Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
San Giovanni Rotondo
Solidarietà, Food, Civico
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Una mano per il futuro

Iniziativa delle associazioni di protezione civile di San Giovanni Rotondo per sostenere persone e nuclei familiari in difficoltà a causa del Covid-19

170€
Chiuso il 01 lug 2020
100%
170€
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Una mano per il futuro

Iniziativa delle associazioni di protezione civile di San Giovanni Rotondo per sostenere persone e nuclei familiari in difficoltà a causa del Covid-19

170€
Chiuso il 01 lug 2020
100%
170€
Finanziato

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Un sostegno delle persone in difficoltà per Covid 19

L’iniziativa è promossa dalle associazioni di protezione civile di San Giovanni Rotondo: Misericordia, Gamma 27 Volontari Anticendio Boschivo (VAB) e Croce Rossa Italia che stanno gestendo, a supporto del Centro Operativo Comunale di San Giovanni Rotondo, e in collaborazione con altre associazioni no-profit del territorio, la fase di emergenza del Covid19. 

San Giovanni Rotondo è stata particolarmente colpita dal Coronavirus e conta il più alto numero di contagi e decessi nell’intera provincia di Foggia. 

Il Covid-19 ha colpito in maniera evidente i nuclei familiari ed i soggetti già in condizione di fragilità e sta rendendo la vita quotidiana difficile a molti altri nuclei familiari, specie quelli monoreddito, che vedono la perdita dell’unica entrata finanziaria a causa dell’interruzione delle attività lavorative. 

Le associazioni di protezione civile sono intervenute sin dal primo momento dell’emergenza a supporto del sistema locale di protezione civile e in collaborazione con altre associazioni del territorio hanno contribuito alla raccolta e distribuzione di beni di prima necessità. 

Dopo quasi due mesi di attività le risorse economiche che hanno permesso alle associazioni di far fronte all’emergenza cominciano ad esaurirsi, nonostante anche la contribuzione economica degli stessi associati. 

E’ volontà di tutte le associazioni continuare il lavoro svolto in questo periodo di uscita dalla fase di emergenza, ma soprattutto nei prossimi mesi. 

Dopo il superamento della fase più critica, di solito, si registra un affievolirsi dell’attenzione di molti ai bisogni della persone più deboli. 

Se è vero che i volontari continueranno ad assicurare il proprio apporto operativo è altrettanto vero che la diminuzione o la mancanza di risorse economiche nella fase post emergenza rischia di “marginalizzare” ancora di più i soggetti e i nuclei familiari “fragili” che avranno maggiori difficoltà a ritornare alla condizione pre-covid. 

Da questa analisi e con la prospettiva di sostenere i soggetti più deboli nei prossimi mesi nasce l’idea progettuale proporre una raccolta fondi su larga scala con l’obiettivo di continuare quell’azione a favore degli “ultimi” e dei “sofferenti” che ha in Padre Pio da Pietrelcina, patrono della protezione civile e guida ispiratrice per tutti i volontari di San Giovanni Rotondo, una figura riconosciuta a livello internazionale. 

Un fondo per la solidarietà

La raccolta fondi è finalizzata a sostenere le attività  delle associazioni di volontariato che, in questo periodo di emergenza Covid, operano quotidianamente e in maniera gratuita nel territorio di San Giovanni Rotondo in favore degli anziani, dei disabili, delle famiglie bisognose, dei soggetti in quarantena a causa del Covid-19 e di tutti i soggetti che a causa delle patologie pregresse sono a rischio contagio. 

Le attività sono:

- ritiro di farmaci salva vita presso la farmacia territoriale della ASL di San marco in Lamis e presso le varie farmacie cittadine con consegna a domicilio; 

- pronto spesa, con ritiro prodotti alimentari e per l'igiene, con consegna a domicilio; 

- spesa sospesa, con ritiro di prodotti alimentari e per l'igiene presso i vari centri commerciali della città con consegna presso l'emporio Caritas deputato alla distribuzione in favore delle famiglie che ne fanno richiesta; 

- pagamento utenze domestiche

- acquisto e consegna di legna, bombole di gas, pellet

- altre attività a supporto delle necessità familiari. 

Tutte le associazioni operano con propri volontari ed utilizzano i veicoli in dotazione assicurandone la manutenzione e i rifornimenti con risorse proprie o con il ricorso a contributi versati dai soci stessi, mentre i contributi economici di terzi sono sostanzialmente irrilevanti. 

Il periodo di gestione dell'attuale emergenza e del post emergenza richiede ulteriori fondi, al momento non disponibili, per assicurare la continuità dei servizi erogati e nuovi servizi, come l'acquisto di beni di prima necessità, nel momento in cui l'attenzione ai più fragili sarà, inevitabilmente, minore. 

Inoltre, considerando che i tempi di uscita da questa pandemia sono ancora lunghi o comunque non calcolabili, sarebbe prezioso dotare i volontari di DPI che permettano di prevenire situazioni di contagio e, al tempo stesso, di potersi approcciare in maniera più confacente al soggetto fragile in totale sicurezza ed intervenire in quei casi più difficili salvaguardando utente ed operatore. 


L'obiettivo della campagna è di 5.000 euro, che saranno così impiegati:

- Carburante e manutenzione mezzi: 2.500 euro;

- Acquisto beni prima necessità: 2.000 euro;

- Acquisto prodotti per ricompense: 500 euro.

Misericordia - Gamma27 - VAB - Croce Rossa

Le predette associazioni, ciascuna con il proprio gruppo nazionale di riferimento, hanno una storia di collaborazione nelle diverse situazioni di emergenza e non a San Giovanni Rotondo.

 Il numero di associati che operano e di disponibilità di mezzi è cosi distribuito: 

- Misericordia: 50 soci - 4 mezzi 

- Gamma 27: 70 soci - 4 mezzi

- VAB: 70 soci - 4 mezzi

- Croce Rossa: 30 soci

Le associazioni proponenti intervengono nelle situazioni di emergenza e prevenzione nel territorio locale e pugliese assicurando un elevato livello di professionalità negli interventi. 

L'attenzione delle associazioni è rivolta anche agli eventi catastrofici che si sono succeduti in Italia nel corso degli ultimi decenni.

I volontari hanno partecipato al terremoto dell'aquila del 2009, al terremoto del Centro Italia  del 2016, al terremoto del Molise del 2018. 

Inoltre, hanno assicurato la loro presenza in Albania nelle fasi successive al terremoto di fine 2019.  

Infine, ogni anno garantiscono il servizio antincendio boschivo ed ogni intervento di pubblica utilità in caso di eventi emergenziali. 

Da quando è emersa la problematica legata alla pandemia del Covid-19 hanno assicurato la loro totale presenza nelle molteplici esigenze e attività che man mano si stavano rendendo necessarie per evitare situazioni di contagio per la popolazione.

1587897040917203 logo 1

Un progetto a cura di

Confraternita di Misericordia di San Giovanni Rotondo

La Misericordia di San Giovanni Rotondo è un'associazione di volontariato e protezione civile costituita nel febbraio 2012 .

L'associazione fa parte della rete nazionale delle Misericordie d'Italia. 

Sin dalla sua costituzione, la Misericordia ha sempre operato a supporto delle fasce deboli ed ha promosso e collaborato in iniziative di solidarietà e promozione della cultura del volontariato.

E' intervenuta a supporto dei volontari nelle varie calamità nazionali. 

San Giovanni Rotondo
Potrebbe interessarti anche