Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Arte, Musica

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Stracci: teatro in magazzino

Kulturificio N7 torna con il suo spettacolo Stracci là dove tutto è cominciato: tra le balle di abiti usati del Magazzino Masi di Vergaio, a Prato.

330€
4% di 7.000€
18 lug 2014
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Stracci: teatro in magazzino

Kulturificio N7 torna con il suo spettacolo Stracci là dove tutto è cominciato: tra le balle di abiti usati del Magazzino Masi di Vergaio, a Prato.

330€
4% di 7.000€
18 lug 2014
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Dopo anni dal suo debutto Kulturificio N7 riporta il suo spettacolo Stracci là dove tutto è cominciato: il magazzino di cenci di Giovanni, Giuseppe, Luigi Masi a Vergaio di Prato, dal 13 al 17 settembre, per un vero evento.

Stracci è un capitolo della Trilogia della Fatica, tre spettacoli su memoria e lavoro, prodotti da Kulturificio N7, scritti da Tommaso Santi, diretti e interpretati da Valentina Banci e Francesco Borchi.

Un po' di Stracci...

Siamo di razza cenciaiola. L’abbiamo capito alla fine, ma è stata una vera rivelazione. Non c’entriamo niente con gli stracci, ma anche noi lavoriamo le materie prime: raccogliere, sfoderare, selezionare, mettere a colore, rigenerare. Si può fare con i vestiti usati e la lana, ma anche con le storie.

Stracci con tutti i suoi personaggi è il risultato di quello che noi riusciamo a fare con tutti questi cenci: due attori, in una saga familiare sgangherata e completamente folle. Ci si confronta senza nostalgia con un mondo che non ci appartiene più.

Per arrivare fino in fondo nella costruzione di questa storia abbiamo avuto l’aiuto di guide eccezionali, una ventina di cenciaioli di quelli veri, di Prato, che con una lingua bella e ormai antica, armati si santa pazienza, ci hanno raccontato vite, peripezie, leggende e segreti dei “maganzini” dei cenci.

Stracci non è un documentario e nemmeno una storia vera, ma è la nostra esigenza di fare i conti con il lavoro, la memoria nostra e della nostra città, raccontando un mestiere duro e gioioso, ingrato e generoso, infame e al tempo stesso esaltante.

Stracci è la nostra fantasia spinta il più lontano possibile, alla ricerca delle parole e delle storie evocate da questi canali di balle. Perché lo straccio dice tutto e nello straccio c’è tutto, anche uno spettacolo teatrale.

Un po' di trama

Due attori, un fratello e una sorella, vivono a ritroso la storia di famiglia di fronte all'unica eredità che gli ha lasciato il babbo: un magazzino di stracci. Che cosa c'è lì dentro, a parte un bene materiale che non ha più alcun valore? Quelle montagne di cenci rappresentano un tesoro che non è di soldi, ma un cumulo di ricordi, belli e brutti, ridicoli e tragici, avventure, disgrazie, peripezie, grandi ascese e misere cadute. Insomma: c'è dentro tutta una vita.

Il Magazzino Masi, il teatro naturale per questo spettacolo

Abbiamo deciso di riportare Stracci nella sua casa: un magazzino di cenci, tra la polvere del lavoro e le balle arrivate da tutto il mondo. E' il luogo di nascita dello spettacolo e qua lo vogliamo fare per l'ultima volta.

Chiediamo il vostro sostegno perché organizzare uno spettacolo in un magazzino è molto complesso. In pratica dobbiamo costruire un piccolo teatro:

- dobbiamo montare e allestire le tribune per il pubblico

- dobbiamo allestire la scena

- dobbiamo portare l'impianto luci e l'impianto audio

A questo lavoro straordinario, si aggiunge il lavoro ordinario che sta dietro alla messa in scena di uno spettacolo: le prove per l'allestimento, la campagna pubblicitaria, la promozione, il lavoro organizzativo. La preparazione di un po' di vino e di qualcosa da mangiare, per festeggiare con il pubblico; l'allestimento di uno spazio video per la proiezione di una serie di interviste a cenciaioli veri.

Ecco che abbiamo deciso di chiedere a chi ci conosce. di darci una mano, e a chi non ci conosce, di provare un po' di curiosità per uno spettacolo bello, unico nel suo genere, che non ha mai deluso le aspettative.

Se volete trovare maggiori informazioni sul nostro gruppo potete visitare il sito

www.kulturificion7.it

Se volete vedere il trailer di Stracci e degli altri spettacoli della Trilogia della Fatica potete vedere questo video

Se volete seguirci su facebook ecco qua la nostra pagina facebook

Se vi piace il nostro progetto contribuite con ogni mezzo a farlo conoscere, vi garantiamo che ne vale la pena.

1441646466551414 kulturificio

Un progetto a cura di

kulturificio

Kulturificio n.7 è una Associazione che riunisce due attori, un drammaturgo e uno scenografo: Valentina Banci, Francesco Borchi, Tommaso Santi e Lorenzo Banci. Alla ricerca di una propria idea di teatro il Kulturificio ha inseguito un’idea di teatro in cui le proprie radici si intrecciassero alla tradizione europea. Con questo spirito è nata nel 2007 la Trilogia della Fatica, tre spettacoli su memoria e lavoro. Fiasco!!!,Stracci, Quando la montagna era alta per davvero.

Seguici su