Regaliamo ad Alice una speranza

Contribuisci
Icon close white 3b833f36a0d9aa8cb3ce88cdd82230b3e9588f443dca37cde0c033f06a08d3f1
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Italia
Solidarietà, Salute
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Regaliamo ad Alice una speranza

Alice ha bisogno di trasferirsi lontano dallo smog della città

40€
-24 giorni
0%
20.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Regaliamo ad Alice una speranza

Alice ha bisogno di trasferirsi lontano dallo smog della città

40€
-24 giorni
0%
20.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Di cosa si tratta

Alice ha 8 anni e vive a Torino. E' una bambina amata da una famiglia coesa, che non ha mai vissuto la sua disabilità come un handicap. 
Infatti, Alice ha la sindrome di Pfeiffer di tipo 2. Quest'ultima è una rarissima malattia genetica che può contare solo su trattamenti sintomatici.
Alice vive su una sedia a rotelle con una tracheotomia e una PEG, malformazioni ossee, problemi cerebrali, respiratori, sordità, cecità (ipovedente).

Nonostante la sua giovanissima età, ha già subìto due operazioni per fronteggiare i numerosi disturbi. Questi ostacoli, però, diventano meno invalicabili grazie all'amore che circola in questa famiglia.

La mamma è un aiuto cuoca part time in un asilo nido, mentre il papà fa l'operaio.
Alice, oltre a mamma e papà, può fare affidamento sull'affetto dei suoi fratelli maggiori: Bruno, Angela e Mattia.
Una famiglia umile, ma che ha sempre fatto dell'amore il proprio punto di forza. 

Tra le patologie di cui soffre Alice vi è un disturbo respiratorio che dipende molto dal contesto in cui vive: la città di Torino, che presente livelli di smog troppo alti per la piccola. Basta, infatti, una giornata fuori al mare che i parametri di Alice cambiano migliorando. 

E' proprio da questo elemento che muove la volontà di aprire una raccolta fondi: i genitori di Alice hanno deciso di spostarsi nella periferia di Torino, in campagna, per permettere ad Alice di respirare con maggiore facilità. Hanno già trovato la casa dei loro sogni, per cui metteranno a disposizione tutte le loro forze e cui stanno facendo le pratiche per ottenere un mutuo

Sostenere le spese non è semplice: le cure, i bisogni sanitari, gli spostamenti fuori città per una migliore respirazione, la babysitter che assicura ad Alice un'attenzione costante quando i genitori sono al lavoro. 

Inoltre, al momento non frequenta la scuola, perché il plesso di destinazione non è in grado di assicurarle la frequenza con la necessaria assistenza. Anche in questo caso, la mamma di Alice sta combattendo per permettere ad Alice di godere a pieno dei propri diritti. 

Come verranno utilizzati i fondi

Le risorse raccolte avvicineranno Alice al trasferimento fuori Torino, in un luogo in cui lo smog è contenuto e quindi potrà respirare con meno difficoltà. 
Per poter godere di tale beneficio, però, la famiglia di Alice deve comprare una nuova casa nella campagna torinese: con un mutuo e tanto sacrificio ce la faranno, ma vorrei che fosse possibile affrettare ancora di più i tempi così da permettere ad Alice di risolvere al più presto i propri problemi respiratori. 

Chi c'è dietro al progetto

Sono Ivana e sono un'amica di questa straordinaria famiglia.
Se vivere la disabilità nella nostra società non è semplice, questa famiglia ci permette di assistere ad un vero e proprio piccolo miracolo: con forza e coraggio riescono a dimostrare che anche una malattia tremenda come quella di Pfeiffer può essere affrontata. 

Vorrei che mamma Daniela potesse ricevere un aiuto concreto per continuare a combattere per le cause che riguardano la piccola Alice!

1622796944349223 fiori

Un progetto a cura di

Ivana

Sono Ivana e sono una cara amica di Daniela, la mamma di Alice. 

Italia
Potrebbe interessarti anche