Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
Valsassina (LC)
Salute, Food, Ambiente
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Res Naturae

Un piccolo orto-giardino per una grande rivoluzione agricola. Riscopriamo insieme il valore del contadino di famiglia.

10.600€
Chiuso il 26 apr 2020
176%
6.000€
12.000€
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Res Naturae

Un piccolo orto-giardino per una grande rivoluzione agricola. Riscopriamo insieme il valore del contadino di famiglia.

10.600€
Chiuso il 26 apr 2020
176%
6.000€
12.000€
Finanziato

Tutto o niente Questo progetto verrà finanziato solo al raggiungimento del traguardo

Tutto o niente

Di cosa si tratta

Produrre meglio piuttosto che produrre di più: una famiglia che nutre altre famiglie, non con grandi appezzamenti di terra lavorati con trattori, diserbanti e fitofarmaci, ma con un’agricoltura bio-intensiva.

Coltiveremo una superficie di 6.000 mq massimizzandone la resa. 

Come? Creando aiuole permanenti, evitando quanto più possibile l’uso di carburanti fossili, di sostanze dannose e facendo attenzione a conservare se non addirittura a migliorare la qualità del terreno. 

La chimica viene scavalcata dalla biologia, non ci accontentiamo di sostituire diserbanti chimici con diserbanti “naturali” o fitosanitari convenzionali con quelli classificati “bio” (spesso altrettanto dannosi). 

Scegliamo invece di evitare qualunque contaminazione sulle nostre piante lavorando con tecniche orticole, scelte agronomiche e innovativi attrezzi manuali in totale armonia con la natura e i suoi abitanti. 

Dal punto di vista economico questo approccio permette di avviare un progetto agricolo evitando di essere schiacciati dal peso dei debiti, affrontando solo minimi investimenti, a misura di famiglia.

Destinazione dei prodotti è la vendita diretta e locale, presso la nostra azienda e in piccoli mercati: un rapporto diretto, conosci le persone che nutri e viceversa

I consumatori possono tornare a fidarsi di ciò che mangiano: buon cibo, sano, genuino e artigianale.

Chi c'è dietro al progetto

Siamo Giovanni e Maria, marito e moglie, neo-genitori, fondatori dell’azienda agricola Res Naturae.

Dopo l'incontro all'università di Agraria a Milano, abbiamo iniziato la coltivazione di piante commestibili molto particolari. 

Siamo specializzati in rabarbaro, ortaggio poco conosciuto e sottovalutato in Italia. 

Nel 2018 quest'ultimo ci è valso il premio "Oscar Green Regione Lombardia". 

Abbiamo un vivaio a Introbio (Lc) di piante commestibili e ornamentali allo stesso tempo. Piante per esempio con foglie al gusto di ciliegia, di liquirizia, di ostrica, oppure fiori dolci, fiori elettrici e tante altre curiosità.

Siamo legati alla terra in cui abbiamo deciso di vivere e coltivare, la Valsassina, valle sopra la città di Lecco, tra le montagne e il lago. 

Il desiderio è di valorizzarla al meglio, tornando a coltivare tutti quei terreni incolti che oggi nessuno degna più di interesse, scegliendo piante che ben si adattano al nostro clima.

Abbiamo scelto fin da subito di collaborare con la natura, di imitarla, non di combatterla, evitando sostanze dannose per l’ambiente e per la salute nostra e di chi consuma i nostri prodotti.

Ci siamo resi conto che i nostri clienti amano quello che facciamo e come lo facciamo, si fidano di noi. Vogliono conoscere chi coltiva ciò che mangiano e ci chiedono di iniziare a produrre anche ortaggi di consumo quotidiano.

Con entusiasmo avviamo questa coltivazione e per farlo abbiamo bisogno del tuo aiuto!

Come verranno utilizzati i fondi

L'obiettivo di questa campagna è di raccogliere la cifra di 12.000€ suddiviso in due step da 6.000€ ciascuno.

Con il raggiungimento del primo step da 6.000€ acquisteremo compost biologico di prima qualità per migliorare il terreno sul quale si darà il via alla coltivazione. 

Inoltre ci permetterà di fruire di un terzista che con i suoi macchinari preparerà per la prima volta il terreno (prima e unica volta in cui ci avvarremo di un trattore per una lavorazione iniziale). Non da ultimo acquisteremo semi e piantine, fondamentali per l'avvio della coltivazione.

Il secondo step invece sarà destinato alla creazione di un piccolo "parco macchine" a trazione manuale con il quale potremo affrontare le lavorazioni del terreno, le semine, il diserbo manuale e la raccolta senza avvalerci di trattori e carburanti fossili. Riducendo quanto più possibile il nostro impatto sull'ambiente.  

1581706755441768 res naturae 030

Un progetto a cura di

Res Naturae

Siamo Giovanni e Maria, insieme abbiamo creato un azienda agricola chiamata Res Naturae

Vocati alla produzione di piante insolite di cui si potessero mangiare fiori e foglie, ci siamo specializzati nella produzione di rabarbaro, di cui siamo oggi i primi produttori italiani.

A seguito di diverse richieste da parte dei nostri clienti, vorremmo ampliare la nostra produzione a quella di ortaggi, riproponendo quella figura ormai dimenticata del contadino di famiglia.

Valsassina (LC)