Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Brescia
Solidarietà, Civico, Arte
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

ETERNO MARMOREO AMORE

Un monumento dedicato al personale ospedaliero che si è profuso per sostenere ed aiutare i malati Covid e per combattere questa terribile pandemia

0€
Chiuso il 31 mag 2021
0%
15.000€
Concluso

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

ETERNO MARMOREO AMORE

Un monumento dedicato al personale ospedaliero che si è profuso per sostenere ed aiutare i malati Covid e per combattere questa terribile pandemia

0€
Chiuso il 31 mag 2021
0%
15.000€
Concluso

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Di cosa si tratta

«Eterno marmoreo amore», una scultura di 4 metri, nata da una fotografia e impressa nel marmo, che cristallizza uno sguardo pieno di stanchezza ma anche di consapevolezza, di forza e di coraggio». È questo il significato della scultura inaugurata all'interno degli Ospedali Civili di Brescia e dedicata a tutto il personale sanitario per ricordare gli sforzi profusi per combattere questa terribile pandemia. Si tratta di un’opera di grande impatto che Indaco, artista fotografo, con alle spalle anni di reportage di guerra e sperimentazioni artistiche, ha voluto come testimonianza della resilienza del genere umano.


REALIZZAZIONI Colpito dalla sofferenza causata dalla pandemia ma ancor più ammirato dalla tenacia del corpo medico nella lotta alla malattia, nel supporto ai malati e nell'accompagnamento all'ultimo saluto a coloro cui è stata negata l'ultima carezza, Indaco ha deciso di creare un'opera monumentale ad essi dedicata. Il progetto, grazie ad incontri fortunati e a persone che ci hanno profondamente creduto, è giunto fino alla Regione Lombardia (e non solo) che ha sposato la missione e ha voluto porre l'opera nel cuore pulsante di questa lotta: gli Spedali di Brescia.

26.000 kg di marmo di Carrara (sostenuti da Marmo della Cava del Botticino), su cui è impresso per sempre lo sguardo di un sanitario a rappresentanza di tutti.


Come verranno utilizzati i fondi

QUANTO SERVE Ad oggi l'opera è stata sovvenzionata da Indaco, alcuni amici, Associazioni e dagli Spedali di Brescia. La cifra di 15.000 che vorrebbero raggiungere ovviamente non copre assolutamente le spese sostenute da Indaco e da coloro che hanno donato (amici e Associazioni presenti sul sito dell'opera). Quello che si vorrebbe fare ha una triplice valenza:

  • - fare in modo che agli Spedali di Brescia recuperino i fondi profusi per il progetto
  • - raccogliere fondi per gli Spedali e i loro progetti legati alla sanità
  • - permettere a chiunque voglia dire il proprio "GRAZIE" a tutti i sanitari del mondo e alla loro opera verso coloro che soffrono, di poterlo fare in modo concreto e visibile (il nome sarà presente nell'elenco dei donatori sul sito dell'opera) attraverso la partecipazione a questo progetto.

Chi c'è dietro al progetto

PERCHE' INDACO Indaco, tra l'Azzurro e il Viola nello spettro luminoso, simbolo di spiritualità e risveglio interiore, come la sua arte che vuole raccontare per immagini ciò che non appare nella realtà, desiderando fotografare l'inconscio e raccontare l'anima. Lo hanno aiutato in questo percorso da una parte il suo passato di Reporter di guerra e fotografo nei nosocomi, (esperienze che lo hanno fatto toccare con mano la realtà umana più difficile) e dall'altra, la profonda ricerca dell'interiore.

1617721347346670 autoritratto libretto4 1

Un progetto a cura di

Indaco

Indaco, tra l'Azzurro e il Viola nello spettro luminoso, simbolo di spiritualità e risveglio interiore, come la sua arte che vuole raccontare per immagini ciò che non appare nella realtà, desiderando fotografare l'inconscio e raccontare l'anima.
Lo hanno aiutato in questo percorso da una parte il suo passato di Reporter di guerra e fotografo nei nosocomi, (esperienze che lo hanno fatto toccare con mano la realtà umana più difficile) e dall'altra, la profonda ricerca dell'interiore.

Brescia
Potrebbe interessarti anche