Birdgardening & Birdwatching Italia

Contribuisci
Icon close white 3b833f36a0d9aa8cb3ce88cdd82230b3e9588f443dca37cde0c033f06a08d3f1
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Abruzzo
Viaggi, Sport, Arte
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Birdgardening & Birdwatching Italia

Ampliamento della rete di Capanni di Osservazione Birdgardening e Birdwatching Abruzzo

25€
-2 giorni
0%
4.000€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Birdgardening & Birdwatching Italia

Ampliamento della rete di Capanni di Osservazione Birdgardening e Birdwatching Abruzzo

25€
-2 giorni
0%
4.000€
Contribuisci

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Il progetto

Il progetto nasce dall'esperienza della Coop. COGECSTRE di oltre 40 anni nella conservazione e gestione delle Aree Protette; di fatto il primo esperimento riuscito di come si possa creare lavoro con la tutela dell'ambiente. Il protagonista del progetto è l'Abruzzo ed in particolare le Terre Vestine. 

Lo scopo della raccolta fondi è quello di ampliare la rete dei capanni con ulteriori 5 set completi, in modo da creare un sistema, unico in Italia e tra i pochissimi in Europa, a disposizione di amanti della fotografia naturalistica e professionisti.

Le riserve naturali sono da sempre laboratori molto avanzati, sia nel campo della ricerca e della didattica ambientale, sia nell'applicazione tecnologica. Nelle riserve si elaborano programmi di educazione ambientale, turismo responsabile, si utilizza e si produce energia rinnovabile, si coltiva biologico, si recuperano tradizioni locali, si diffonde cultura scientifica.


Le riserve gestite dai soci del Consorzio sono localizzate in ambienti umidi importanti, come le fasce fluviali, luogo di sosta per gli uccelli. Il progetto con le successive visite e corsi organizzati permetterà ai ragazzi di passare una giornata a comprendere e a sperimentare le scelte gestionali attente e rispettose della natura e a contribuire e ristabilire gli equilibri perduti. Importante sarà capire come un’area protetta, luogo di divieti può diventare per ciascun cittadino un patrimonio incalcolabile e di rara bellezza da custodire e preservare, e dove ognuno sarà portatore di quella straordinaria conoscenza da perpetuare e in grado di contribuire alla conservazione della natura.

Attraverso lo studio degli ecosistemi e del “Birdgardening” l’obiettivo sarà quello di sollecitare la curiosità e la motivazione per un migliore approccio alle conoscenze fino ad acquisire i comportamenti utili per il rispetto della natura.

Come verranno utilizzati i fondi

L'obiettivo generale della campagna è quello di coprire i costi delle spese per l'ampliamento della rete dei capanni e la costruzioni di 5 set completi.

Nello specifico ogni set si compone di fototrappole ad altissima definizione (2,7 GB) con sps e trasmissioni in diretta da remoto, abbeverate e mangiatoie con sistema di riciclo automatica dell’acqua grazie ad un impianto alimentato a fotovoltaico, allestimento e gestione.

I costi per la costruzione dei 5 capanni ammontano a 20.000 € totali.

Per fare questo, abbiamo deciso di suddividere la campagna in 5 goal:

  1. primo goal - 4.000 € - costruzione primo capanno;
  2. secondo goal - 8.000 € - costruzione secondo capanno;
  3. terzo goal - 12.000 € - costruzione terzo capanno;
  4. quarto goal - 16.000 € - costruzione quarto capanno;
  5. quinto goal - 20.000 € - costruzione quinto capanno.

Chi c'è dietro al progetto

La Cooperativa COGECSTRE nasce a Penne, in Abruzzo, nel 1980, per la gestione di centri sportivi e turistici e per la ricerca ecologica

Dal 1987 si è specializzata nel settore ambientale:

- gestione di aree naturali protette

- redazione di progetti per la conservazione della flora e della fauna a rischio.


Parallelamente alla gestione delle aree naturali protette, la Cogecstre ha sviluppato una serie di attività economiche compatibili con la tutela ambientale, nel settore agricolo, artigianale, turistico e nei servizi.

La Masseria dell'Oasi sperimenta, all'interno di un'azienda agricola compresa nella Riserva di Penne, la produzione e la trasformazione di prodotti dell'agricoltura biologica.

Il Laboratorio dell'Oasi comprende la falegnameria, il laboratorio di serigrafia e di ceramica; in esso vengono realizzati numerosi prodotti artigianali, pensati sia per il pubblico sia per le diverse attività di oasi e riserve.

Alla produzione si affiancano una serie di servizi nell'ambito del turismo naturalistico, dell'educazione ambientale, della formazione professionale, della progettazione e pianificazione ambientale.

Nel 1987 la profonda e comprovata conoscenza del territorio ha portato Cogecstre ad acquisire la gestione dell'Oasi naturale del Lago di Penne. I risultati di questa attività, resi subito evidenti, hanno attirato l'attenzione di vari enti, favorendo così la gestione di nuove aree protette.

La cooperativa ha avviato il sistema delle aree naturali regionali abruzzesi attraverso la gestione integrata, per vari anni, di numerose riserve della Regione Abruzzo(Lago di Penne, Lago di Serranella, Maiella Orientale, Abetina di Rosello, Castel Cerreto, Valle dell'Orta, Parco territoriale dell'Annunziata) e da tempo collabora con numerose aree protette in tutta Italia ed in alcune località europee.

In collaborazione con la Società APRI Ambiente, su incarico della Regione Abruzzo e del Comune di Penne, ha redatto il piano per la rete delle riserve come quinto parco della Regione Abruzzo.

Da sempre la ricerca scientifica rappresenta una componente inscindibile nell'attività della Cogecstre. Lo studio degli elementi naturalistici che caratterizzano le diverse aree costituisce il presupposto per una migliore gestione del territorio.

1614081573563653 10982222 908088595878828 2972444223579169601 n

Un progetto a cura di

Cooperativa COGECSTRE

La Coop COGECSTRE nasce a Penne, in Abruzzo, nel 1980, per la gestione di centri sportivi e turistici e per la ricerca ecologica. Dal 1987 si è specializzata nel settore ambientale ed in particolare nella gestione di aree naturali protette e redazione di progetti per la conservazione ed ha acquisito la gestione dell'Oasi naturale del Lago di Penne. Oggi è a capo del Consorzio De Rerum Natura.

Abruzzo
Potrebbe interessarti anche