Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b

PENELOPE: Io sono ciò che aspetto.

Penelope "io sono ciò che aspetto" Il racconto dell'attesa e la trasformazione di Penelope con 45 disegni pieni di mare, capelli e mostri marini!

4.010€
100% di 4.000€
10 nov 2013
Data chiusura
Finanziato

PENELOPE: Io sono ciò che aspetto.

Penelope "io sono ciò che aspetto" Il racconto dell'attesa e la trasformazione di Penelope con 45 disegni pieni di mare, capelli e mostri marini!

4.010€
100% di 4.000€
10 nov 2013
Data chiusura
Finanziato

Penelope.

Ecco, l’immaginazione di molti sarà già volata nella ridente Itaca dove una donna tendenzialmente depressa staziona davanti un telaio mentre ogni tanto, guardando dalla finestra direzione mare, sospira. Aggiungiamo qualche ancella (depresse per solidarietà femminile), un vecchio cane che aspetta il ritorno del padrone per tirare le cuoia e risate brindisi e rutti che provengono dagli sgraditi ospiti in salotto.

Mentre Ulisse affronta mostri eroi e giganti monocoli Penelope “aspetta”. Strana attività l’attesa. Il tempo quando si aspetta si dilata. Aspettare cambia.

Un giorno, penna e taccuino alla mano, ho disegnato una donna con una bellissima testa di pesce. Occhi grandi, sgranati. Squame e denti affilati. Era buffa. Ne ho disegnata un’altra. Le ho messo un bel vestito, una collana di perle nere (finte) e un bel paio di decolté rosse ai piedi. Mi era simpatica. Allora l’ho messa seduta a un tavolo. Le ho servito vino rosso e le ho messo tra le mani una lettera. Ho guardato per un po’ quel rettangolino disegnato a penna. Vuoto. L’ho riempito così: “Ciao. Io vado via. Scusa. Adieu. Je t’aime.” Mancava solo la firma: “Penelope”!

E così uno alla volta sono nati dalla matita (e dall’insonnia causata dal caldo torrido dell’estate romana), uno dopo l’altro, gli altri disegni. Il mare, capelli corvini che si trasformano in mostri marini, lettere, fogli bagnati, pesci valige piene d’acqua, incubi e lenzuola…45 tavole che raccontano la mia Penelope: la storia di un’attesa e di una trasformazione. Aspettare cambia molte cose e quando si aspetta troppo…si diventa l’attesa stessa.

Con il tuo aiuto posso realizzare questo volume di quarantacinque disegni ed arrivare all’attenzione di case editrici, giornali, festival e concorsi! Questo farà crescere il mio lavoro nato da una passione forte che porto con me da molto tempo.

Credo molto in questa storia e nei disegni che la raccontano. Anche con un piccolo contributo puoi aiutarmi a realizzarla e vedere (e sfogliare!) Penelope stampata su carta. In cambio potrai avere un bellissimo premio creato dalla sottoscritta (nonché la mia gratitudine e il merito di aver contribuito personalmente a tale onorevole impresa editoriale!!)

Visita il mio blog www.mariagiuliacolace.blogspot.com!

 

I disegni ci sono, il mare c’è, Penelope c’è…manca solo il tuo aiuto!

 

Il mio blog

Pagina Facebook Penelope

La mia pagina Facebook

 

Penelope sarà dal 31 ottobre al 3 novembre a "Lucca Comics & Games" allo stand Eppela per proseguire la sua raccolta fondi.

Per chi viene a sostenere Penelope al Lucca Comix Fest, oltre ai premi previsti...c'e' un disegno originale fresco d'inchiostro che lo aspetta con dedica personalizzata!!
per chi invece non vuole aspettare...disegni e acquarelli originali in vendita!"

 

 

 

 

1441645465368457 mariagiuliacolace

Un progetto a cura di

MariagiuliaColace

Mi chiamo Mariagiulia Colace, ho 26 anni e sono un'illustratrice...attrice! Mi piace raccontare storie e mi piace ascoltarle! Mi piace quando la tragedia si trasforma in ridicolo e quando il ridicolo si trasforma in tragedia.Dopo essermi diplomata all'Accademia di Belle Arti di Roma in Scenografia ho studiato regia e recitazione a Venezia (IUAV) e Perugia (C.U.T). Il disegno mi accompagna da sempre. Così teatro e matita sono diventati strumenti per lo stesso fine: creare immagini...

Seguici su