Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Roma
Arte, Solidarietà, Formazione
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

AKTION T5

La fine di un ideale. La distruzione di una delle dinastie più odiate al mondo.

3.050€
Chiuso il 09 mar 2021
101%
3.000€
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

AKTION T5

La fine di un ideale. La distruzione di una delle dinastie più odiate al mondo.

3.050€
Chiuso il 09 mar 2021
101%
3.000€
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Il corto: la trama

Nel corto, dal titolo AKTION T5, (AKTION T4 era il programma nazista di eutanasia nei confronti di tutte quelle persone "indegne" di vivere) i protagonisti sono due uomini di mezza età, ultimi discendenti diretti della dinastia di Hitler. Hanno vissuto una vita agiata, normale, ed entrambi hanno una compagna. La vicenda si svolge proprio il giorno di compleanno di una delle due donne, che con malinconia, rivela alla cognata di aver il rimpianto di non aver avuto figli, rimproverando il marito di non averli mai voluti, non capendone fino in fondo il motivo. Stessa sorte capitata alla cognata, che però non poteva averli in quanto sterile, ma su decisione del marito, non hanno mai deciso di adottarne uno. 


Mentre in cucina le donne confessano le loro insofferenze e preparano il pranzo, nell'altra stanza, i due uomini discutono proprio in merito alla loro discendenza. Uno dei fratelli comincia a discutere su ciò che è stato, dimostrandosi anche favorevole a quelle pratiche di sterminio di massa, mentre il fratello, più reticente, cerca di trovare una giustificazione a tutto quel "sistema", ascoltando comunque attentamente il fratello più "estremista". Quest'ultimo infatti, dopo una serie di argomentazioni riguardanti l'eugenetica e quei determinati geni che si tramandano da generazione in generazione, dimostra che ,anche in loro padre e quindi in loro quel "gene" maligno ha continuato a perpetrare e il collegamento con i loro avi, non si è mai veramente interrotto, nonostante la loro vita agiata. Dopo tutte queste spiegazioni, il fratello "estremista" conclude dicendo che questo non è più il loro tempo, e che non possono continuare a vivere nella costante paura di essere "scoperti". 

Perché in fondo, loro sono e pensano come i loro avi, e il non avere avuto una prole è stata l'unica cosa buona della loro vita, che appunto deve terminare in quanto ultimi discendenti diretti senza prole, ponendo fine a questa dinastia. Il fratello reticente, con le lacrime agli occhi, accetta e condivide i discorsi del fratello, che si mette davanti la finestra aspettando che si compia il loro destino. Infatti su sue indicazioni, un sicario in moto si sta dirigendo verso la loro tenuta, per terminare la vicenda. 

Questo è il tema che, in collaborazione con la società di produzione The Big Shaved di Roma, vogliamo affrontare e soprattutto il nostro obiettivo è quello di realizzare un prodotto di qualità, da distribuire in maniera capillare nei festival nazionali e internazionali.

Per la sua realizzazione ci occorrono 3000 euro

Per affrontare un tema così delicato, ci servono quei fondi necessari per poter ottenere un prodotto di qualità, degno della storia delicata che vogliamo raccontare. 

A tal proposito, per sostenere i dialoghi presenti nel corto, anche forti per le tematiche, servono attori credibili e soprattutto bravi, capaci di sostenere il ruolo.  Il resto dei fondi servirà anche per pagare le varie maestranze, che sono quelli che rendono possibile l'impossibile. E poi, cosa molto importante, un progetto del genere, noi vogliamo che venga valorizzato e visto da più persone possibili, e quindi che possa girare in più festival possibili, per portare un tema come quello del triste programma AKTION T4, così poco affrontato. 

Per tutte queste motivazioni vi chiediamo molto umilmente un aiuto, affinché il progetto possa essere realizzato.

The Big Shaved - Produzioni cinematografiche

Oltre a me, Eugenio Cacciatore, partecipa alla realizzazione mio fratello:  due giovani cineasti (28 anni - 30 anni), con la voglia di raccontare tante storie come questa, in un paese che purtroppo invece ignora, piuttosto che divulgare, abbiamo alle spalle una società cinematografica di Roma, anch'essa composta da giovani ragazzi, convinti della potenza del cinema e dell'immagine come mezzo di comunicazione, di storie non usuali ma poco conosciute.

I membri del team:

Giuseppe Cacciatore - Regista

Eugenio Cacciatore - Regista

Federico Pasquini - Fonico

Pierpaolo Pattaro - Montatore

1611613943985299 images photos v2 x4 toned

Un progetto a cura di

The Big Shaved Productions

Sono Eugenio, un ragazzo di 28 anni, che ha frequentato la scuola nazionale di cinema indipendente di Firenze. Da sempre amante del cinema, ho realizzato due cortometraggi dal titolo "GIOCHI DI RUOLO"  e "ANAFORA". Quest'ultimo ha partecipato a due festival. Per questo terzo progetto, in cui ho avuto la collaborazione di mio fratello, anche lui studioso di cinema e soprattutto amante della settima arte, abbiamo voluto fare un passo in avanti, in qualità, proprio per questo cortometraggio.

Roma
Potrebbe interessarti anche