Insieme per San Vivaldo

Contribuisci
Icon close white 3f944adb9c9650063a8c1683e1d9c8ddfee10ac09af1a1b67c773197c39393aa
Loading pp black 533b87cfd338eef8adc058952b8f834fb495f7d439c68cc5c683336f8b4b639b
San Vivaldo, Montaione (Fi)
Solidarietà, Arte
Widget
Copia il codice qui sotto ed incollalo nel tuo sito web o blog
Testo copiato
Shortlink
Testo copiato

Insieme per San Vivaldo

Aiutaci a recuperare gli ambienti del convento di San Vivaldo e a realizzare una struttura per l'accoglienza di giovani e famiglie

2.580€
-1 giorni
57%
4.500€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Insieme per San Vivaldo

Aiutaci a recuperare gli ambienti del convento di San Vivaldo e a realizzare una struttura per l'accoglienza di giovani e famiglie

2.580€
-1 giorni
57%
4.500€
Contribuisci

Raccogli tutto Questo progetto verrà finanziato indipendentemente dal raggiungimento del traguardo

Raccogli tutto

Il progetto

San Vivaldo è un convento situato comune di Montaione (Fi).

La struttura è famosa per una ventina di cappelle disposte attorno al convento, le quali compongono un sacro monte.

Questo monumento è unico in Toscana ed è stato realizzato a partire dal XVI secolo da artisti fiorentini.


San Vivaldo si trova al centro di una vasta area boscosa dove, all’inizio del Trecento, il frate Vivaldo Stricchi da San Gimignano si ritirò a vita eremitica scegliendo come dimora il cavo di un castagno.

In questo luogo, tra il 1500 e il 1515, Fra Tommaso da Firenze fece costruire un complesso di cappelle e tempietti decorati con terrecotte policrome ispirate alla vita e alla Passione di Cristo e disposti in maniera da riprodurre in scala ridotta la planimetria della Gerusalemme del tempo.

Grazie ad una bolla di Papa Leone X che concedeva l’indulgenza a chi visitava San Vivaldo, questo santuario immerso nella natura divenne meta di pellegrinaggio sostitutivo per tutti coloro che non potevano sostenere il viaggio vero e proprio in Terrasanta.


Il nostro progetto prevede la ristrutturazione di alcuni spazi del convento di San Vivaldo.

Grazie al tuo contributo sarà infatti possibile recuperare gli ambienti del convento e realizzare percorsi formativi per ragazzi e bambini, campi parrocchiali, ritiri, incontri di famiglie e celebrazioni.

Nel tempo la mancanza di fondi necessari per la cura e manutenzione del convento ha portato ad un notevole degrado della struttura.

Nel tempo abbiamo cercato di fare il possibile per curare la struttura, ma adesso abbiamo necessità del tuo aiuto per poter conservare al meglio gli spazi e renderli a norma

Aiutaci a salvare un patrimonio artistico e culturale!

Come verranno utilizzati i fondi

Grazie al tuo aiuto sarà possibile dare nuova vita al convento.

In particolare le risorse raccolte attraverso questa campagna di crowdfunding saranno utilizzate per:

pagare i tecnici e i professionisti che lavoreranno alla ristrutturazione

- pagare i materiali necessari al completamento dei lavori.

- realizzare l'impianto elettrico 

- eseguire l'opera pittorica ripristinando l'aspetto originale degli interni del convento.


Di seguito potete vedere il progetto approvato dalla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio.

Chi c'è dietro il progetto

Il progetto è a cura dei Frati minori. 

A noi si sono unite le famiglie che da anni si impegnano a far si che questo centro possa ripartire e essere conservato nei secoli, sostenendoci nei lavori di ripulitura e restauro.

1581091060284128 41968669 10213550508222126 228770054336937984 n

Un progetto a cura di

Frati minori di Toscana

Il progetto mira a valorizzare il Convento di San Vivaldo per perseguire scopi educativi e formativi a livello umano e di fede. 

Questo sarà fatto organizzando campi scout, ritiri, incontri, conferenze, convegni, giochi, momenti di preghiera e incontri con specialisti.


San Vivaldo, Montaione (Fi)
Potrebbe interessarti anche