Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Padova
Musica, Civico, Cultura
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Passengers: un viaggio spaziale mai visto a teatro

Una storia emozionante, una scenografia mozzafiato, un'esperienza unica in uno spettacolo a 360° capace di coinvolgere e sconvolgere gli spettatori.

2.615€
Chiuso il 10 mar 2021
104%
2.500€
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Passengers: un viaggio spaziale mai visto a teatro

Una storia emozionante, una scenografia mozzafiato, un'esperienza unica in uno spettacolo a 360° capace di coinvolgere e sconvolgere gli spettatori.

2.615€
Chiuso il 10 mar 2021
104%
2.500€
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Genesi dell'idea

A bordo della nave stellare Avalon si sta compiendo la più grande migrazione di massa della Terra verso una nuova colonia tutta da costruire ed abitare, su un nuovo pianeta, Homestead II. 5000 passeggeri viaggiano ibernati in capsule all’avanguardia. Durante lo scontro con un meteorite, però, la nave riporta un’incidente imprevisto e una capsula si sblocca. Jim si sveglia, così, con 90 anni di anticipo sulla data prevista. Poi è la volta di Aurora. Soli, senza alcuna possibilità di tornare indietro, i due sono condannati a finire la loro vita rinchiusi su Avalon, senza via di fuga, intrappolati da un destino ormai segnato.

Dal successo del film del 2016 nasce l’idea di una trasposizione teatrale che faccia rivivere le atmosfere fantascientifiche raccontate direttamente dal vivo su un palcoscenico. Uno spettacolo a 360 gradi capace di coinvolgere e sconvolgere lo spettatore che si sentirà allo stesso tempo partecipe e giudice di un dilemma solo apparentemente futuristico. Un dramma che farà vivere con sgomento allo spettatore l’attualità di una scelta che può cambiare per sempre le sorti di un passeggero della vita.


Svolgimento del progetto

Questo spettacolo nasce anche dal desiderio di far ripartire l’attività della compagnia dopo un difficile periodo di pausa forzata. Abbiamo quindi deciso di portare in scena uno storia che permettesse di essere rappresentata da soli 4 attori, in modo da poter rispettare le esigenze di distanziamento senza compromettere la qualità attoriale. L’utilizzo di due cast che si alterneranno ad ogni replica darà modo allo spettacolo di essere arricchito di molteplici emozioni ed interpretazioni.

I due attori protagonisti saranno accompagnati da altre figure indispensabili: Arthur il robot, Gus il comandante e dalla misteriosa presenza dei 5000 passeggeri della nave Avalon. Inoltre, nella realizzazione dello spettacolo grande importanza scenica e drammaturgica sarà affidata all'utilizzo di una consistente tecnologia video e luci capaci di trasformare l’ambiente teatrale in un’astronave fantascientifica.

Come verranno utilizzati i fondi

La scelta di creare una campagna di crowdfunding nasce dall’esigenza di trovare i fondi per costruire una scenografia capace di creare un’esperienza unica e mai vista in un ambiente teatrale. Questa prima raccolta fondi ci aiuterà a realizzare il materiale video e multimediale necessario per la messa in scena dello spettacolo. Successivamente proporremo il progetto a diverse realtà italiane: teatri, festival e bandi.

I fondi raccolti saranno utilizzati per sostenere: la costruzione delle scenografie (50%), la progettazione degli effetti audio-visivi (22%), la creazione dei costumi (6%), le spese di trasporto e affitto del teatro per le prime due repliche (10%) e le spese di marketing e comunicazione (8%).

In questo periodo di crisi tutti noi abbiamo capito l’indispensabile supporto della cinematografia e della musica per riportare un po’ di serenità nelle nostre giornate. Netflix, Youtube e la Televisione non devono diventare l’unico mezzo per veicolare messaggi artistici. Il teatro da sempre ha contribuito alla nascita e crescita di attori di successo ma mai come in questo periodo sta soffrendo. Aiutateti a valorizzare gli spettacoli emergenti e chi ha scelto di dedicare la propria vita a quest’Arte.

Chi c'è dietro al progetto

AllyoucanACT è una giovane compagnia di Padova in associazione con Giano's Lab di Verona. Comprende dieci giovani artisti, tra professionisti e non, tutti formatisi nell’ambito musical, cinema e teatro. Il progetto che si propone la compagnia è la sfida di trasformare film in opere teatrali. Dal 2019 portano in scena il loro spettacolo "la dura verità", adattamento per teatro dell'omonimo film del 2009. Decidono con “Passengers” di spostarsi dalla commedia al drammatico, senza uscire dal binario del loro proposito.

La regia dello spettacolo è curata da Martina Tasso, attrice, performer e scrittrice teatrale. Diplomata in accademia di musical e spettacolo è appena stato pubblicato il suo primo romanzo "L'equilibrio". Il suo primo spettacolo da regista con AllyoucanACT è stato "La dura verità" (2018-2020).

La progettazione e l'organizzazione sono, invece, curate da Ambra Goffi, attrice, cantante, performer. Diplomata in accademia di musical e spettacolo, insegnante di musica, canto, recitazione, arti performative. Attiva in produzioni di musical italiane e inglesi. 

Visita il nostro sito http://www.allyoucanact.it/passengers e le nostre pagine Facebook ed Instagram per conoscere tutti i dettagli del progetto!

1609601400961787 logo removebg preview

Un progetto a cura di

AllyoucanACT

AllyoucanACT è una giovane compagnia di Padova in associazione con Giano's Lab di Verona. Comprende dieci giovani artisti, tutti formatisi nell’ambito musical, cinema e teatro. Il progetto che si propone la compagnia è la sfida di trasformare film in opere teatrali. Dal 2019 portano in scena il loro spettacolo "la dura verità", adattamento per teatro dell'omonimo film del 2009. Decidono con “Passengers” di spostarsi dalla commedia al drammatico, senza uscire dal binario del loro proposito.

Padova
Potrebbe interessarti anche