Vertigini Performing Arts Festival

Contribuisci
Icon close white 3b833f36a0d9aa8cb3ce88cdd82230b3e9588f443dca37cde0c033f06a08d3f1
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Veneto / Dolomiti / Belluno
Cinema, Musica, Food
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Vertigini Performing Arts Festival

Un festival fatto di teatro, musica, documentari, cinema e incontri, nel suggestivo Hangar 11 di Belluno riqualificato da SlowMachine.

1.665€
-28 giorni
Contribuisci
Tutto o niente
Obiettivo: 10.000€

Vertigini Performing Arts Festival

Un festival fatto di teatro, musica, documentari, cinema e incontri, nel suggestivo Hangar 11 di Belluno riqualificato da SlowMachine.

1.665€
-28 giorni
Contribuisci
Tutto o niente
Obiettivo: 10.000€

Performing Arts Festival, Teatro, Musica, Cinema, Workshop

COSA VOGLIAMO REALIZZARE

Vertigini” il primo festival di arti performative della Provincia di Belluno.

A partire dalla riqualificazione di un vuoto urbano abbandonato, verrà realizzato un festival che vuole essere un inno di speranza per guardare avanti, una festa di rinascita per la creazione di una nuova socialità e condivisione dell’arte. Teatro, musica, danza, dj-set, cinema, documentario, workshop ed incontri in un festival partecipato che coniuga divertimento e cultura, svago e riflessione, convivialità e formazione.

Hangar11 era un deposito per automezzi militari all’interno di una caserma abbandonata da oltre vent’anni nella prima periferia del capoluogo dolomitico. Il progetto di riqualificazione dello spazio inizia nel 2015 e, un passo alla volta, SlowMachine lo sta trasformando in teatro. Nel settembre del 2018 nasce Vertigini. Le prime due edizioni sono state una prova che ha riscosso un enorme successo, una sperimentazione totalmente autofinanziata e sostenuta da numerosi volontari che hanno contribuito alla riuscita delle serate, condividendo con noi la volontà di una rinascita del territorio grazie all’arte e alla cultura. 

Ma ora, grazie al vostro aiuto, vorremmo dare una svolta a questo luogo, consolidare e far crescere il Festival Vertigini, progetto dalle enormi potenzialità in un territorio complesso che necessita di proposte innovative e stimolanti.  

Vertigini nel 2021 si svolgerà durante due fine settimana di giugno e vorremmo aumentare le serate, i momenti d’incontro, confronto e formazione, vorremmo che diventasse un punto di riferimento per il territorio, vorremmo che desse uno slancio al turismo culturale e all’occupazione giovanile in campo artistico in una provincia in via di spopolamento, vorremmo che desse nuovi stimoli e aprisse nuove vie di circolazione artistica tra le Dolomiti creando reti territoriali di collaborazione intersettoriale.

Un processo di rinascita dal basso di un luogo e dei contenuti che ne sono la linfa vitale. 

COME VERRANNO UTILIZZATI I FONDI

Anche grazie a te Hangar11 potrebbe diventare un nuovo luogo di riferimento per lo spettacolo dal vivo, la cultura, la formazione, la residenzialità, per coltivare e far crescere progetti per giovani artisti, attivando un processo virtuoso di sviluppo territoriale, perché la qualità di vita passa anche dalle iniziative e dai progetti innovativi che su un territorio prendono forma e si sviluppano.

Il vostro contributo sarà necessario per acquistare attrezzature per migliorare lo spazio Hangar11 e per coprire alcuni dei costi necessari a realizzare, sviluppare e promuovere un progetto culturale di alto livello in un territorio difficile come quello bellunese, come il Festival Vertigini. Una sfida importante per ridare una prospettiva al settore dello spettacolo dal vivo in questo difficile momento e far circolare cultura dove spesso fatica ad arrivare.

Ora lo spazio Hangar11 può avviarsi a vivere una nuova vita, è quasi pronto per essere riempito di contenuti e di persone che li vogliono condividere. Lo spazio è quasi collaudato e si avvicina al decollo, ma ancora mancano alcuni tasselli... !

A settembre 2020 viene realizzato, in collaborazione con Bassano Operaestate, il progetto “Al-Jahim”. Nel  marzo 2019 debutta la nuova produzione “Notti”, ispirata a "Le notte bianche" di Dostoevskij, a luglio 2019 il primo allestimento dello spettacolo “Piccole pratiche di resistenza civile” e, in coproduzione con Bassano Operaestate, il progetto site specific “Voci e Tempesta”. Nel settembre del 2018 nasce Vertigini, un festival multidisciplinare organizzato da SlowMachine tra teatro, musica e arti performative, all’interno dello spazio HANGAR11. Sempre nel 2018 la compagnia realizza, per la rassegna “Oltre le Vette”, il progetto site-specific “Dendrocronologia-i custodi del tempo” e per la Fondazione Dolomiti Unesco cura la regia della conferenza-spettacolo “9x1=Dolomiti”. Nel 2017 SlowMachine vince il bando ANCI RiGenerAzioni Creative, con il Comune di Belluno, e il bando MigrArti del MiBACT con il progetto ‘Luogo. dall’abbandono alla rinascita’ che hanno contribuito alla realizzazione dello spettacolo “HOME”. Sempre nel 2017 debutta “Lo Zoo di Vetro”. Nel 2016 SlowMachine vince, con il progetto ‘Radici nelle Dolomiti’, il FUnder35 bando nazionale per il consolidamento delle imprese culturali under 35. 

Dal 2015 SlowMachine ha attivato un progetto di riqualificazione di uno spazio comunale dismesso all’interno dell’ex-caserma Piave di Belluno denominato ‘HANGAR11’ con l’intento di trasformarlo in uno spazio d’arte. Nel 2014 dà vita alla performance “Primo Canto per Voce e Tempesta”

Assicuriamo che raggiunti i fondi necessari, il Festival Vertigini, in ottemperanza alle eventuali nuove direttive legate allo spettacolo dal vivo, verrà comunque realizzato e in caso ricalendarizzato.

SlowMachine, chi siamo:

SlowMachine è una compagnia teatrale guidata da Rajeev Badhan ed Elena Strada. Siamo nati nel 2012 con l’intento di realizzare progetti artistici innovativi e di alto livello qualitativo. Negli anni abbiamo prodotto numerosi spettacoli multimediali, abbiamo ideato e curato la stagione teatrale di teatro contemporaneo Belluno Miraggi presso il teatro Comunale di Belluno, guidato progetti di Community Art e di formazione, allacciato collaborazioni con numerosi enti e teatri regionali e nazionali, ottenuto riconoscimenti nazionali per i nostri progetti, abbiamo iniziato a riqualificare uno spazio in via di degrado e lo stiamo trasformando da rimessa per automezzi militari in spazio teatrale. 

Da settembre 2014 SlowMachine inizia il progetto triennale di Residenza Teatrale presso il Teatro Comunale di Belluno in collaborazione con la Fondazione Teatri delle Dolomiti e il Comune di Belluno e nel dicembre dello stesso anno Rajeev Badhan e Elena Strada danno vita alla prima edizione di una nuova stagione teatrale chiamata Belluno Miraggi, programmazione ancora attiva che, nel corso delle edizioni, ha portato nel capoluogo dolomitico molti tra i più riconosciuti artisti del panorama del teatro contemporaneo italiano e internazionale (Raffaello Sanzio, Pippo Del Bono, Motus, Agrupacion Senor Serrano, Ascanio Celestini, RezzaMastrella, Familie Floz, Teatro delle Albe, Deflorian/Tagliarini, ...).

1584991909492157 40d2dd79 1b7c 4ca4 b57a 4d3b2fece6bd

Un progetto a cura di

SlowMachine

Nata nel 2012 e diretta da Rajeev Badhan ed Elena Strada lavora presso il Teatro Comunale di Belluno, dove dirige la stagione Belluno Miraggi ormai alla sua VI edizione. La stagione fatta di spettacoli, workshop e produzioni ha ospitato negli anni importanti artisti della scena teatrale contemporanea internazionale. Dal 2015 sta dando vita allo spazio HANGAR 11 presso l'Ex Caserma Piave, dove nasce VertiginFestival

Veneto / Dolomiti / Belluno
Potrebbe interessarti anche