Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Milano
Solidarietà, Salute, Arte
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Emozioni in cArte

Istruzioni d’uso per un linguaggio consapevole: laboratorio artistico espressivo-esperienziale.

4.001€
100%
+ 4.000€
MSD Crowdcaring
Finanziato

Emozioni in cArte

Istruzioni d’uso per un linguaggio consapevole: laboratorio artistico espressivo-esperienziale.

4.001€
100%
+ 4.000€
MSD Crowdcaring
Finanziato

Arteterapia

L'Arteterapia è uno strumento d'aiuto grazie al quale la persona riesce a esprimere liberamente il proprio mondo emozionale e i propri vissuti. L'uso dei materiali artistici permette un dialogo interiore che stimola il processo di consapevolezza e mette in luce le risorse del singolo e del gruppo.

L’arteterapia, favorendo la stimolazione di recettori sinaptici e la laterealizzazione, è un tipo di intervento che integra e riunifica diversi aspetti (percettivi, relazionali, cognitivi, neurologici, affettivi, sensoriali emotivi ed esperienziali) dimostrandosi efficace sia per curare disturbi cognitivi-comportamentali (DO, ADHD, disturbi dello spettro autistico), sia per prevenire eventuali disagi legati alla capacità di apprendere (diagnosticati come per i DSA e BES, o meno), in un processo di identificazione, consapevolezza e ricerca costante di significato.

Nei laboratori espressibi-esperienziali la metodologia dell'Arteterapia viene applicata a scopo preventivo. Chi partecipa ha la possibilità di confrontarsi con i materiali artistici più tradizionali (tempere, gessetti, pastelli, acquarelli) e con quelli più insoliti, come elementi naturali. Viene fatto grande utilizzo anche dei materiali di recupero (carte, cartoni, tessuti, tappi, confezioni esaurite, oggetti in plastica...).

Il laboratorio Emozioni in cArte e chi coinvolgerà

L'obiettivo di questa raccolta fondi è quello di dare vita a 4 laboratori sulle emozioni opposte (rabbia/calma; gioia/tristezza; paura/coraggio; stupore/noia). Si tratta di un percorso espressivo per bambini delle scuole elementari alla scoperta di sé, delle emozioni e dei materiali.

I laboratori coinvolgeranno i bambini di alcune scuole elementari milanesi. Nello specifico, il percorso si rivolgerà o ai bambini NAI (neo arrivati in Italia) e a coloro che hanno disabilità o disturbi diversi (di comportamento, oppositivo, ossessivo-compulsivo, dello spettro autistico, di apprendimento, bullismo, ecc.). 

Il lavoro artistico permetterà agli esecutori di acquisire familiarità e consapevolezza sul proprio modo di vivere le emozioni. Ne nascerà una didattica realmente inclusiva che aiuti tutti a uscire dagli stereotipi.

L’importanza del rispetto delle regole è fondamentale per lo svolgimento di queste attività, che avverrà con tutte le precauzioni necessarie per scongiurare il contagio da Covid-19 e seguendo le normative vigenti secondo le indicazioni degli istituti scolastici. Siamo certi che i bambini sapranno rispondere al meglio a queste modalità, proprio come ci hanno dimostrato nei mesi di lockdown.

Modalità di svolgimento

Il laboratorio sarà condotto da arteterapeuti qualificati. Durante gli appuntamenti, il colore diventerà il protagonista della creazione di “carte emotive” in base alle emozioni proposte durante ogni singolo incontro e scaturite dalle visione di alcune delle opere salienti dii artisti che, in svariate epoche storiche, hanno sentito l’esigenza di esprimere sè stessi attraverso una personale ricerca sul colore e sulle sue potenzialità (Kandinsky, Van Gogh, Paul Klee, Yves Klein...).

Gli alunni delle classi coinvolte si immergeranno nell’attività espressiva vera e propria: si tratta di un lavoro che nasce dagli stimoli proposti ed emerge per mezzo del supporto del conduttore che, accompagnando la sperimentazione dei materiali presentati, incoraggia la produzione del singolo e incentiva il fare. 

Il processo creativo, con le sue diverse fasi e nelle modalità in cui si può esprimere, permette di ripercorrere alcuni passaggi di crescita, andando a rinforzare aspetti quali l'integrazione delle varie parti di sé (quindi l'identità), l'autostima, il riconoscimento delle emozioni, la loro espressione e il lavoro di elaborazione su di esse. Si promuovono inoltre le capacità creative (intese come habitus mentale con cui affrontare il mondo), la possibilità di "liberare" energie impegnate a gestire rabbia e frustrazione, rendendole maggiormente disponibili per imparare.

Tutto questo promuove nei bambini/ragazzi una maggiore stima e fiducia in se stessi, migliorando la loro presenza e attenzione che si esprime attraverso un uso più organizzato e intenzionale dei materiali e la creazione del gruppo, con una ricaduta positiva osservata in ambito scolastico verso l’apprendimento. 

Ogni incontro vuole offrire uno spazio protetto e non giudicante dove i partecipanti possano scoprire le proprie risorse e potenzialità, attraverso l’ascolto e il sostegno all’espressione del linguaggio artistico non verbale. 

Le attività avverranno in piena sicurezza garantendo l’uso dei DPI e delle distanze sociali necessarie.

Al termine del laboratorio, verrà realizzato un kit delle emozioni, un abecedario emotivo che rimanga agli insegnanti come strumento operativo da utilizzare con i bambini per poter ripetere l'esperienza.

Gli obiettivi

  • Favorire una buona competenza emotiva: capacità di entrare in contatto con le proprie emozioni, comprenderle, esprimerle e regolarle senza disorganizzarsi.
  • Favorire l'esplorazione e l'elaborazione del mondo emozionale e relazionale.
  • Favorire la conoscenza e l'espressione delle proprie emozioni e la comprensione di quelle altrui.
  • Favorire la crescita individuale attraverso la collaborazione e la condivisione di un'esperienza.
  • Sviluppo della capacità di osservazione.
  • Percezione della propria identità.

Associazione Il Telaio – Intrecciare ad Arte

Il Telaio è un'associazione composta da professionisti di diversa formazione: architettura,  urbanistica,  psicologia, arte, arti terapie, economia, design, antropologia, arti visive e comunicazione.

Da oltre 10 anni operiamo con il fine di: sostenere e sviluppare il senso di comunità, valorizzare le risorse e competenze individuali, promuovere il benessere psico-fisico delle persone, facilitare rapporti tra culture differenti, alimentare la vivacità culturale, tutelare l'ambiente e il territorio.

Ci avvaliamo di molteplici metodologie quali: l'arte e danzamovimento terapia, la progettazione partecipata, il counseling, la mediazione linguistico-culturale, la pedagogia immaginale.

Per la realizzazione di numerosi progetti di: accompagnamento a processi di cambiamento ed empowerment,  percorsi di formazione, team building, mediazione culturale, laboratori scolastici, allestimento di mostre e rappresentazioni, realizzazione di video ed eventi.

I laboratori saranno tenuti da due esperte in compresenza, Ia Dott.ssa Camilla Mele e Dott.ssa Anna Di Donato.

Camilla è arte terapeuta diplomata presso Art Therapy, Ph.D. lavora come con bambini e adolescenti con diagnosi di DSA, DA, ADHD, autismo, disturbi d'ansia, dell'attaccamento, disabilità, psicosi e le loro famiglie, sia privatamente sia in contesti istituzionali (Scuole, Comunità, Case famiglia, Centri diurni, ATS e Uonpia). Fa parte del direttivo del Centro Arti terapie dell'Umanitaria a Milano, in cui si occupa di progetti di formazione, sensibilizzazione, team building, change management, sostenibilità e intercultura in ambito istituzionale, scolastico, pubblico e privato/aziendale.  Dieci anni fa ha fondato e attualmente dirige l’Associazione Il Telaio – Intrecciare ad Arte per cui scrive, coordina e conduce progetti locali, nazionali ed europei con approccio inclusivo e transculturale.

Anna è Esperta di Laboratori Esperienziali diplomata presso Lyceum Academy, scuola di formazione e aggiornamento, Ph.D. Presso Lyceum sta svolgendo la formazione in Arteterapia Clinica ed è docente nella formazione annuale come Esperta di Laboratori Esperienziali, lavorando quindi in ambito formativo con adulti. Lavora come educatrice artistica con bambini nell’età dello sviluppo dai 24 mesi agli 14 anni, interessandosi principalmente dello sviluppo creativo e dell’espressione artistica individuale e di gruppo. Collabora con diverse associazioni presso spazi privati (scuole e spazi culturali) e in contesti istituzionali (scuole, centri d’aggregazione) con progetti rivolti principalmente allo sviluppo percettivo ed emotivo per la crescita del singolo e del gruppo. Negli anni ha frequentato diversi maestri d'arte ed è stata allieva della Scuola d'arte del Castello Sforzesco.

1583245938572523 logoiltelaio

Un progetto a cura di

Il Telaio – Intrecciare ad Arte

Associazione milanese che organizza laboratori creativi e percorsi terapeutici individuali/di gruppo, di consulenza psicologica a singoli, bambini, ragazzi, genitori e famiglie.

Milano
Potrebbe interessarti anche