei nuovi eventi a cui potrò aderire, sempre e semplicemente avvicinando il suo device all’opera d’arte acquistata.


ARTE ED EDUCAZIONE

Un’ulteriore applicazione che è possibile implementare è rivolta specificamente al pubblico più giovane, quello dei bambini, introducendo elementi ludici nell’interazione con il dispositivo, ad esempio a valle della visita: ci sarà infatti la possibilità che il dispositivo generi, sulla base del “tracciato” delle opere consultate, una serie di domande, volte a valutare la qualità del processo di apprendimento innescato durante la permanenza all’interno del museo/galleria/esposizione.

Tale approccio, basato sul principio dell’edutainment, cioè della coniugazione di contenuti educational in un contesto ludico (entertainment), consente non solo di enfatizzare il senso di “scoperta” che un opera d’arte può evocare, contribuendo quindi a migliorare l’immagine complessiva di quel museo (e, più in generale, dei musei), ma anche di testare l’efficacia del dispositivo mobile e quindi dei processi di comunicazione posti in essere dal museo e, dunque, in ultima analisi, della sua capacità di adempiere concretamente alle finalità educative che gli sono proprie.


FONDI RACCOLTI I fondi raccolti saranno utilizzati per:
- rivedere il sito internet, in modo tale da poterlo adegurare con le tecnologie necessarie per il progetto ed integrare ai social network
- creare tutti i materiai di comunicazione multiligua (in questa prima fase inglese e cinese) da poter agganciare ai qrcode
- organizzare il primo evento interattivo a Shanghai

 

Grazie!

 

 

Sito - Facebook - Twitter

 

 

 

1441646689817353 angelo.lanzetta

Un progetto a cura di

angelo.lanzetta

Angelo Lanzetta, amministratore dell’azienda cura il presidio delle aree amministrazione e finanza e contribuisce allo sviluppo di partnership con catene luxury di hotel e gallerie d’arte per l’allestimento di mostre in virtù dei contatti sviluppati nella carriera professionale di architetto.Angelo collabora con diversi studi di architettura, approfondendo vari temi quali la progettazione architettonica e lo sviluppo urbanistico.

Seguici su