AL NIGAT TUTTI BENE!

Contribuisci
Icon close white 3b833f36a0d9aa8cb3ce88cdd82230b3e9588f443dca37cde0c033f06a08d3f1
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Addis Abeba, Etiopia
Viaggi, Solidarietà, Salute
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

AL NIGAT TUTTI BENE!

Aiutaci ad assicurare visite mediche, assistenza sanitaria e medicinali alle mamme e ai bambini che arrivano dalle strade di Addis Abeba!

5.955€
-3 giorni
119%
5.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

AL NIGAT TUTTI BENE!

Aiutaci ad assicurare visite mediche, assistenza sanitaria e medicinali alle mamme e ai bambini che arrivano dalle strade di Addis Abeba!

5.955€
-3 giorni
119%
5.000€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Di cosa si tratta

Nonostante il progresso economico che l’Etiopia sta vivendo negli ultimi anni, le donne ancora rimangono in una posizione svantaggiata a livello socio-economico e culturale. In particolare il contesto socio-culturale e la povertà delle zone rurali rendono complessa la vita di donne e ragazze che si ritrovano a lasciare la loro casa nella speranza di una vita migliore nelle zone urbane del Paese.

Per questo motivo è numerosa la presenza di adolescenti e giovani donne sulle strade, specialmente della capitale. La vulnerabilità di queste ragazze le espone quotidianamente a situazioni d’abuso che spesso si traducono in gravidanze indesiderate in giovane età.

Le ragazze, insieme ai loro bambini, in questa situazione non hanno la possibilità di accedere ai servizi sanitari necessari, esponendo entrambi a condizioni di salute rischiose, talvolta ai limiti della sopravvivenza. 

Il mercato del lavoro, inoltre, non si arrischia ad assumere giovani ragazze-madri, diminuendo le loro opportunità di lavoro e cambiamento.

Per far fronte a questi ostacoli, i volontari dell’Associazione In Missione Onlus, dal 2015, hanno avviato un progetto di accoglienza, accompagnamento e riabilitazione per le ragazze madri che vivono o rischiano di vivere in strada con i loro figli nella capitale, Addis Abeba: il “Nigat for young mothers in the streets” che accoglie annualmente 30 ragazze con i loro bambini con l’obiettivo di reinserirle nel tessuto socio-economico.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Migliorare le condizioni psico-fisiche di donne e bambini

  • Favorire il legame di attaccamento tra mamma e bambino e contribuire alla formazione delle madri riguardanti la cura e la crescita del proprio figlio

  • Educare all’autonomia della vita domestica e sociale

  • Approfondire le competenze di letto scrittura

  • Creare percorsi di formazione professionale adeguati ad ogni ragazza

  • Favorire il reinserimento nel tessuto socioeconomico e, ove possibile, la reintegrazione nella famiglia d’origine.

All'interno del progetto sono presenti diverse figure professionali che supportano le ragazze: baby-sitter, insegnanti dei laboratori di formazione professionale, una cuoca, un’infermiera e un equipe educativa. Tutte queste figure svolgono un lavoro coordinato in rete. 

Il percorso formativo delle ragazze ha come obiettivo il raggiungimento dell’autonomia, la formazione personale, lo sviluppo del legame mamma-bambino, la collaborazione e la crescita professionale.

Come verranno utilizzati i fondi

Oggi più di prima è necessario garantire alle mamme e ai loro bambini una copertura sanitaria attraverso l’appoggio continuo di un’infermiera che possa valutare costantemente le loro condizioni di salute, il sostegno delle spese mediche, delle medicine e dei servizi non coperti dal sistema sanitario nazionale, come: radiologia, rianimazione, traumatologia.

Chi c'è dietro al progetto e alle ricompense

Il progetto è portato avanti dai volontari degli Amici del Sidamo - Associazione In Missione Onlus che vivono in Etiopia. Questo gruppo però non è solo. In Italia ragazzi, giovani e famiglie si danno da fare con diverse attività per sostenere chi vive in Etiopia.

Il gruppo è formato da insegnanti, fisioterapisti, educatori, impiegati, psicologi e chi più ne ha più ne metta! 

In questa particolare occasione anche amici e conoscenti si sono messi a disposizione per creare le  ricompense che potete richiedere a fronte del vostro contributo.

Ogni persona ha messo in gioco i propri talenti e le proprie capacità per aiutare le giovani mamme di strada del Nigat!

1591627572013349 unnamed

Un progetto a cura di

Amici del Sidamo

Gli Amici del Sidamo sono nati nel 1983 da un gruppo di giovani dell’Operazione Mato Grosso, particolarmente vicini a don Elio Bonomi, salesiano bresciano mandato in terra etiope. Ancora oggi si spendono attorno a quella che è la legge fondamentale della “vita nuova”: il servizio. Un servizio impregnato di spirito evangelico, fatto di essenzialità, di povertà, di gratuità, di fraternità. Sostengono i progetti organizzando campi di lavoro in Lombardia ed Emilia Romagna.

Addis Abeba, Etiopia
Potrebbe interessarti anche