Aiutiamo Marco Scuto a tornare a...

Contribuisci
Icon close white 3b833f36a0d9aa8cb3ce88cdd82230b3e9588f443dca37cde0c033f06a08d3f1
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Catania
Solidarietà, Salute
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Aiutiamo Marco Scuto a tornare a vivere

Marco, un ragazzo di 19 anni che, dopo un brutale incidente stradale, deve essere trasferito nel centro di eccellenza neuroriabilitativa di Innsbruck

4.250€
-18 giorni
14%
30.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Aiutiamo Marco Scuto a tornare a vivere

Marco, un ragazzo di 19 anni che, dopo un brutale incidente stradale, deve essere trasferito nel centro di eccellenza neuroriabilitativa di Innsbruck

4.250€
-18 giorni
14%
30.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Aiutare una giovane vita a sperare di continuare a vivere

Marco Scuto é un ragazzo di soli 19 anni che, a seguito di un brutale incidente stradale, dopo aver subito un delicato intervento di cranioplastica deve essere trasferito presso il centro di eccellenza neuroriabilitativa di Innsbruck.

Da oltre 5 mesi è in coma, ricoverato presso l'ospedale di Cefalù in condizioni disperate.  

La speranza di poter uscire fuori da questa condizione vegetale, è quella di sottoporsi ad un delicatissimo intervento di cranio plastica  presso l'ospedale San Marco e poi successivamente sarà trasferito ad Innsbruck nel centro di eccellenza di neurochirurgia per la riabilitazione.

Aiutiamo Marco affinché la sua giovane vita possa avere la speranza e l'opportunita di proseguire e tornare ad essere quella di giovane ragazzo con l'aspettativa di avere ancora tutta la vita davanti!

Chi c'è dietro al progetto

La campagna è promossa dai familiari, dagli amici e tutti coloro che vogliono bene a Marco.

La lettera della mamma, Rossana Lo Re

Carissime amiche e amici, sono venuta a conoscenza dell'apertura di una campagna di solidarietà per mio figlio Marco che, come sapete, è in coma dalla notte del 19 ottobre 2020.

La raccolta, che si sta diffondendo tra voi e i vostri contatti, è nata dal nobile gesto di un professore dell'Istituto polivalente di San Giovanni La Punta, docente di Marco, fattosi promotore di questa generosa iniziativa e che non smetterò mai di ringraziare. 

Io e mio marito, come ogni genitore farebbe per il proprio figlio, stiamo cercando di dare tutte le cure possibili a Marco. Si è prospettata anche l'ipotesi di un possibile trasferimento in un centro risvegli in Europa.

Potete immaginare la confusione che dimora nella nostra mente insieme al grande dolore che da oltre 5 mesi scalfisce il nostro cuore. 

Ed è proprio con la mano sul cuore che ringrazio tutti coloro che vorranno aderire all'iniziativa nata dalla sensibilità e dalla bontà di un brav' uomo che nel giro di poche ore è dilagata a macchia d'olio. Questo mi dà sempre più la conferma che noi uomini sappiamo essere solidali, che riusciamo a provare empatia aiutandoci l'un l'altro. 

Ringrazio immensamente anche coloro i quali vorranno aiutarci attraverso la preghiera a Dio, affinché il Padre possa ascoltare le nostre suppliche.

L'impegno di Eppela:

Eppela, nell’ambito del suo impegno per ospitare sulla piattaforma e promuovere raccolte fondi di progetti di grande valore umanitario e civico, ospiterà l’iniziativa “Aiutiamo Marco Scuto a tornare a vivere" che sarà gestita con la modalità "Raccogli tutto" cioè quella modalità di raccolta che la Piattaforma Eppela riserva ai soli progetti ad elevato impatto umanitario, secondo la quale il progettista riceve la somma raccolta indipendentemente dal traguardo fissato.

1616684659956763 164923911 3961608100593703 5930755800353983430 n

Un progetto a cura di

La famiglia e gli amici di Marco

Forza Marco, siamo tutti con te!

Catania
Potrebbe interessarti anche