(IN)VISIBILI

Contribuisci
Icon close white 3b833f36a0d9aa8cb3ce88cdd82230b3e9588f443dca37cde0c033f06a08d3f1
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Livorno
Salute, Arte, Solidarietà
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

(IN)VISIBILI

Allestiamo la nuova mostra fotografica (IN)VISIBILI. Perché i bambini e i ragazzi con il cancro non siano più invisibili!

2.120€
70%
|
-8 giorni
+ 3.000€
MSD Crowdcaring
Contribuisci

(IN)VISIBILI

Allestiamo la nuova mostra fotografica (IN)VISIBILI. Perché i bambini e i ragazzi con il cancro non siano più invisibili!

2.120€
70%
|
-8 giorni
+ 3.000€
MSD Crowdcaring
Contribuisci

ALLESTIMENTI DAL VIVO DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA (IN)VISIBILI

IMMAGINA…

E’ una mattina come tante. Prepari la colazione mentre pensi a tutto il lavoro che ti aspetta oggi. I tuoi figli si svegliano, il solito baccano. 

Tuo figlio entra in cucina e ti dice: “Mi fa male il ginocchio”. Devi averlo battuto da qualche parte, gli rispondi. I giorni passano; il dolore al ginocchio non passa, anzi. A volte tuo figlio si lamenta dicendo che gli fa male anche di notte. Lo porti dal pediatra, giusto per stare tranquilla; e poi dopo la visita andrete dritti al supermercato perché devi fare la spesa, quella grossa.

Il pediatra ha una faccia seria. Raccomanda altri esami. Tuo figlio ti chiede perché, tu non lo sai. Ma hai paura. E’ una paura strana, diversa da tutte le altre paure della tua vita. 

E poi, non sai neanche come, un giorno come un altro ti ritrovi con tuo marito nello studio inamidato di un dottore. No, non di un dottore, di un oncologo. E, senza troppe cerimonie, l’oncologo dice: “Signori, mi dispiace, vostro figlio ha il cancro”.

E tutto cambia. Basta un nanosecondo e la vita come l’hai sempre conosciuta è spazzata via. 

Sentiamo parlare raramente di cancro infantile e dell’adolescente e, quando lo facciamo, di solito è in maniera incompleta o sbagliata. Molte notizie vogliono indorare la pillola, dipingendo questi bambini e ragazzi come piccoli calvi e sorridenti, altre li osannano al ruolo di “guerrieri” e altre ancora estraggono dalle loro storie solo il dolore, la morte e tutto ciò che c’è di negativo.

La mostra fotografica (IN)VISIBILI nasce per raccontare il cancro infantile e dell’adolescente attraverso le voci e le immagini di chi ci sta passando o ci è passato. 

Il nostro progetto vuole portare degli allestimenti dal vivo della mostra in diverse città italiane nel corso del 2021 per far sì che i nomi, i volti e le storie di questi bambini e ragazzi siano sotto gli occhi della gente, dei media e delle istituzioni. Il primo passo per risolvere un problema, è renderci conto che esiste un problema.

Insieme, possiamo sconfiggere il muro d’indifferenza e far sì che questi bambini e ragazzi non siano più invisibili!

Che cosa aspetti?

#faccioladifferenza #devonoesserevisibili #cisonoancheio

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi saranno utilizzati per gli allestimenti dal vivo della mostra fotografica (IN)VISIBILI in varie città d’Italia (come Milano, Bologna, Roma) nel corso del 2021.
La mostra sarà a ingresso gratuito e coinvolgerà la cittadinanza, i media, le istituzioni e le Associazioni locali.

Nello specifico:

  • Stampa e grafica della locandina e di eventuali volantini;
  • Stampa dei pannelli selezionati;
  • Affitto della stanza per l’allestimento della mostra (per l'arco di tempo di durata della mostra che può variare da 1 giorno a mesi);
  • Buffet o altre attività simili;
  • Spese di spedizione dei pannelli;
  • Ufficio stampa.

Le mostre saranno allestite nel rispetto di eventuali Dpcm correnti. La mostra è già stata allestita due volte nei mesi scorsi, una in provincia di Bologna e l’altra in provincia di Avellino, a carico delle famiglie che avevano scelto di realizzare l’allestimento. Il progetto ci permetterà di rendere disponibile la mostra fotografica a costo zero, ampliando le possibilità di diffusione. 

Chi c'è dietro al progetto

Sono Maricla Pannocchia, fondatrice e Presidente dell’Associazione di volontariato Adolescenti e cancro. L’Associazione nasce come progetto nel 2014 dalla mia voglia di fare qualcosa, nel mio piccolo, per supportare gli adolescenti oncologici. L’anno successivo è diventata Associazione e ha cominciato a offrire le prime attività ricreative gratuite. Oltre a offrire gite, uscite giornaliere, vacanze per famiglie – tutte rigorosamente gratuite – per far sì che nessuno debba affrontare il cancro da solo, lavoro per fare corretta sensibilizzazione sul cancro infantile e dell’adolescente e sensibilizzare e coinvolgere le istituzioni sperando di vedere, in un futuro non troppo lontano, maggior supporto da parte dello Stato dedicato ai problemi reali e concreti delle famiglie colpite dal cancro pediatrico.

In questi sei anni ho avuto e tuttora ho l’onore di conoscere tanti bambini e ragazzi e tante famiglie e sono stanca di pensare che questo sia un mondo “di nicchia”. Prima del 2014, io stessa non sapevo praticamente niente sul cancro infantile. Penso che la corretta sensibilizzazione sia il primo passo non solo per favorire diagnosi precoci e salvare giovani vite ma anche per abbattere il tabù del cancro infantile e per far capire al mondo che questa problematica, con mille difficoltà diverse, esiste da tanti anni e non sarà mai risolta finché non andremo al cuore del problema e non vedremo un intervento attivo da parte del governo, che dovrebbe tutelare la salute di ogni cittadino per legge.

A gennaio 2019 ho lanciato la mostra fotografica online (IN)VISIBILI per permettere alle famiglie di raccontarsi e perché penso che non ci sia modo migliore per sensibilizzare che far sentire le voci di chi ci sta passando o ci è passato. Onestamente, non mi aspettavo tutto questo successo e questa partecipazione; dalla mostra è nato anche un libro dal titolo “Ascoltami ora – storie di bambini e ragazzi oncologici” (Associazione Aurora, 2020) e attraverso questo progetto di allestimento della mostra dal vivo in varie zone d’Italia voglio continuare a portare in giro queste storie, questi volti, queste vite perché penso che, se avvicinate a questo mondo e messa a contatto con gli sguardi e le voci di chi ha vissuto o sta vivendo il cancro pediatrico, le persone reagiranno e vorranno fare la loro parte per aiutare e per far sì che non ci siano più piccoli pazienti oncologici invisibili

1603911574048462 logoadolescentiecancrovero

Un progetto a cura di

Associazione Adolescenti e cancro

L'Associazione di volontariato Adolescenti e cancro offre supporto sociale e ricreativo gratuito ad adolescenti e giovani adulti (13-24 anni) da tutta Italia e alle loro famiglie attraverso gite, vacanze, uscite giornaliere e partecipazione a convegni. Lavora tutto l'anno per fare corretta sensibilizzazione sul cancro infantile e dell'adolescente e mobilitare le istituzioni per pretendere maggiori attenzioni e piani pratici per un supporto a tutto tondo. 

Livorno
Potrebbe interessarti anche