Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Torino
Viaggi, Sport, Civico
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Costruiamo insieme la nostra casa!

Sosteniamo il diritto alla vita indipendente e i percorsi di autonomia per le persone con Sindrome di Down.

4.375€
Chiuso il 27 mar 2021
111%
3.925€
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Costruiamo insieme la nostra casa!

Sosteniamo il diritto alla vita indipendente e i percorsi di autonomia per le persone con Sindrome di Down.

4.375€
Chiuso il 27 mar 2021
111%
3.925€
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Di cosa si tratta

In Italia le persone con Sindrome di Down sono quasi 40.000. Un numero destinato a crescere, visto l’allungamento delle prospettive di vita. Un numero dietro il quale vedere non più un problema, ma una grande risorsa.

Nella nostra associazione camminiamo da oltre 40 anni al fianco di persone con Sindrome di Down. Accompagnandole nel loro percorso di crescita naturale. Sviluppando insieme le autonomie individuali di ognuna di loro.

Lo facciamo in tanti modi diversi. Sempre cucito sulla singola persona. Tenendo conto di quali sono i suoi punti di forza e i suoi interessi.

Molti di loro hanno già raggiunto grandi successi personali di vario tipo. Individuali, professionali e sportivi.

E proprio perché spronati da questi successi abbiamo deciso di fare un passo avanti. Affittando un’abitazione dove potessero mettersi in gioco il più possibile. Sperimentando il vivere da soli o con amici. Trovare le migliori strategie personali per affrontare le difficoltà domestiche. Ma soprattutto, dove trovare uno spazio che fosse loro.

Questa casa è stata teatro di molte storie. Come quella di Lorenzo e Marta, oggi impiegati come camerieri. O di Margherita e Andrea, che cominciano a pensare al loro futuro insieme. O di Sara e Simone, appena maggiorenni, che iniziano a progettare la loro vita adulta.

Storie semplici di persone comuni, ma che portano in sé grandi successi e grande impegno. Di tutti.

Noi del CEPIM-TORINO abbiamo sempre creduto fortemente in questa visione. Perché alla base di tutto ci sono i diritti della persona. Gli stessi diritti sanciti nella Convenzione ONU. Gli stessi che spettano a ogni singola persona. Per questo abbiamo sempre portato avanti questo progetto, incuranti delle crescenti difficoltà che incontravamo. Anche quelle che ci ha messo davanti questo 2020.

Per farlo, però, abbiamo bisogno di un aiuto. Un aiuto non soltanto economico. Ma un vero e proprio impegno sociale. Perché alla base di tutto questo processo c’è una cosa: accrescere la consapevolezza della società. La consapevolezza che quelle persone che hanno davanti sono esattamente quello. Persone che meritano di essere rispettate e considerate, proprio come chiunque. Persone che possono fare la loro parte nella società, ciascuno con i propri punti di forza e i propri difetti.

Per questo non chiediamo donazioni, ma finanziamenti. Ti chiediamo di finanziare la nostra idea, di credere in quello che facciamo e diventare parte di questa realtà

Come verranno utilizzati i fondi

I finanziamenti che raccoglieremo serviranno innanzitutto a coprire le spese di gestione del progetto. Oltre al personale specializzato e all’ affitto della casa, infatti, ci sono molti altri aspetti a cui provvedere. Bollette, spese quotidiane, arredamento e manutenzione dell’immobile sono solo alcune tra le voci di spesa mensile.

Le stesse che affrontiamo tutti ogni giorno della nostra vita. Proprio perché l’obiettivo di questo progetto è semplicemente questo. Che le persone con Sindrome di Down vivano la loro vita. Uscendo nei negozi locali per fare la spesa. Visitando i ritrovi del quartiere. Portando in prima persona la loro testimonianza. E vivano così la loro casa, rendendola ogni giorno più in linea con le proprie esigenze.

Per questo investiremo parte dei fondi nell’arredamento della casa. Andando a riempire tutte quelle mancanze ancora presenti nell’appartamento. Per rendere più familiari e accoglienti le stanze. Per sentirsi a casa propria.

Per questo useremo i fondi per acquistare un mobile per la dispensa. O un lampadario che copra la lampadina appesa al soffitto. Delle lenzuola che sostituiscano i sacchi a pelo portati da casa. O un aspirapolvere che funzioni per più di dieci minuti. Ma soprattutto, dei mobili a misura di bambino e dispositivi di sicurezza, per permettere un’esplorazione più libera. 

Questo perché abbiamo un obiettivo ancora più ambizioso. Far crescere questo progetto, affermarlo e renderlo disponibile per sempre più persone. Preparando il terreno per tutti quei giovani che si affacceranno alla vita adulta tra qualche anno. Perché possano iniziare a mettersi in gioco sin da subito. Provino con mano cosa vorrà dire diventare adulti e scoprire la bellezza di questo passaggio. Trovando il loro modo per raggiungere i propri obiettivi.

Questo significherà creare nuove attività personalizzate su di loro. Attività di cui vorremmo tu diventassi promotore, ancor prima che finanziatore. 

Chi c'è dietro al progetto

L’associazione CEPIM-TORINO - Centro Persone con Sindrome di Down ODV è presente a Torino da più di 40 anni. Un’associazione che è nata proprio dai genitori di persone con Sindrome di Down. Genitori preoccupati per i loro figli, come tutti. Che volevano e vogliono ancora soltanto una cosa: che il diritto alla vita indipendente sancito nella Convenzione ONU sia applicato per davvero.

In questi 40 anni sono stati fatti molti passi avanti. Siamo riusciti a crescere insieme, aiutati dai tantissimi volontari che hanno fatto parte dell’associazione negli anni. Sempre affiancati da personale esperto: psicologi, educatori e tecnici. Persone che mettevano al servizio di tutti le loro competenze e conoscenze. Aiutando tutta quanta l’associazione a crescere e maturare.

Ad oggi, nella nostra associazione contiamo più di 90 tra tecnici, professionisti e volontari. E con loro sono quasi 100 le famiglie che affianchiamo con attività specifiche per ognuna. Perché la crescita di una persona passa necessariamente dalla sua famiglia. Famiglia con la quale l’associazione dialoga costantemente, raccogliendone idee e necessità.

Ognuno poi ha il suo spazio negli oltre 20 laboratori, suddivisi in base a età e attività. Senza contare i soggiorni estivi e i week-end di autonomia. Attività molto diverse tra loro, che però condividono un unico obiettivo. L’accompagnamento della persona alla vita adulta.

Attività che per anni sono cresciute, aumentando non solo per numero, ma soprattutto per qualità. Una crescita che siamo determinati a continuare con il tuo supporto

1611063614426767 logo cepim per eppela

Un progetto a cura di

CEPIM Torino

Il CEPIM-TORINO – Centro Persone con Sindrome di Down ODV nasce nel 1979 da un gruppo di genitori per accompagnare la crescita dei propri figli e della famiglia.

Con il contributo di volontari e professionisti svolge attività che vanno da laboratori per piccoli gruppi a percorsi individualizzati.  Fa formazione e informazione. Collabora con chi si occupa di disabilità. Tutto con lo scopo di promuovere il rispetto dei diritti sanciti dalla Convenzione ONU.

Torino
Potrebbe interessarti anche