Che tutto arda d'amore e di poesia

Contribuisci
Icon close white 3b833f36a0d9aa8cb3ce88cdd82230b3e9588f443dca37cde0c033f06a08d3f1
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Mondo
Cultura, Arte
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Che tutto arda d'amore e di poesia

Sostenere un poeta e la possibilità di pubblicare le sue poesie d'amore, cielo e rivolta.

0€
-29 giorni
0%
1.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Che tutto arda d'amore e di poesia

Sostenere un poeta e la possibilità di pubblicare le sue poesie d'amore, cielo e rivolta.

0€
-29 giorni
0%
1.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Simone Cumbo

"Il cielo, occupatevi del cielo,

e sarà un mondo migliore..."


Questo progetto sostiene un progetto di vita. La possibilità di pubblicare la mia prossima raccolta, un sunto dei miei lavori precedenti. Un sostegno concreto ad un Poeta che ha fatto della poesia la sua vita e che vorrebbe continuare a pubblicare, e donare parole di cielo, amore e rivolta. I fondi raccolti a questo serviranno.

La poesia salverà il mondo!

Simone Cumbo è Poeta. 

Autore delle antologie poetiche "E la civetta risplende nei raggi della luna", "D'amore e di rivolta", "Lasciateci ai nostri sogni" e "Alla Riscossa". 

Nel 2016 secondo classificato con la poesia "Cuori", al Concorso Nazionale di Poesia "Domenico Ciampoli" di Atessa (CH).
Nello stesso anno al Concorso internazionale di poesia Altino 2017 - “Altri mondi, altre storie”, la poesia "Io adoro" è stata selezionata con menzione di merito. 

Nel 2017 la sua poesia "Non per fama", ha vinto un premio speciale alla seconda rassegna nazionale "Apri il cuore alla Poesia".  

Nel 2018 Premio della critica al concorso nazionale “Perdersi nell’amore” e sempre nel 2018, quarto classificato al Concorso nazionale Convivium in Honorem di Bologna e premio Atlantide- sezione Primavera con la lirica "Risvegli" al Concorso nazionale "Persephone-fiori di poesia".
Vincitore del premio nazionale "Le parole dell'amore" promosso dall'associazione CiaoLapo.
Primo classificato con la lirica ̈La rosa ̈ al concorso "Sul far della sera" promosso dalle edizioni Atlantide. 
A Maggio 2018, terzo classificato al concorso nazionale indetto dal sindacato CISL su "la poesia del lavoro".
Nel settembre 2018 ha vinto il Premio Speciale nel concorso nazionale di poesia "G.Predomini" di Parma con la lirica "Lei". 
Ad Ottobre 2018, terzo classificato al concorso internazionale Athena Ars" sezione Haiku. 

Nel febbraio 2019 secondo classificato al Concorso Letterario Roberto Scialabba di Roma con la lirica Profughi e Premio alla Carriera nel terzo concorso nazionale ̈Perdersi nell ́amore. 

Nel gennaio 2020 ha vinto il primo premio assoluto alla XI edizione del Premio Fragassi con la lirica ̈Parole ̈.
Nel Febbraio 2020 ha vinto l´ottava edizione del Concorso Letterario Roberto Scialabba. 

Nel 2021 ha vinto il Premio speciale Amdi Giraybay, istituito grazie ad una collaborazione tra il Concorso Il Parnaso, la Casa editrice Dolya, il Centro di traduzione Tavrida e l'Associazione dei Tatari di Crimea, tutti della Crimea e vuole ricordare e celebrare il famoso poeta della Crimea. Tra 500 poesie, di cui 250 da ogni parte del mondo, la sua lirica AMARE (TO LOVE) è stata scelta dalla giuria coordinata da Valery Basirov e Olga Prilutskaya.

Parlano di me

Considero l’amico e poeta Simone Cumbo un Don Chisciotte del nostro tempo, un poeta civile e la sua, una poesia militante, attenta alla polis, a ciò che accade nella città, alla vita sociale, economica, culturale del Paese. Una poesia quella di Simone che non ha padroni da accontentare o a cui piacere, svincolata da condizionamenti o  sollecitazioni esterne, che nasce esclusivamente dalla libera volontà dell’autore, libertà sempre rivendicata con forza da scrittori quali Fortini, Pasolini e molti altri. Una poesia che scaturisce da una pulsione viscerale, dall’esigenza di testimoniare e mostrare, attraverso le parole, le offese, le ferite, i segni del dolore che portano negli occhi e nel corpo i più deboli, i più esposti, i cosiddetti “diversi”, quelli che si possono facilmente colpire e schiacciare. È questa spinta che carica la scrittura poetica di una verità umana universale, che oltrepassa l’esperienza individuale e si allarga ad una dimensione collettiva, dotandola di una forza espansiva proprio perché sgorga dall’autenticità del vissuto del poeta capace di “far vedere”, di “mostrare” squarci emblematici delle tragedie che accadono quotidianamente, ma sulle quali molti, troppi, preferiscono evitare di volgere lo sguardo ed il pensiero, per pigrizia, per menefreghismo, per una sorta di anestesia dell’indignazione, una progressiva, lenta ma inarrestabile perdita di umanità. Nella raccolta di versi “Che tutto arda d’amore e di poesia” c’è tutto questo e molto di più.

Paolo D’Anna (Regista, poeta e autore teatrale)

Accendere una lampada e sparire

Questo fanno i poeti

Ma le scintille che hanno ravvivato

se vivida è la luce durano come i soli.

Emily Dickinson

1617294381653530 guarda le stellescaldati al soleprofumati di primaveranon

Un progetto a cura di

Simone Cumbo

Guarda le stelle,
scaldati al sole,
profumati di primavera.
Non cedere all'inganno,
non cospargerti di paura.
E brilla.

Simone Cumbo, poeta.

Mondo
Potrebbe interessarti anche