Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Cinema

Widget

Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Testo copiato

Il Gusto della Memoria

Vintage Film Festival: filmini di famiglia in un contest internazionale. Roma Sala Trevi. 7-8 novembre 2015.

155€
2% di 6.000€
03 nov 2015
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Il Gusto della Memoria

Vintage Film Festival: filmini di famiglia in un contest internazionale. Roma Sala Trevi. 7-8 novembre 2015.

155€
2% di 6.000€
03 nov 2015
Data chiusura
Scaduto

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo.

Il gusto della memoria

Il festival « Il Gusto della Memoria » è un contest cinematografico dedicato alla valorizzazione del patrimonio delle pellicole di vecchio formato. Il festival, che nel 2015 giunge alla sua quarta edizione, vuole appunto ridare vita a questi frame dimenticati. Registrandosi all'archivio Nosarchives.com è possibile accedere al database, e si invitano i registi a realizzare montaggi video con almeno il 60% dei materiali archiviati.

Una vera lavorazione di found footage, per poter partecipare ad una delle tre categorie in gara: Fiction, per cortometraggi narrativi; Documentari, per opere di reportage o di docufiction, ed infine la sezione Pubblicità, dedicata a spot pubblicitari per prodotti attuali o vintage. Fondato e diretto dalla montatrice e regista Cecilia Pagliarani, recentemente impegnata nel montaggio dei documentari di Gianni Amelio, Il Gusto della Memoria è organizzato dall’Associazione per la salvaguardia della memoria filmica amatoriale Come Eravamo, in collaborazione con l’archivio di cinema amatoriale Nosarchives.com e la società di produzione Suricata srl, detentrice dell'archivio online.

Il Contest aperto ai registi professionisti e studenti di cinema è nato grazie alla collaborazione dell'Istituto Europeo di Design e dell'Università la Sapienza - Master Spettacolo e il Centro Sperimentale di Cinematografia. Sia il Master in Spettacolo che il Centro sperimentale hanno organizzato dei laboratori per guidare i registi nella realizzazione di corti che parteciperanno al festival.

Edizione 2015

Scadono il prossimo 30 agosto i termini per le iscrizioni alla quarta edizione del festival di cinema vintage “Il gusto della memoria”, rassegna di film ispirati alle immagini d’archivio che si terrà – a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti – a Roma il 7 ed 8 novembre 2015. Per il terzo anno è aperto il contest per registi appassionati di immagini d’archivio e il tema di quest’anno è “La Storia dal Basso”. Si invitano registi a raccontare la Storia da un punto di vista alternativo a quello ufficiale. Per il secondo anno consecutivo viene anche lanciato il contest Junior, dedicato a agli studenti under 18, ad iscrizione gratuita: tutti sanno ripetere ciò che è scritto sui libri, ma chi potrebbe raccontare piccoli episodi della vita quotidiana di 90 anni fa? Con una storia anche inventata e con i materiali cinematografici realizzati dal 1922 al 1970, presenti in nosarchives.com e nell’Istituto Luce, che ha concesso l’utilizzo di un totale di un minuto di filmati dal proprio archivio.

Giuria

La giuria sarà composta da Pupi Avati, regista sceneggiatore e produttore cinematografico, Marco Giusti, critico cinematografico, Enrico Bufalini, direttore delle collezioni LUCE, Roger Odin, professore emerito per Paris 3 e autore di "Prospettive e problemi nella ricerca sul cinema amatoriale", Alessio Santoni, regista del corto “ERO” vincitore dell'edizione 2014, Anaïs la Rocca, regista e art director vincitrice della sezione pubblicità nel 2014, con il corto “L’Aldilà”, Manuel Kleidman, direttore delle collezioni di nosarchives.

NOS Archives

L’archivio è l’essenza del festival, nasce nel 2010, dall’idea di Cecilia Pagliarani, regista /montatrice cinematografica, insegnante di linguaggio cinematografico e Manuel Kleidman, scenografo di teatro, creatore di marionette e carri teatrali, pittore, incisore su legno e bronzo, collezionista ed esperto in arte palestinese.

Il portale offre la possibilità alle famiglie detentrici di pellicole di digitalizzare il proprio materiale in Full HD, avendo l’opportunità di rivivere le emozioni della propria storia in alta definizione e di guadagnare il 50% sui diritti di vendita delle licenze di utilizzo. L’accesso alla documentazione è aperto a tutti. La visione, con un login personale, è riservata ai professionisti della comunicazione e del marketing e a tutti coloro che hanno un progetto editoriale o artistico da realizzare.

I formati originali dei film comprendono 8mm, Super 8, 16 mm, 9,5 mm, 17,5mm. Tutti digitalizzati in full HD.

Alcuni dei film digitalizzati sono visionabili nel nostro canale youtube https://www.youtube.com/user/nosarchivesdotcom

Perché ci serve il crowdfunding

Perché il nostro lavoro non è in alcun modo finanziato dagli enti che patrocinano da molti anni il festiva: è un progetto dal basso, esattamente come la raccolta; perché realmente coinvolge i donatori – non solo con una reward – ma perché possono contribuire economicamente, donare materiale da cui poter ottenere ricavi qualora venisse utilizzato; perché i donatori possono partecipare al contest. E, last but not least, perché la storia non ufficiale siamo noi. Dietro questa campagna pubblicitaria c’è un gesto avventuroso, uno sforzo per la grande riscoperta di un tesoro disperso e in gran parte dimenticato: La costruzione della prima Enciclopedia Universale del Film di Famiglia, la piccola e grande storia intima della terra e degli uomini del XX secolo.

Far parte di questa Enciclopedia è, credo, una grande occasione per tutti, perché il lavoro eseguito è un lavoro certosino su scala mondiale, ed è, come potete immaginare, gigantesco.

Anche se abbiamo il sostegno dell'Università La Sapienza di Roma, che ci fornisce dei tirocinanti, il sostegno delle Biblioteche di Roma che parla di noi, e anche se l’UNESCO Italia ha dato il proprio patrocinio, il festival è sfortunatamente senza contributi finanziari.

Come partecipare alla nostra impresa

Ci sono due modi, e sarebbe bellissimo se poteste contribuire ad entrambe.

1. Innanzitutto, ed evidentemente, una donazione monetaria da 5 euro all’infinito.

2. Entrare a far parte dell’archivio nosarchives.com, portando i vostri film di formato ridotto ( 8mm, super 8, 9,5 mm, 17,5mm, 16 mm) e aprire un fondo sotto contratto al vostro nome (diritti d’autore e eredi). Attraversando la porta di questo mondo del film di famiglia, la vostra presenza sarà tanto più richiesta per l’esattezza delle informazioni riguardo le immagini. Partecipare in prima persona vi farà capire quanto queste immagine interessano il mondo e quanto la vostra memoria è fattore di conoscenza e di creatività inaspettata.

E’ un investimento nella vostra stessa memoria, e, diventerete protagonisti della cultura del mondo. I vostri piccoli film abbandonati chissà dove ne diventersanno un apporto essenziale. OFFRITE LA VOSTRA MEMORIA AL MONDO.

In cambio della vostra partecipazione finanziaria, il vostro nome verrà menzionato in una pagina del catalogo del festival. Non solo ringraziamenti ai donatori ma anche una borsa sorpresa del festival: catalogo, invito personale per l’apertura del festival, pins o gioielli “nosarchives”, e per quelli che aprono anche un fondo di famiglia al loro nome presso l’archivio, verra aggiunto il vostro nome nei titoli di testa dei film vincitori del contest e offriremo anche un dvd dei film del festival “Il Gusto della Memoria” e delle edizione precedenti, prodotto quest’anno in collaborazione con la “Luce-Cinecittà”.

Il traguardo per la raccolta

I costi vivi del festival comprendono l’affitto delle location, i cataloghi, la pubblicistica, la produzione dei dvd, ma soprattutto il costo del personale che cura l’organizzazione del festival, perché seppur con un rimborso, nessuno deve lavorare gratuitamente, è sempre stata questa la nostra filosofia.

Si è stabilito in 8mila euro il traguardo necessario per far partire il festival che, peraltro, quest’anno avrebbe vinto un contributo della regione Lazio sul quale non può contare, l’ultima comunicazione della regione Lazio afferma che “ Al momento l’assunzione dell’impegno di spesa risulta non compatibile con l’andamento tendenziale degli equilibri di bilancio.” Quindi rimbocchiamoci le maniche e …. chi fa da sé fa per tre! Grazie del tuo aiuto!

1441879458249318 15euro

Un progetto a cura di

Il Gusto Della Memoria

Il festival « Il Gusto della Memoria » è un contest cinematografico dedicato alla valorizzazione del patrimonio delle pellicole di vecchio formato. Il festival, che nel 2015 giunge alla sua quarta edizione, vuole appunto ridare vita a questi frame dimenticati. Registrandosi all'archivio Nosarchives.com è possible accedere a tutto il database, e si invitano i registi italiani e non a realizzare montaggi video con almeno il 60% dei materiali archiviati.